Vai al contenuto
samministrarori

Manutenzione soffitto appartamento

Gentili visitatori del sito chiedo a voi se nel crollo di un soffitto in una camera posta in parte sotto una terrazza a livello (di proprietà esclusiva) e in parte sotto una camera dell'appartamento del piano superiore, sia in qualche maniera coinvolgibile la porzione di condominio coperta dalla terrazza a livello in questione. Preciso che da almeno dodici anni non si è registrata alcuna infiltrazione e pertanto detto crollo non è riconducibile a eventuali deficit dell'impermeabilizzazione. Infatti in una perizia commissionata per l'occasione a un tecnico incaricato dall'amm.re si evidenzia che si tratterebbe di un problema riconducibile ai materiali usati per la costruzione del palazzo (anni 50/60), più precisamente trattasi di sabbia prelevata dalle spiagge nell'hinterland cittadino (nella perizia sono evidenziate foto con la presenza di residui di origine marina tipo alghe) il cui sale avrebbe intaccato i ferri d'armatura, arrugginendoli e creando quindi le spaccature che hanno degenerato con la caduta del soffitto. Ora il condomino che ha subito il crollo coinvolge il proprietario dell'appartamento soprastante per la contribuzione alle spese di ripristino e quest'ultimo chiede che il condominio contribuisca alle spese per i ripristini della porzione di soffitto posta sotto la sua terrazza a livello, nella misura dei 2/3.

Io ritengo che il condominio non sia coinvolgibile in quanto è stato accertato che il danno non è conseguente a infiltrazione e quindi non credo sia applicabile l'art. 1126 del c.c.. Probabilmente nemmeno il proprietario dell'appartamento soprastante ha delle responsabilità e debba quindi essere coinvolto nella spesa per il ripristino del soffitto che rimarrebbe invece a totale carico della proprietà sottostante che evidentemente non ha mai eseguito adeguati lavori di manutenzione dell'immobile.🤣

Salve, ritengo che si applichi il 1125. Quindi, per la parte riguardante il solaio che divide i due proprietari le spese riguardanti il solaio sono al 50%; restando di competenza del proprietario del piano di sopra il pavimento e di quello al piano di sotto gli intonaci, la rasatura e la tinteggiatura. Per la parte coperta dal terrazzo ad uso esclusivo si applica sempre il 1125 quindi: ricostruzione del solaio al 50% tra il proprietario di sotto e quello di sopra. Il 50% di quello di sopra insieme al rifacimento del pavimento andrà a sua volta diviso 1/3 a colui che ne ha il possesso esclusivo e 2/3 tra coloro a cui il terrazzo fa da copertura. Il rifacimento degli intonaci interni, rasatura e tinteggiatura restano al proprietario dell'unità del piano di sotto. Per la parte del solaio ho optato per questa soluzione in considerazione che il 1125 fa espressamente riferimento al solaio, mentre il 1126 parla di ricostruzione del lastrico dove normalmente si intende non il solaio ma l'impermeabilizzazione, il massetto e il pavimento.

Non credo sia questo caso però... Il problema si è posto per le spese di ripristino del soffitto dell'appartamento sottostante. Io ritengo siano tutte a carico del proprietario dell'appartamento sottostante in quanto nessun lavoro deve essere eseguito nell'appartamento di sopra e tantomeno nella terrazza a livello. In assenza di infiltrazioni che abbiano causato questo distacco di intonaci, trovo corretto che il proprietario dell'appartamento sottostante si paghi la manutenzione del suo soffitto senza nulla chiedere al proprietario di sopra e tantomeno al condominio (porzione coperta dalla terrazza). La stessa perizia del tecnico incaricato dall'amm.re evidenzia la necessità di interventi di manutenzione certamente non di competenza condominiale e sono convinto che non sia corretto rigirare sul condominio spese che non gli competono sebbene quella porzione di soffitto sia sotto la terrazza a livello. Ma ripeto ancora l'origine del danno non è riconducibile a infiltrazioni della terrazza. Quindi non prenderei in considerazione l'art 1126.:thumbup:

Invito chiunque voglia scrivere la sua sul caso in questione. Grazie.:thanks:

Salve, sicuramente non ho compreso bene. cè stato un distacco dell'intonaco dell'appartamento di sotto? cè qualche danneggiamento anche del solaio? la risposta è sempre la stessa. Se la parte ammalorata riguarda solo il soffitto del piano di sotto paga soltanto il proprietario del piano di sotto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Salve, sicuramente non ho compreso bene. Se il danno riguarda solo il soffitto del proprietario di sotto le spese sono solo a suo carico. quindi non ci sono interventi al solaio?

Comunque non avevo preso in considerazione il 1126 bensì il 1125.

la mia risposta si basa solamente sul fatto che c'è stata una perizia tecnica che ha, spero, confutato che l'ammaloramento non dipende da infiltrazioni dalla soprastante terrazza a livello. Per tale motivo ritengo che la spesa sia a carico del solo condòmino sottostante.

Concordo con Giovanni Inga, se la perizia ha stabilito che il cedimento dell'intonaco del soffitto è dovuto esclusivamente al deterioramento dello stesso per il tipo di materiale usato nella sua mistura e non imputabile neanche in concausa ad altri agenti di natura esterna ( infiltrazioni o quant'altro ), il tutto è a carico del proprietario dell'appartamento e di nessun altro.

×