Vai al contenuto
Geobob

Modifica delle tabelle millesimali - per risistemare il tutto qual è il miglior procedimento oppure quello legalmente corretto?

Buongiorno a tutti,

sono l'amministratore di un condominio dove di recente il proprietario di una U.I ha acquistato una parte della U.I confinante alla sua (2 camere) incrementando quindi la superficie del proprio appartamento.

I condomini ora reclamano il fatto che questa compravendita porta ad uno stravolgimento dei millesimi.

La mia domanda era:

per risistemare il tutto qual'è il miglior procedimento oppure quello legalmente corretto?

Posso semplicemente "togliere" il valore millesimale delle due camere e accorparlo alla parte acquirente oppure occorre ricalcolare interamente i millesimi di tutto il fabbricato?

 

Inoltre se viene fatto il ricalcolo dei millesimi di tutto il fabbricato con il consenso all'unanimità, per un'approvazione a tutti gli effetti occorre far notificare il tutto ad un notaio, o il semplice consenso dei condomini ha valenza assoluta?

 

Grazie.

Se il condomino ha acquistato 2 camere dall'appartamento affianco facente parte dello stesso condominio, l'accordo per il passaggio dei millesimi tra questo ed il cedente deve essere effettuato tra loro, tu amministratore non puoi intervenire ne modificare la tabella millesimale.

Loro due, se hanno effettuato le cose regolarmente dovevano appoggiarsi ad un tecnico abilitato il quale avrebbe dovuto effettuare tutte le variazioni previste anche al Catasto, con i permessi comunali.

Comunque non sarà necessario stravolgere tutta la tabella millesimale del condominio, perchè agli altri nulla cambia ne si modifica, ma sarà da effettuare un travaso di millesimi tra una u.i. e l'altra, come tu avevi suggerito all'inizio, ma come detto devono essere loro due d'accordo.

Grazie Tuxx!

ma queste cose che mi hai detto hanno un riferimento legislativo? Cosi posso spiegarlo agli altri condomini.

 

percaso qualcuno sa rispondermi alla seconda domanda in merito alla notifica tramite notaio sul cambiamento dei millesimi?

il riferimento è l'art. 69 dacc;

 

69. I valori proporzionali delle singole unità immobiliari espressi nella tabella millesimale di cui

all'articolo 68 possono essere rettificati o modificati all’unanimità. Tali valori possono essere

rettificati o modificati, anche nell'interesse di un solo condomino, con la maggioranza prevista

dall'articolo 1136, secondo comma, del codice, nei seguenti casi:

1) quando risulta che sono conseguenza di un errore;

2) quando, per le mutate condizioni di una parte dell'edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di

incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unità immobiliari, è alterato per più di un

quinto il valore proporzionale dell'unità immobiliare anche di un solo condomino. In tal caso il

relativo costo è sostenuto da chi ha dato luogo alla variazione.

In questo caso non si tratta ne di errore, ne di mutazioni di parte dell'edificio in conseguenza di sopraelevazione e nessun valore proporzionale è stato mutato, tranne i due interessati.

×