Vai al contenuto
giancarlo70

Mi hanno rottamato il mio motorino !! Esiste qualcuno che mi aiuta ?

L'amministratore ha fatto rottamare il mio scooter regolarmente registrato, nell’ordine del giorno della riunione di Settembre 2014 non

 

c’era alcuna discussione di eventuali rimozioni, era per me perfettamente parcheggiato e manutenuto nella zona adibita al parcheggio

 

degli scooter nello stabile dove pago regolarmente le spese condominiali.

 

Durante la riunione condominiale l'assemblea ha preso questa decisione, l'amministratore ha spedito un email che lo avrebbe fatto e poi

 

l’ha fatto rimuovere in Novembre o Dicembre 2014, dice di averlo spedito via email.

 

Io me ne sono accorto quando NON ho visto il mio scooter in Gennaio 2015, pensavo lo avessero RUBATO, fra i tanti email e spam non

 

avevo letto l’email che diceva che avevano deciso di rottamare due Scooter, non mi hanno spedito una raccomandata, non mi hanno fatto

 

una telefonata …. e nell’email c’era il resoconto della riunione con la decisione immediata …

 

Premetto che il mio scooter come tanti altri era senza la targhetta in attesa di fissare quella più grande rilasciata dalla motorizzazione.

 

Fra tutti gli scooter (il mio era nelle stesse condizioni degli altri) … il mio è stato rimosso gli altri fortunatamente no!

 

Quando ho visto che c'erano dei fogli su alcuni scooter mi è venuto il sospetto e ho chiamato l'amministratore che mi ha comunicato che

 

non sapendo di chi fosse l'ha rottamato. Gli ho chiesto il rimborso mi dice che i consiglieri hanno deciso così in assemblea e nessuno me

 

lo vuole rimborsare. Sono imbestialito e penso che in questo paese ognuno si arroghi la facoltà di fare quello che vuole, chi mi aiuta a

 

ottenere ciò che è giusto ?

Un legale.

Che verificherà se vi sia la giusta corrispondenza fra il regolamento di condominio, la verbalizzazione della prassi adottata dall'assemblea, ed il preavviso dell'amministratore alla tua persona.

 

Personalmente non mi risulta che sia così semplice spostare un veicolo funzionante di un condòmino dal suolo condominiale... anzi con atti ufficiali è praticamente impossibile salvo che non si dimostri di esser in presenza di un relitto altamente inquinante. Sarebbe già un successo per l'assemblea l'esser riuscita a comminare una sanzione valida.

Figuriamoci se qualcuno possa mai azzardarsi di far sparire (perché è di questo che si tratta) e poi demolire (ma come ??!!) un mezzo non di sua proprietà !

Una presa di posizione veramente stupida ignorante irresponsabile.

>

 

se si è in presenza di rottame/rifiuto (non motorino perchè senza targa è un pezzo di ferro indistinto) abbandonato in area condominiale, e se il condominio ha avvertito (prima) di rimuovere ( e non è stato fatto) e poi con votazione lo ha fatto smaltire (termine esatto, perchè la spazzatura si smaltisce), allora è ineccepibile.

Più che altro aspettati, se dimostri che era tuo, che il condominio ti addeiti anche le pese per lo smaltimento.

Se era senza targa poco importa che avesse la forma/colore di un motorino: era assimilabile ad un oggetto qualsiasi indesiderao piazzato in area condominiale per chissà quanto tempo (se sono arrivati a decidere si farlo sparire).

 

Si deve imparare che le zone comuni non sono parcheggi di oggetti dimenticati e, magari, anche pericolosi perchè in caso di incidenti magari neanche sono assicurati (parlo in generale, non per forza del tuo caso).

 

Il quesito per te è uno solo: parli come se fosse accaduto tutto da un giorno all'altro, mentre se addirittura si è arrivati a parlrne (e deciderne) in assemblea, significa che da un pezzo se ne parlava: come mai? forse che lo hai messo la e te ne sei "dimenticato"?

 

"f'erano fogli sugli scooter", "lo hanno tolto a novemre e me ne sono accorto a gennaio". tutto lascia supporre che hai usato, in pratica, un area condominiale come tua discarica personale (questo è ciò che ha pensato l'amministratore e l'asemblea).

 

Il fatto che non fosse all'ordine del giorno, nulla cambia. lo avrasnno deciso, senza spese, nelle vare ed eventualei e ne troverai tracia, immagino, nel verbale di assemblera,

 

se invece non ne trovi tracci allora si rigira tutto quanto da me detto sino ad ora e l'amministratore ha sbagliato.

ma immagino che non sia stato cosi ingenuo.

 

dico tutto ciò senza polemica ma solo perchè nel mio condominio si era creata una situazione simile e la conclusione è stata la stessa.

Presa di posizione alquanto irresponsabile immatura da parte dell'amministratore, se voleva rimuoverlo doveva informare i vigili sempre dopo avertelo comunicato, e non di sua iniziativa e con il consenso dell'assemblea fare ciò che ha fatto.

Se succedesse a me l'avvocato con le scarpe di pelle umana si presenta nel suo studio, .........

Per spostare un mezzo da una parte condominiale adibita a parcheggio (scooter o autovettura che sia) è necessaria una ordinanza da qualche autorità, non è sufficiente una assemblea, per cui con un bravo avvocato ritengo che giancarlo70 riuscirà a farsi risarcire il danno e forse un motorino nuovo fiammante se quello che aveva funzionava.

Il motorino era perfettamente funzionante, ero andato con il mio bimbo che è appassionato di motorini per metterlo sopra, ma non c'era più., hanno fatto i furbi e adesso vogliono far passare la tesi del rottame (vigliacchi!!), era perfetto e dentro c'era anche il casco di mia moglie. Ma come hanno fatto ?

Spero che a Vermaccio non capiti mai una cosa del genere, reputo che tutto ciò sia doloso e mi dispiace

che le persone siano così vili e di basso livello, non hanno il valore del sacrificio e del valore delle cose,

C'è qualche avvocato nel forum che mi può supportare ? Desidero condanna dell'ammistratore e pagamento spese, danni morali, interessi dello scooter, aspetterò il giorno in cui il GIUDICE (che sarà sicuramente una persona SENSIBILE e GIUSTA) farà sorridere il MIO BIMBO DI 2 ANNI!!

scusa ma continuo a non avere chiarezza:

 

1)il motorino era senza targa?

2)Per quanto ttempo è stato "parcheggiato" fermo nello stesso posto?

3)questo "posto" dove stava? area condominiale?

4)nessuno ti ha mai detto qualcosa verbalmente o per scritto prima che l'assemblea ne discutesse?

5)come mai ti sei accorto della sua scomparsa dopo mesi?ù

6)il motorino durante tutto il periodo di "fermo" era ssicurato?

7)quando non lo hai trovato hai fatto una denuncia di furto?

8)hai nulla di scritto che provi da chi sia stato tolto o per ordine di chi?

9)hai accennato ad altri motorini con sopra un foglio. che diceva il foglio? e come mai quei motorini sono rimasti la e il tuo no?

 

grazie

Forse ciò che è stato fatto è illegale, ma chi osa sostenere che non risponda a criteri di equità e giustizia?

Procedura totalmente inventata ed illegale.

In primis nessuno può disporre dei beni altrui (se non disposto dalla legge come nel caso del C.d.S. ad opera della P.M.) se da questi non ne deriva un pericolo diretto o immediato (ad es. posso spostare con le mie mani il motorino che stava per cadermi addosso).

In secondo luogo al caso si applica il D.Lgs 3 aprile 2006 n° 152 perché se di rottame / rifiuto si tratta si deve applicare l'art. 192, comma 3°, di tale decreto che recita:

 

"3. Fatta salva l'applicazione delle sanzioni di cui agli articoli 255 e 256, chiunque viola i divieti dicui ai commi 1 e 2 è tenuto a procedere alla rimozione, all'avvio a recupero o allo smaltimentodei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi in solido con il proprietario e con i titolari didiritti reali o personali di godimento sull'area, ai quali tale violazione sia imputabile a titolo didolo o colpa, in base agli accertamenti effettuati, in contraddittorio con i soggetti interessati,dai soggetti preposti al controllo. Il Sindaco dispone con ordinanza le operazioni a tal finenecessarie ed il termine entro cui provvedere, decorso il quale procede all'esecuzione in dannodei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate."

Il comma è rivolto a tutti i suoli, ivi inclusi quelli privati. Quindi nel caso in questione abbiamo che il "proprietario" è il titolare del veicolo, mentre "il titolare dei diritti reali sull'area" è il condominio nella persona dell'Amministratore (vedasi comma 4°). Quindi l'Amministratore doveva notiziare il Sindaco per l'emanazione dell'Ordinanza citata nell'ultimo capoverso del suddetto comma, dopodiché la P.M., eseguiti gli accertamenti, eseguiva il "contradittorio" tra i suddetti soggetti al fine di determinare il soggetto responsabile dell'abbandono per la notificazione dell'ordinanza di rimozione e smaltimento.

In terzo luogo potresti presentare denuncia di furto per sottrazione di veicolo.

Quindi Giancarlo potresti agire nei confronti del condominio per danni subiti, sia perché hanno adottato una procedura non legittima sia perché dovranno dimostrare, in assenza del suddetto accertamento della P.M., che si trattava effettivamente di un rifiuto... (e la vedo dura).

 

Ciao

La risposta di vermaccio che ti addebita gran parte della colpa di quanto accaduto sarà esagerata, però devi riconoscere, giancarlo70, che UNA PARTE della colpa è anche tua. Lasci per mesi un ciclomotore senza regolare contrassegno nelle parti comuni e presumo, visto il non utilizzo, senza assicurazione. Sarà anche vero che eri in attesa del contrassegno a sei simboli, ma ormai è dal 2011 che esso è obbligatorio e a me l'hanno rilasciato immediatamente dietro la consegna di quello vecchio a 5 simboli. Se avessi montato il regolamentare contrassegno, il tuo scooter sarebbe stato censito alla motorizzazione e la sua rottamazione avrebbe richiesto la tua presenza. Invece l'hai lasciato negli spazi comuni alla stregua di un oggetto abbandonato. Probabilmente l'assemblea condominiale ha deciso con eccessivo rigore e l'amministratore avrebbe fatto meglio ad approfondire prima di rendere operativa la decisione, ma la tua inerzia ha avuto un peso decisivo nel determinare lo spiacevole sviluppo di questa situazione. Presumo che gli altri ciclomotori non siano stati smaltiti perché i proprietari si sono fatti vivi per tempo con l'amministratore.

Ogni tanto ricordo un proverbio in latino degli antichi romani, la cui cultura giuridica non era inferiore alla nostra: "Vigilantibus, non dormientibus iura succurrunt". Vale a dire "Le leggi aiutano coloro che vigilano, non chi dorme".

Se decidi di adire alle vie legali probabilmente avrai un risarcimento. Non aspettarti uno scooter fiammante, ma, trattandosi di un bene fungibile, una parte del valore dello stesso.

Auguri.

Nessuno mi vieterebbe di asportare la targa dal mio veicolo se questi si trova in area ad uso privato. I simboli identificativi (targa) dei veicoli sono obbligatori sulle aree ad uso pubblico, ma non su quelle ad uso privato, e quindi è facoltà di chiunque rimuovere la targa dal veicolo. Concordo con la leggerezza di Giancarlo nel lasciare il ciclomotore per troppo tempo senza manutenzione e targa, così da ipotizzarne un abbandono, ma non si può fare una colpa dell'asportazione della targa.

 

Ciao

Buonasera e grazie,

il cambio della targa l'avevo già effettuato presso la motorizzazione ma la nuova, non essedo compatibile con la vecchia non mi hanno permesso di montarla, aspettavo di portarlo da un centro che me lo potesse fare, aspettavo il momento giusto,non è da anni parcheggiato e ultimamente l'avevo lavato nell'apposito spazio adibito a quella funzione, avevo manifestato a un condomino il fatto che mi avevano rubato la mountain bike mesi prima ... che mi avevano tagliato la sella anni prima(prontamente sostituita) e rubato il casco.

Ho tanti dubbi ...:

1) L'amministratore mi ha detto che dopo la riunione ha spedito un email dall'emai non certificato dello studio dove lavora come amministratore.

2) E' un motorino perfetto anche se di qualche anno che normalmente utilizzavo prima di cambiare la targa, ha il libretto di circolazione ...

3) Nel caso estremo che non sapessero di chi fosse con visure online potevano risalire al proprietario dal numero di telaio e chiamarmi.

4) Avrebbero potuto chiamare o spedire una raccomandata ... a ogni condomino ...

5) Su una ventina di motorini/scooter nella medesima condizione il mio è stato rimosso gli altri no Tutti senza targhetta e attualmente parcheggiati senza targhetta...), ieri ho fatto la foto.

6) Ho denunciato il furto presso le autorità giudiziarie in un primo tempo.

7) Dopo innumerevoli telefonate e ricerche ho scoperto che era stato l'amministratore ...

8) Ho integrato la denuncia appena ho scoperto .....

9) Inizialmente l'amministratore mi ha chiesto di fargli pervenire dei preventivi per rimborsarmelo ...

10) Sono andato presso il negozio e gli ho fatto pervenire il costo di alcuni pari livello usato e nuovo ...

11) Dopo giorni che glielo ho spedito ha rimangiato ciò detto al telefono e ha detto che avrebbe rimesso

la possibilità di rimborso ai consiglieri ... che lo avevano delegato.

12) I consiglieri hanno scritto che non me lo avrebbero rimborsato.

 

L'amministratore appena mi ha comunicato che la ditta Del Fiore di Bologna l'aveva prelevato, mi ha

infastidito (mai e poi mai potevo pensare una simile cosa), ho chiamato la ditta subito, ma si sono mostrati indifferenti e non educati, all'inizio mi hanno comunicato che non l'avevano preso, ho insistito e ho fatto chiamare anche all'amministratore che mi diceva che erano stati loro a prelevarlo. CON ME NON VOGLIONO PARLARE, MI DICONO, e' L'AMMINISTRATORE HA ORDINATO LA ROTTAMAZIONE E A ME NULLA DEVONO DIRE.

 

Mi sembra di vivere un incubo e di essere nel paese dove il arrogante vince sugli altri.

Rispondo al Gent.mo Neri dicendogli che il motorino era in buono stato non era in stato di abbandono,

loro lo vogliono fare sembrare un rottame per essere legittimati, ma non era così, devono avere fatto delle foto prima di prelevarlo ? Ci deve essere un documento di rottamazione con nr. di serie ? O se un motorino non mi piace parcheggiato in una posizione che piacerebbe a me lo posso fare asportare ??

Grazie,

Buonasera.

Giancarlo

Ribadisco: legale... e poi a chi tocca tocca !

Amministratore - consiglieri - assemblea: uno, qualcuno o tutti quanti! Dipende soprattutto dalla documentazione di natura condominiale.

Grazie Albano, avrei bisogno di un legale onesto, esperto che mi risolva questo problema (foro Bologna).

Giancarlo

sporgi denuncia, se non lo hai già fatto, ai carabinieri per furto e circostanzia bene le cose affinchè possano fare chiarezza su chi ha commesso l'azione.

se passato già tempo, dici loro che hai provato a capire perchè l'amministratore aveva agito in quel modo e se era possibile recuperarlo.

poi (come dice albano59) un legale "carogna" (questo lo dico io) e vedrai che ricomprerai il tuo motorino: e il resto lo dai in beneficenza.

Paul ho sporto denuncia di furto visto che all'inizio ero sicuro che l'avessero rubato i ladri; quando poi ho paventato il dubbio parlando con un condomino al quale dicevo che mi avevano rubato il motorino, ho chiamato subito l'amministratore, appena l'ho chiamato gli ho detto che avevano rubato il mio scooter grigio ... ha preso tempo, ha fatto le sue verifiche e mi ha comunicato che era stato portato via uno scooter uguale al mio e che si sarebbe interessato a prelevarlo e a riconsegnarmelo subito, dopo qualche giorno che verificava con questa ditta mi ha comunicato che l'avevano rottamato ?????!!!! (era funzionante con libretto pronto per essere utilizzato ....),

ho integrato la denuncia ai Carabinieri dicendo quanto è successo (l'amministratore mi dice che l'ha fatto rottamare ....?!, non c'è nessun documento ...) adesso stanno procedendo alle indagini di rito.

Nel frattempo in maniera bonaria ed educata ho evidenziato l'errore all'amministratore e ho chiesto un rimborso equo presentandogli come da lui richiesto alcuni preventivi ...

La sua tesi nel giro di qualche giorno non so perché è cambiata, e da "amico" che aveva capito la stupidaggine che aveva fatto e che diceva: Signor glielo rimborso subito ..., ha incominciato a scaricare la colpa sui condomini .... facendo decidere ai consiglieri se rimborsare o no il torto subito.

Sono d'accordo, sto cercando un avvocato che faccia il suo mestiere in maniera ineccepibile e porti a condannare i colpevoli, sono d'accordo deve essere scafato e sicuro del risultato perché ho visto di essere attorniato da gente che sta facendo combutta contro di me (amministratore, consiglieri, avvocato dell'amministratore), vogliono dimostrare la tesi che fosse un rifiuto e che fosse parcheggiato nella stessa posizione da anni, cosa falsa!! Stanno sostenendo il FALSO sapendo di avere sbagliato!!

Essendo un cittadino onesto e ligio anche come condomino mi trovo spiazzato da tanta cattiveria, era parcheggiato nelle strisce adibite alla sosta dei motorini, l'avevo lavato poco tempo prima ... come tanti altri tutt'ora parcheggiati era senza targhetta perché aspettavo il momento giusto per metterla, capisco chi dice che ho dormito, ribadisco che la comunicazione via email non l'ho letta, ero in fuori per lavoro e non ho potuto presenziare alla riunione dove a quanto ho capito hanno deliberato di eliminare 2 motorini ... nel condominio ho solo il garage, non potevano farlo visto che è un bene di valore e mi hanno privato di un mezzo di locomozione che avrei usato adesso.

Far West perché mettono gente a fare l'amministratore senza preparazione, gente che non conosce la legge ... e che pensa solo e soltanto alle attività che

scaturiscono dalla gestione ... pensano di essere autorità di Polizia, Avvocati, Giudici ed arrogarsi il potere di fare quello che vogliono, poi beccano ogni tanto qualche condomino come me che li fa scendere dal pero e gli aiuta a capire il ruolo che anno e le loro competenze, in un paese civile, tramite la giustizia.

Grazie

Ciao

Vedo Giancarlo di risponderti secondo i punti che hai riportato.

 

1) L'Amministratore può aver fatto ciò che vuole, e potrebbero anche averti notificato che provvedevano a rottamare il motorino, ma ciò non li legittima a farlo. E' una tua proprietà esclusiva il veicolo e quindi non possono disporne senza il tuo consenso.

2) Lo stato manutentivo del motorino non giustifica iniziative da parte del condominio. Qualora fosse stato effettivamente in pessime condizioni, dovevano attenersi al citato articolo di legge, che prevede una constatazione da parte degli organi preposti (generalmente la P.M.).

3) Non esiste un registro dei numeri di telaio presso il PRA - MCTC e quindi rintracciare il proprietario sarebbe stato comunque difficile. In tali casi si riporta la questione in assemblea e si notifica il relativo verbale agli assenti così che il proprietario si faccia vivo. Nel caso non si rintracciasse si deve comunque ricorrere all'Ordinanza del Sindaco affinché la proprietà del suolo lo possa rimuovere legittimamente.

4) Ciò che vale è l'iniziativa deliberata in assemblea, ovvero dare mandato all'Amministratore di richiedere l'Ordinanza al Sindaco. Tale disposizione sarebbe comparsa, se votata, nel relativo verbale di assemblea.

5) L'aver agito su di un veicolo specifico a parità di condizioni manutentive e di identificazione del proprietario, costituisce un aggravante per chi lo ha rimosso in quanto presuppone un atteggiamento persecutorio.

6) 7) 8) Se la denuncia è contro ignoti, hai fatto bene a provvedere all'integrazione con le informazioni che hai raccolto successivamente. Meglio se lo facevi con l'aiuto di un avvocato.

9) 10) Se l'Amministratore ti ha formalizzato la disponibilità al risarcimento, subentrerebbe un riconoscimento di colpa.....

11) La prossima volta che hai un colloquio con l'amministratore in merito alla possibilità di risarcimento, fallo con un testimone fidato e registra la conversazione (lo puoi fare) così che dimostri al giudice come sono andate le cose.

12) Occorre stabilire in base a cosa ha agito l'Amministratore. C'è una delibera assembleare? E' stata votata a maggioranza? E' una iniziativa dell'Amministratore senza delibera?. Serve per capire a chi imputare il fatto.

 

Se è stata chiamata una ditta per il prelievo del veicolo, esiste anche una fattura intestata a chi ha richiesto l'intervento. Quindi chiedine tramite l'avvocato una copia. Contestualmente richiedi tramite l'avvocato al P.M. una ispezione della ditta che ha rimosso il veicolo per accertarne l'esistenza, il passaggio o la distruzione.

 

Ciao

giancarlo , la e-mail se non è stata inviata con la PEC non serve a nulla.

Vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, adesso divertiti con l'amm.re e condomini che deliberano cose non di loro competenza.

 

Da come hai scritto pare addirittura ci sia stata un'assemblea per fare tutto ciò, fatti dare tutte le carte dall'amm.re e poi denunciali tutti.

Voglio precisare a MERI che è vero che al PRA non è possibile ricercare un veicolo per telaio, ma è anche vero che presentando denuncia presso la Polizia Municipale questa può fare una ricerca con telaio se è collegata alla banca dati del PRA. In pratica solo la polizia può fare tale ricerca.

Non so se è possibile fare tale ricerca in motorizzazione.

 

Ho io un avvocato/carogna che farà vedere i sorci verdi all'Amministratore ed ai consiglieri: avv. Giovanna Astarita (con studio a Pesaro e a Napoli) 081 4202330, ma lavora anche molto su Rimini e Ravenna. Gli avvocati spesso si accordano, meglio una sconosciuta all'ambiente di Bologna.....

Voglio precisare a MERI che è vero che al PRA non è possibile ricercare un veicolo per telaio, ma è anche vero che presentando denuncia presso la Polizia Municipale questa può fare una ricerca con telaio se è collegata alla banca dati del PRA. In pratica solo la polizia può fare tale ricerca.

Non so se è possibile fare tale ricerca in motorizzazione.

Ti posso garantire che anche per la P.M. è difficile, dal numero di telaio, risalire al proprietario. Ho tentato diverse volte tale ricerca e solo in casi sporadici ha avuto buon esito. In alcuni casi si è risaliti attraverso la casa produttrice e poi il Concessionario che ha venduto il mezzo ma occorre avere fortuna....

 

Aggiungo a Giancarlo che quando parlo di avvocato intendo un "penalista" perché logicamente la tua denuncia si configura quale querela contro chi individuerai.

 

Ciao

Ho io un avvocato/carogna che farà vedere i sorci verdi all'Amministratore ed ai consiglieri: avv. Giovanna Astarita (con studio a Pesaro e a Napoli) 081 4202330, ma lavora anche molto su Rimini e Ravenna. Gli avvocati spesso si accordano, meglio una sconosciuta all'ambiente di Bologna.....
Aggiungo a Giancarlo che quando parlo di avvocato intendo un "penalista" perché logicamente la tua denuncia si configura quale querela contro chi individuerai.

 

Da come hai scritto pare addirittura ci sia stata un'assemblea per fare tutto ciò, fatti dare tutte le carte dall'amm.re e poi denunciali tutti.

Cito solo tre risposte date al povero innocente che si è visto rubare il motorino a cui ora tiene moltissimo. Peccato che nessuno abbia pensato di proporre una colletta! Forse lo farò io ..., ma tornando alle risposte date:

- "gli avvocati spesso si accordano". Ma cosa vuoi dire? che effettuano transazioni penalizzanti per i loro clienti, senza averli prima interpellati ed averne ricevuta l'approvazione? In che mondo vivi? sai di che parli? o è il solito luogo comune?

- "denuncia/querela contro chi individuerai". Cioè gli consigli di vestire gli abiti dello sceriffo ed effettuare indagini penali? Eppure sapevo che le indagini penali, in Italia, sono dirette dal Procuratore che può delegare gli Ufficiali di PG. Forse è cambiato qualcosa da quando ho studiato queste cose ...

- "denunciali tutti".Condomini e amministratore. Non era più facile impugnare la delibera? O spiegare che il motorino non era un rottame bensì un ciclomotore parcato nel posto giusto, come quelli degli altri condomini? Certo che Giancarlo sicuramente è molto ben visto nel suo condominio, perché sicuramente è un chiaro esempio di rispetto delle norme regolamentari e delle delibere assembleari. Se seguisse i consigli datigli su questo forum, certamente la sua popolarità aumenterebbe e di pari passo la simpatia dei condomini.

Signori Amministratori, che solitamente date risposte tecnicamente e praticamente utilissime, perché in questo caso non dite la vostra? Grazie e scusate lo sfogo.

- "denuncia/querela contro chi individuerai". Cioè gli consigli di vestire gli abiti dello sceriffo ed effettuare indagini penali? Eppure sapevo che le indagini penali, in Italia, sono dirette dal Procuratore che può delegare gli Ufficiali di PG. Forse è cambiato qualcosa da quando ho studiato queste cose ...

Non comprendo cosa scrivi.

Sia che abbia già presentato denuncia contro ignoti che presenti querela nei confronti di qualcuno, ci sarà sempre un P.M. che coordinerà le indagini avvalendosi della P.G.. Nessuno stà consigliando a Giancarlo di "vestire i panni dello sceriffo".. Essendo il 624 C.P. un reato perseguibile a querela, su tale querela un nome ce lo dovrà pur scrivere se individua chi gli ha sottratto il motorino.

Impugnare la delibera?. Per un reato di furto?. Ammesso che esista questa delibera, secondo te, applicando la relativa normativa, se non impugna tale delibera nei termini consentirebbe la sottrazione facendo decadere il reato?. Mha...... mi sembra che si confondi le norme condominiali con il Codice Penale.

 

Ciao

"Cito solo tre risposte date al povero innocente che si è visto rubare il motorino a cui ora tiene moltissimo. Peccato che nessuno abbia pensato di proporre una colletta! "...

Mi dispiace che scrivi Tomm in questa maniera deridendomi.

Dove mi hanno sottratto il motorino è un super-condominio dove conosco due, o tre persone di vista , su 70 e passa appartamenti, non so neanche come si chiamano, non vivo lì, ho acquistato solo il garage,

spesso leggo in bacheca cose poco piacevoli e poco educate, essendo grandissimo, pur essendo un bel condominio, ci sono tanti personaggi anche molto litigiosi, io sono uno molto socievole e ragionevole, ma da quello che vedo si fanno tanti screzi ...

Ho cercato di suonare al citofono del consigliere e spiegarli che io ero il proprietario ... di quel motorino ... Pensi che mi abbia detto: "Venga su che le offro un caffè ?" abbiamo parlato tramite il citofono ... e mi ha detto Le farò sapere... Questo è il livello, che cosa mi posso aspettare ? Pensi che abbia voglia di avere qualche cosa da condividere con gente che non ha cuore ? Questi riversano il proprio odio su sciocchezze. L'unico modo per farli ragionare è chiedere ad un avvocato di fargli restituire ciò che illegalmente hanno rubato.

×