Vai al contenuto
frariv

Millesimi di proprietà, millesimi per riscaldamento, unità di calore contabilizzate

Salve a tutti,

 

fino allo scorso anno avevamo tabelle differenti per i millesimi di proprietà e per i millesimi per il riscaldamento. Da quest'anno la ripartizione del riscaldamento prevede anche un'apposita suddivisione del 70% delle spese in base alle unità di calore riportate dai contabilizzatori appositamente montati sui termostati. Fin qui, tutto bene.

 

Ora però è arrivato il primo consuntivo con la nuova ripartizione delle spese e sono iniziate le contestazioni da parte dei condomini.

 

Il nostro amministratore ha provveduto a questa ripartizione:

 

1) 30% delle spese del solo gas da riscaldamento messo sotto la voce spese generali e suddiviso per millesimi di proprietà;

2) 70% delle spese del gas da riscaldamento + tutte le spese di manutenzione e conduzione dell'impianto sotto la voce riscaldamento e suddiviso per unità di calore contabilizzate;

3) la tabella con i millesimi per il riscaldamento non viene più utilizzata.

 

I possessori di grandi terrazzi scoperti che si vedono aumentare le spese con la nuova ripartizione di cui al punto 1) sostengono invece che la giusta ripartizione dovrebbe seguire questi criteri:

 

1) 30% delle spese del solo gas da riscaldamento + tutte le spese di manutenzione e conduzione dell'impianto sotto la voce riscaldamento e suddiviso in base ai millesimi per riscaldamento;

2) 70% delle spese del gas da riscaldamento sotto la voce riscaldamento personale o simili e suddiviso per unità di calore contabilizzate.

3) la tabella con i millesimi di proprietà non dovrebbe essere affatto usata per il riscaldamento.

 

Sono tra quelli che ci perderebbero con la seconda suddivisione, ma mi sembra comunque la più ragionevole. Chi ha ragione? O esiste un altro tipo di suddivisione possibile?

 

Grazie in anticipo per qualunque risposta.

 

Francesco

1) 30% delle spese del solo gas da riscaldamento + tutte le spese di manutenzione e conduzione dell'impianto sotto la voce riscaldamento e suddiviso in base ai millesimi per riscaldamento;

2) 70% delle spese del gas da riscaldamento sotto la voce riscaldamento personale o simili e suddiviso per unità di calore contabilizzate.

3) la tabella con i millesimi di proprietà non dovrebbe essere affatto usata per il riscaldamento.

 

Sono tra quelli che ci perderebbero

La seconda. Pensa che i millesimi di proprietà potrebbero essere basati su unità non riscaldate come box e cantine e quindi che ci azzeccano.

Perderesti che cosa?

La seconda. Pensa che i millesimi di proprietà potrebbero essere basati su unità non riscaldate come box e cantine e quindi che ci azzeccano.

Perderesti che cosa?

Soldi. 😉

Scusami, ma chi ha terrazzi/box/cantine non riscaldati non ha mai usufruito del riscaldamento. La tabella riscaldamento equivale alla tabella prorpietà per il servizio riscaldamento, per cui è giusto che chi non è scaldato non partecipi alla spesa.

Inoltre la manutenzione e conduzione della caldaia non può essere pagata in funzione del consumo, ma del potenziale consumo, altrimenti chi ha l'appartamento sfitto non pagherebbe niente, pur potendo girare la manopola e usare il riscaldamento nel momento che vuole.

 

La seconda soluzione è la giusta suddivisione da fare.

Infatti non ho niente da ridire sulla seconda ripartizione, mi è sembrata subito più logica. Volevo solo avere conferma.

×