Vai al contenuto
Paolo ROMANO

Luce di finestra ostruita

 Due finestre  del mio appartamento sito al piano-terra si aprono su un cortile di un Vicino ( Condomino)  prospicente l'ingresso al suo appartamento.  Questi ha ora deciso di posizionare dei vasi che formano una siepe   dinanzi alle mie finestre ad 1,5m. di distanza e ad una altezza  pari alla loro luce con il risultato di ostruire del tutto la vista sull'esterno (non tanto e non solo sul cortile ma sopratutto su altre aree condominiali quali ingresso rampa garage , verde condominiale etc.) , ridurre in modo drastico l'illuminazione interna ed aumentare l'umidità delle pareti.   Domando se si possa ottenere la rimozione di tali ostacoli sulla base del diritto di veder ripristinate le condizioni  di illuminazione, di libero affaccio  e di controllo degli accessi che hanno sempre caratterizzato la mia propietà così come a suo tempo da me acquisita. Grazie.

Paolo Romano

Paolo ROMANO dice:

ridurre in modo drastico l'illuminazione interna ed aumentare l'umidità delle pareti.

per la riduzione della luce sono d'accordo con te, ma non ho elementi giuridici per risolverlo.

 

mentre per l'umidità di sulle pareti, il discorso è tutto diverso e la luce centra poco, tanto per dire avevo un bagno con tanto di finestra ben illuminata e il bagno aveva sempre problemi di umidità/muffa ( sono in relazione fra loro) oggi ho un bagno cieco con un aspiratore ( quasi sempre acceso ) umidità zero, per l'umidità in casa dipende molto spesso da non una adeguata ventilazione.

 

Antonio

×