Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
GHIRO-72

Le scadenze in condominio

Sono da poco amministratore e la cosa che odio di più di questo lavoro sono le scadenze... facendo un po' di analisi con il materiale avuto al corso, noto delle scadenze particolare:

 

Presentazione denuncia telematica Uniemens che non so cosa sia e penso sia responsabilità del consulente del lavoro... fatemi capire.

 

Se c'è qualche altra cosa strana, comunicatemelo grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sono i contributi inps. ( avete un dipendente). Ci sono gli F24 al 16 di ogni mese, la cerificazione unica al 28/2, il 770 al 31/7, il quadro AC nella dichiarazione dei redditi, il CPI e Inail per la caldaia alla naturale scadenza e ovviamente i fornitori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si, certo... c'è il dipendente (portiere)... ma ci pensa il consulente del lavoro, vero? Per lo stipendio mi ha fatto l'F24 che ho puntualmente versato... ma cosa centra l'Inail con la caldaia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

INAIL, sono certificazioni che bisogna rifare ogni 6 anni ma dipende dalla potenzialità della stessa. Devi farti coordinare da un termotecnico per le opportune verifiche

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Affrontiamo un argomento per volta... quello che mi è men o chiaro: UNIEMENS

 

Questa fantomatica denuncia telematica chi la deve fare, l'amministratore oppure il consulente del lavoro (spero)?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ma proprio con un condominio con il portiere dovevi cominciare ?

è come se un ingegnere come sua prima esperienza facesse il dl x la costruzione di un grattacielo ...

già per fare gli amministratori bisogna essere abbastanza incoscenti, ma per farlo dove c'è il portiere ....

 

delle scadenze fiscali etc... del portiere non te ne devi preoccupare più di tanto, ci pensa il consulente del lavoro

quello di cui veramente ti devi preoccupare sono le tematiche sulla sicurezza che quando c'è il portiere si complicano all'ennesima potenza e non ci pensa il consulente del lavoro

compra il libreretto di millescale http://www.millescale.it non c'è nulla di più chiaro

e segui il blog http://millescale.blogspot.it/

 

Auguri a te ma soprattutto ai condomini !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie, comunque avevo risolto chiedendo info al consulente del lavoro che mi ha detto essere tutto automatico. Per quanto riguarda la scelta, già è stato difficile trovare qualcosa, se poi mi mettevo anche a selezionare... e non è l'unica amministrazione complessa che ho preso! Io faccio le cose in grande! :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Aggiungo domanda: è noto che le ritenute di acconto hanno scadenza il 16 del mese successivo da pagare con F24... a parte la particolarità che spesso qualcuno sbaglia volutamente oppure non volutamente la fattura e non ci mette la RDA, la domanda è se il professionista fa fattura senza RDA perché si avvale del regime forfettario... essendo effettivamente la RDA uguale a zero nella fattura, l'amministratore deve fare lo stesso un F24 a zero oppure non deve fare nulla?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Aggiungo domanda: è noto che le ritenute di acconto hanno scadenza il 16 del mese successivo da pagare con F24... a parte la particolarità che spesso qualcuno sbaglia volutamente oppure non volutamente la fattura e non ci mette la RDA, la domanda è se il professionista fa fattura senza RDA perché si avvale del regime forfettario... essendo effettivamente la RDA uguale a zero nella fattura, l'amministratore deve fare lo stesso un F24 a zero oppure non deve fare nulla?

Chi è nel regime dei minimi è esente dall'esposizione della ritenuta d'acconto e dell'iva.

La dicitura dell'esenzione deve essere riportata in fattura.

In questo caso non va operata nessuna ritenuta d'acconto, neanche a zero (nessuna banca accetterebbe un versamento a zero).

I compensi pagati ai contribuenti minimi, però, vanno indicati ugualmente nel mod. 770

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie... in realtà mi sono ricordato che prima la banca accettava l'F24 a zero, ora non più! Il 770 non lo faro io direttamente, ma il commercialista... devo analizzare cosa gli dovrò dare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Chi è nel regime dei minimi è esente dall'esposizione della ritenuta d'acconto e dell'iva.

La dicitura dell'esenzione deve essere riportata in fattura.

In questo caso non va operata nessuna ritenuta d'acconto, neanche a zero (nessuna banca accetterebbe un versamento a zero).

I compensi pagati ai contribuenti minimi, però, vanno indicati ugualmente nel mod. 770

e nel CU .............................................................................................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' possibile che una SpA mi dica che non deve applicare la ritenuta del 4% perché non aveva un contratto d'appalto, ma ha esplicato solo un servizio di manutenzione "spot" della caldaia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E' possibile che una SpA mi dica che non deve applicare la ritenuta del 4% perché non aveva un contratto d'appalto, ma ha esplicato solo un servizio di manutenzione "spot" della caldaia?

Ma per il fornitore non cambia nulla ad esporre la ra. É solo un piccolo anticipo su ciò che dovrà pagare in futiro di irpef.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma se il condominio è sostituto d'imposta, la fattura senza ritenuta è formalmente NON corretta, quindi la devono modificare... a prescindere da chi e quanto si pagherà di Irpef... anzi, di Ires...

 

... cioè, il condominio è obbligato a versare la ritenuta altrimenti è sanzionabile... come fare a convincere il fornitore che deve modificare la fattura?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma se il condominio è sostituto d'imposta, la fattura senza ritenuta è formalmente NON corretta, quindi la devono modificare... a prescindere da chi e quanto si pagherà di Irpef... anzi, di Ires...

 

... cioè, il condominio è obbligato a versare la ritenuta altrimenti è sanzionabile... come fare a convincere il fornitore che deve modificare la fattura?

Il condominio è obbligato ad operare la ritenuta ma il fornitore non è obbligato ad esporla in fattura ne sono previste sanzioni per il fornitore.

Se il fornitore ti ha fatturato mille euro + iva, indipendentemente che la ritenuta si esposta in fattura o meno, tu gli trattieni 40 euro e li versi all'erario.

Non c'è bisogno di modificare la fattura; devi solo trattenergli i soldi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma se il condominio è sostituto d'imposta, la fattura senza ritenuta è formalmente NON corretta, quindi la devono modificare... a prescindere da chi e quanto si pagherà di Irpef... anzi, di Ires...

 

... cioè, il condominio è obbligato a versare la ritenuta altrimenti è sanzionabile... come fare a convincere il fornitore che deve modificare la fattura?

tu gli euri della ra li trattieni comunque.

se vuole rifare la fattura bene, altrimenti bene lo stesso.

farai poi la cu, il 770 ecc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Un altro, altra situazione, mi ha risposto che le società non hanno la ritenuta di acconto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Un altro, altra situazione, mi ha risposto che le società non hanno la ritenuta di acconto...

Si tratta di società che offrono servizi professionali e non di società di manutenzione.

Ad esempio, la ritenuta d'acconto non va operata ad un amministratore che opera in forma societaria (S.r.l. S.as.) oppure allo studio del commercialista o dell'avvocato se anch'eso opera in forma societaria perchè è escluso dalle ritenute d'acconto il reddito professionale di impresa.

Una società che fa manutenzione di ascensori, invece, è soggetta a ritenuta d'acconto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Senza nulla togliere agli altri, un grazie particolare a Leonardo53!!! Non mancherò di fare altre domande... :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho sentito alcuni colleghi che mi dicono che se non ha la ritenuta, pagano la fattura così e non versano la ritenuta... la registrano come fattura senza ritenuta... non sono convinto di quello che dicono...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se non c'è la ritenuta nei casi che ti ha illustrato Leonardo, non c'è nessuna ritenuta da versare e il pagamento al momento dell'effettuazione registrato nell'apposito registro di contabilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Archivio, ma non leggo nulla di nuovo... non vorrei che questo fosse uno di quegli argomenti che ognuno fa come gli pare... ma alla fine qualcuno sbaglia!

Se ognuno gli fa come gli pare, sicuramente qualcuno sbaglia ma forse non lo sa perchè se il fornitore non espone e l'amministratore non opera la ritenuta, è difficilissimo che l'Agenzia delle Entrate accerti questo tipo di infrazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×