Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Susytuttapanna

Lettera di un legale tramite amministratore a mio carico?

A me sembra una situazione strana.....mi è arrivata una diffida da un legale contattato dall amministratore, senza nessun avviso prima e nessun controllo da parte sua, perché 2 condomini si sono lamentati riguardo ai cani....per 2 settimane ho tenuto 2 cani di una amica.oggi l amministratore mi ha detto che questa lettera del legale contro di me sarà a carico mio......ma è possibile??a me sembra strano che un amministratore mi mandi una diffida a tenere cani senza un avviso e che sia io a pagare l avvocato che mi è contro?? È una cosa legale? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
A me sembra una situazione strana.....mi è arrivata una diffida da un legale contattato dall amministratore, senza nessun avviso prima e nessun controllo da parte sua, perché 2 condomini si sono lamentati riguardo ai cani....per 2 settimane ho tenuto 2 cani di una amica.oggi l amministratore mi ha detto che questa lettera del legale contro di me sarà a carico mio......ma è possibile??a me sembra strano che un amministratore mi mandi una diffida a tenere cani senza un avviso e che sia io a pagare l avvocato che mi è contro?? È una cosa legale? Grazie

Non si finisce mai di sentire Norme "inventate".

Quando ti verrà fatto l'addebito personale e presentato nel rendiconto, vota contro l'approvazione e poi minaccia di impugnare la delibera e chiedere i danni per le spese legali che dovrai affrontare in un'eventuale mediazione legale prima ed in tribunale dopo.

O l'amministratore non sa o l'amministratore ci sta provando.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Idem se l'amministratore dovesse magari inserire la parcella dell'avvocato tra le spese generali (con ripartizione tra tutti i condomini).

 

L'amministratore ha dato l'incarico all'avvocato "eccedendo" dalle sue attribuzioni (questo per usare un francesismo) e lui se lo paga di tasca propria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
A me sembra una situazione strana.....mi è arrivata una diffida da un legale contattato dall amministratore, senza nessun avviso prima e nessun controllo da parte sua, perché 2 condomini si sono lamentati riguardo ai cani....per 2 settimane ho tenuto 2 cani di una amica.oggi l amministratore mi ha detto che questa lettera del legale contro di me sarà a carico mio......ma è possibile??a me sembra strano che un amministratore mi mandi una diffida a tenere cani senza un avviso e che sia io a pagare l avvocato che mi è contro?? È una cosa legale? Grazie

Effettivamente mi sembra eccessivo farti scrivere da un avvocato per dei cani presenti nel tuo appartamento, personalmente prima ti avrei telefonato e poi eventualmente ti avrei scritto io, soltanto dopo avrei incaricato un avvocato (ma sempre passando per l'assemblea) a scriverti. Per quello che riguarda il pagamento della lettera confermo quanto già detto de Leonardo53

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma gli altri condomini hanno sottoscritto qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per le vostre risposte io sono una ragazza sola e non so molto......i cani che sono stati da me non hanno fatto rumore e non hanno sporcato....Sono due condomini che c è l hanno con me perché rubavano con lavori condominiali e io li ho smascherato....ed ora ne pago le conseguenze. Mi proibiscono di tenere cani non di mia proprietà a casa mia.

I condomini che ho contattato sono rimasti stupiti.....non sapevano nulla.....di due persone nel condominio sono sicura al 100%....sono andati loro dall' amministratore ma sulla lettera non c è scritto loro nomi.

Io non ho avuto ne avvisi e ne telefonate. NULLA.

Allora domani torno dall' amministratrice e cosa le dico? Come devo procedere? Devo avvisare altri condomini?

In quanti bisogna essere per cambiare amministratore? Noi siamo 12 condomini.

Grazie

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ma voi siete amministratori?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per le vostre risposte io sono una ragazza sola e non so molto......i cani che sono stati da me non hanno fatto rumore e non hanno sporcato....Sono due condomini che c è l hanno con me perché rubavano con lavori condominiali e io li ho smascherato....ed ora ne pago le conseguenze. Mi proibiscono di tenere cani non di mia proprietà a casa mia.

I condomini che ho contattato sono rimasti stupiti.....non sapevano nulla.....di due persone nel condominio sono sicura al 100%....sono andati loro dall' amministratore ma sulla lettera non c è scritto loro nomi.

Io non ho avuto ne avvisi e ne telefonate. NULLA.

Allora domani torno dall' amministratrice e cosa le dico? Come devo procedere? Devo avvisare altri condomini?

In quanti bisogna essere per cambiare amministratore? Noi siamo 12 condomini.

Grazie

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ma voi siete amministratori?

stai calma e serena e gli dici ciò che hanno già suggerito leonardo53 e thorwald nei post #2 e #3.

 

non sborsare assolutamente una lira per l'avvocato e se si fa vivo gli ricordi che non sei tu che lo hai ingaggiato e quindi si faccia pagare da colui per il quale ha lavorato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma lei lo mette nelle mie spese.....devo soli capire come procede dopo...a chi rivolgermi.

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma lei lo mette nelle mie spese.....devo soli capire come procede dopo...a chi rivolgermi.

Grazie a tutti

ti ha già detto leonardo: in assemblea, quando ci sarà, non approvare il consuntivo dove eventualmente appariranno quelle spese a te addebitate.

se necessario impugnerai la delibera affidandoti ad un legale che saprà quel che deve fare.

in una eventuale giudizio potrai farti rimborsare anche le spese sostenute.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Impugnare una delibera costa dei soldi. Se ti è possibile fargli capire che quelle spese deve ripartirle tra tutti i condòmini sarebbe meglio. Ricordo a Thorwald che l’amministratore ha tra le sue attribuzioni quella di far rispettare il regolamento condominiale (ammesso che esista e che sia stato violato). Qualsiasi iniziativa presa in tal senso con dei provvedimenti o con il ricorso al legale, non necessitano di autorizzazione assembleare e tutte le spese devono essere ripartite secondo la tabella di proprietà. Naturalmente sarebbe opportuno che prima di far spendere dei soldi ai condòmini diffidasse l’autore di una violazione con una sua comunicazione ufficiale. Muoversi con le armi pesanti provoca sempre dei contrasti, sia con il responsabile che con gli altri condòmini, ai quali sicuramente non fa piacere vedersi addebitare spese “evitabili”.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Questo è un vero abuso, non serve a nulla farlo ragionare, impugna e chiedi i danni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Impugnare una delibera costa dei soldi. Se ti è possibile fargli capire che quelle spese deve ripartirle tra tutti i condòmini sarebbe meglio. Ricordo a Thorwald che l’amministratore ha tra le sue attribuzioni quella di far rispettare il regolamento condominiale (ammesso che esista e che sia stato violato). Qualsiasi iniziativa presa in tal senso con dei provvedimenti o con il ricorso al legale, non necessitano di autorizzazione assembleare e tutte le spese devono essere ripartite secondo la tabella di proprietà. Naturalmente sarebbe opportuno che prima di far spendere dei soldi ai condòmini diffidasse l’autore di una violazione con una sua comunicazione ufficiale. Muoversi con le armi pesanti provoca sempre dei contrasti, sia con il responsabile che con gli altri condòmini, ai quali sicuramente non fa piacere vedersi addebitare spese “evitabili”.

Il termine "eccedere dalle proprie attribuzioni" da me usato non era inteso nel senso che l'amministratore non è tenuto a far rispettare il RdC (... anzi) ma nel senso che il far rispettare il regolamento non necessita in prima battuta che l'amministratore faccia scrivere direttamente dall'avvocato.

A meno che l'amministratore non sia uno dei protagonisti di "Miseria e nobilità" (che dettavano le lettere allo scribacchino Totò) si presume che l'amministratore sappia non solo scrivere in italiano ma che sappia anche come articolare un discorso latu sensu di diffida.

Per il resto valgono le regole generali, e cioè l'intervento dell' avvocato deve ritenersi "necessitato"; quindi - come per i privati cittadini - si manda prima una contestazione a firma propria, altrimenti, se si salta questo passaggio, l'incarico lo paga chi lo conferisce (e non il soggetto destinatario).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Oggi sono andata dall' amministratrice e mi ha detto chiaramente che lei ha deciso di usare avvocati senza nessun avviso o telefonata. E che l importo sarà a carico mio.... me contro me!!! Purtroppo lei e il condomine in questione sono molto amici.....fra l altro non mi ha nemmeno ricevuto mi ha tenuto in piedi ed era da due giorni che la cercavo e mi faceva sempre parlare con i suoi colleghi.

Purtroppo prima avevamo un ottima amministratrice che ci faceva rispettare le regole e ci trattava in modo equo....ma si è ritirata perché stalkerizzata dal condomin e e non ne poteva più.. ...esiste qualche associazione dove uno può sentire e segnalare amministratore??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Oggi sono andata dall' amministratrice e mi ha detto chiaramente che lei ha deciso di usare avvocati senza nessun avviso o telefonata. E che l importo sarà a carico mio.... me contro me!!! Purtroppo lei e il condomine in questione sono molto amici.....fra l altro non mi ha nemmeno ricevuto mi ha tenuto in piedi ed era da due giorni che la cercavo e mi faceva sempre parlare con i suoi colleghi.

Purtroppo prima avevamo un ottima amministratrice che ci faceva rispettare le regole e ci trattava in modo equo....ma si è ritirata perché stalkerizzata dal condomin e e non ne poteva più.. ...esiste qualche associazione dove uno può sentire e segnalare amministratore??

Non scrivi esattamente il contenuto della diffida ma ho l'impressione che ti lasci prendere dall'ansia e ciò mi porta a consigliarti di consultare un avvocato, per ora solo per rispondere e far abbassare la cresta all'amministratrice che a fronte di una lamentela avrebbe potuto e dovuto prima sentire anche l'altra campana.

Fossi in te eviterei di perdere tempo in telefonate ed incontri con l'amministratrice, se te la senti inviale una raccomandata AR semplicemente per informarla che ti riservi di adire le vie legali qualora ti addebitasse spese che non riconosci.

Riguardo la detenzione di animali in condominio, l'art. 1138 del codice civile dispone che "Le norme del regolamento non possono vietare di possedere o detenere animali domestici" per cui nulla ti può essere contestato su questo fronte.

Per il resto condivido le precedenti risposte, salvo titolo contrario (vedi regolamento contrattuale), non è possibile approvare addebiti a singoli condòmini, ciò è prerogativa di un giudice.

Ti auguro che i condòmini ti appoggino e non approvino un consuntivo illecito nella consapevolezza che difficilmente adirai le vie legali a causa del costo della procedura, sarebbe una ingerenza inqualificabile.

Se sai se e a quale associazione è iscritta, puoi inviare una informativa dei fatti sebbene temo cambi poco o niente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Concordo, oltre a quanto già detto sulle spese, sarebbe utile capire - nel merito - che cosa intendi per l'avvocato mi ha mandato una diffida "a tenere cani", e quindi che cosa ti ha effettivamente contestato, perché la mera detenzione di animali in condominio (a meno che non si verifichino altri pregiudizi ai condomini) non può essere vietata dal regolamento di condominio.

Visto che il dialogo con l'amministratore non ha portato ad alcun risultato, e giusto per non subire passivamente la cosa, risponderei a tono, ma non a voce, ma con un puntuale riscontro scritto in modo tale che rimanga traccia se la diatriba dovesse proseguire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... la mera detenzione di animali in condominio (a meno che non si verifichino altri pregiudizi ai condomini) non può essere vietata dal regolamento di condominio.

Bisognerebbe appurare nel dettaglio anche se il divieto di detenere cani in appartamento sia inserito in una clausola contrattuale, perchè in caso di convenzione, non è del tutto scontato che questa sia dichiarata NULLA, perchè qualche Giudice potrebbe pensarla diversamente dal Giudice del Tribunale di Cagliari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Esattamente, l'unica cosa certa (forse) è che tale divieto sia nullo se contenuto in un regolamento di tipo assembleare, mentre se il regolamento è contrattuale la clausola è comunque nulla secondo il tribunale di cagliari, ma non lo è per il Tribunale di napoli (dipende quindi se trovi un giudice animalista oppure no).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie a tutti.....la prossima settimana consultero un legale. Il problema è che i cani non erano di mia proprietà ma di una mia amica che era via.....praticamente mi è settato proibito di tenere cani altrui! Ma ribadisco il problemanon sono i cani....è un dispetto e mi hanno attaccato sulla prima cosa che anno trovato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×