Vai al contenuto
laelisa

Lavori straordinari e condomini morosi

Buongiorno a tutti, sono proprietaria di un alloggio sito in un condominio di 24 unità. Purtroppo, come credo capiti ormai a tanti, abbiamo cinque condomini morosi che sono anni ormai che accumulano debiti verso il condominio. Ogni anno, propongono un piano di rientro che poi puntualmente non rispettano appieno e sommano il debito residuo alle spese dell’anno corrente, ora siamo sui 3/4 mila euro per ciascuno. Il problema sorge “grazie” agli altri condomini. Essendo praticamente tutti benestanti, vorrebbero eseguire lavori straordinari (tra cui il rifacimento del tetto!) per il mantenimento del condominio. Sicuramente non hanno torto, ma non penso che i condomini morosi si sobbarcheranno queste spese, dato che già non pagano quelle ordinarie! Molti condomini hanno fatto chiaramente capire, anche se non detto esplicitamente, che loro sarebbero anche disponibili a farsi carico delle spese eventualmente non pagate dai morosi purchè i lavori siano eseguiti. A breve avremo l’assemblea condominiale, dove, tra i punti all’ordine del giorno, ci sono sia le eventuali azioni verso i condomini morosi sia le varie spese straordinarie che dovremmo/vorremmo eseguire. Dato che io non ho alcuna intenzione di pagare, oltre alle mie, anche le eventuali spese altrui, esiste un modo per tutelarmi nel caso fossero comunque approvati i lavori straordinari? Grazie

Tu non sei obbligata a pagare per gli altri fatto salvo non ci sia una delibera all'unanimità ma visto che tu voterai contrario, l'unanimità non ci potrà essere, e visto che già ora sono morosi credo sia inutile approvare un fondo per anticipare le spese, questo potrebbe essere fatto in occasione di eventuali D.I. verso il condominio, per cui ritengo che si potrebbe eventualmente opporsi anche a questo fondo.

 

https://www.condominioweb.com/anticipare-le-somme-dovute-dal-condominio-moroso-e-ripartizione-delle-sue-quote.708

https://www.condominioweb.com/le-situazioni-di-morosita-sono-la-prima-causa-di-forti-sbilanci-nellamministrazione.186

 

E' possibile però che i "benestanti" si caricano le quote al posto dei morosi, così che i condomini come te, i quali non vogliono pagare di più, verseranno solo la loro quota parte di pertinenza

Grazie mille! Non so come funzionino gli altri condomini, ma nel mio ogni due per tre qualcuno salta fuori con un'idea nuova. E trova sempre una folta maggioranza che lo segue... per cui vai di rifacimenti miglioramenti abbellimenti...

Grazie mille! Non so come funzionino gli altri condomini, ma nel mio ogni due per tre qualcuno salta fuori con un'idea nuova. E trova sempre una folta maggioranza che lo segue... per cui vai di rifacimenti miglioramenti abbellimenti...
Le delibere se approvate in maniera regolare sono obbligatorie per tutti, ma pagare per i morosi proprio no.

Si può anticipare per evitare D.I. delle spese ordinarie, ma andare in cerca di eventuali D.I. (spese straordinarie, vedi miglioramenti abbellimenti) secondo me è masochismo, anche se non si può obiettare nulla alla maggioranza regolare.

Le delibere se approvate in maniera regolare sono obbligatorie per tutti, ma pagare per i morosi proprio no.

Si può anticipare per evitare D.I. delle spese ordinarie, ma andare in cerca di eventuali D.I. (spese straordinarie, vedi miglioramenti abbellimenti) secondo me è masochismo, anche se non si può obiettare nulla alla maggioranza regolare.

 

Buongiorno,

nel mio condominio, invece, abbiamo un solo condòmino moroso che non rispetta i piani di rientro e pertanto anche quest'anno dovrà saldare una notevole cifra. L'amministratore, in assemblea, ha consigliato di non procedere con decreto ingiuntivo perchè peggiorerebbe la situazione con gravi spese per il condominio. La maggioranza in seconda convocazione, (esclusa la sottoscritta), ha seguito il consiglio e stabilito di non procedere con decreto ingiuntivo promuovendo un nuovo piano di rientro. Se il piano di rientro non verrà rispettato, la maggioranza dei presenti all'assemblea ha comunque autorizzato l'amministratore a non procedere con decreto ingiuntivo. Era necessaria l'unanimità per deliberare questo? Nel bilancio preventivo oltre ad esserci le solite spese previste (assicurazione,pulizie,luce,autospurghi,etc) l'amministratore ha inserito ulteriori importi... un Fondo Imprevisti e una spesa Manutenzione fabbricato. L'eventuale responsabilità del mancato recupero, e quel che ne conseguirà, è a carico del condominio o solo della maggioranza che ha fatto questa scelta? Come posso tutelare il mio bilancio personale in presenza di condòmini così accondiscendenti da anni? Quando si può ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio? Grazie

Buongiorno,

nel mio condominio, invece, abbiamo un solo condòmino moroso che non rispetta i piani di rientro e pertanto anche quest'anno dovrà saldare una notevole cifra. L'amministratore, in assemblea, ha consigliato di non procedere con decreto ingiuntivo perchè peggiorerebbe la situazione con gravi spese per il condominio. La maggioranza in seconda convocazione, (esclusa la sottoscritta), ha seguito il consiglio e stabilito di non procedere con decreto ingiuntivo promuovendo un nuovo piano di rientro. Se il piano di rientro non verrà rispettato, la maggioranza dei presenti all'assemblea ha comunque autorizzato l'amministratore a non procedere con decreto ingiuntivo. Era necessaria l'unanimità per deliberare questo? Nel bilancio preventivo oltre ad esserci le solite spese previste (assicurazione,pulizie,luce,autospurghi,etc) l'amministratore ha inserito ulteriori importi... un Fondo Imprevisti e una spesa Manutenzione fabbricato. L'eventuale responsabilità del mancato recupero, e quel che ne conseguirà, è a carico del condominio o solo della maggioranza che ha fatto questa scelta? Come posso tutelare il mio bilancio personale in presenza di condòmini così accondiscendenti da anni? Quando si può ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio? Grazie

A gran parte dei quesiti ho già risposto nei post precedenti, un piccolo fondo imprevisti può essere approvato, ma solo per le piccole cose, p.es. le lampadine delle scale, un rubinetto condominiale che si deve riparare ecc ecc. la manutenzione dello stabile va programmata e deliberata in assemblea.

Se il recupero non verrà effettuato la responsabilità sarà di tutto il condominio che dovrà far fronte ad eventuali D.I. ma prima di pagare sarà necessario cercare in tutte le maniere di ottenere i fondi dal moroso anche giungendo ad un eventuale pignoramento.

La ringrazio e per quanto riguarda la decisione presa dall'assemblea di non procedere con decreto ingiuntivo... deve essere stabilito dall'unanimità dei presenti o è sufficiente la maggioranza dei presenti? Dove trovo questa risposta?

La ringrazio e per quanto riguarda la decisione presa dall'assemblea di non procedere con decreto ingiuntivo... deve essere stabilito dall'unanimità dei presenti o è sufficiente la maggioranza dei presenti? Dove trovo questa risposta?

L'art. 1129 cc dice;

- Salvo che sia stato espressamente dispensato dall'assemblea, l'amministratore è tenuto ad agire per la riscossione forzosa delle somme dovute dagli obbligati entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio nel quale il credito esigibile è compreso, anche ai sensi dell'articolo 63, primo comma, delle disposizioni per l'attuazione del presente codice.

Però non specifica se la dispensa ad agire deve essere approvata a maggioranza oppure all'unanimità, logica fa supporre l'unanimità, ma purtroppo non è specificato.

×