Vai al contenuto
donatone

Lavori valutabili urgenti - autonomia dell'amministratore

Abbiamo dei condomini che lamentano infiltrazioni dal tetto, l'amministratore ne ha preso atto e tramite un suo tecnico riconosciuto che bisogna fare lavori straordinari per sanare la situazione.

In assemblea non abbiamo raggiunto la maggioranza per deliberare i lavori e i condomini danneggiati si sono infuriati accusando l'amministratore di inerzia potendoli a loro dire autorizzare in autonomia in quanto urgenti essendone stata verifcata la necessità.

L'amministratore si è difeso dicendo che pur essendo riconosciuta la necessità dei lavori, pur essendoci alcuni danni effettivi agli immobili, non c'è quell'urgenza che lo autorizzava a procedere senza il passaggio assembleare, ma solo a fare dei tamponi.

I condomini hanno quindi minacciato l'azione legale se continua l'inerzia.

Chi ha ragione

se i lavori erano urgenti, l'amministratore aveva le disponibilità economiche per procedere con i necessari interventi?

Se nelle casse del condominio non c'erano queste disponibilità doveva per forza passare dall'assemblea, a meno che non anticipava lui i soldi e quest'ultima ipotesi non mi sembra certo percorribile.

se i lavori erano urgenti, l'amministratore aveva le disponibilità economiche per procedere con i necessari interventi?

Se nelle casse del condominio non c'erano queste disponibilità doveva per forza passare dall'assemblea, a meno che non anticipava lui i soldi e quest'ultima ipotesi non mi sembra certo percorribile.

Ovviamente per lavori di questa entità non aveva i soldi. Ma da quello che scrivo secondo te si rientra nell'urgenza oppure l'amministratore era tenuto solo a tamponare la situazione

Ovviamente per lavori di questa entità non aveva i soldi. Ma da quello che scrivo secondo te si rientra nell'urgenza oppure l'amministratore era tenuto solo a tamponare la situazione

se sono presenti delle infiltrazioni, sicuramente i lavori sono urgenti, ma l'amministratore per agire subito deve avere i soldi per pagare l'intervento, altrimenti, anche se urgente, sarà costretto a convocare l'assemblea e far deliberare la spesa dei lavori.

Per tamponare la situazione si poteva tentare un intervento provvisorio con guaina liquida da passare sopra il pavimento del terrazzo, ma sarebbe stato un lavoro che non garantiva comunque risoluzione del problema, sia pur provvisoriamente e poi avrebbe in ogni caso avuto un costo.

Quindi mi sembra di capire che il concetto d'urgenza c'è, nel momento in cui una parte comune danneggia una proprietà.

Diciamo che l'urgenza non è solo una questione di vita o di morte

Quindi mi sembra di capire che il concetto d'urgenza c'è, nel momento in cui una parte comune danneggia una proprietà.

Diciamo che l'urgenza non è solo una questione di vita o di morte

esatto, ma oltre all'urgenza servono anche i soldi per riparare il danno.

×