Vai al contenuto
filippo70

Mancata certificazione per detrazione fiscale lavori manutenzione parti comuni

Salve a tutti,

nel mio condominio sono stati eseguiti lavori di manutezione straordinaria per circa 9.500 euro tra 2013 e 2014, pagati alla ditta esecutrice con due bonifici bancari (ad aprile e giugno 2014).

Purtroppo solo in sede di approvazione del consuntivo dell'esercio precedente (maggio2014/aprile 2015), ovvero nell'assemblea che si è tenuta a fine settembre scorso, è emerso che l'amministratore non aveva fatto pervenire le certificazione per la richiesta di detta detrazione ai condomini. Avendo sollevato tale questione, l'amministratore durante l'assemblea si è riservato di dare risposta per iscritto ai condomini. La risposta scritta dell'amministratore, che è arrivata per raccomandata solo al sottoscritto e non a tutti i condomini, dice che: "entro le scadenze previste per l'anno 2016 verrà inviata attestazione per il recupero fiscale".

Le domande allora sono queste:

- È possibile fare la richiesta di detrazione fiscale a distanza di più di un anno? O c’è un termine temporale entro il quale non si può più richiedere?

- Se anche fosse possibile, la detrazione per l’anno 2015 che non è stata richiesta può essere recuperata successivamnete o è persa?

- se così fosse... possiamo chiedere un risarcimento danni all'Amministratore?

Grazie per l'aiuto.

ciao

 

essendo stati pagati nel 2014, potreste ancora recuperare la detrazione per il 2015 se vi fornisce subito tale dichiarazione, presentando una integrativa.

Grazie ma quando è la scadenza? al 31 dicembre 2015?

quindi possiamo chiedere subito la certificazione all'amministratore?

Grazie dell'aiuto.

Solo se i bonifici fatti erano per ristrutturazione edilizia altrimenti non si può più fare nulla

Ma come si fanno le certificazione da consegnare ai condòmini per ottenere la detrazione? Cosa ci si deve inserire in qeste certificazioni?

Buongiorno Filippo,

per recuperare il bonus 50% su spese sostenute nel 2014, dovrete presentare la cosiddetta “dichiarazione integrativa a favore", che non prevede l'applicazione di alcuna sanzione, poichè considerata dichiarazione "bonaria" (senza perdite per il Fisco).

Essa può essere trasmessa entro la scadenza prevista per la dichiarazione relativa all'anno in corso (2015). Quindi, nel caso di modello 770 entro il 31 luglio 2016, nel caso di modelli 730 ed Unico entro il 30 settembre 2016.

Perciò avete tutto il tempo che volete e forse all'amministratore basterà una lavata di testa, dato che non si configura alcuna condizione di danno nei confronti del condominio.

Buongiorno,

scusate se mi ricollego a questo post, ma ho un problema molto simile e spero riusciate ad aiutarmi.

 

Sono un condòmino che da pochi mesi ha preso in carico l'amministrazione del condominio in cui risiedo.

A causa di diverse irregolarità riscontrate, l'amministratore "professionista" che amministrava il condominio prima di me è stato revocato ed io mi sono trovato a dover rimediare dove possibile.

Tra le varie irregolarità ho riscontrato il fatto che per dei lavori di ristrutturazione eseguiti nel 2012 e pagati nel tempo nei vari anni fino al 2016, non ha provveduto a certificare le detrazioni spettanti per i pagamenti effettuati nel 2013.

 

Mi chiedevo se vi fosse la possibilità di certificare quei pagamenti eseguiti nel 2013 quest'anno, dando quindi la possibilità ai condòmini di recuperare, anche solo in parte, ciò che avrebbero dovuto detrarre.

 

Ringrazio chiunque mi possa o mi voglia aiutare.

×