Vai al contenuto
ettore gallari

Mancata firma del presidente e del segretario verbale riunione straordinaria

Era stata indetta una riunione straordinaria per decidere le opere di rifacimento della pavimentazione esterna dei cortili tipo di pavimentazione e opere accessorie quali fognature e pozzetti o canaline per un importo di circa € 40000(quarantamila)e comunque da confermare

nel verbale era stata definita la pavimentazione in autobloccanti ma non la fognatura e doveva essere inserita una nota importante richiesta da più condomini circa una verifica prima della demolizione dei pozzetti esistenti ,presenti 2 tecnici geometri del condominio , l'impresa e l'amministratore per definire il da farsi in quanto la soluzione proposta dall'impresa oltre che costosa era inutile-

IL VERBALE NON FU SOTTOSCRITTO NE' DAL PRESIDENTE NE' DAL SEGRETARIO IN QUANTO L'AMMINISTRATOTR AVEVA FRETTA E AVREBBE CONVOCATO SUCCESSIVAMENTE IL SEGRETARIO NEL SUO STUDIO PER LA FIRMA.

COSA MAI AVVENUTA NONOSTANTE SOLLECITI SIA TELEFONICI CHE VIA MAIL

inoltre dopo l'inizio del lavori vi fu un sopralluogo diretto tra l'amministratore e l'impresa non convocando i 2 geometri condomini procedendo come consigliava l'impresa, io geometra condomino con 40 anni di esperienza nelle costruzioni ho contestato via mail cio' che stavano facendo ma a nulla e' servito hanno eseguito canaline di raccolta acque ( quando erano sufficienti 4 pozzetti costo €360) con un costo aggiuntivo di€ 4200 + videoispezioni per un costo di € 1000

ora dobbiamo pagare spese inutili

DOMANDA: poteva l'amministratore decidere autonomamente sulle maggiori spese senza un costo certo e senza aver trasmesso il verbale dove vi era il vincolo del sopralluogo con i tecnici del condominio?

e visto che settimana prossima c'è la convocazione dell'assemblea e a oggi non sappiamo ancora ufficialmente dei maggiori costi cosa possiamo fare?

grazie

Salve, prima cosa l'amministratore non può essere presidente dell'assemblea al massimo può essere il segretario. Quindi se lui era presidente la delibera è impugnabile entro 30 giorni, anche per la mancata firma.

2) Si possono fare solo i lavori espressamenti approvati in assemblea con tanto di indicazione dei votanti e di riparto delle spese. qualsiasi altro lavoro non previsto e approvato non si può fare (tranne eventualmente piccoli aggiustamenti durante i lavori stessi). Pertanto ne risponde direttamente l'amministratore.

3) quando si eseguono lavori di un certo tipo è necessario nominare un direttore lavori. E' stato fatto?

I tecnici del condominio possono anche essere consultati ma chi è il direttore lavori?

Per concludere, è l'assemblea dei condòmini che decide: 1) direttore lavori 2) lavori da eseguire 3) impresa che li deve svolgere il tutto deve risultare da verbali di assemblea.

Salve, prima cosa l'amministratore non può essere presidente dell'assemblea ....

ciao

 

scusami. Ma quale norma lo vieterebbe ?

×