Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
ChannelMaster

Legatari e spese condominiali

Un testamento olografo lascia agli eredi il resto dell'eredita e a due legatari il 50% di un immobile a partire dalla data di morte del de cuius.

Circa 10 giorni dopo tale data l'assemblea condominiale approva il consuntivo dell'anno precedente nel quale per l'immobile lasciato ai legatari c'è un conguaglio a debito.

I legatari devono pagare oppure pagano gli eredi al posto loro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Art. 63 comma 4 - Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente.

 

Paga chi ha ricevuto in eredità l'appartamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'art. 63 comma 4 fa riferimento al trasferimento di diritti di godimento inter vivos, altrimenti non avrebbe senso la frase "è obbligato solidalmente con questo"...

Nel mio caso invece si parla di un testamento, per di più si parla di legatari e non di eredi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sono poco esperto di "cose testamentarie" però, navigando in rete, ho letto che... "il legatario ha però facoltà di rinunciare, alla quale il giudice può fissare un termine, trascorso il quale egli perde il diritto di rinunciare. La rinunzia, a differenza della rinunzia dell'eredità, è un negozio abdicativo unilaterale, proprio perché si perde un diritto di cui si è già titolare."

Quindi, mi pare di capire che se il legatario non ha rinunciato all'eredità, diviene, a tutti gli effetti, destinatario dei crediti e dei debiti originatesi dall'eredità.

 

Così m'è sembrato di capire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'art. 63 parla di "subentro" e non di "trasferimento" e non vi è neanche il termine "inter vivos". Ciò che affermi è una tua interpretazione, legittima fino a giudizio contrario. Il legatario subentra nella proprietà e acquisisce gli eventuali debiti "nei limiti del bene legato" (in questo caso gli oneri condominiali legati all'appartamento). Rimango dell'idea che agli eredi non compete quel debito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'art. 63 parla di "subentro" e non di "trasferimento" e non vi è neanche il termine "inter vivos". Ciò che affermi è una tua interpretazione, legittima fino a giudizio contrario. Il legatario subentra nella proprietà e acquisisce gli eventuali debiti "nei limiti del bene legato" (in questo caso gli oneri condominiali legati all'appartamento). Rimango dell'idea che agli eredi non compete quel debito.

Se fosse come dici tu io sarei obbligato in solido con il defunto al soddisfacimento dei debiti.

Cosa alquanto improbabile, mi concedi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se fosse come dici tu io sarei obbligato in solido con il defunto al soddisfacimento dei debiti.

Cosa alquanto improbabile, mi concedi...

E' chiaro che si subentra nei diritti di un immobile se c'è stato a monte un passaggio o cessione dei diritti reali di godimento e ciò in forza di un testamento o di un rogito.

Il legatario non è un erede e quindi non risponde dei debiti del decuius.

Dei debiti del decuius ne rispondono solo gli eredi (in prima battuta) ma se non ci sono eredi oppure gli eredi hanno accettato con beneficio d'inventario e l'eredità non è sufficiente a soddisfare i debiti, i creditori (tra cui il condominio) possono aggredire il legato (l'appartamento) e non i beni del legatario (conto corrente ed altri beni).

 

http://www.fanpage.it/i-debiti-dell-eredita-e-il-legato/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Col decesso del de cuius, si apre la successione legittima o testamentaria.

La presenza di un legato presuppone l’esistenza di un testamento (successione testamentaria).

I diritti su un immobile, oggetto di un legato testamentario, sono trasferiti al legatario con l’apertura della successione al pari di un contratto di compravendita o una donazione fra persone viventi.

L’art. 63, comma 4 fa riferimento a chi subentra nei diritti di un condomino: il condomino è il de cuius, il subentrante a partire dalla data del decesso è il legatario, che ha acquistato il bene oggetto di trasferimento in virtù del legato. testamentario.Pertanto, paga il legatario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi le spese condominiali non sono un debito del de cuius...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I debiti contratti dal defunto nei confronti del condominio sino alla data del decesso sono a carico dell’eredità.

A partire dalla data del decesso il legatario risponde solidalmente con gli eredi in base all’art. 64.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi fino alla data del decesso del de cuius pagano gli eredi e non i legatari; successivamente pagano solo i legatari. Ho capito bene?

Se è così, il legatario cui vengono richieste somme a debito nel consuntivo degli esercizi dal 2012 al 2016 non dovrebbe pagare nulla di tali debiti, anche se il consuntivo è stato approvato dall'assemblea 10gg dopo il decesso del de cuius, il quale è spirato nel 2017. E' corretto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' mia opinione che s debba considerare il trasferimento al legatario dell’immobile come un normale subentro dii un nuovo proprietario in seguito ad un contratto di compravendita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi il legatario risponde per i debiti fino al 2016 e non anche quelli precedenti. Giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ripeto, è mia opinione che gli eredi rispondano del debito del defunto (e non il legatario) sino alla data del decesso e che il legatario, subentrato al defunto nei diritti sull’immobile, sia obbligato in solido nei confronti del condominio per i debiti condominiali contratti dal defunti negli esercizi 2017 e 2016.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quindi il legatario risponde per i debiti fino al 2016 e non anche quelli precedenti. Giusto?

Forse se spieghi meglio qual'è la situazione reale si può dare una risposta più esaudiente.

Oltre al legatario ci sono eredi che hanno accettato l'eredità?

Nel dubbio che il legatario vada trattato come un nuovo acquirente che risponde per l'anno in corso e quello precedente, in assenza di eredi che soddisfano il debito degli anni precedenti al 2016, sarà comunque aggredito il legato e quindi l'appartamneto ricevuto in legato potrebbe finire all'asta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ripeto, è mia opinione che gli eredi rispondano del debito del defunto (e non il legatario) sino alla data del decesso e che il legatario, subentrato al defunto nei diritti sull’immobile, sia obbligato in solido nei confronti del condominio per i debiti condominiali contratti dal defunti negli esercizi 2017 e 2016.

Perfetto. ti ringrazio tanto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Forse se spieghi meglio qual'è la situazione reale si può dare una risposta più esaudiente.

Oltre al legatario ci sono eredi che hanno accettato l'eredità?

Nel dubbio che il legatario vada trattato come un nuovo acquirente che risponde per l'anno in corso e quello precedente, in assenza di eredi che soddisfano il debito degli anni precedenti al 2016, sarà comunque aggredito il legato e quindi l'appartamneto ricevuto in legato potrebbe finire all'asta.

Ci sono altri tre eredi che hanno accettato il resto dell'eredità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ChannelMaster, nel tuo post iniziale hai menzionato conguagli a debito "generici", senza specificare gli anni, da qui il mio post #2.

Da ciò che hai aggiunto dopo, ne consegue che i legatari rimangono responsabili per i debiti dell'anno 2017 e 2016 (in quanto sono subentrati alla proprietà), mentre per quelli pregressi (che rimangono un debito esclusivo del de cuius) potranno essere responsabili soltanto gli eredi e solo successivamente al tentativo di escussione ai danni di questi, i legatari (ma quest'ultima opzione la vedo dura).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ci sono altri tre eredi che hanno accettato il resto dell'eredità.

Se ci sono altri eredi che hanno accettato l'eredità e sono solvibili, a mio avviso questi rispondono di tutti i debiti fino al giorno dell'apertura della successione (data del decesso).

Il fatto che tu sia solidale per l'anno in corso e quello precedente significa che l'amministratore potrebbe chiedere a te ma tu avresti diritto di rivalsa verso gli eredi.

 

Mi pare scontato ribadire che dal giorno della successione in poi sei tu l'unico proprietario e quindi risponderai ESCLUSIVAMENTE tu delle spese condominiali da quel momento in poi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ok ma se il consuntivo viene approvato 10gg dopo la data di morte del de cuius e tale consuntivo fa riferimento a esercizi dal 2012 al 2016, devo coprirle io le spese in quanto il consuntivo è stato approvato dopo la morte del de cuius oppure fa fede a che anno fanno riferimento le spese?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La data di riferimento è quella del decesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La data di riferimento è quella del decesso.

Quindi?

Non riesco a capire...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' indifferente quando venga approvato un consuntivo. Ciò che fa fede è il momento in cui la spesa si è resa necessaria (da qui l'obbligo al pagamento di chi era condòmino in quel momento). Naturalmente tutto questo dipende da come ti sei espresso durante l'approvazione:

non hai votato a favore ma il consuntivo è stato approvato: Sei responsabile comunque per l'anno 2017 e 2016. Per il pregresso gli eredi.

 

hai votato a favore del consuntivo, che è stato approvato: in questo caso dovrai pagare tutto (mio personale giudizio).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il legatario risponderà delle spese condominiali a partire dalla data del decesso.

Leggi il post 18 di Leonardo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Essendo tu subentrato nel giorno del decesso pagherai

per L' anno in corso e L' anno passato .

per gli altri anni pagano eredi .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×