Vai al contenuto
Valeria Mauro

Messa a terra impianto elettrico

Buongiorno

Ho da poco acquistato un appartamento al piano terra di un condominio nel quale risulta un unico e solo impianto a terra costruito recentemente durante l'installazione dell'ascensore.

Dovendo rifare l'impianto elettrico nel mio appartamento, ho chiesto all'amministratore di potermi collegare alla messa a terra dell'ascensore (facendo passare una piccola canalinasu un pezzo del muro perimetrale) e mi ha consigliato di farmi un impianto di messa a terra nel mio giardino senza potermi quindi collegare a quello già esistente, visto che ai condomini poteva dare fastidio una nuova canalina su un pezzetto di muro "condominiale"

Desideravo sapere se può il condominio ovvero l'amministratore impedire questo considerando anche che lo stabile aldilà dell'ascensore è sprovvisto di messa a terra (e' un edificio del 1960) e all'interno lavora una persona che si occupa della pulizia delle scale e che quindi penso si debba tutelare per eventuale rischi. Posso chiedere all'amministratore tutta la documentazione relativa alla messa a terra e tutelarmi nelle eventuali responsabilità verso terzi?

Spero di essere stata abbastanza chiara

Grazie

Valeria Mauro

Se si tratta di operazione tecnicamente possibile, allora l'amministratore può frapporsi al tuo intento se l'allaccio crea problemi alla sicurezza o al decoro dell'edificio. La fattibilità tecnica dovrebbe eliminare il problema della sicurezza. Resta il problema del decoro (canalina su parti comuni); qui la questione diviene più dubbia e non v'è risposta sicura al 100% perché molto dipende anche dalle eventuali modalità di realizzazione di questo passaggio.

Grazie per il chiarimento, la canalina sarebbe posta in luogo di un'altra, precedentemente dismessa e in parte rimossa. Procederò comunque alla realizzazione nel mio giardino onde evitare inutili discussioni. Resta comunque la mia perplessità sulla non conformità dell'impianto condominiale a fronte della sicurezza di una persona regolarmente pagata per le pulizie del condominio stesso.

Grazie

É un errore tecnico costruire un'altro impianto di terra. L'impianto di terra deve essere uno solo.

É un errore tecnico costruire un'altro impianto di terra. L'impianto di terra deve essere uno solo.

Concordo con remejo. In uno stabile non ci possono essere due impianti di terra ma un unico dispersore per tutto il condominio.

Grazie per il chiarimento. A questo punto mi chiedo se esiste una norma alla quale posso appellarmi per chiedere all'amministratore e al condominio di potermi allacciare alla messa a terra preesistente. E se si devo chiedere l'autorizzazione al condominio o basta una comunicazione formale. Grazie

Grazie per il chiarimento. A questo punto mi chiedo se esiste una norma alla quale posso appellarmi per chiedere all'amministratore e al condominio di potermi allacciare alla messa a terra preesistente. E se si devo chiedere l'autorizzazione al condominio o basta una comunicazione formale. Grazie

La normativa è la ex legge - ora DM. 37/08 - 46/90 ora abrogata.

L'impianto di terra è di proprietà del condominio e quando l'impianto è stato realizzato all'ingresso della tua u.i. doveva essere lasciato in una cassetta sopra la porta o in mezzo alle scale il filo della messa a terra per allacciare il tuo impianto elettrico.

Ora se tu hai adeguato l'impianto all'interno della tua abitazione ti devi allacciare a quel filo lasciato a suo tempo; se non c'è l'elettricista saprà come fare,l'importante alla fine dimostra all'amministratore che il tuo impianto è a norma comunicandogli i dati della dichiarazione di conformità che il tecnico ti dovrà rilasciare.( Puoi fornire all'amministratore anche una copia -non è obbligatorio - della dichiarazione).

Ciao

.......e in un condominio che ne è PRIVO e NON ha dipendenti diretti (ovviamente c'è una impresa di pulizie ed una dita per la manutenzione dell'ascensore che operano per conto del condominio)?  E' obbligatoria la messa a terra? Nel nostro conominio abbiamo tre salvavita ed un quadro elettrico con tre contatori. Quello GENERALE (ENEL) e due sotto contatori indipendenti tra loro: uno per la luce delle scale e l'altro per l'ascensore. ED IN QUESTO CASO VA FATTA UNA VERIFICA/CERTIFICAZIONE PERIODICA DELL'IMPIANTO ELETTRICO?

ANDREA_R dice:

.......e in un condominio che ne è PRIVO e NON ha dipendenti diretti (ovviamente c'è una impresa di pulizie ed una dita per la manutenzione dell'ascensore che operano per conto del condominio)?  E' obbligatoria la messa a terra? Nel nostro conominio abbiamo tre salvavita ed un quadro elettrico con tre contatori. Quello GENERALE (ENEL) e due sotto contatori indipendenti tra loro: uno per la luce delle scale e l'altro per l'ascensore. ED IN QUESTO CASO VA FATTA UNA VERIFICA/CERTIFICAZIONE PERIODICA DELL'IMPIANTO ELETTRICO?

Cortesemente, apri una nuova discussione.

Questa è del 2015.

Grazie

 

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×