Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
stefford

Messa in sicurezza balconi

Salve a tutti! Come si ripartisce la spesa delle reti verdi poste a copertura dei balconi ammalorati per evitare caduta di intonaco o altro materiale?grazie mille!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se si sono le reti, presumo che i balconi siano aggettanti, se trattasi di quest'ultimi, la spesa è a carico dei singoli proprietari dei balconi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se si sono le reti, presumo che i balconi siano aggettanti, se trattasi di quest'ultimi, la spesa è a carico dei singoli proprietari dei balconi.

Si sono aggettanti. Se i condomini si rifiutano di pagare le reti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Come è stato ricordato per i balconi la spesa è personale, e ognuno è responsabile del proprio balcone.

La rete non la deve mettere il condominio,ma i propri proprietari.

E se non volete correre dei rischi chiamate VVFF.

-----------------------------------------------------------------------------------------

E' il proprietario del balcone che ha l'onere di provare che il materiale distaccato dai balconi che hanno causato il danno, era parte di quelle parti del balcone

Cassazione del 07/09/1996 n. 8159

I balconi sono elementi accidentali e non portanti della struttura del fabbricato, non costituiscono parti comuni dell'edificio e appartengono ai proprietari delle unità immobiliari corrispondenti, che sono gli unici responsabili dei danni cagionati dalla caduta di frammenti di intonaco o muratura, che si siano da essi staccati, mentre i fregi ornamentali e gli elementi decorativi, che ad essi ineriscono (quali i rivestimenti della fronte o della parte sottostante della soletta, i frontalini e i pilastrini), sono condominiali, se adempiono prevalentemente alla funzione ornamentale dell'intero edificio e non solamente al decoro delle porzioni immobiliari ad essi corrispondenti, con la conseguenza che è onere di chi vi ha interesse (il proprietario del balcone, da cui si sono distaccati i frammenti, citato per il risarcimento), al fine da esimersi da responsabilità, provare che il danno fù causato dal distacco di elementi decorativi, che per la loro funzione ornamentale dell'intero edificio appartenevano alle parti comuni di esso. (Art.1117 cod.civ).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Come è stato ricordato per i balconi la spesa è personale, e ognuno è responsabile del proprio balcone.

La rete non la deve mettere il condominio,ma i propri proprietari.

E se non volete correre dei rischi chiamate VVFF.

-----------------------------------------------------------------------------------------

E' il proprietario del balcone che ha l'onere di provare che il materiale distaccato dai balconi che hanno causato il danno, era parte di quelle parti del balcone

Cassazione del 07/09/1996 n. 8159

I balconi sono elementi accidentali e non portanti della struttura del fabbricato, non costituiscono parti comuni dell'edificio e appartengono ai proprietari delle unità immobiliari corrispondenti, che sono gli unici responsabili dei danni cagionati dalla caduta di frammenti di intonaco o muratura, che si siano da essi staccati, mentre i fregi ornamentali e gli elementi decorativi, che ad essi ineriscono (quali i rivestimenti della fronte o della parte sottostante della soletta, i frontalini e i pilastrini), sono condominiali, se adempiono prevalentemente alla funzione ornamentale dell'intero edificio e non solamente al decoro delle porzioni immobiliari ad essi corrispondenti, con la conseguenza che è onere di chi vi ha interesse (il proprietario del balcone, da cui si sono distaccati i frammenti, citato per il risarcimento), al fine da esimersi da responsabilità, provare che il danno fù causato dal distacco di elementi decorativi, che per la loro funzione ornamentale dell'intero edificio appartenevano alle parti comuni di esso. (Art.1117 cod.civ).

Se ogni proprietario è responsabile del proprio balcone, l'amministratore non è obbligato ad avvisare per iscritto i condomini interessati a provvedere a mettere le reti di sicurezza, è corretto? È sufficiente un avviso verbale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'amministratore ha l'obbligo di tutelare l'incolumità,in caso di pericolo ha il dovere di intervenire anche sulle proprietà private con le comunicazioni formali,se nulla si muove ha 3 soluzione.

Denuncia presso i vigili urbani.

Chiamare un muratore per mettere in sicurezza le parti ammalorate.

O chiamare i VVFF. per lo stesso motivo dei muratori.

Le spese naturalmente sono a carico degli indolenti proprietari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'amministratore ha l'obbligo di tutelare l'incolumità,in caso di pericolo ha il dovere di intervenire anche sulle proprietà private con le comunicazioni formali,se nulla si muove ha 3 soluzione.

Denuncia presso i vigili urbani.

Chiamare un muratore per mettere in sicurezza le parti ammalorate.

O chiamare i VVFF. per lo stesso motivo dei muratori.

Le spese naturalmente sono a carico degli indolenti proprietari.

Denuncia presso i vigili urbani -> Ok.

Chiamare un muratore per mettere in sicurezza le parti ammalorate -> Parti private non può.

O chiamare i VVFF -> Ok.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille per le risposte!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

riscontro analogo problema, chiedo:

cosa posso fare se il mio balcone si sta deteriorando a causa di una infiltrazione d'acqua dal piano superiore??

ho scritto all'amministratore, sono trascorsi 50 giorni e non ho avuto ancora risposta.

Come devo comportarmi??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non hai letto,se è un balcone aggettante il problema è solo tuo. E l'amministratore non centra nulla,anche se per educazione e non solo dovrebbe rispondere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Probabimente non mi sono espresso bene: il balcone in questione risponde alla funzione di copertura, in breve mi cade acqua dallo stesso.OK??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gioacchino il suo problema sembrerebbe ben diverso dal primo esposto da Stefford...comunque da come lo descrive si direbbe un balcone aggettante..

il balcone soprastante è del condominio? Oppure è di un altro condomino e fa da copertura al suo balcone perchè entrambi sporgono dalla facciata condominiale? ( per sicurezza verifichi su internet la differenza tra "balconi aggettanti" e "balconi incassati").

Se ha un'infiltrazione dal balcone del piano di sopra deve chiamare in causa il proprietario del piano di sopra, affinchè ripristini l'impermeabilizzazione del balcone e risani il tutto... è esattamente come se chi sta sopra di lei avesse una perdita nel bagno...a meno che la perdita dipenda...chessò...dalle grondaie condominiali che passano in quel balcone, oppure il balcone sopra il suo è una terrazza condominiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

giusto, ha inquadrato bene il problema, il balcone è di un altro condomino che copre il mio, oltre a informare l'amministratore ho anche informato il condomino, ma, ripeto, dopo 50 giorni niente di niente, nessuna risposta, ne dall'amministratore ne dal condomino; cosa devo fare???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

personalmente proverei in maniera amichevole a suonare il campanello del signore del piano di sopra per chiedere di poter visionare di persona il balcone,così da capire almeno approssimativamente se la perdita è di un pluviale condominiale o dipende dalla scarsa impermeabilizzazione del pavimento (più o meno lo può capire anche osservando la chiazza sopra la sua testa...se è diffusa, se è concentrata in un punto, se in prossimità del pluviale

 

se questo non fosse possibile, manderei una lettera un po' più convincente a entrambi...secondo me l'amministratore ha comunque il dovere di scomodarsi, almeno per lo scrupolo di escludere la remota eventualità che si tratti di un problema cagionato dal condominio...ma aspettiamo pareri più autorevoli del mio.

 

Probabilmente chi sta sopra di te è convinto che il balcone non sia di sua responsabilità e fa lo spavaldo convinto che sia di competenza condominiale...magari è sufficiente che gli alleghi nella raccomandata la spiegazione dei balconi aggettanti e gli fai capire che più si tarda nell'intervenire più dovrà sborsare per porre rimedio al danno.

 

altrimenti mi rivolgerei a un avvocato per una lettera formale...solitamente è sufficiente per sbloccare certe situazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

farò intervenire un tecnico per un sopraluogo e poi manderò la relazione all'amministratore. Lui dovrà chiarire le competenze e poi mi regolerò di conseguenza. Ma il problema restano comunque i tempi,2 mesi solo per capire cosa è successo?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

...oltre a informare l'amministratore ho anche informato il condomino, ma, ripeto, dopo 50 giorni niente di niente, nessuna risposta, ne dall'amministratore ne dal condomino; cosa devo fare???

-------------------------------------------------------------------------

L'amministratore NON centra niente. E' un problema tra te e il proprietario del balcone che se non interviene lo dovrai denunciare o citarlo.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Le spese per i balconi aggettanti

Cassazione civile, sez. II, 30 luglio 2004, n. 14576

La Corte di Cassazione ha preso in esame la ripartizione delle spese dovute per quanto riguarda i balconi aggettanti affermando che essi costituiscono un "prolungamento" della corrispondente unità immobiliare e, quindi, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa;soltanto i rivestimenti ed elementi decorativi della parte frontale e di quella inferiore, quando si inseriscono nel prospetto dell’edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole, si debbono considerare beni comuni a tutti.

Con la conseguenza che anche nei rapporti con il proprietario di analogo manufatto che sia posto al piano sottostante sulla stessa verticale, nell’ipotesi di strutture completamente aggettanti - in cui si può riconoscere alla soletta del balcone funzione di copertura rispetto al balcone sottostante e, trattandosi di sostegno, non indispensabile per l'esistenza dei piani sovrastanti - non si può parlare di elemento a servizio di entrambi gli immobili posti su piani sovrastanti, nè quindi di presunzione di proprietà comune del balcone aggettante riferita ai proprietari dei singoli piani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se si tratta di un balcone aggettante posto all'ultimo piano di un edificio, la copertura del balcone si considera prolungamento del terrazzo quindi lo ripara il condominio o è di proprietà del condomino dell'ultimo piano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il balcone dell'ultimo piano, se appartiene ad un privato condomino, dovrà essere riparato dal medesimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si Giglio2, quel che dici è vero, però per esempio nel mio condominio una perdita che apparentemente era responsabilità di un privato alla fine era cagionata da una grondaia di proprietà comune...

A me questo chiamarsene fuori aprioristico dell'amministratore che tra l'altro riceve una raccomandata mi pare un atteggiamento un tantino superficiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×