Vai al contenuto
geconsimm

Mancata Riconferma Amministratore in carica - pagamento intera annualità

Buongiorno a tutti,

 

sono amministratore di un condominio di 21 unità immobiliari da 3 anni.

Le mie gestioni vanno dal 1 maggio al 30 aprile dell'anno successivo, incastrandosi di anno in anno, perché così era scritto nel regolamento di condominio contrattuale.

Il regolamento di condominio, che possiedono tutti i proprietari, contiene un articolo circa la durata in carica dell'amministratore e recita che l'amministratore di condominio è TACITAMENTE RICONFERMATO qualora non venga revocato o disdettato almeno 3 mesi prima della scadenza naturale del mandato.

Quindi, scadendo il mandato al 30 aprile, sarei dovuto essere revocato entro il 31 gennaio secondo il regolamento di condominio.

 

Sempre l'anno scorso, alla mia riconferma, feci firmare al presidente dell'assemblea un contratto di amministrazione condominiale dove veniva riportato l'articolo DURATA DELL'INCARICO il quale faceva riferimento al regolamento di condominio e cioè, l'incarico si rinnova tacitamente se previsto dal regolamento di condominio. In caso di revoca sarà corrisposto all'amministratore un indennizzo pari al 90% del resto dell'annualità non goduta.

Inoltre, l'anno scorso avevo fatto approvare dall'assemblea il bilancio preventivo per i due anni successivi di pari importo.

 

Quest'anno ho voluto indire l'assemblea in quanto sono entrati in condominio 3 nuove unità immobiliari poiché l'impresa costruttrice ha alienato le rispettive unità immobiliari che sono quindi entrate a tutti gli effetti nel condominio. L'assemblea nasce dall'esigenza di dover rettificare il bilancio preventivo vista la nuova redistribuzione degli importi con i nuovi condomini.

Arrivo alla domanda:

non essendo stato riconfermato, posso pretendere il pagamento dell'intera annualità così come recitato nel contratto di amministrazione condominiale? considerate che non sono stato revocato entro i 3 mesi recitati dal regolamento di condominio.

 

Come mi consigliate di procedere? mi pago in base ai mesi (maggio-giugno-luglio-agosto) lavorati (considerate che dovrò ancora effettuare il passaggio di consegne nel corso delle prossime settimane). Oppure faccio riferimento al regolamento di condominio ed al contratto di amministrazione condominiale firmato ed approvato e mi faccio pagare l'intera annualità?

 

GRAZIE per le risposte che vorrete fornirmi.

Buongiorno a tutti,

 

sono amministratore di un condominio di 21 unità immobiliari da 3 anni.

Le mie gestioni vanno dal 1 maggio al 30 aprile dell'anno successivo, incastrandosi di anno in anno, perché così era scritto nel regolamento di condominio contrattuale.

Il regolamento di condominio, che possiedono tutti i proprietari, contiene un articolo circa la durata in carica dell'amministratore e recita che l'amministratore di condominio è TACITAMENTE RICONFERMATO qualora non venga revocato o disdettato almeno 3 mesi prima della scadenza naturale del mandato.

Quindi, scadendo il mandato al 30 aprile, sarei dovuto essere revocato entro il 31 gennaio secondo il regolamento di condominio.

 

Sempre l'anno scorso, alla mia riconferma, feci firmare al presidente dell'assemblea un contratto di amministrazione condominiale dove veniva riportato l'articolo DURATA DELL'INCARICO il quale faceva riferimento al regolamento di condominio e cioè, l'incarico si rinnova tacitamente se previsto dal regolamento di condominio. In caso di revoca sarà corrisposto all'amministratore un indennizzo pari al 90% del resto dell'annualità non goduta.

Inoltre, l'anno scorso avevo fatto approvare dall'assemblea il bilancio preventivo per i due anni successivi di pari importo.

 

Quest'anno ho voluto indire l'assemblea in quanto sono entrati in condominio 3 nuove unità immobiliari poiché l'impresa costruttrice ha alienato le rispettive unità immobiliari che sono quindi entrate a tutti gli effetti nel condominio. L'assemblea nasce dall'esigenza di dover rettificare il bilancio preventivo vista la nuova redistribuzione degli importi con i nuovi condomini.

Arrivo alla domanda:

non essendo stato riconfermato, posso pretendere il pagamento dell'intera annualità così come recitato nel contratto di amministrazione condominiale? considerate che non sono stato revocato entro i 3 mesi recitati dal regolamento di condominio.

 

Come mi consigliate di procedere? mi pago in base ai mesi (maggio-giugno-luglio-agosto) lavorati (considerate che dovrò ancora effettuare il passaggio di consegne nel corso delle prossime settimane). Oppure faccio riferimento al regolamento di condominio ed al contratto di amministrazione condominiale firmato ed approvato e mi faccio pagare l'intera annualità?

 

GRAZIE per le risposte che vorrete fornirmi.

A parte il fatto che un regolamento anche se contrattuale non può derogare dall'art 1129 cc, ovvero la clausola della revoca tre mesi prima della scadenza è nulla, perchè come dice l'art. 1129 cc l'amministratore può essere revocato in ogni tempo dall'assemblea.

Ora tu non essendo stato riconfermato, sei in proroga con lo stesso compenso previsto dall'ultima tua riconferma, se è questo che desideri sapere.

Grazie per la risposta.

Quindi il regolamento di condominio ed il contratto di amministrazione condominiale è nullo?

 

Quale somma posso richiedere? solo i mesi lavorati fino al passaggio consegne? oppure un indennizzo per la mancata riconferma così come previsto dal contratto di amministrazione condominiale?

Grazie per la risposta.

Quindi il regolamento di condominio ed il contratto di amministrazione condominiale è nullo?

 

Quale somma posso richiedere? solo i mesi lavorati fino al passaggio consegne? oppure un indennizzo per la mancata riconferma così come previsto dal contratto di amministrazione condominiale?

Il contratto è valido, solo la clausola della revoca almeno tre mesi prima della scadenza del mandato non è valida.

Ora tu sei stato revocato oppure no, all'assemblea annuale oppure una straordinaria, con giusta causa oppure no, c'è stata una nuova nomina? Chiarisci questo e ti fornirò una risposta sul compenso che devi percepire.

Ho convocato l'assemblea ordinaria annuale.

Ho inserito tra i punti all'Odg: nomina nuovo amministratore o riconferma amministratore attuale.

E' stato nominato un nuovo amministratore.

Ho convocato l'assemblea ordinaria annuale.

Ho inserito tra i punti all'Odg: nomina nuovo amministratore o riconferma amministratore attuale.

E' stato nominato un nuovo amministratore.

Dato che è stato nominato un nuovo amministratore, fino alle consegne non hai diritto a nessun compenso.

 

cc art. 1129 (inderogabile)

..

- Alla cessazione dell'incarico l'amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi.

...

ok grazie.

Posso effettuare il passaggio consegne senza attendere i 30 gg dall'invio del verbale ai condomini?

ok grazie.

Posso effettuare il passaggio consegne senza attendere i 30 gg dall'invio del verbale ai condomini?

Non esiste un tempo minimo ne massimo per effattuare le consegne, di solito si attendono i trenta giorni per eventuali impugnazioni, comunque se non hai intenzione di attendere puoi procedere anche subito, leggi questo link, suggerito proprio oggi dall'amico Mario Pessina in un Topic parallelo;

http://www.anaciroma.it/images/eventi/presentazione_giannini.pdf

×