Vai al contenuto
mario50

Locazione locale commerciale e affitto d'azienda

Salve a tutti , chiedo un consiglio per come uscire da questa situazione.

 

Ho un locale commerciale che ho locato ad una srl(capitale sociale da 10.000€) prima dell'estate per attività di bar.

Preciso che il locale è stato da me perfettamente ristrutturato, da cima a fondo, con conseguente spesa economica non indifferente.

I primi mesi sono andati per bene, fin quando un giorno l'amministratore della srl mi comunica tramite mail di aver "affittato l'azienda"(cessione del ramo d'azienda) ad un privato( il quale è risaputo in paese essere cattivo pagatore) ed inoltre mi dice che da agosto scorso avrebbe pagato lui direttamente a me la locazione.

i primi mesi effettivamente ha pagato sia me che la srl , ora da 3 mesi ha smesso di pagare tutti( pur continuando a svolgere l'attività nel mio immobile, con dipendenti, fornitori ecc)

Ho provato innumerevoli volte a chiedere i pagamenti al privato presente ora nel bar ma come potete immaginare ,trova sempre scuse e procastina all'infinito .

ho scritto più volte alla srl per chiedere il pagamento dei canoni arretrati ma loro si oppongono in quanto dicono che anch'essi sono "vittima" di qeusto furbacchione e di aver ceduto il ramo d'azienda,inoltre si sono appellati più volte all'art 2558 cc.

io però credo che comunque fino alla effettiva vendita dell'attività( se mai ci sarà) spetti a loro pagare a me la locazione( d'altronde io il contratto l'ho fimato con loro , mica col privato che è venuto dopo).

Come mi consigliate di venirne a capo?

le tempistiche affinchè abbia libero il locale quali sono?

Devo agire verso la srl, il privato , o tutti e due?

 

Grazie a chiunque mi darà aiuto in questa situazione

scusa..ma la srl, originaria parte del contratto, ti ha notificato la cessione del contratto???

 

perchè avrebbe dovuto e tu avresti potuto opporti se non ti stava bene (non ti piaceva il soggetto perchè poco affidabile)..

 

Mi rivolgerei immediatamente ad un legale per valutare la situazione carte alla mano, così infatti è difficile dirti se devi citare la srl o l'altro soggetto

Occorre capire infatti se il subentro sia effettivo o meno. Come detto avrebbero dovuto notificartelo ..anche se ormai la tua acquiescenza temo abbia sanato il difetto iniziale

Nel qual caso ti devi rivalere sul privato e solo su di lui.

Percio' ti consiglio un parere vero e proprio dal legale che veda la carta come si dice

Tempi e costi variano dal tipo di azione che farai e dal tuo legale

36. Sublocazione e cessione del contratto di locazione.

Il conduttore può sublocare l'immobile o cedere il contratto di locazione anche senza il consenso del locatore, purché venga insieme ceduta o locata l'azienda, dandone comunicazione al locatore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Il locatore può opporsi, per gravi motivi, entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. Nel caso di cessione, il locatore, se non ha liberato il cedente, può agire contro il medesimo qualora il cessionario non adempia le obbligazioni assunte.

Grazie innanzitutto per le risposte.

Dunque per adesso il bar è di proprietà della srl, che ha affittato il medesimo a questo privato.

Sono sicuro di ciò in quanto era( e penso lo sia ancora) prevista la vendita di tutto il bar entro settembre 2016 sempre a quel soggetto.

quando è stato stipulato il contratto tra di loro d'affitto, a me è stata solo fatta una telefonata ed una normale mail.

l'unica cosa forse a mio sfavore è che io ho accettato in buona fede, il pagamento dal privato anzichè dalla srl.

ho letto però in rete che fintanto dura l'affitto vi è la responsabilità anche del cedente ( che presumo sia la srl).

 

ora devo vedere come muovermi..avete altri consigli?

 

se andremo a giudizio spero solo che l'immobile mi sia liberato in tempi brevi altrimenti non so cosa fare.

 

grazie

36. Sublocazione e cessione del contratto di locazione.

Il conduttore può sublocare l'immobile o cedere il contratto di locazione anche senza il consenso del locatore, purché venga insieme ceduta o locata l'azienda, dandone comunicazione al locatore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Il locatore può opporsi, per gravi motivi, entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. Nel caso di cessione, il locatore, se non ha liberato il cedente, può agire contro il medesimo qualora il cessionario non adempia le obbligazioni assunte.

Vedi però..esiste una liberazione epr fatti concludenti... di fatto il nostro amico non ha mai detto niente (per iscritto) sulla cessione e anzi ha accettato i pagamenti del nuovo inquilino..potrebbe essere vista come tacita accettazione della cessione...

 

per questo dico che a distanza è molto difficile dare una unica e soprattutto certa risposta.

Non dimentichiamo che la stessa situazione vista da due giudici è spesso diversamente interpretata

 

- - - Aggiornato - - -

 

ora devo vedere come muovermi..avete altri consigli?

 

se andremo a giudizio spero solo che l'immobile mi sia liberato in tempi brevi altrimenti non so cosa fare.

 

grazie

andare da un legale. senza se e senza me o fai un casino...oppure resti in questa situazione. Non ci sono altre risposte...

×