Vai al contenuto
Zorita

Mancata convocazione assemblea condominiale

Buongiorno a Tutti,

a distanza di due giorni non ho ancora ricevuto la comunicazione di convocazione dell'assemblea ordinaria annuale (l'amministratrice ha anche la mia e mail).Ne ho avuto notizia casualmente dall'inquilina. Se mi presento come mi devo comportare? Cosa posso far verbalizzare per questa mancata convocazione? Ovvio che non ho avuto modo di verificare le pezze giustificative che mi riguardano e quelle dei bilanci del condominio.

Grazie a chi mi risponderà.

Dimenticavo di scrivere che non sono la sola. Non è pervenuta la convocazione a proprietari con pochi millesimi. Spero sempre in un Vostro consiglio.

Art. 66

. L'assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall'articolo 1135 del codice, può esser convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

[iI]. In mancanza dell'amministratore, l'assemblea tanto ordinaria quanto straordinaria può esser convocata a iniziativa di ciascun condomino.

[iII]. L'avviso di convocazione deve essere comunicato ai condomini almeno cinque giorni prima della data fissata per l'adunanza.

Art. 1135

L'assemblea non può deliberare, se non consta che tutti gli aventi diritto sono stati regolarmente c(5)

Quindi vizio di mancata convocazione anche di un solo condomino rende la delibera annullabile.

Ai sensi dell'art. 66 disp. att. c.c., come rinnovato nel 2012, l'avviso di convocazione, contenente specifica indicazione dell'ordine del giorno, deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data fissata per l'adunanza in prima convocazione, a mezzo di posta raccomandata, posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano, e deve contenere l'indicazione del luogo e dell'ora della riunione. In caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione degli aventi diritto, la deliberazione assembleare è annullabile ai sensi dell'articolo 1137 del codice su istanza dei dissenzienti o assenti perché non ritualmente convocati.

Spero di essere stato utile.

bisogna aggiugere, però, che se chi non è stato regolarmente convocato si presenta comunque in assemblea di fatto sana tale mancanza.

l'assemblea potrà essere annullata dall'assente che non ha ricevuto rituale convocazione.

Grazie per le cortesi risposte. Non presentarmi, anche se non sono stata avvisata, avrebbe allungato i tempi di approvazione e malumori da parte dei condomini, che voglio evitare. Posso, però, far verbalizzare questa grave mancanza? La riunione è per questa sera.

Salve, tu come l'hai appreso della convocazione?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Salve , non avevo letto bene la tua conoscenza. Io fossi in te non andrei e alla ricezione del verbale impugni tutto però chiedi l'assistenza a una associazione di condomini.saluti.

Sarebbe nel mio diritto, ma ci sarebbero ulteriori costi, oltre ai malumori dei condomini. Ho appreso della convocazione casualmente da un inquilino che vi abita. Desidererei, però, che tale mancanza fosse verbalizzata e chiedo se è possibile.

Sarebbe nel mio diritto, ma ci sarebbero ulteriori costi, oltre ai malumori dei condomini. Ho appreso della convocazione casualmente da un inquilino che vi abita. Desidererei, però, che tale mancanza fosse verbalizzata e chiedo se è possibile.
Come puoi far verbalizzare? Se ti presenti sani l'anormalità, ovvero sarebbe come tu fossi stata avvisata regolarmente, se non ti presenti e nessuno obietta la tua mancata convocazione e non controlla se gli inviti sono stati consegnati a tutti i condomini, l'assemblea si svolgerà regolarmente.

Quello che potrai fare è impugnare nei termini dell'art 1137 cc ovvero, dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

Da quanto capisco, o non mi presento e successivamente mi rivolgo ad un mediatore e attraverso il mio legale, denuncio l'annullabilità, oppure mi presento e subisco. Nel primo caso altri euro che se ne vanno e che difficilmente torneranno, nel secondo faccio la parte della pusillanime...Quanto sogno una baracca in mezzo ai campi...

Grazie, comunque, delle risposte

Da quanto capisco, o non mi presento e successivamente mi rivolgo ad un mediatore e attraverso il mio legale, denuncio l'annullabilità, oppure mi presento e subisco. Nel primo caso altri euro che se ne vanno e che difficilmente torneranno, nel secondo faccio la parte della pusillanime...Quanto sogno una baracca in mezzo ai campi...

Grazie, comunque, delle risposte

Io fossi in te e non ricevendo l'invito all'assemblea non ci andrei, attenderei che mi arrivi il verbale e dopo valuterei se conviene impugnare o no qualche delibera, ma attenzione se la delibera impugnata è annullabile, il Giudice l'annullerà per mancata convocazione, però potrà essere riproposta e approvata in maniera regolare, ma da quel momento in poi stai tranquilla sarai sempre avvisata di tutte le assemblee.

Se invece la delibera sarà nulla, cioè priva degli elementi essenziali, con oggetto impossibile o illecito (contrario all'ordine pubblico, alla morale e al buon costume), con oggetto che non rientra nella competenza dell'assemblea, che incide sui diritti individuali, sulle cose, sui servizi comuni o sulla proprietà esclusiva di ognuno dei condomini o comunque invalida in relazione all'oggetto (--> sentenza CdC Sez. SS.UU., 07/03/2005, n. 4806), sarà dichiarata nulla senza possibilità di ripetere la delibera.

Il che vuol dire, come ho già scritto, rivolgersi ad un legale, poi al giudice, poi, poi...E gli euro vanno! Mi presenterò, farò presente quanto da Voi indicato e che avrei potuto chiedere l'annullabilità, non approverò consultivi e preventivi e porrò la sfiducia all'amministratore. Ho tanti rilievi da fare sul consultivo e sul preventivo (mi ha riappioppato più di mille euro già versati l'anno scorso, mi ha inviato una fattura da detrarre due anni dopo, mi continua a inviare solleciti di pagamenti quando ho in mano la ricevuta di suo pugno a saldo spese condominiali) e rimandare vuol dire ritrovarsi a discutere. Tanto vale farlo subito. Se si rifiuta di verbalizzare la mancata convocazione, non c'è problema. Io, comunque, stilerò una lettera con tutte le rimostranze da allegare. Almeno mi tutelerò perché in zona, con gli amministratori, tira una brutta aria. C'è chi non paga le bollette, chi si defila con la cassa. Sono certa che ce ne sono di bravi e onesti. Mi informerò.

Il problema è che dove abito la maggior parte sono persone assai anziane non in grado di "fare le pulci" e pagano, pagano...

Grazie per le risposte e buona serata. A me tocca la riunione!

×