Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
gbrslv

Mancato pagamento fornitura acqua

Buon giorno, sono parte di un piccolo condominio composto da cinque p.m., una per ciascuna famiglia. La spesa per la fornitura d'acqua era per comoditá suddivisa per millesimi dai vari amministratori (a turno 1 anno per uno). Due anni fa uno dei condomini a cambiato la destinazione d'uso dell'immobile di sua proprietá e ha reso quindi autonoma la sua fornitura d'acqua. In seguito abbiamo scoperto che l'amministratore pro tempore, che era indicato a questo titolo, con nome e cognome sulle bollette insieme al nome del condominio, non pagava piú da anni le bollette dell'acqua al fornitore del servizio e per questo non ce ne chiedeva piú i corrispettivi. L'anno scorso ha venduto anche lui ad un nuovo proprietario il quale sostiene di non essere piú responsabile di quanto dovuto dal vecchio ed ha fatto in modo che il fornitore tolga dalle bollette il nome del vecchio in modo da lasciare il solo condominio.

Se il vecchio proprietario era responsabile del pagamento delle bollette verso il fornitore, come risultava dall'intestazione delle stesse, chi deve adesso pagarle?

Se questo nuovo proprietario ha cambiato anche lui la destinazione d'uso dell'immobile, staccandosi quindi dal condominio e facendosi fare una fornitura autonoma, non deve pagare neanche le spese pregresse relative all'immobile acquistato?

Quando si puó cambiare la destinazione d'uso di un immobile da residenziale a commerciale?

Se un immobile é stato trasformato da abitazione familiare in tanti piccoli monolocali (cucina-bagno-stanza) in affitto, ne viene cambiata la destinazione d'uso originaria e puó esserne quindi autorizzato il distacco e la fornitura autonoma da parte del fornitore?

Essendo rimasti teoricamente rimasti solo 2 proprietari del condominio originario, sarebbero solo loro che dovrebbero risarcire il fornitore d'acqua per le fatture non riscosse?

Il fornitore puó staccare la fornitura dell'acqua senza avvisare i condomini?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,

il cambio destinazione d'uso non ha alcuna attinenza con la fornitura idrica. Sono due aspetti diversi, al primo supervisiona il Comune con i relativi permessi, al secondo supervisiona l'ente erogatore.

Dei debiti pregressi risponde l'intestatario.

A parer mio visto che siete rimasti in 2, vi consiglio di costituirvi autonomi impianti, ricordando che comunque tutti e ripeto tutti, se non vi è uno specifico titolo contrario, rimangono responsabili in solido per la manutenzione straordinaria dell'impianto comune.

Cordiali saluti.

PS: non vorrei ricordare male ma mi pare che in una sentenza addirittura si parlava anche di manutenzione ordinaria....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Nicolas per la velocissima risposta, hai proprio centrato il punto.

Sembra che il fornitore del servizio idrico, che comunque fa sempre parte del comune, solo dopo aver visto che era stata cambiata la destinazione d'uso dell'immobile, ne ha consentito il distacco dal condominio e l'allaciamento autonomo, cosa che a noi privati, privi quindi di partita iva, non é consentito fare.

L'importante é che comunque anche il nuovo intestatario sia responsabile del risarcimento del pregresso, a prescindere quindi dalla destinazione d'uso dell'immobile.

Secondo te, il fornitore puó decidere la sospensione della fornitura senza avvisare, visto che le raccomandate sembra non le ritiri nessuno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,

se non viene pagato l'ente potrà agire nelle sedi opportune e tramite i procedimenti normali, avvisi e poi decreto ingiuntivo ecc...

Il fatto che sia l'intestatario a risponderne in primis dinanzi all'ente erogatore non deve però farvi sentire al sicuro. Se voi consumate acqua e Tizio che è intestatario non paga, risponderà lui in primis ma potrà rifarsi su di voi.

Se ha venduto l'immobile, bisognerà capire se è ancora lui l'intestatario o se è il nuovo proprietario, ed in ogni caso il nuovo sarà responsabile solo per l'anno in corso e per quello precedente.

A quanto riesco ad intuire, c'è un bel casino nel vostro palazzo.

 

Cordiali saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille Nicolas, sei stato veramente illuminante.

È vero che le bollete dopo 5 anni cadono in prescrizione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,

si ma solo quelle condominiali, per le altre vige la prescrizione ordinaria, 10 anni.

 

A tal proposito ti invito a leggere questa consulenza:

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Prescrizione debiti condominiali

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Scusami ma oggi il sito da qualche problema che dovrò risolvere, comunque dovresti poter accedervi.

 

Cordiali saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ancora grazie mille per la consulenza, ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×