Vai al contenuto
ops

L'ex inquilino è entrato nel mio garage con le sue vecchie chiavi

Salve a tutti.

Vivo in affitto nella mia casa dal 2013, con regolare contratto e tutto. Il precedente inquilino ha lasciato l'appartamento dopo aver dato regolare disdetta, riconsegnando le chiavi (non se n'é andato per sfratto o altro). Io ho preso in affitto la casa come NON AMMOBILIATA. Al mio ingresso ho trovato alcune cianfrusaglie di valore ZERO che ho ammucchiato in garage. Non le ho portate in discarica perché non ho il tempo e i mezzi per portarle via e perché il garage è grande, ma è roba di nessun valore che occupa solo posto e che dovrebbe stare in discarica e non nel mio garage.

 

L'altro giorno, sentendo degli strani rumori intorno casa, scendo e trovo l'ex inquilino (che abitava qui fino a inizio 2013) nel mio garage, si era aperto le porte con le sue vecchie chiavi e frugava in giro dicendo di volersi portare via le sue cose: riteneva del tutto normale aprirsi da solo ed entrare in casa mia!! Ero in stato di shock quindi non ho pensato di chiamare i carabinieri. Gli ho intimato di andarsene e di non tornare senza prima almeno una telefonata di avvertimento (è stato un enorme spavento, ero in confusione, volevo solo farlo uscire da casa mia il prima possibile). E' uscito dicendo che sarebbe tornato. Dopo un paio d'ore che mi servivano per riprendermi dallo shock, finalmente ho chiamato il fabbro e ho fatto cambiare tutte le serrature.

 

Vorrei ora un consiglio da voi. Cosa devo fare? Se l'ex inquilino vuole rientrare in casa mia per recuperare le paccottiglie da lui abbandonate oltre due anni fa, le sue pretese sono legittime? Dovrei permettergli di rientrare in casa mia? Sinceramente vorrei non avere mai più a che fare con questa persona.

 

Spero che mi rispondiate presto. Grazie.

l' ex inquilino ha il diritto di riprendere cose di sua proprieta' (anche se paccottiglie) ma cio' ovviamente non lo autorizza ad entrare in casa di altri .

prepara le sue cose e quando si presenta alla porta consegnagli dette cose .

Grazie peppe per la tua risposta, tuttavia non mi è chiaro il motivo per cui lui avrebbe diritto a pretendere la restituzione di cose abbandonate. Non sono più "cose di sua proprietà" se le butta via, no? Ripeto, ho affittato la casa come non ammobiliata e la sua roba non è finita in discarica per un semplice caso.

 

A questo punto però, visto che la sua roba per più di due anni ha occupato un locale del mio garage rendendomelo inservibile, non ho allora diritto io a pretendere un rimborso per gli oltre 2 anni in cui le sue cose hanno occupato il mio locale? Sicuramente questo rimborso sarebbe superiore al valore (zero assoluto) delle cianfrusaglie in questione!

 

Last but not least, questo signore a quanto pare ha commesso il reato di violazione di domicilio, non mi sembra una cosa da niente. Visto che la cosa è successa pochi giorni fa, sono ancora in tempo per sporgere querela nei suoi confronti; non so se lo farò, non ho ancora deciso.

 

La cosa migliore sarebbe che lui non osasse mai più ripresentarsi in casa mia.

"abbandonate " perche' lo ritieni tu oppure "abbandonate " perche' il prorietario ha dichiarato di non esserne piu' prorietario oppure lasciate sulla pubblica via .

non le ha abbandonate visto che era ben conscio di dove fossero depositate .

Va bene, allora se seguiamo questo ragionamento, come si calcola il danno a me causato dalla presenza delle sue cose? Se non ha abbandonato le sue cose come spazzatura allora sapeva che stavano in casa d'altri. Posso pretendere un indennizzo per questi due anni di occupazione abusiva del mio locale?

Puoi richiedere al tuo locatore il riconoscimento di una riduzione dell'affitto per quella roba che hai tenuto ammucchiata nel tuo garage: però l'osservazione che qualunque locatore ti farebbe è che quella roba là l'avevi vista prima di firmare il contratto di locazione e non avevi obiettato...

 

Invece, quanto alla violazione di domicilio, a mezzo di chiavi non riconsegnate al legittimo proprietario, ci sta tutta! E ci sta anche la richiesta al locatore di provvedere ad installare nuiove serrature.

Cercando su questo forum ho trovato una discussione del 2009 in cui, in un caso simile al mio, si danno diverse indicazioni: https://www.condominioweb.com/forum/quesito/mobilio-ex-inquilino-977/

 

Ecco due interventi interessanti tratti da quella discussione:

 

Ho la sensazione che si stia tirando in ballo l'art.2051, delle cose in custodia, un po a sensazione o per analogia.

Da quanto ho capito, forse sbaglio, l'art.2051 è applicabile solamente quando una persona o un ente ha avuto l'incarico di custodire un bene sia esso di sua proprietà o in gestione.

Non credo che michela72 abbia avuto l'incarico di "custodire" i mobili del suo ex inquilino (...)

Allora, come sei rientrata in possesso del tuo immobile?

Forse per tramite dell'Ufficiale Giudiziario? Che magari ha redatto un verbale col quale ti ha nominata custode dei mobili del moroso? In questo caso, si, sei responsabile di quei mobili PER SEMPRE ovvero fino a quando il legittimo proprietario non li viene a reclamare.

-----------

Invece, se così non fosse, IN ASSENZA DI ATTI DOCUMENTATI E SCRITTI, quei mobili possono prendere tranquillamente la via della discarica o del camino, secondo tuo insindacabile piacimento . In tal condizione, tu non devi spiegazioni e giustificazioni a nessuno per provenienza/possesso/custodia di quei mobili. (...)

Io non ho ricevuto la nomina di custode delle sue cose, e ho preso in affitto la casa come non ammobiliata. Questo signore l'altro giorno si è permesso di entrare a casa mia, quindi la mia inclinazione nei suoi confronti al momento non è delle migliori; e secondo la logica delle vostre prime risposte, lui quindi potrebbe, senza niente di scritto, tornare dopo due anni a rivolere cose lasciate incustodite. A questo punto potrebbe pure, ad esempio, inventarsi che manca qualcosa?! :icon_question:

A questo punto potrebbe pure, ad esempio, inventarsi che manca qualcosa?!

 

E tu potrai rispondere che non è vero.

Scusate so che non c'entra nulla mi sono appena iscritta ed avrei un quesito da porre ma non so come si fa a scrivere sul forum se qualcuno me lo spiega grz

1) Cercando su questo forum ho trovato una discussione del 2009 in cui, in un caso simile al mio, si danno diverse indicazioni: https://www.condominioweb.com/forum/quesito/mobilio-ex-inquilino-977/

2) A questo punto potrebbe pure, ad esempio, inventarsi che manca qualcosa?! :icon_question:

1) Non sono due casi simili e le circostanze sono molto diverse.

In quella discussione locatore vs conduttore, nel tuo caso ex-conduttore vs conduttore attuale.

La mancata custodia o il danneggiamento di quella chincaglieria non è un problema tuo, perché tu non hai mai intrattenuto alcun rapporto con il precedente conduttore: lui e tu siete due perfetti estranei.

Eventuali contestazioni dell'ex-conduttore potranno esser mosse solo nei confronti del locatore: in quel caso, SI anche dopo due anni potrebbe reclamare la sua chincaglieria al solo suo ex-locatore.

Noi non sappiamo e non ci interessa, cosa quei due abbiano pattuito (per iscritto o verbalmente...)

 

2) Resta sempre un problema del tuo locatore.

Grazie albano59 :thumbup:

 

A quanto pare, il mio locatore ha commesso un paio di importanti distrazioni: ci sono stati sviluppi e chiedendo informazioni in giro... sembra che l'ex inquilino non sapesse che il garage era stato affittato a me! Lui pensava che io avessi affittato solo la casa, e non credeva di commettere una violazione entrando nel garage con le sue vecchie chiavi, perché pensava che, anche a contratto risolto, il proprietario gli avesse lasciato il garage "in amicizia" per custodire le sue cose.

 

Invece, il proprietario ha affittato il garage a me!

Grazie albano59 :thumbup:

Immagino di non avere nulla da temere legalmente, ma se avete qualche consiglio da darmi su cosa fare per tutelarmi maggiormente... sarebbe molto gradito.

Immagini bene. E visto che ti sei chiarito con l'ex inquilino, pregalo di portarsi via òle sue cose e dormi tranquillo.

×