Vai al contenuto
Raffaele72

L'interno di un appartamento si può modificare come ci pare e piace ?

Il proprietario di un appartamento può modificare il suo interno in qualsiasi maniera ?

Nel modificarlo non deve tenere conto, ad esempio , delle zone notte e delle zone giorno degli appartamenti confinanti ? ...

 

Esempio se tale proprietario sposta la sua camera da pranzo vicino alla camera da letto dell'appartamento confinante ( portando i rumori serali/notturni che una camera da pranzo produce vicino ad una camera da letto ) lo può fare ?

 

Oppure , se tale proprietario sposta il bagno del suo appartamento facendolo confinare con la camera da pranzo dell'appartamento confinante , lo può fare ?

 

Per modifiche di questo tipo che vanno a modificare almeno gli aspetti acustici dell'appartamento accanto non si dovrebbero chiedere dei permessi o concessioni particolari ?

 

grazie

Salvo non sia vietato dal Regolamento di Condominio Contrattuale, ciascun condomino può modificare l'appartamento di sua proprietà, ovviamente tutto deve essere effettuato a norma e con progetto approvato dal Comune, non è necessario nessun permesso/delibera condominiale ne da parte dell'assemblea ne dell'amministratore.

Il proprietario di un appartamento può modificare il suo interno in qualsiasi maniera ?

Nel modificarlo non deve tenere conto, ad esempio , delle zone notte e delle zone giorno degli appartamenti confinanti ? ...

 

Esempio se tale proprietario sposta la sua camera da pranzo vicino alla camera da letto dell'appartamento confinante ( portando i rumori serali/notturni che una camera da pranzo produce vicino ad una camera da letto ) lo può fare ?

 

Oppure , se tale proprietario sposta il bagno del suo appartamento facendolo confinare con la camera da pranzo dell'appartamento confinante , lo può fare ?

 

Per modifiche di questo tipo che vanno a modificare almeno gli aspetti acustici dell'appartamento accanto non si dovrebbero chiedere dei permessi o concessioni particolari ?

 

grazie

nel rispetto delle leggi,regolamenti,decreti etc e regolamenti condominiali puo' fare come meglio crede .

Ma poi non era uscita una pubblicità in TV dove il Governo diceva che in casa propria uno poteva fare quello che riteneva senza più chiedere nulla a nessuno?

 

--link_rimosso--

Ma poi non era uscita una pubblicità in TV dove il Governo diceva che in casa propria uno poteva fare quello che riteneva senza più chiedere nulla a nessuno?

 

--link_rimosso--

Come è già stato detto, fatto salvo il rispetto di ogni normativa. Semplificare non vuol dire non rispettare le regole ma avere una burocrazia più snella.

Ma poi non era uscita una pubblicità in TV dove il Governo diceva che in casa propria uno poteva fare quello che riteneva senza più chiedere nulla a nessuno?

 

--link_rimosso--

Non mi pare che si possa fare come si vuole, il progetto deve essere inviato al Comune e anche altro ... copio e incollo dal tuo allegato;

 

I documenti che dovranno essere trasmessi all'amministrazione comunale sono:

  • elaborato progettuale, cioè i disegni che fanno vedere le modifica dell’alloggio;
  • comunicazione di inizio dei lavori asseverata, cioè sottoscritta da un professionista tecnico abilitato, il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono coerenti con le regole e i piani approvati e che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell'edilizia e che i lavori non interessano le parti strutturali dell'edificio.
  • dati che identificano l'impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori, che dovranno essere contenuti nella comunicazione di inizio lavori.

In aggiunta a quello che ti è stato detto > NO non si dovrebbero chiedere dei permessi o concessioni particolari! ma solo permessi/pratiche edilizie normali.

 

Ovviamente potrai fare solo modifiche che non ledano la statica dell'edificio......ossia senza intervenire su,eventuali, muri portanti.

 

In merito a questo:

Esempio se tale proprietario sposta la sua camera da pranzo vicino alla camera da letto dell'appartamento confinante ( portando i rumori serali/notturni che una camera da pranzo produce vicino ad una camera da letto ) lo può fare ?

il problema si potrà risolvere facilmente ponendo sulla parete a confine dei materiali fono-isolanti (a cappotto) che limitano gli "inquinamenti" acustici.

X MARCANTO : ecco , è quello che volevo sapere !

e su questo che hai detto , cioè sul porre dei materiali fono isolanti .... E' UN OBBLIGO OPPURE E' COSA FACOLTATIVA ?

 

( chiedo a tutti gli altri di rispondermi prendendo spunto sulla risposta che volevo cioè quella di Marcanto , grazie )

X MARCANTO : ecco , è quello che volevo sapere !

e su questo che hai detto , cioè sul porre dei materiali fono isolanti .... E' UN OBBLIGO OPPURE E' COSA FACOLTATIVA ?

E' un pò complesso risponderti con certezza.......dipende dal regolamento Edilizio del tuo comune.

Molti comuni """"obbligano"""" (lo metto molto virgolettato) ad isolare acusticamente i piani orizzontali di calpestio ossia i solai.

Che io sappia per le pareti comunicanti in comune non credo che vi siano forzature

X MARCANTO : ecco , è quello che volevo sapere !

e su questo che hai detto , cioè sul porre dei materiali fono isolanti .... E' UN OBBLIGO OPPURE E' COSA FACOLTATIVA ?

 

( chiedo a tutti gli altri di rispondermi prendendo spunto sulla risposta che volevo cioè quella di Marcanto , grazie )

ma tu sei quello che sta ristrutturando o sei quello che ha timore di subire rumori indesiderati ?

se sei quello che sta ristrutturando sicuramente puoi prevedere quanto ti è stato detto e puoi avere l'apprezzamento dei vicini e di chiunque altro per la tua sensibilità.

non ci sono però obblighi.

quindi, se sei quello che ha timori ...

X Paul_Cayard :

Io sono uno che ha un vicino di casa che ha modificato il suo appartamento facendo , acusticamente , di tutto e di più .

Interrogando l'amministratore mi è stato risposto che costui , queste modifiche ACUSTICHE , le può tranquillamente fare .

X Paul_Cayard :

Io sono uno che ha un vicino di casa che ha modificato il suo appartamento facendo , acusticamente , di tutto e di più .

Interrogando l'amministratore mi è stato risposto che costui , queste modifiche ACUSTICHE , le può tranquillamente fare .

se per "modifiche ACUSTICHE" intendi insonorizzazione del suo appartamento allora il tuo vicino avrà il tuo apprezzamento per la sua sensibilità avendo cercato di limitare possibili rumori fastidiosi pur non avendone l'obbligo.

se invece con "modifiche ACUSTICHE" intendi che ha apportato cambiamenti nella disposizione interna del suo appartamento tali che generano rumori per te fastidiosi, beh ... come ti è stato detto, non ci sono obblighi precisi.

Mi trovò nella stessa situazione il mio vicino ha allargato il bagno ed ora io ho tutti i rumori in camera da letto, ho avuto la medesima risposta dal mio amministratore. Nel muro in comune ha passato i tubi dell'acqua e del gas x portare la lavatrice e la caldaia sul balcone e anche in questo caso mi è stato detto che lo poteva fare. Io ho dei dubbi se metto degli stop sul muro e buco uno dei tubi che succede?

Mi trovò nella stessa situazione il mio vicino ha allargato il bagno ed ora io ho tutti i rumori in camera da letto, ho avuto la medesima risposta dal mio amministratore. Nel muro in comune ha passato i tubi dell'acqua e del gas x portare la lavatrice e la caldaia sul balcone e anche in questo caso mi è stato detto che lo poteva fare. Io ho dei dubbi se metto degli stop sul muro e buco uno dei tubi che succede?

Succede che paghi i danni che provochi.

Cosa fare se la modifica riguarda il trasformare un appartamento di otto vani con due ingressi in due appartamenti di quattro vani con un solo ingresso?

non è un problema di autorizzazione condominiale.

è un rapporto tra il proprietario e l'agenzia delle entrate e del territorio (nuovi accatastamenti, ripartizione della rendita catastale, imposte per I^ o II^ casa, ecc.)

il condominio deve solo ripartire i vecchi millesimi dell'unico immobile tra i due nuovi immobili ed eventualmente aggiornare l'anagrafe condominiale (oltre ai vari documenti contabili e non)

... Nel muro in comune ha passato i tubi dell'acqua e del gas x portare la lavatrice e la caldaia sul balcone e anche in questo caso mi è stato detto che lo poteva fare. Io ho dei dubbi se metto degli stop sul muro e buco uno dei tubi che succede?

Il muro comune è di proprietà di entrambi per metà ed ognuno può sfruttare la propria metà come crede.

Se il muro ha uno spessore di 10 cm tu puoi bucarlo di 5 cm per farti una traccia elettrica o di antenna o di tubi...

Se il tuo vicino ha messo il tubo oltre i suoi 5 cm e tu lo buchi, non è colpa tua perchè tu non puoi sapere che il tuo vivicino ha invaso la tua proprietà.

 

Chi eccede sul muro di sua proprietà ne subisce i danni e paga eventuali conseguenze.

×