Vai al contenuto
RiccardoBaldo

Marciapiede condominiale antistante vetrina

Buongiorno

Varrei avere un consiglio in merito ad un problema che si è presentato per il mio spazio antistante la vetrina.

 

Premetto che il mio negozio ha uno spazio antistante la vetrina di 3 mt di profondità di proprietà condominiale.

Di recente il comune di Bolzano ha dotato ogni condominio di 1 bidone per il residuo e 1 bidone per l'umido.

Ora l'assemblea condominiale vuole porre questi bidoni nello spazio antistante la mia vetrina, al limite esterno verso la strada ma

io mi vorrei opporre a tale scempio.

Qualcuno è documentato in merito e sa se io ho diritto di oppormi a tale decisione ?

 

grazie

Salve,

la decisione andrà presa a maggioranza, e sarà vincolante in quanto utilizzazione di una parte comune di proprietà del condominio. Se era di sua proprietà o se ha un titolo che ne garantisce l'esclusività nell'utilizzo allora potrà opporsi.

 

Cordiali saluti.

Buongiorno

Varrei avere un consiglio in merito ad un problema che si è presentato per il mio spazio antistante la vetrina.

 

Premetto che il mio negozio ha uno spazio antistante la vetrina di 3 mt di profondità di proprietà condominiale.

Di recente il comune di Bolzano ha dotato ogni condominio di 1 bidone per il residuo e 1 bidone per l'umido.

Ora l'assemblea condominiale vuole porre questi bidoni nello spazio antistante la mia vetrina, al limite esterno verso la strada ma

io mi vorrei opporre a tale scempio.

Qualcuno è documentato in merito e sa se io ho diritto di oppormi a tale decisione ?

 

grazie

bisognerebbe capire se ci sono altri spazi condominiali che potrebbero essere utilizzati per questo scopo

Cos'è la vetrina per un negozio ?

Credo che la risposta a questa domanda sia: il fulcro e lo strumento pubblicitario ove esporre oggetti e/o articoli in vendita.

 

Prescindendo dal fatto che lo spazio antistante la vetrina sia di proprietà condominiale, la suddetta vetrina non potrà essere ostruita per le motivazioni pubblicitarie.

La presenza dei bidoni occulta o ne limita sensibilmente la vista della vetrina.

 

Quindi a mio parere il titolare di quest'ultima ha tutti i diritti per opporsi

grazie...

infatti tali bidoni erano posti sul medesimo spazio condominiale ma davanti ad un bar...

quello che non capisco... sullo spazio condominiale si affaccia un bar per 5 mt , l'ingresso del condominio per 3 mt e il mio negozio per 7 mt...

I bidoni sono ad uso dei condomini e non mio o del bar... ma non ho diritto alla visibilità della vetrina?

Cos'è la vetrina per un negozio ?

Credo che la risposta a questa domanda sia: il fulcro e lo strumento pubblicitario ove esporre oggetti e/o articoli in vendita.

 

Prescindendo dal fatto che lo spazio antistante la vetrina sia di proprietà condominiale, la suddetta vetrina non potrà essere ostruita per le motivazioni pubblicitarie.

La presenza dei bidoni occulta o ne limita sensibilmente la vista della vetrina.

 

Quindi a mio parere il titolare di quest'ultima ha tutti i diritti per opporsi

sono d'accordo, è vero che è uno spazio condominiale ma non per questo si può utilizzare a danno di alcuni condomini, in questo caso il proprietario del negozio.

Ma non è che il marciapiede antistante la vetrina è assoggettato a servitù di uso pubblico indipendentemente dalla proprietà dell'area?.

Se così fosse verifica cosa recita il regolamento comunale per il conferimento dei rifiuti perché almeno dalle mie parti, per i condomini, devono essere escluse le aree ad uso pubblico e quindi i bidoni devono ricadere in aree condominiali ma ad uso privato (ad es. ingressi autorimesse, vialetti interni, ecc..).

 

Ciao

Ma non è che il marciapiede antistante la vetrina è assoggettato a servitù di uso pubblico indipendentemente dalla proprietà dell'area?.

Se così fosse verifica cosa recita il regolamento comunale per il conferimento dei rifiuti perché almeno dalle mie parti, per i condomini, devono essere escluse le aree ad uso pubblico e quindi i bidoni devono ricadere in aree condominiali ma ad uso privato (ad es. ingressi autorimesse, vialetti interni, ecc..).

 

Ciao

in questo caso lo spazio antistante la vetrina è di proprietà condominiale.

mi informerò di certo a tal proposito...

 

- - - Aggiornato - - -

 

mi informerò di certo a tal proposito...

lo spazio è aperto e di passaggio per i pedoni

Sull'argomento ti consiglio questo articolo (che nella sostanza sintetizza quanto detto da tutti gli altri):

https://www.condominioweb.com/delibere-annullabili-delibere-annullabili.12488

Tieni conto che se non sei concorde con la delibera, puoi sempre impugnarla davanti al giudice di pace che è competente in via esclusiva in merito alla modalità d'uso delle cose comuni. Tieni, però, conto che l'impugnazione dev'essere fondata su ragioni concrete (es. esistenza di altri spazi altrettanto idonei allo scopo e non danneggianti nessuno di voi, ecc.) e non su semplice disaccordo.

in questo caso lo spazio antistante la vetrina è di proprietà condominiale.

 

Essendo un marciapiede, se è soggetto ad uso pubblico è anche soggetto al regolamento per il conferimento dei rifiuti, indipendentemente che sia di proprietà privata, e quindi occorre vedere se tale regolamento dispone per i condomini di non occupare aree ad uso pubblico come dalle nostre parti.

 

Ciao

Credo, salvo smentite dell'interessato, che la situazione sia questa:

Davanti alla vetrina esiste uno spazio antistante di 3 mt di profondità di proprietà condominiale.

Superato questo spazio in direzione della strada, credo, che si trovi il marciapiede pubblico e poi vi è la strada.

Quindi tra marciapiede e vetrina esiste lo spazio di 3 m

 

Meri

Anche se fosse come dici tu: "il marciapiede antistante la vetrina è assoggettato a servitù di uso pubblico indipendentemente dalla proprietà dell'area?

Il problema per i condòmini sarebbe facilmente superabile, spostando i bidoni all'interno della superficie di 3 m condominiale (non invadendo il marcap pubbico) ......a maggior danno della vetrina perché si assottigli la distanza tra vetrina e bidoni

Concordo Marcanto.

Resta solo da stabilire dove finisce l'uso pubblico e se il Reg. Com. prevede le disposizioni come da noi.

 

Ciao

Il Sig.Marcato ha descritto la situazione...

ma non esiste una distanza minima da rispettare per mantenere la visibilità della mia vetrina, fosse un semplice muro esterno non sarei contrario ma vogliono costruire un gabbiotto nel quale si posizioneranno i bidoni e credo che sarà abbastanza grande da coprire la visuale della vetrina ai passanti.

Salve,

la questione della distanza era abbastanza chiara, ad ogni modo bisogna capire com'è il gabbiotto e se ostruisce totalmente la visuale. Personalmente non credo che un gabbiotto posso ostruire tutta la visuale, per giunta ad una distanza di 3 metri, ma occorrerà vedere l'altezza e la larghezza di questa opera.

 

Cordiali saluti.

dal progetto mostrato in assemblea ma che non mi è stato dato partirà dai 3 mt per arrivare ai 2 mt , in pratica dovrebbe essere di 1mtx1mt o 1,20x1,20 e alto 170/160cm

Salve,

a questo punto dopo questi dati l'unico appiglio è capire se c'è un altro luogo condominiale dove possa dare meno fastidio, tenendo conto che deve comunque agevolare il ritiro dalla ditta incaricata.

 

Cordiali saluti.

.......bisogna capire com'è il gabbiotto e se ostruisce totalmente la visuale. Personalmente non credo che un gabbiotto posso ostruire tutta la visuale, per giunta ad una distanza di 3 metri, ma occorrerà vedere l'altezza e la larghezza di questa opera

Il gabbiotto è fatto per contenere i bidoni che sono oggetti solidi che ostruiscono e con dimensioni non piccole, benchè il primo possa essere fatto con rete.

si tratta di spazzatura condominiale cospicua (non di famiglia singola) ne discende che le dimensioni non potranno essere limitate tipo secchio 50 x 50 x 1.00 m.

Quindi a mio avviso la situazione era bel chiara

 

L’unica soluzione, come suggerito, è impugnare la delibera eventualmente venda emanata

Grazie delle informazioni....

ma per impugnare la delibera come si definisce il possibile "occultamento" della mia vetrina da parte del gabbiotto per i bidoni?

Esisterebbe la possibilità di posizionare il tutto nello spazio antistante l'ingresso del condominio ma il bar non lo vuole perché troppo vicino al suo ingresso.

A parte la visuale, resta sempre il problema "puzza". Non si è parlato poi della "DISTANZA MINIMA DI LEGGE" che, salva distanza superiore prescritta dai Comuni, dovrebbe essere non meno di metri 3. La struttura rientra poi, come si è scritto nei vari post, come "Costruzione", quindi a maggior ragione andrebbero osservate le distanze di legge.

Io direi di fare pronunciare prima il Comune, chiedendogli parere scritto e motivato in relazione ad una ipotetica struttura da realizzare nel luogo e nelle misure in oggetto, riferendo trattarsi di un semplice "casotto" tipo ricovero attrezzi. Evidenzierai le misure/distanze dalle circostanti proprietà, che a quanto desumo sono inferiori a quanto prescritto.

Sono quasi certo che il Comune non rilascerà nessun N.O.

Chiedi poi all'amministratore relativo "Progetto", con misure, modalità realizzative, ed in particolare se trattasi di struttura poggiata o fissata al suolo: in tal caso veramente si tratterebbe di costruzione!

Dopo di che mandi diffida preventiva al Comune, mettendoli al corrente della realizzanda struttura che viene a ledere il diritto di terzi.

 

Infine dici che tale spazio si estende anche davanti il portone di ingresso dello stabile in cui abitano i Condomini che ne farebbero uso? Benissimo, che se lo mettano in quel posto! non davanti casa d'altri!

Prova anche a dire che è tua intenzione montare una unità esterna di aria condizionata delle stesse misure, indispensabile per la tua attività: sono certo che ti diranno che "turba l'estetica condominiale"!

Avrai allora un appiglio in più per opporti a tale collocazione!

 

Possibile poi che non esista altro spazio comune dove riporre "il morto in casa"? Una corsia box, una rientranza tra due pilastri, un angolo dell'androne da ritagliare ad uso locale deposito. Nei giorni di raccolta ci sono poi delle ditte che fanno questo lavoro (la mattina prestissimo), pulendo e disinfettando tutti i contenitori.

Vige un detto che "Una certa cosa, posta in un certo posto altrui, è meno che un fil di spaghetto!"

Credo sia la condotta "molto altruista" di tali condomini!

 

Ultima ipotesi resta quella di armarsi di santa pazienza, e spostare il tutto davanti all'ingresso condominiale, accompagnando il tutto da raccomandata che illustri gli abusi della condotta condominiale: e mi pare ce ne siano da vendere. Potrai chiedere anche i danni!

Certo sarà qualcosa analogo a .... https://www.youtube.com/watch?v=tJwbuxzZ6dk

ma credo che farsi fare causa sia meno oneroso che farla, sempre che il legale del condominio lo dissuada da un'azione persa in partenza, ed in al caso non avresti nessuna spesa legale.

×