Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Dany76

Lavori su parti comuni a due condomini

Buongiorno,

Ho guardato spesso il sito e letto il forum senza mai intervenire poiché ho sempre trovato le risposte ai miei dubbi. Ora però ho necessità di un chiarimento per il quale non trovo delucidazioni.

Sono proprietaria di un appartamento in un condominio di 10 unità.

L'anno scorso abbiamo firmato un contratto per dei lavori esterni in un'area comune ad un condominio vicino (unico stabile, 2 portoni/ingressi separati).

Oggi che dovrebbero partire i lavori abbiamo un problema. L'altro condominio ha nominato un amministratore esterno, un tecnico, mentre il nostro codominio continua ad avere come "amministratore" uno dei condomini interni, regolarmente registrato all'agenzia delle entrate.

In pratica stiamo ritardando perché l'amministratore dell'altro condominio sostiene che noi non siamo in regola e per questo non si può procedere con i lavori se non nominiamo a nostra volta un amministratore esterno.

Inizialmente si era deciso che la ditta dei lavori avrebbe emesso tante fatture quanti sono i condomini, per darci la possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali. Oggi ci dicono non sia più possibile perché sono cambiate le leggi.

A me questa sembra una scusa da parte dell'amministratore per convincere anche noi a nominarlo.

Qual è la verità? Come dobbiamo comportarci?

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inizialmente si era deciso che la ditta dei lavori avrebbe emesso tante fatture quanti sono i condomini, per darci la possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali. Oggi ci dicono non sia più possibile perché sono cambiate le leggi.

Mi domando, considerando come tu affermi che nel vostro condominio esiste un amministratore interno, per quale motivo avete richiesto alla ditta incaricata dei lavori di fatturare le spese per singolo proprietario e non, come sarebbe più normale, al condominio ? La ditta fatturava al condominio e poi l'amministratore, ancorchè interno, "ribaltava" i costi ai singoli condomini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi domando, considerando come tu affermi che nel vostro condominio esiste un amministratore interno, per quale motivo avete richiesto alla ditta incaricata dei lavori di fatturare le spese per singolo proprietario e non, come sarebbe più normale, al condominio ? La ditta fatturava al condominio e poi l'amministratore, ancorchè interno, "ribaltava" i costi ai singoli condomini.

 

Secondo la ditta vi erano delle problematiche riguardo la fatturazione complessiva al condominio.

Infatti io avevo chiesto esplicitamente di emettere un'unica fattura da dividere poi per ogni singolo condomino, in base ai millesimali.

Mi dica Lei qual è la soluzione migliore. Parlerò personalmente con la ditta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Secondo la ditta vi erano delle problematiche riguardo la fatturazione complessiva al condominio.

Infatti io avevo chiesto esplicitamente di emettere un'unica fattura da dividere poi per ogni singolo condomino, in base ai millesimali.

Mi dica Lei qual è la soluzione migliore. Parlerò personalmente con la ditta.

fatti dire i motivi per cui non poteva emettere fattura direttamente al condominio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Credo fosse per evitare all'amministratore "interno" il calcolo in base ai millesimali.

Non a caso ora all'altro condominio dovrà fare unica fattura, cosa che a questo punto richiederemo anche noi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Credo fosse per evitare all'amministratore "interno" il calcolo in base ai millesimali.

Non a caso ora all'altro condominio dovrà fare unica fattura, cosa che a questo punto richiederemo anche noi.

mi sembra molto strano, che problema sarebbe per un amministratore fare il calcolo in base ai millesimi. Anche perché se ha di questi problem cambiate amministratore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Diciamo che questo problema è superato in quanto il condominio ha nominato l'amministratore esterno (il caso riguardava l'altro condominio, non il nostro).

Ma la mia domanda è un'altra.

Se procediamo in questo modo, richiedendo un'unica fattura al condominio, possiamo incorrere a sanzioni?

Perché l'amministratore parla di leggi cambiate e insiste con il volerci incontrare per chiedere la nomina temporanea in modo da poter seguire lui i lavori?

Noi avevamo già nominato un tecnico, il geometra della ditta esecutrice dei lavori, il quale si sarebbe occupato di sorvegliare e quant'altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Diciamo che questo problema è superato in quanto il condominio ha nominato l'amministratore esterno (il caso riguardava l'altro condominio, non il nostro).

Ma la mia domanda è un'altra.

Se procediamo in questo modo, richiedendo un'unica fattura al condominio, possiamo incorrere a sanzioni?

Perché l'amministratore parla di leggi cambiate e insiste con il volerci incontrare per chiedere la nomina temporanea in modo da poter seguire lui i lavori?

non si capisce bene il problema, in ogni caso se c'è un amministratore (interno o esterno) sarà lui che deve richiedere la fattura alla ditta e naturalmente intestata al condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In effetti si è voluto complicare una cosa molto semplice.

Però ora ho capito bene il senso.

Procederemo in questo modo. Fattura unica al condominio e poi sarà l'amministratore interno ad occuparsi delle divisioni. I lavori da parte nostra li seguirà il geometra così come stabilito inizialmente e dall'altra parte ci sarà l'amministratore esterno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In effetti si è voluto complicare una cosa molto semplice.

Però ora ho capito bene il senso.

Procederemo in questo modo. Fattura unica al condominio e poi sarà l'amministratore interno ad occuparsi delle divisioni. I lavori da parte nostra li seguirà il geometra così come stabilito inizialmente e dall'altra parte ci sarà l'amministratore esterno.

così dovrebbe essere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' chiarissimo. La ringrazio tanto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Solo un'ultima cosa.

Il condominio deve necessariamente avere un conto corrente?

Noi non lo abbiamo poiché trattandosi di poche unità e una quota condominiale minima si è sempre gestito senza averne l'esigenza.

Credo anche questo sia stato uno dei motivi per cui la ditta dei lavori aveva optato per l'emissione di più fatture.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se avete l'amministratore, quest'ultimo è obbligato ad aprire un conto corrente.

 

art. 1129 c.c.

 

L'amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque

titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del

condominio, su uno specifico conto corrente, postale o bancario, intestato al

condominio; ciascun condomino, per il tramite dell'amministratore, può chiedere di

prendere visione ed estrarre copia, a proprie spese, della rendicontazione periodica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma come le dicevo il nostro amministratore è interno, non è un tecnico, si tratta di uno dei condomini. Se qualcuno vuole effettuare un controllo può rivolgersi a lui in qualsiasi momento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma come le dicevo il nostro amministratore è interno, non è un tecnico, si tratta di uno dei condomini. Se qualcuno vuole effettuare un controllo può rivolgersi a lui in qualsiasi momento.

l'amministratore interno ha gli stessi obblighi di quello esterno, a meno che non si tratta di amministratore ma semplicemente di un facente funzioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma come le dicevo il nostro amministratore è interno, non è un tecnico, si tratta di uno dei condomini. Se qualcuno vuole effettuare un controllo può rivolgersi a lui in qualsiasi momento.

interno,esterno o alieno non cambia ,se c'e' l'amministratore egli e' tenuto ad aprie un conto corrente .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Perfetto. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Perché l'amministratore parla di leggi cambiate e insiste con il volerci incontrare per chiedere la nomina temporanea in modo da poter seguire lui i lavori?

Noi avevamo già nominato un tecnico, il geometra della ditta esecutrice dei lavori, il quale si sarebbe occupato di sorvegliare e quant'altro.

Parla di "leggi cambiate" ed insiste nel farsi nominare.... perchè vuole "sciacallare" una parcella. Vuole indurvi a farvi credere che senza il suo aiuto sareste nei guai...

Anche Lui deve mangiare... Anche lui "tiene famiglia"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×