Vai al contenuto
vaivai

Modifica facciata senza delibera

alcuni anni fa un condomino ha aperto portafinestra e balcone sulla facciata del condominio, senza delibera assembleare ma solo con la dia. ora possono gli altri condomini a distanza di alcuni anni opporsi a tali innovazioni, non essendo mai stata riuniuta ad hoc un'assemblea?

Scritto da vaivai il 22 Dic 2009 - 14:52:17:alcuni anni fa un condomino ha aperto portafinestra e balcone sulla facciata del condominio, senza delibera assembleare ma solo con la dia. ora possono gli altri condomini a distanza di alcuni anni opporsi a tali innovazioni, non essendo mai stata riuniuta ad hoc un'assemblea?
Per la portafinestra non serve (ne serviva) nessun permesso condominiale, (forse) doveva chiedere il permesso perchè con la costruzione del balcone limitava (forse) la luce ai piani sottostanti;

 

La tollerabilità, o meno, del pregiudizio che la costruzione di uno sporto nel muro perimetrale comune può arrecare alla presa di aria e luce di locali appartenenti a uno dei condomini dipende non solo dall'ampiezza dello sporto e dalla superficie del cortile eventualmente antistante all'edificio, ma soprattutto, dalla distanza in cui tale sporto viene a trovarsi dalle sottostanti aperture; se tale distanza risulta esigua, anche l'esistenza di un ampio cortile potrebbe non compensare adeguatamente una diminuzione di aria e soprattutto di luce. (Cass. civ., sez. II, 28 luglio 1977, n. 3351.)

 

oppure perchè toglieva la visuale appiombo ai piani superiori;

 

Il proprietario del singolo piano di un edificio condominiale ha diritto di esercitare dalle proprie aperture la veduta in appiombo fino alla base dell’edificio e di opporsi, conseguentemente, ad ogni costruzione degli altri condomini che direttamente o indirettamente pregiudichi l’esercizio di tale suo diritto, senza che possa rilevare la lieve entità del pregiudizio arrecato. (Cass. civ., sez. II, 11 febbraio 1997, n. 1261)

Modificato Da - Paolino Pao il 22 Dic 2009 15:08:33

considerate però che da una piccola finestra (tipo 100x80) è stata creata un'apertura molto maggiore con modifica notevole all'estetica del palazzo..... anche stando così le cose non serviva la delibera?

No perchè in forza dell'art. 1102 cc si può usare il muro per l'apertura o modifiche alle finestre esistenti, salvo eventuali diritti dei terzi.

Per quanto riguarda l'estetica (decoro) della facciata, la competenza è del Giudice, non dell'assemblea ne dell'amministratore

 

Il condomino può aprire nel muro comune dell’edificio nuove porte o finestre o ingrandire quelle esistenti solo se queste opere, di per sé non incidenti sulla destinazione della cosa, non pregiudichino il decoro architettonico dell’edificio. (Cass. civ., sez. II, 21 maggio 1994, n. 4996)

Modificato Da - Paolino Pao il 22 Dic 2009 18:33:45

×