Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Valerio200787

Mancata appropriazione riparto per mancanza numero legale in assemblea

Buonasera,

recentemente è pervenuto un avviso di distacco acqua a causa di bollette non pagate.

Convocata l'assemblea per l'approvazione del riparto delle relative quote, questa è andata deserta in prima e in seconda convocazione, nonostante la questione fosse stata regolarmente indicata all'ordine del giorno.

Posso agire per l'emissione del decreto ingiuntivo senza l'approvazione del riparto?

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nell'ottemperanza dell'art. 1130 l'amministratore ha piena facoltà di avviare le pratiche per un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo senza alcun bisogno di approvazione assembleare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nell'ottemperanza dell'art. 1130 l'amministratore ha piena facoltà di avviare le pratiche per un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo senza alcun bisogno di approvazione assembleare.

Anche se il riparto non è stato approvato quindi? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Anche se il riparto non è stato approvato quindi? Grazie

l'amministratore può agire nei confronti dei morosi, quando è in possesso di una delibera che ha approvato il preventivo di spesa. Non so cosa intendi per riparto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Eventualmente è l'art. 63 d.a.c.c. che dispone cosa possa fare l'amministratore...

 

Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea, l’amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Eventualmente è l'art. 63 d.a.c.c. che dispone cosa possa fare l'amministratore...

 

Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea, l’amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi.

Il mio problema è che la ripartizione della spesa (bolletta insoluta), non è stata approvata perché l'assemblea è andata deserta in prima e seconda convocazione.

 

- - - Aggiornato - - -

 

l'amministratore può agire nei confronti dei morosi, quando è in possesso di una delibera che ha approvato il preventivo di spesa. Non so cosa intendi per riparto

E se il preventivo di spesa non è stato approvato causa diserzione dell'assemblea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E se il preventivo di spesa non è stato approvato causa diserzione dell'assemblea?

Senza il preventivo approvato non puoi emettere decreto ingiuntivo.

Nel preventivo spese dovevi inserire almeno una quota forfettaria di acqua da conguagliare a consuntivo.

 

Nel mio condominio, per esempio, approviamo il preventivo in questo modo:

 

L’assemblea, all’unanimità, approva il bilancio preventivo per l’anno finanziario 2016.

Per quanto riguarda il riparto delle quote per la gestione ordinaria, l’assemblea, all’unanimità, delibera quanto segue:

Saranno versate le quote mensili risultanti dal preventivo approvato.

Ogni condòmino, inoltre, dovrà pagare trimestralmente il consumo di acqua personale risultante dalla lettura del contatore installato nella propria unità immobiliare e contabilizzato dall'amministratore.

L’assemblea, all’unanimità, delibera che le quote mensili saranno versate anticipatamente entro il giorno 5 di ogni mese a partire dal 5 febbraio 2016 e fino al 5 dicembre 2016 come da seguente schema:...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il mio problema è che la ripartizione della spesa (bolletta insoluta), non è stata approvata perché l'assemblea è andata deserta in prima e seconda convocazione.

 

- - - Aggiornato - - -

 

E se il preventivo di spesa non è stato approvato causa diserzione dell'assemblea?

Forse devi spiegarti meglio, cosa significa che non é stata approvata la ripartizione della bolletta insolita? Si approvano bilanci preventivi e consuntivi di gestione e sulla base di ciò, se qualche condomino non paga quanto dovuto secondo quanto stabilto puoi avviare le pratiche di un decreto ingiuntivo direttamente esecutivo, senza bisogno di approvazione dell'assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Forse devi spiegarti meglio, cosa significa che non é stata approvata la ripartizione della bolletta insolita? Si approvano bilanci preventivi e consuntivi di gestione e sulla base di ciò, se qualche condomino non paga quanto dovuto secondo quanto stabilto puoi avviare le pratiche di un decreto ingiuntivo direttamente esecutivo, senza bisogno di approvazione dell'assemblea.

E' il rischio che si corre quando non si delibera un preventivo simile a quello da me indicato e gli amministratori si fanno approvare solo il preventivo spese al netto del consumo acqua perchè a volte affidano la contabilizzazione dell'acqua ad agenzie esterne e pensano che tale gestione non faccia parte della gestione condominiale.

Se la quota da pagare all'agenzia non è menzionata nel preventivo, poi si possono avere delle sgradite sorprese.

 

Salvo che Valerio non abbia sbagliato ad indicare la sua professione nel suo profilo, Valerio è un AVVOCATO per cui credo sappia bene che in assenza di consuntivo può richiedere un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo sulla base di un preventivo spese approvato, ex art. 63 d.ac.c.

 

Valerio deve spiegare se è stato approvato almeno un preventivo che disponga il pagamento dei consumi idrici.

Se questo non è indicato o, ancor peggio, non è stato approvato neanche un preventivo spese per inerzia dell'assemblea che manda le assemblee deserte, dovrebbe rivolgersi al Tribunale e chiedere l'approvazione giudiziale di preventivi e consuntivi, altrimenti il condominio va in default.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E' il rischio che si corre quando non si delibera un preventivo simile a quello da me indicato e gli amministratori si fanno approvare solo il preventivo spese al netto del consumo acqua perchè a volte affidano la contabilizzazione dell'acqua ad agenzie esterne e pensano che tale gestione non faccia parte della gestione condominiale.

Se la quota da pagare all'agenzia non è menzionata nel preventivo, poi si possono avere delle sgradite sorprese.

 

Salvo che Valerio non abbia sbagliato ad indicare la sua professione nel suo profilo, Valerio è un AVVOCATO per cui credo sappia bene che in assenza di consuntivo può richiedere un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo sulla base di un preventivo spese approvato, ex art. 63 d.ac.c.

 

Valerio deve spiegare se è stato approvato almeno un preventivo che disponga il pagamento dei consumi idrici.

Se questo non è indicato o, ancor peggio, non è stato approvato neanche un preventivo spese per inerzia dell'assemblea che manda le assemblee deserte, dovrebbe rivolgersi al Tribunale e chiedere l'approvazione giudiziale di preventivi e consuntivi, altrimenti il condominio va in default.

Questo devo appurarlo, non sono io l'Amministratore. Purtroppo è successo che la Gori ha recentemente inviato una comunicazione (messa in mora) di distacco per pagamenti insoluti. L'Amministratore mi ha contattato per il recupero di questa cifra dai condomini, ma mi ha specificato che l'assemblea nella quale doveva approvarsi il riparto della spesa da lui predisposto, è andata deserta in prima e seconda convocazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×