Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
dominiko

Licenza edilizia

Salve a tutti non so se sono nel giusto forum per parlare del mio problema comunque ci provo.Siccome e' stato fatto nel lontano 1977

un ampliamento di una casa di mia proprieta',poi risanata negli anni 80 con condono edilizio, e registrata la parte ampliata al catasto urbano della mia citta'.Chiedo un mutuo con la banca ma il perito venuto mi chiede la licenza edilizia che io naturalmente non ho se no non avrei fatto il condono,domanda e' possibile richiedere

lalicenza edilizia dopo aver pagato il condono?

Grazie

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il condono è una procedura diversa dalla licenza edile (permesso di costruire).

 

Salvatore

Vitale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve io chiedevo se dopo aver pagato condono per abuso edilizio e sanato il tutto e' possibile a distanza di tempo richiedere la licenza edilizia in sanatoria,questo mi chiede il perito della banca per poter ottenere mutuo.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La concessione edilizia in sanatoria tu l'hai già richiesta chiedendo e pagando il condono. Ora non puoi fare altro che attendere le lunghe anzi lunghissime procedure comunali che ti porteranno (?) al'ottenimento della licenza in sanatoria. Nel frattempo la banca alla quale ti sei rivolto dovrebbe, ma questo è a sua discrezione, dovrebbe farsi bastare la domanda di condono.

Ripeto DOMANDA di condono.

Quindi ad ogni domanda dovrà seguire una risposta.

La risposta nel tuo caso è l'ottenimento della concessione o il diniego.

Nel mio Comune ci sono migliaia di domande di condono ancora inevase dal 1985 (anno del primo condono) e dal 1994 (anno del secondo condono).C'è quindi gente che a distanza di tanti anni ancora non si sente al sicuro perchè non ha tra le mani il documento attestante l'avvenuta sanatoria.

Spero di esserti stato utile.

 

Marcello

 

Modificato Da - maim2002 il 09 Ott 2010 08:13:51

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Situazione kafkiana dei condoni inevasi ...

La tua Banca ha ragione, il perito incaricato ha ragione, tu hai pagato il condono e quindi dal tuo punto di vista hai ragione, ma di fatto il mutuo non è concedibile (ex Legge 47/85).

L'unica via è fare istanza (urgente) al proprio Comune di definizione della pratica di condono edilizio in relazione alla necessità di accendere un mutuo ipotecario sul cespite oggetto di condono e procedere poi alla pratica di mutuo.

Se farai l'istanza per la definizione della tua pratica non dimenticare di seguirla poi in Comune ...

Io personalmente sarei contrario a simili escamotages ma esisterebbe una via per accelerare la faccenda; presenti una DIA per lavori sulla parte condonata e, di fatto, obblighi il Comune a darsi una (sospirata) mossa.

Modificato Da - cacallo il 09 Ott 2010 12:22:36

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se ho capito la banca se vuole a sua discrezione puo' concedermi il mutuo, anche senza la licenza edilizia in sanatoria avendo gia' pagato il condono da oltre 20 anni e' registrato l'ampliamento al catasto urbano.

Grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' vero che la Banca ha discrezionalità in proposito ma informati bene della pericolosità insita nel mutuatario in ipotesi che il condono non si concluda positivamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×