Vai al contenuto
seppianera

Ma l'amministratore può fare tutto quello che gli pare?

Mi piacerebbe capire se un amministratore che s'abbarbica su di un emulumento pari ad €. 300,00 mensili possa ignorare quelle che sono le decisioni in ambito assembleare.

Infatti nell'uiltima assemblea dell'inizio di questo anno si era decisi con una regolare votazione a maggioranza, come prevista dal regolamento di fare dei lavori sullo stabile che nella realtà non sono stati mai fatti.

Chi mi legge obietterà : Ma tu c'hai mai parlato con lui....?

Sì assolutamente, risponde all'ufficio la sua segretaria che inizia col dire :" Può dire a me...?"

Ma non succede mai nulla, gli scrivo allora un'email ma "il bravuomo" non risponde neppure......

Ma "cavolo", allora si potrebbe affermare. " Ma i soldini te li prendi o nò...?

Come al solito noi condomini (io,o forse nò), abbiamo la liceità di farci i prosopopei nostri guardando ed osservando il nulla, e perciò costui rimane imperterrito a fare ciò che non fa', nonostante gli altri 61 condomini di altri stabili di cui lui sembrerebbe essere il loro amministratore.

Però ragazzi un'osservazione facile,facile conclusiva : Che "pacchia" essere amministratore così....!

Risulta perciò vero il famoso detto che recita in buona sostanza " Fatti amministratore e vivrai di rendita!"

l'unica cosa da fare è revocare l'incarico a questo amministratore. Ogni condominio purtroppo ha l'amministratore che si merita.

Se non vi trovate bene cambiatelo. Siamo circa in milione in Italia ne troverete uno che vi piaccia. Sul fatto di vivere di rendita facendo l'amministratore non saprei come risponderle. Quindi meglio star zitti.

Comunque consiglio sempre a chi diffida degli amministratori (a volte a ragione intendiamoci) di provare per un anno a gestire direttamente il proprio condominio, tanto per legge non si sarebbe neanche obbligati a fare il corso.

Comunque consiglio sempre a chi diffida degli amministratori (a volte a ragione intendiamoci) di provare per un anno a gestire direttamente il proprio condominio, tanto per legge non si sarebbe neanche obbligati a fare il corso.

Io ci ho provato (dopo una brutta esperienza) nel 2009.

Amministro da allora (gratuitamente) e siamo tutti felici e contenti. 😂

Però ragazzi un'osservazione facile,facile conclusiva : Che "pacchia" essere amministratore così....!

Risulta perciò vero il famoso detto che recita in buona sostanza " Fatti amministratore e vivrai di rendita!"

Nel tuo mirino non inquadrerei l'amministratore ma gli altri 61 asini capaci - forse - di farsi solo i prosopopei loro

Buongiorno,

l'unica cosa da fare è revocare l'attuale amministratore e nominarne un altro.

Tuttavia l'elevato lassismo che regna nel condominio non rende facile neanche questo tipo di soluzione.

Eh..., cari signori che avete avuto la bontà di rispondermi, ma:

 

Da voi, nei vs/ condomini siete tutti sempre così "uniti" nel far presente i piccoli e non ,problemi condominiali?

Ovvero tutti per uno, od ognuno per tutti.....?

 

Oppure ognuno se ne "frega" degli interessi altrui e tace fino a quando non ha i problemi propri da "espletare"?

 

Purtroppo la risposta univoca non c'è ne ci potrà mai essere , perchè in questa terra ognuno riesce in maniera considerevole a farsi solo i casi propri e stop, sul resto che non ci tocca, e quindi non c'è nè può esistere!

 

Ma qualcuno ricorda nei fatti di cronaca di qualche anno fa', di quel tal operaio che lavorando sulla terrazza cadde giù mortalmente sulla strada in mezzo a dei tavolini di un caffè, dove alcuni avventori sorseggiavano placidamente le loro misture,conversando amabilmente?

 

Nessuno,ripeto nessuno ,si alzò da una bevutina più o meno zuccherata e tutto finì lì, ovvero nessuno sembrò accorgersi di nulla, perlomeno a leggere quel articoletto solo nella sera, qualcuno osservò la pozza di liquido rossastro che stava amabilmente asciugandosi, contornata dai resti meditabondi del disgraziato di turno.

 

Stringiamoci dunque la mano e iniziamo a fare il girotondo intorno a noi stessi ed alla povertà umana, di cui ognuno di noi riesce così preponderatamente ad esserne sempre parte protagonista e continuiamo a vivere tranquillamente la ns/ vita dentro quel piccolo muro formato da quelle 4 pareti (in genere piccole,molto/troppo piccole!), in cui nessuno possa, e/o deve entrare.

 

Franco

... Stringiamoci dunque la mano e iniziamo a fare il girotondo intorno a noi stessi ed alla povertà umana, di cui ognuno di noi riesce così preponderatamente ad esserne sempre parte protagonista e continuiamo a vivere tranquillamente la ns/ vita dentro quel piccolo muro formato da quelle 4 pareti (in genere piccole,molto/troppo piccole!), in cui nessuno possa, e/o deve entrare.

Franco

Il mio ex amministratore era molto peggio del suo ma tutti i condòmini vivevano tranquillamente finchè, invece di piangermi addosso, mi sono armato di tanta pazienza e tanta voglia di capire fino al punto di studiare la materia condominiale, invitare i miei colleghi condòmini a prendere un caffè a casa mia ed a fare opera di sensibilizzazione.

Dal 2009 amministro io il mio condominio che è diventata un'isola felice.

Eh..., cari signori che avete avuto la bontà di rispondermi, ma:

 

Da voi, nei vs/ condomini siete tutti sempre così "uniti" nel far presente i piccoli e non ,problemi condominiali?

Ovvero tutti per uno, od ognuno per tutti.....?

 

Oppure ognuno se ne "frega" degli interessi altrui e tace fino a quando non ha i problemi propri da "espletare"?

 

Purtroppo la risposta univoca non c'è ne ci potrà mai essere , perchè in questa terra ognuno riesce in maniera considerevole a farsi solo i casi propri e stop, sul resto che non ci tocca, e quindi non c'è nè può esistere!

 

Ma qualcuno ricorda nei fatti di cronaca di qualche anno fa', di quel tal operaio che lavorando sulla terrazza cadde giù mortalmente sulla strada in mezzo a dei tavolini di un caffè, dove alcuni avventori sorseggiavano placidamente le loro misture,conversando amabilmente?

 

Nessuno,ripeto nessuno ,si alzò da una bevutina più o meno zuccherata e tutto finì lì, ovvero nessuno sembrò accorgersi di nulla, perlomeno a leggere quel articoletto solo nella sera, qualcuno osservò la pozza di liquido rossastro che stava amabilmente asciugandosi, contornata dai resti meditabondi del disgraziato di turno.

 

Stringiamoci dunque la mano e iniziamo a fare il girotondo intorno a noi stessi ed alla povertà umana, di cui ognuno di noi riesce così preponderatamente ad esserne sempre parte protagonista e continuiamo a vivere tranquillamente la ns/ vita dentro quel piccolo muro formato da quelle 4 pareti (in genere piccole,molto/troppo piccole!), in cui nessuno possa, e/o deve entrare.

 

Franco

Innanzitutto Buon Natale: ho notato che sei molto bravo a scrivere e se posso darti un consiglio io utilizzerei questa mia capacità per scrivere due righe ai tuoi condomini e fargli capire che abitate tutti sotto lo stesso tetto e che quindi anche se non tutti sono simpatici a tutti comunque gli interessi dell'uno sono anche quelli dell'altro. Sono sicura che troverei le parole giuste per sensibilizzare gli animi e far loro capire la necessità di cambiare strada e amministratore. Trova poi tu il modo di consegnargli lo scritto per posta o affisso nell'androne condominiale. Leonardo li ha convinti con un caffè e le proprie attitudini amministrative tu prova questa strada. Comunque ha ragione Leonardo: è importante studiare la materia condominiale perché solo così potrai ottenere la fiducia di tutti e cambiare le cose.

Purtroppo vige ovunque il proverbio che tradotto nel modo più educato possibile suona così:

"il pene nel sedere degli altri, è un filo di spaghetto!"

Ognuno si fa i fatti suoi, e se vede che qualcuno lo sta prendendo per i fondelli, la mattina esce da casa con l'intendo di prendere per i fondelli altri undici disgraziati: con uno si rifà della fregatura che gli rifila l'amministratore, gli altri dieci ..... TUTTO DI GUADAGNATO!

 

Nel condominio dove vive mia figlia, l'amministratore aveva deciso di metter il contatore del gas condominiale (un vero e proprio sarcofago!) accanto la finestra di casa di mia figlia, nonostante il fatto che tale posizionamento avrebbe leso i diritti di mia figlia e reso impossibile l'accesso ai mezzi meccanici: la collocazione nel posto per legge devoluto dava "fastidio" al suo pupillo avvocato, con cui verosimilmente spartiscono la "TORTA CONDOMINIALE"

Tutti erano dissenzienti, ma nessuno ha avuto le palle di battere i pugni sul tavolo! Io da Catania ho fatto quattro viaggi a Milano, ho preso l'avvocato, ho intrapreso un'azione legale, con un esborso di circa € 4.000! Di fronte ad un'azione legale che li avrebbe visti soccombere hanno avuto "il coraggio" di ammettere che quella soluzione scelta dall'amministratore non era di loro gradimento, ma NESSUNO si è sognato di intervenire nelle spese da me sostenute, anche se TUTTI ne hanno tratto beneficio (tranne uno: l'avvocato pupillo dell'amministratore!)

 

Come vedete le mosche bisogna cacciarsele da soli! Non si può stare appisolati sotto l'albero di fico con la bocca aperta, aspettando che i frutti gli cadano in bocca da soli!

 

Casualmente un forumista ha usato, le stesse parole che ho scritto in una e-mail ad un condomino: "COSI' COME OGNUNO NELLA VITA HA QUELLO CHE SI MERITA, ALTRETTANTO OGNI CONDOMINIO HA L'AMMINISTRATORE CHE SI MERITA! ..... E VOI VI SIETE MERITATI IL MASSIMO DEL .... MINIMO! "

×