Vai al contenuto
attilioparise

Lavori straordinari - all'amministratore di eseguire i lavori tramite procedura di lavori straordinari?

salve,avrei bisogno di un vostro parere,il nostro condominio e costituito da 7 appartamenti di cui 4 proprietari e tre in affitto con proprietario comune di modena,ci sono lavori da fare(chiudere e pulire delle crepe e pitturare l'interno dello stabile)nelle varie assemblee tramite votazione favorevoli siamo tre propietari e sfavorevoli i tre inquilini del comune il quarto(proprietario non si presenta)quindi non si raggiunge il 50% dei voti e nemmeno dei millesimali,quindi secondo voi potrei chiedere all'amministratore di eseguire i lavori tramite procedura di lavori straordinari?e poi un'altra domanda gli inquilini del comune sono tenuti loro a pagare i lavori o spetta direttamente al comune?e poi loro possono votare per fare eseguire i lavori?grazie anticipatamente.

Dunque ci sono 5 proprietari, 4 che vi risiedono e 1 che è il comune di Modena. In assemblea, per deliberare i lavori, occorre la maggioranza dei partecipanti e almeno 500 millesimi. Se avete tale quorum, potete deliberare in merito. Gli inquilini non sono coinvolti poichè sono lavori di competenza dei proprietari salvo che non ci siano accordi particolari tra il comune di Modena e i suoi affittuari.

Per quanto riguarda la votazione, il proprietario può delegare uno dei suoi affittuari il quale rappresenterà 1 testa e la somma dei millesimi dei tre appartamenti.

... un'altra domanda gli inquilini del comune sono tenuti loro a pagare i lavori o spetta direttamente al comune?e poi loro possono votare per fare eseguire i lavori?grazie anticipatamente.

Se c'è un amministratore dovete richiedere la convocazione di un'assemblea straordinaria per tinteggiare l'interno dell'edificio che immagino sia l'androne ed il vano scale e le crepe a cui ti riferisci suppongo non siano lesioni strutturali ma semplici lesioni di intonaco da stuccare.

 

All'assemblea partecipano ed hanno diritto di voto solo i proprietari.

Gli inquilini possono partecipare solo se delegati dal Comune.

L'amministratore deve mandare la convocazione al Comune e se questi non delega gli inquilini all'assemblea vi ritroverete solo in 3 su 5.

La tinteggiatura delle scale non è spesa di notevole entità quindi può essere deliberata dalla maggioranza degli intervenuti che rappresenti almeno 333,33 millesimi.

 

Le spese condominiali le paga sempre il proprietario quindi nei confronti del condominio ne risponde sempre il Comune.

Sarà il Comune a rivalersi sui suoi inquilini secondo gli accordi contrattuali stipulati tra loro.

 

Il tentativo da fare è questo:

1) Convocazione ai proprietari

2) Se il Comune non si presenta e non delega per iscritto i suoi inquilini, i 3 presenti all'assemblea deliberano il lavoro, la spesa ed il riparto pro-quota ai 5 proprietari.

3) Mandate il verbale (tramite raccomandata) ai due proprietari assenti (Il Comune ed il condòmino sempre assente)

4) Per tutelarvi da eventuali impugnazioni aspettate 30 giorni dalla data di ricevimento del verbale da parte degli assenti e poi effettuate i lavori. Chi non paga le quote deliberate alle scadenze anch'esse deliberate subirà un decreto ingiuntivo (riscossione forzosa tramite Tribunale).

 

Fai leggere questa procedura al tuo amministratore e chiedigli cosa ne pensa.

×