Vai al contenuto
bessy41

LOCATARIO MOROSO CHE FARE

Buongiorno, ho dato in affitto in data 15/05/2018 una autorimessa (mq:50) al canone annuale di circa 2000,00.

La persona che ha firmato il contratto mi ha data euro 200 in assegno (andato a buon fine) e altro assegno di euro 1125,00 a titolo cauzione+50% registrazione contratto + 3mensilità. Il secondo assegno di euro 1125,00 è poi tornato IMPAGATO PER MANCANZA DI FONDI. 

Dal mese di luglio ho cominciato a telefonare e mandare mail all'inquilino che mi sta prendendo letteralmente in giro perchè promette di fare un bonifico che non arriva mai.

Vorrei andare tramite avvocato ( anche se forse mi costerà piu l'avvocato del credito che dovrei percepire. Però sto pensando che cosi facendo, forse potrei non pagare le tasse sui canoni non percepiti. (Che dite?)

Il contratto annuale scade al 14/5/2019. E se poi non mi libera il locale?..

Tra l'altro avrei bisogno anche di visionale il box, in quanto recentemente c'erano infiltrazioni causate ddall'appartamento soprastante.

Mi date per favore un suggerimento? Grazie.

Bessy41

bessy41 dice:

Mi date per favore un suggerimento?

Il suggerimento è lo stesso che ti eri dato da solo.

Vai dall'avvocato e comincia un'azione di sfratto per morosità.

Con le premesse da te esposte, prima cominci e prima ne esci, anche se probalimente ci rimetterai, specialmente se il locatario risulterà nulla tenente

Nooo...non puoi smettere di pagare le tasse sui canoni

Per farlo ti serve che un gudice acerti la morosità ed allora su quei canoni non pagherai le atsse, e mandi pure via il conduttore.

Subito  azione tramite legale.

Tanto credi che questo signore il 14 maggio vada via?   

se non fai ora sfratto, lo farai in allora...e intanto perdi i canoni e paghi le tasse

Modificato da SisterOfNight

non importa, meglio madarlo via e perdere alcuni canoni che farlo restare e pernderne di piu'.

Non chiederai un decreto ingiuntivo ma solo lo sfratto

bessy41 dice:

infatti è nullatenente

Per questo dicevo che

"prima cominci e prima ne esci"

 

Se vuoi limitare i danni non devi più aspettare.

 

che differenza c'è tra sfratto e decreto ingiuntivo.?

Con lo sfratto sono sicura di poter rientrare nel locale? e come?

Prossima settimana mi attivo per la pratica con un avvocato della associazione piccoli proprietari, ok??

bessy41 dice:

che differenza c'è tra sfratto e decreto ingiuntivo.?

Con lo sfratto sono sicura di poter rientrare nel locale? e come?

Prossima settimana mi attivo per la pratica con un avvocato della associazione piccoli proprietari, ok??

Lo sfratto serve per far liberare il locale.

Il decreto ingiuntivo serve per recuperare il denaro che ti deve nel caso non sia nulla tenente.

Se sai già che il locatario è nulla tenente, evita di fare il decreto ingiuntivo altrimenti spenderai altri soldi senza ricavarci un centesimo.

  • Mi piace 1

il decreto  serve appunto per avere un titolo che obblighi il debitore a pagarti le somme, ma se il tizio è nullatenente conviene non farlo perchè ha costi di registro alti (circa 400 euro) e rischi di non incassarli.  In ogni caso potrai sempre fargli a parte un decreto se  sapessi ad esempio che ha beni o un lavoro o un conto corrente.

 

Sono andata oggi dall'avvocato il quale manderà inizialmente una raccomandata a.r. intimando di provvedere al saldo degli affitti. scaduti.

Mi ha detto che poi successivamente, se non otteniamo risposta procede con lo sfratto.

Mi ha detto che con la procedura di sfratto posso andare in CREDITO DI IMPOSTA per i canoni nono percepiti.

Vorrei fare un conteggio delle mie spese circa, in quanto al 15 maggio scadrebbe il contratto e dovrebbe andarsene, la mia paura è che non se ne vada via nonostante il termine contrattuale che non intendo rinnovare.

sono un po disperata  

buongiorno, l'inquilino ad oggi non mi ha ancora pagato.

a gennaio inizierò causa di sfratto tramite un legale. l'avvocato mi ha detto che potro andare in "credito di imposta" e non pagare le tasse sui canoni non percepiti.

Ho capito bene? chi mi chiarisce come devo fare?

grazie

bessy41 

buongiorno, sono indecisa.

la pratica dall'avvocato mi costerebbe circa euro 1200,  (senza ingiunzione  di pagamento , perche il conduttore è sicuramente nullatenente).

Il contratto scadrebbe il 15 maggio prossimo ( ho già mandato la raccomandata per il non rinnovo).

anche se facendo la causa andrei in credito di imposta sui canoni non percepiti ( circa euro 1400,00)

forse non mi conviene fare nulla.

Al limite, se non dovesse rendermi le chiavi alla fine del contratto, potrei in quel caso fare una causa per finita locazione.

Che ne dite?  Questa sarebbe la mia decisione, avete consigli?

Ma se non mi rende le chiavi ( trattasi solamente di un box, non di un appartamento) posso passati 15 gg. modificare la serratura? Posso aprile il box con le chiavi che ho di scorta? 

bessy41 dice:

Buongiorno, ho dato in affitto in data 15/05/2018 una autorimessa (mq:50) al canone annuale di circa 2000,00.

La persona che ha firmato il contratto mi ha data euro 200 in assegno (andato a buon fine) e altro assegno di euro 1125,00 a titolo cauzione+50% registrazione contratto + 3mensilità. Il secondo assegno di euro 1125,00 è poi tornato IMPAGATO PER MANCANZA DI FONDI. 

Dal mese di luglio ho cominciato a telefonare e mandare mail all'inquilino che mi sta prendendo letteralmente in giro perchè promette di fare un bonifico che non arriva mai.

Vorrei andare tramite avvocato ( anche se forse mi costerà piu l'avvocato del credito che dovrei percepire. Però sto pensando che cosi facendo, forse potrei non pagare le tasse sui canoni non percepiti. (Che dite?)

Il contratto annuale scade al 14/5/2019. E se poi non mi libera il locale?..

Tra l'altro avrei bisogno anche di visionale il box, in quanto recentemente c'erano infiltrazioni causate ddall'appartamento soprastante.

Mi date per favore un suggerimento? Grazie.

Bessy41

Procedi al più presto, almeno risparmierai qualche tassa su un reddito non percepito e ti porti avanti per lo sfratto che tanto gli dovresti fare alla scadenza del contratto.

bessy41 dice:

buongiorno, sono indecisa.

la pratica dall'avvocato mi costerebbe circa euro 1200,  (senza ingiunzione  di pagamento , perche il conduttore è sicuramente nullatenente).

Il contratto scadrebbe il 15 maggio prossimo ( ho già mandato la raccomandata per il non rinnovo).

anche se facendo la causa andrei in credito di imposta sui canoni non percepiti ( circa euro 1400,00)

forse non mi conviene fare nulla.

Al limite, se non dovesse rendermi le chiavi alla fine del contratto, potrei in quel caso fare una causa per finita locazione.

Che ne dite?  Questa sarebbe la mia decisione, avete consigli?

Ma se non mi rende le chiavi ( trattasi solamente di un box, non di un appartamento) posso passati 15 gg. modificare la serratura? Posso aprile il box con le chiavi che ho di scorta? 

No, dovresti fare la causa per sfratto per finita locazione. Il costo è lo stesso.

Chiedi qualche preventivo ad altri avvocati, con la "fame" di lavoro che ha la categoria direi che hai chance di trovare qualcosa di meglio come costo.

×