Vai al contenuto
madhu

Manutenzione straordinaria fossa biologica a soggetti di diversi condomini

Salve, sottopongo la seguente questione per un parere. La fossa biologica posizionata nel giardino di proprietà esclusiva di un soggetto è comune ad una pluralità di soggetti appartenenti a due edifici senza amministratore in quanto entrambi con unità immobiliari inferiori ad otto.

Detta fossa biologica necessita di manutenzione straordinaria. E' richiesto il parere se sia opportuno al fine di incassare ed eseguire i lavori nominare un amministratore della comunione, ben distinto dall'amministratore di condominio per incassare le somme dovute dai partecipanti alla comunione e rappresentarla nei rapporti contrattuali per l'esecuzione dei lavori in quanto trattasi di condomini distinti senza amministratore. Grazie mille!

Quando vi sono parti comuni a due o più condomini, siamo in presenza di un supercondominio per il quale è necessaria la presenza di un amministratore che gestisca le suddette parti comuni.

Ringrazio per il parere. Preciso ulteriormente che un condominio è costituito da tre unità immobiliari. L'altro condominio è un condominio minimo costituito da due unità immobiliari. Quali sono i riferimenti di legge che rendono necessaria la presenza dell'amministratore per la gestione del supercondominio con un numero di unità immobiliari inferiore ad otto.

Considerando che la somma del numero dei condòmini di entrambi i condomini rimane inferiore a otto, anche per il supercondominio potete autogestirvi come fate attualmente.

 

Dovete redigere una tabella millesimale che tenga conto delle unità immobiliari di entrambi i condomini al fine della ripartizione delle spese relative alle parti comuni del supercondominio.

Aggiungo a quanto correttamente riportato da Mauro, che l’identificazione del valore millesimale delle singole unità immobiliari rispetto al valore complessivo del supercondominio, può essere dedotto utilizzando la rendita catastale o la metratura delle unità. Tale tabella dovrà essere approvata in assemblea, meglio se all’unanimità. In questo modo potreste non spendere nulla, ma ottenere un sistema del tutto lecito per suddividere le spese di manutenzione di quell’unica parte comune ad entrambi gli edifici.

i due condomini non sono mai stati costituiti fiscalmente e non possiedono un codice fiscale. Per la gestione del supercondominio, rappresentanza, intestazioni fatture, ecc. come si potrebbe fare? Grazie nuovamente!

la costruzione dei due fabbricati risale agli anni 50 ed un condominio scarica le acque meteoriche della falda del tetto sulla falda dell'altro e come facevano spesso all'epoca le acque meteroriche vengono convogliate in fossa biologica. Quindi il servizio comune è ambiguo.....

I due singoli condomini esistono di fatto. È sufficiente la presenza di un edificio in cui esistono due diversi proprietari per conclamarne l’esistenza. Il supercondominio esiste anch’esso di fatto, quando almeno due condomini condividono perlomeno una parte comune.

È chiaro che per gestire il supercondominio è necessaria l’attribuzione di un codice fiscale (lo è anche per i singoli condomini ... in realtà). Ed è l’unico modo per ricevere fatture e sottoscrivere contratti.

 

Dall’esempio fatto la fossa è senz’altro comune, cosìccome sarei tentato di dire che l’impianto di scarico delle acque meteoriche del secondo edificio (su cui scarica il primo) deve essere mantenuto a metà tra i due condomini.

Salve, il tubo pluviale della falda del tetto del secondo edificio scarica le acque meteoriche sulla falda del tetto del primo edificio. Cosa ne pensate sulla comunione della falda del tetto del primo edificio che serve da copertura per il primo edificio e per raccogliere le acque meteoriche del secondo edificio che vengono convogliate al tubo pluviale e alla fossa biologica comune. Grazie nuovamente!

Salve, i condomini del secondo edificio la cui falda del tetto scarica le acque meteoriche sula falda del tetto del primo edificio che raccoglie le acque meteoriche delle coperture di entrambi gli edifici che vengono convogliate al tubo pluviale e alla fossa biologica comune hanno proposto di modificare il percorso dei loro tubi pluviali per evitare di partecipare alle spese di manutenzione della fossa biologica. E' gradito un vostro parere. Grazie mille!

×