Vai al contenuto
giorgig2

Mancanza nota esplicativa

Se il rendiconto è redatto in modo conforme al dettato dell'art. 1130 bis, cioè si è in grado di avere un quadro preciso della situazione contabile non c'è motivo di non approvarlo (ovviamente se il contenuto è rispondente alla situazione reale). In assemblea potrete sottolineare il fatto che non ci sia la nota esplicativa ma, contro, potrete chiedere direttamente all'amministratore di spiegare i passaggi che ritenete dubbi.

l'amministratore ci ha inviato il bilancio consuntivo in previsione dell'assemblea ordinaria per la sua approvazione, quest'anno a differenza dello scorso, manca la nota esplicativa vorrei sapere se l'eventuale approvazione del bilancio è valida ugualmente, se possiamo comunque contestare la mancanza della nota

Grazie

la cosa importante nel bilancio consuntivo che sia predisposto anche lo stato patrimoniale

*L'assemblea è sovrana ma una volta che abbiamo una legge scritta in modo chiaro dovremmo rispettarla.

 

Art 1130 bis Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve che devono essere espressi in modo da consentire l'immediata verifica.

Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario, nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti.*

Nessuno lo mette in dubbio. Ma in assemblea, l'amministratore può dare tutte le informazioni richieste. Invalidare un'assemblea per non avere allegata la nota quando, sino a prova contraria, il rendiconto presenta la situazione contabile reale mi sembra essere alquanto pignoli..

Poi, come dici, l'assemblea è sovrana e può decidere liberamente.

Nessuno lo mette in dubbio. Ma in assemblea, l'amministratore può dare tutte le informazioni richieste. Invalidare un'assemblea per non avere allegata la nota quando, sino a prova contraria, il rendiconto presenta la situazione contabile reale mi sembra essere alquanto pignoli..

Poi, come dici, l'assemblea è sovrana e può decidere liberamente.

Art. 1130-bis

Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve, che devono essere espressi in modo da consentire l'immediata verifica. Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario, nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti.

 

Purtroppo le abitudini sono dure a morire e credo che molti continuano ad operare come hanno sempre fatto, non per malafede ma per consuetudine e poca voglia di aggiornarsi se non premurarsi di avere l'attestazione annuale dalla propria Associazione che organizza gli aggiornamenti.

Magari presentano lo stato patrimomiale perchè lo hanno sempre fatto ma non presentano ne la nota sintetica esplicativa ne una copia del registro di contabilità perchè non lo hanno mai fatto ed è dura farle entrare nella forma mentis.

 

Sarebbe interessante fare un sondaggio tra i condòmini e sapere quanti condòmini, allegato al rendiconto, ricevono una copia del registro di contabilità, in cui "sono annotati in ordine cronologico, entro trenta giorni da quello dell'effettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita" (ogni singolo pagamento effettuato con data di pagamento ed ogni singolo incasso di quota condominiale con data del versamento del singolo condòmino).

Personalmente, tra quei pochi rendiconto di amici da me visionati, non ho ancora avuto il piacere di visionare un registro di contabilità come Norma impone, nonostante tutti i gestionali dedicati consentano la stampa di tale registro con un semplice click di mouse.

Ribadisco.. nessuno stà mettendo in dubbio il fatto che la nota debba essere redatta.. ma da quì a prenderlo come pretesto per non approvare il rendiconto ce ne corre.. almeno per me.

Riprendo il post. La nota esplicativa serve a spiegare bilancio e questioni pendenti. Ciò potrebbe anche avvenire oralmente, ma è proprio la forma scritta (non a caso imposta dal legislatore )a fare la differenza essendo permanente, non rinnegabile, certa insomma

l'amministratore ci ha inviato il bilancio consuntivo in previsione dell'assemblea ordinaria per la sua approvazione, quest'anno a differenza dello scorso, manca la nota esplicativa vorrei sapere se l'eventuale approvazione del bilancio è valida ugualmente, se possiamo comunque contestare la mancanza della nota

Grazie

Potete contestarla o meglio richiederne copia anche prima dell'adunanza, senza farlo diventare un problema di stato ma al contempo sottolineando in assemblea l'esigenza di completezza del rendiconto, così come la norma dispone, per il futuro.

Ipotesi. Nella nota esplicativa l'amministratore scrive che non ha disposto il pagamento del fornitore x per un certo motivo. Approvando il rendiconto, che si compone nella nota, si approva il comportamento e la scelta dell'amministratore? O lo si può comunque contestare?

Se il fornitore fa decreto ingiuntivo e vince perché la scelta dell'amministratore era sbagliata, del nocumento ai condomini risponde l'amministratore o, stante la suddetta approvazione, no?

Dal p di vista giuridico intendo chiedere cioè quali effetti giuridici provoca l'approvazione del rendiconto verso terzi e verso l'amministratore.

Ipotesi. Nella nota esplicativa l'amministratore scrive che non ha disposto il pagamento del fornitore x per un certo motivo. Approvando il rendiconto, che si compone nella nota, si approva il comportamento e la scelta dell'amministratore? O lo si può comunque contestare?

Se il fornitore fa decreto ingiuntivo e vince perché la scelta dell'amministratore era sbagliata, del nocumento ai condomini risponde l'amministratore o, stante la suddetta approvazione, no?

Dal p di vista giuridico intendo chiedere cioè quali effetti giuridici provoca l'approvazione del rendiconto verso terzi e verso l'amministratore.

Se l'amministratore arriva in assemblea con un debito ANCORA non pagato, debito che aveva indicato in nota a termine gestione, è suo preciso obbligo aggiornare i condòmini della situazione e con loro decidere il da farsi.

Perdona ma mi pare tu ti stia complicando la vita.

Normalmente nel punto di approvazione del consuntivo si riportano gli estremi di sintesi della nota, i punti salienti e caratteristici della gestione ivi annotati...

L'approvazione del bilancio e la nota esplicativa sono presentati contestualmente. Quindi, la notizia del mancato pagamento al creditore e la ragione ci viene esposta e chiesta di approvare ,congiuntamente al bilancio e, solo in tale momento. Di qui il problema esposto

Si, ma l'approvazione del rendiconto è postuma rispetto alla chiusura gestione.

Nella sede assembleare l'amministratore vi illustrerà se la situazione debitoria esposta sia o meno ancora esposta e quindi l'informazione emergerà.

In ogni caso le informazioni della nota sono a completamento del consuntivo e del registro contabilità, quindi, difficile non approvare per mancanza informazioni se il bilancio con i suoi riparti e con il registro sono ben esposti unitamente alla situazione patrimoniale dettagliata da cui si evincono anche i debiti pregressi.

Il tuo quindi è un falso problema oltre al fatto che nella nota non essendoci uno schema obbligatorio non è detto che talune informazioni si rilevino.

 

La Nota sintetica riporterà:- i fatti della gestione con caratteristica ordinaria;- la descrizione dei rapporti in corso di qualunque genere (fornitori, lavoratori, aggregazioni condominiali) nonché le questioni pendenti(contenziosi con fornitori e con condomini, recupero crediti, rapporti con legali, questioni fiscali)In pratica il legislatore con l’indicazione “sintetica” demanda alla diligenza dell’amministratore i contenuti delle questioni, fatti e circostanze meritevoli di essere evidenziati all’attenzione dei condomini.

--link_rimosso--

1.Riporto il quesito originario..premettendo che il debito permane alla dAta di assemblea x approvazione dEl bil ancio e che l'amministratore non lo cela ..." Nella nota esplicativa l'amministratore scrive che non ha disposto il pagamento del fornitore x per un certo motivo. Approvando il rendiconto, che si compone nella nota, si approva il comportamento e la scelta dell'amministratore? O lo si può comunque contestare?

Se il fornitore fa decreto ingiuntivo e vince perché la scelta dell'amministratore era sbagliata, del nocumento ai condomini risponde l'amministratore o, stante la suddetta approvazione, no?"

Il problema è l'approvazione "indiretta" della scelta dell'amministratore, sopra descritta con "Approvando il rendiconto, che si compone della nota, si approva il comportamento e la scelta dell'amministratore? O lo si può comunque contestare?"

 

2.Le informazioni della nota sono sono sintetiche e (forse)delegate alla diligenza dellamministratore (non all'arbitrio poiché) sono esplicative del rendiconto al fine di rispettare l'obbligo superiore di chiarezza e comprensibilità del rendiconto. Perciò, se, x scarsa diligenza, la nota è insufficiente ad assolvere al'obbligo di chiarezza del rendiconto, stante tale violazione i condomini possono non approvare il rendiconto complessivamente inteso. E nel ns caso gli altri prospetti non sono chiari in modo autosufficiente ( né se corroborati dalla esigua nota, peraltro )

×