Vai al contenuto
miceli78

Lavori di ristrutturazione e regolamento

buonasera,

Nel 2008 ho acquistato un appartamento in un condominio parzialmente ultimato.

Praticamente erano ultimate solo le parti comuni fino al IV piano, mentre erano rustiche il V piano (dove c'è il mio appartamento) ed il lastrico solare.

Non essendoci un amministratore, tutti i condomini abbiamo affidato ad una impresa l'ultimazione delle parti comuni corrispondendo direttamente la ns quota parte.

Nel 2010, un condomino, nominato arbitrariamente amministratore, (delibera impugnata ed annullata nel 2014 dall'A.G.) ha redatto un regolamento di condominio che è stato approvato dai presenti.

Un articolo recita: "Nel caso in cui alcuni condomini abbiano eseguito a proprie spese la parte della scala (intonaci e marmi) e la parte del vano ascensore (intonaci), che sono attinenti al loro piano (dal I° al IV°), il condomino del V° piano, rimasto indietro, completerà a sue spese gli intonaci ed i marmi attinenti al suo piano."

Praticamente, con questo regolamento i miei vicini vorrebbero addebitare interamente le spese di ultimazione del V°, anche se il regolamento è stato approvato nel 2010 ed i lavoi sono stati eseguiti nel 2009.

Adesso dovrei impugnare il regolamento perchè vi sono degli articoli nulli. Secondo voi anche quello suddetto è nullo???

Ciao, poichè stai parlando di un regolamento assembleare, ossia approvato con una maggioranza (presumo) giusta, puoi benissimo impugnare questo regolamento in quanto trattasi di una ripartizione, di una suddivisione di spese che potevano essere giuste, potevano essere ripartite e stabilite in quel modo soltanto se si fosse trattato di un regolamento di condondominio contrattuale cioè firmato da tutti, quindi anche da te e, debitamente registrato presso la conservatoria dei registri immobiliari.

Dal momento che così non è, sono regole nulle.

Ciao

Quindi, anche se sono passati 4 anni posso impugnarlo?

O mi consigliate di lasciare le cose così, considerando che si tratta di un articolo nullo e pertanto non puo essere applicato.

Avete un po di giurisprudenza in merito?

Grazie

buonasera,..............

Un articolo recita: "Nel caso in cui alcuni condomini abbiano eseguito a proprie spese la parte della scala (intonaci e marmi) e la parte del vano ascensore (intonaci), che sono attinenti al loro piano (dal I° al IV°), il condomino del V° piano, rimasto indietro, completerà a sue spese gli intonaci ed i marmi attinenti al suo piano."

In un regolamento assembleare, questa clausola è nulla, quindi, impugnabile in sede di giudizio, in qualsiasi momento.

Se fosse contenuta in un regolamento contrattuale allora sarebbe valida.

Per poter far valere le tue ragioni devi comunque rivolgerti ad un legale e se necessario ricorrere al giudice di merito.

Il vizio che inficia questa delibera è insanabile incide sui tuoi diritti per la cosa comune , esula dalle competenze della assemblea.

Ciao

×