Vai al contenuto
SimoWeb

Mobili e oggetti di Ex residenti

Salve, ormai ho in casa da quasi 5 anni del mobilio di un ex residente. Posso liberarmene senza incorrere in delle sanzioni?

Se tu non hai firmato ricevute di custodia dei suddetti...credo sia difficile dimostrare chi li abbia fatti sparire.

 

Legalmente dovresti spedire Raccomandata (RR alla francese) intimando allo stesso di provvedere al ritiro a mezzo proprio a pena di avvio al macero con addebito delle eventuali spese qualora non proceda entro un adeguato lasso di tempo.

Dopo 10 anni di possesso in buona fede di cose mobili, se non ricordo male, scatta l'usucapione. Se hai pazienza e valgono qualcosa, ti basta aspettare altri 5 anni e poi li puoi vendere o tenere. Se sono da buttare, segui invece i consigli di Diego.

Se tu non hai firmato ricevute di custodia dei suddetti...credo sia difficile dimostrare chi li abbia fatti sparire.

 

Legalmente dovresti spedire Raccomandata (RR alla francese) intimando allo stesso di provvedere al ritiro a mezzo proprio a pena di avvio al macero con addebito delle eventuali spese qualora non proceda entro un adeguato lasso di tempo.

Grazie mille per la risposta. Solitamente c'è una data standard da mettere o posso deciderla io? Per esempio posso dire entro un mese porta via tutto oppure della roba ci penso io. E soprattutto essendoci degli oggetti che hanno un minimo di valore potrei in caso venderli se entro la scadenza non vengono ritirati? Grazie

 

- - - Aggiornato - - -

 

Dopo 10 anni di possesso in buona fede di cose mobili, se non ricordo male, scatta l'usucapione. Se hai pazienza e valgono qualcosa, ti basta aspettare altri 5 anni e poi li puoi vendere o tenere. Se sono da buttare, segui invece i consigli di Diego.

Si ci sono delle cose che hanno un po di valore, ma aspettare altri 5 anni è molto difficile visto che mi occupano un intera stanza.. Completamente! Quindi non so come muovermi, a me basterebbe avere la stanza libera. In caso per legge esiste la possibilità di metterli in un box? Oppure li posso spostare in cantina? così da non occuparmi un intera stanza per lo meno? Grazie

Credo che comunque si debba passare per il Tribunale, anche dopo l'eventuale raccomandata di intimazione al ritiro o l'eventuale usucapione. Se hanno un valore accettabile, che possa almeno coprire le spese legali, non hai molta scelta. Secondo me (che non sono un avvocato) potresti spostarli in cantina, purché tu ne garantisca un'adeguata conservazione nello stato attuale. Dovresti farne fare prima un inventario e mi sa che, come detto sopra, devi sempre passare dal Tribunale.

 

Chissà se è competente il Giudice di Pace? Risparmieresti soldi... forse...

Dopo 10 anni di possesso in buona fede di cose mobili, se non ricordo male, scatta l'usucapione. Se hai pazienza e valgono qualcosa, ti basta aspettare altri 5 anni e poi li puoi vendere o tenere. Se sono da buttare, segui invece i consigli di Diego.

A me risulta che per le cose mobili (non registrate) il possesso equivalga a proprietà.

(ricorrere all' istituto dell' usucapione presume andare da un Giudice che certifichi la cosa...per degli oggetti di scarso valore non è economicamente vantaggioso).

 

Un mese un tempo più che sufficente...bastano anche 5 giorni dal ricevimento dell' avviso(casomai è il proprietario che deve avvisarti di eventuali impedimenti che comportino più tempo).

 

Metterli in un box ti espone a spese...e rischi.

in realta' non e' cosi ,anche se e' una cosa mobile non puoi diventarne proprietario dall'oggi al domani oppure solo perché qualcuno non ne rivendica la proprieta' .

...avevo scritto "mi risulta" perché era quanto avevo frettolosamente letto tempo addietro in un intervento ( mi pare di Olli).

 

Se leggi avevo inizialmente chiesto se erano stati firmati documenti dove si dichiarava di custodire tale mobilia. Mancando tale documento e visto che un comodino od un tavolo non hanno un numero di telaio diventa impossibile dimostrarne la legittima proprieta.

Chi ora possiede tali mobili non puo di certo essere accusato di furto se il vero proprietario li ha "abbandonati" nel locale che ha ceduto con regolare atto di vendita.

 

Ho altresi suggerito la spedizione dell'avviso per puro senso di onesta e correttezza.

 

Se tu vendi un immobile con la classica formula ...non puoi dopo oltre un lustro contestare che ti eri dimenticato degli ingombranti mobili...o che li avevi smarriti.

 

Di sicuro non puoi usucapire un bene mobile.

Errata Corrige...nella fretta...il "non puoi usucapire un bene mobile" ...era inteso come sul post precedente "non puoi usucapire un mobile" perchè difficilmente conviene.

 

L' Usucapione dei beni mobili esiste (con alcune differenze specie se si tratta di beni registrati)...ma credo che comunque raramente venga richiesta/applicata.

"non puoi usucapire un mobile" veramente il mio pincher "Sonny" ha usucapito una poltrona . 🙂

lol...sarei curioso di sapere a quale Giudice abbia presentato domanda...ma più probabile che sia stata una usucapione di "prepotenza" ...diciamo stile "abbordaggio" 😎

Simoweb scriveva che ci sono anche cose di un certo valore, per cui non è così semplice. Probabilmente l'ex proprietario dei mobili non si farà più vivo ma, almeno in linea teorica, vendere o buttare i suoi mobili equivale ad un'appropriazione indebita. Se è vero che i mobili non hanno numero di serie, può anche darsi che chi li ha abbandonati conservi ancora ricevute e fatture del negozio dove li ha presi. Sempre in linea teorica, s'intende... sarebbe poco sensato conservare le ricevute ed abbandonare i mobili 😉

In via formalmente non lecita (equivarrebbe per Simoweb a sostenere il falso) anche disponendo dei documenti che comprovavano l'acquisto dei suddetti mobili...come dimostri che sono esattamnete quelli (visto che manca un numero di serie o altro elemento distintivo che li renda unici) ??? Serve testimonianza o ancor più ammissione stessa del detentore.

 

Di certo non è appropriazione indebita fintanto che il vecchio proprietario non ne faccia esplicita richiesta...e siccome non è stato firmato alcun documento di presa in custodia e in considerazione del tempo trascorso Simoweb ha tutto il diritto di disfarsi di cose che le sono di intralcio.

 

Invero esite una sentenza in cui il Tribunale di Siena ha sentenziato in un caso simile...ma come tutte le sentenze non bisogna fermarsi al titolo o all' enunciato ma leggersi tutto il "papiro":

 

http://www.diritto.it/archivio/1/20434.pdf

 

1-E' la sentenza di un "semplice" giudice monocratico (non fà giurisprudenza)

2-Gli anni erano decorsi per le solite lungaggini dei tribunali...mentre era stata richiesta la riconsegna praticamente fin da subito e opposto rifiuto.

 

 

Per restare nell' alveo del corretto comportamento meglio procedere con Raccomandata RR alla francese in cui si intima di provvedere al ritiro entro 1 settimana.

Decorso il termine senza riscontri sarà libera discrezione su cosa fare degli oggetti.

1-E' la sentenza di un "semplice" giudice monocratico (non fà giurisprudenza)

 

 

 

una curiosita' perché detta sentenza "non fa giurispundenza" ?

 

 

io sapevo che tutte le sentenze ovvero l'insieme delle sentenze sono "giurispundenza"

Se per giurisprudenza s' intende una funzione di indirizzo e di esempio cui uniformarsi... allora la sentenza di un Tribunale generico in una scala da 5 a 10 è prossima allo zero.

Appena qualche scalino sopra nel caso di una Corte di II° grado...e poco sopra la "sufficenza" nel caso di Corte di Cassazione.

La questione è differente nel mondo anglosassone...ma nel "civil law" cui siamo ricompresi la funzione nomofilattica è attribuita alla sola Corte di Cassazione a Sezioni Unite.

 

Non per nulla puoi trovare anche sentenze di grado elevato contrapposte.

Comunque SimoWeb non ha fornito l'informazione essenziale e discriminante per rispondergli adeguatamente: a che titolo l'ex residente è da considerarsi tale ?

Fatta salva l' indicazione primaria di Dimaraz (diffida a mezzo raccomandata AR), si potrebbe comprendere se potersi liberare del mobilio senza alcuna formalità o se invece il titolo obbliga al rispetto delle formalità.

Sembrerebbe che una camera sia stata ceduta in uso....

Con contratto regolare? Ed allora "tanti saluti!" quasi certamente si dovrà rispettare un determinato iter.

Cessione camera (o posteggio mobilio) sulla parola, o a nero: tutto al macero... tranquillamente.

io vorrei sapere come fa l'ex residente a dimostrare che quelle cose le ha lasciate li....dopo 5 anni....in che modo? e perché poi le ha lasciate li....

×