Vai al contenuto
Sarai

Lavori parti comuni - come tutti possono decidere di effettuare alcuni lavori che tra l’altro vanno a toccare le parti comuni?

Buongiorno,

Purtroppo abito in un condominio in cui vengono eseguiti lavori senza delibera assembleare. Ho espresso disappunto sui lavori di tinteggiatura che hanno interessato delle parti comuni perché non sono presenti nell’ultimo verbale di assemblea

I consiglieri mi hanno risposto testuali parole:

“Premesso che è nell’autonomia dei consiglieri decidere di effettuare alcuni lavori....”

 

Da quando i consiglieri che sono condomini come tutti possono decidere di effettuare alcuni lavori che tra l’altro vanno a toccare le parti comuni? Che io sappia solo l’assemblea può pronunciarsi e deliberare sull’esecuzione dei lavori, sbaglio? Potete fornirmi qualche articolo di leggere in modo da rafforzare la mia affermazione?

 

Attendo vostre risposte

Grazie mille

Buongiorno,

Purtroppo abito in un condominio in cui vengono eseguiti lavori senza delibera assembleare. Ho espresso disappunto sui lavori di tinteggiatura che hanno interessato delle parti comuni perché non sono presenti nell’ultimo verbale di assemblea

I consiglieri mi hanno risposto testuali parole:

“Premesso che è nell’autonomia dei consiglieri decidere di effettuare alcuni lavori....”

 

Da quando i consiglieri che sono condomini come tutti possono decidere di effettuare alcuni lavori che tra l’altro vanno a toccare le parti comuni? Che io sappia solo l’assemblea può pronunciarsi e deliberare sull’esecuzione dei lavori, sbaglio? Potete fornirmi qualche articolo di leggere in modo da rafforzare la mia affermazione?

 

Attendo vostre risposte

Grazie mille

I consiglieri non hanno nessun potere decisionale, ovvero non possono scavalcare l'assemblea condominiale, fatto salvo non siano espressamente demandati come commissione alla scelta dei preventivi, da parte dell'assemblea stessa (Cass. 10937 del 11/7/03 *), l'articolo di legge che prevede il limite massimo di autonomia del consiglio di condominio è l'art. 1130 bis ed afferma;

 

- L'assemblea può anche nominare, oltre all'amministratore, un consiglio di condominio composto da almeno tre condomini negli edifici di almeno dodici unità immobiliari. Il consiglio ha funzioni consultive e di controllo.

(*) ... Il provvedimento di cui sopra, infatti, ha stabilito che non deve essere presa all'unanimità dei condomini, la delibera che deleghi all'amministratore la facoltà di scegliere egli stesso la ditta esecutrice di lavori condominiali; detta fattispecie, naturalmente, è applicabile ai casi, per la verità molto più frequenti, in cui la delega venga conferita ad una commissione che, valutati diversi preventivi, scelga quello più vantaggioso. ...

Nel verbale dell’ultima assemblea di luglio non si fa alcun cenno alla possibilità da parte dei consiglieri di vagliare i preventivi ne di prendere decisioni.

Gli unici lavori che sono stati deliberati sono stati il ripristino del colore dei terrazzi perché due anni fa un proprietario ha deciso di testa propria insieme ad un consigliere di discostarsi totalmente dal colore originario della facciata. Questi lavori però non sono stati eseguiti, sono stati eseguiti i lavori non deliberati.

A voce si era detto che questa tinteggiatura di parti comuni che comprendono le serrande e il cancello del passo carraio si sarebbe dovuta eseguire contestualmente al lavoro dei terrazzi ma per iscritto ti ripeto non c’è nulla nel verbale, c’è scritto solo di dare seguito ai lavori dei terrazzi che non sono stati eseguiti.

Come dobbiamo comportarci?

Nel verbale dell’ultima assemblea di luglio non si fa alcun cenno alla possibilità da parte dei consiglieri di vagliare i preventivi ne di prendere decisioni.

Gli unici lavori che sono stati deliberati sono stati il ripristino del colore dei terrazzi perché due anni fa un proprietario ha deciso di testa propria insieme ad un consigliere di discostarsi totalmente dal colore originario della facciata. Questi lavori però non sono stati eseguiti, sono stati eseguiti i lavori non deliberati.

A voce si era detto che questa tinteggiatura di parti comuni che comprendono le serrande e il cancello del passo carraio si sarebbe dovuta eseguire contestualmente al lavoro dei terrazzi ma per iscritto ti ripeto non c’è nulla nel verbale, c’è scritto solo di dare seguito ai lavori dei terrazzi che non sono stati eseguiti.

Come dobbiamo comportarci?

Se come dici questi lavori sono stati eseguiti con decisione dei consiglieri non si è obbligati a pagare neppure se richiesto dall'amministratore, sino a che la delibera non sarà approvata/ratificata dall'assemblea.

Se l'assemblea approverà o ratificherà la spesa, purtroppo si dovrà pagare.

Sicuramente noi ci opporremo. Pensa che io facevo la consigliera e sono stata “fatta fuori” perché ho pochi millesimi, i consiglieri attuali hanno esserito che questo ruolo lo deve esercitare chi ha tanti millesimi in modo da poter prendere decisioni.

Ma è vera questa cosa? C’è scritto da qualche parte che solo chi ha più millesimi può fare il consigliere?

 

Grazie mille

Sicuramente noi ci opporremo. Pensa che io facevo la consigliera e sono stata “fatta fuori” perché ho pochi millesimi, i consiglieri attuali hanno esserito che questo ruolo lo deve esercitare chi ha tanti millesimi in modo da poter prendere decisioni.

Ma è vera questa cosa? C’è scritto da qualche parte che solo chi ha più millesimi può fare il consigliere?

 

Grazie mille

Quello che hanno detto i consiglieri non ha nessuna base legislativa e che io so neppure giuridica, ovvero sarà una leggenda metropolitana, per cui qualsiasi condomino può essere nominato consigliere, con funzioni consultive e di controllo, funzioni queste che possono essere esercitate da qualsiasi condomino richiedendo un appuntamento con l'amministratore per la visione delle documentazioni di proprietà del condomino e da lui conservate ed aggiornate, p.es. registro dei verbali, registro dell'anagrafe condominiale, registro di contabilità ecc ecc
×