Vai al contenuto
Granato

Lastrico solare e visura catastale ...

Salve a tutti, vorrrei chiedervi una cosa:

 

Un appartamento attico che vorrei acquistare ha, al piano di sopra accedendo dalle scale del condominio, un lastico solare che fa parte della proprietà dello stesso appartamento.

Ora sulla visura catastale è riportato solo il subalterno dell'appartamento e non anche del terrazzo di sopra.

Sull'atto di proprietà, invece, è riportato che c'è anche questo terrazzo di sopra.

 

Secondo voi è normale? Non dovrebbe esserci in visura anche il sub del terrazzo di sopra?

 

Grazie

Ciao, quello che conta ai fini dell'accertamento della proprietà del lastrico solare è l'atto di proprietà.

Il catasto non è probatorio per accertare l'eventuale proprietà di un cespite immobiliare.

Certamente, sarebbe più completo che si faccia una rettifica catastale che riporti la corte annessa ma, tutto ciò, è valido soltanto ai fini fiscali.

Ciao

Ok, sono d accordo con te ma ti sollevo un problema:

 

Immaginiamo che quel terrazzo sia un appartamento...sulla visura catastale io non ce l ho per cui non ci pago mai l'imu o la tasi.

In teoria starei omettendo dei pagamenti...

 

In questo caso non è la stessa cosa? Il terrazzo non dà rendita?

E comunque, dato che si tratta di una vendita, non dovrebbero essere sistemate tutte per bene le carte?

 

Grazie

L'atto di proprietà non è garanzia di regolarità. Non è questione di sistemare carte. E c'è anche la questione della sua regolarità urbanistica.

Pertanto, se fattibile, va ricostruita la situazione dalla costruzione, su due binari: urbanistico e proprietario. Maggior rilievo assume la questione proprietaria. Ovvero: come quel lastrico venne annesso all'immobile.

Pertanto, si parte dall'ultimo atto e si va indietro.

 

Probabilmente venne venduto dal condominio, ma l'acquirente evitò accatastamento e maggiorazione millesimi. Ecco perchè non lo trovi.

Si penso anche io che fu acquistato dal condominio...

Per cui mi chiedo: cosa bisognerebbe fare ora? L'attuale proprietario deve sistemare le carte accatastando il terrazzo assieme alla casa altrimenti il notaio non mi rogita oppure no?

Con quello sistema la parte fiscale, ammesso il venditore possa volturarlo risultando lui il proprietario e non il condominio. Io mi informerei pure su chi è responsabile per eventuali tributi non versati in caso lui non pagasse.

Sulla legittimità della vendita con il terrazzo incluso, è una questione più complessa. In pratica bisogna capire se il venditore è in grado di venderlo davanti al notaio, dando per scontato che a suo tempo il prezzo sia stato pagato.

Con quello sistema la parte fiscale, ammesso il venditore possa volturarlo risultando lui il proprietario e non il condominio. Io mi informerei pure su chi è responsabile per eventuali tributi non versati in caso lui non pagasse.

Sulla legittimità della vendita con il terrazzo incluso, è una questione più complessa. In pratica bisogna capire se il venditore è in grado di venderlo davanti al notaio, dando per scontato che a suo tempo il prezzo sia stato pagato.

Ciao, tutto giusto però direi che è scontato che l'attuale proprietario sia anche proprietario del terrazzo, visto che granato ci dice nel 1° post che è regolarmente riportato sull'atto di proprietà.

 

Quindi, in poche parole, l'attuale proprietario, in forza del titolo di proprietà, per poterlo vendere, deve accatastarlo ossia deve farlo disegnare sulla piantina come annesso all'appartamento ma non è che scaturisce una rendita maggiore.

Il terrazzo non da rendita quindi non c'è un mancato pagamento di imposte e/o tasse di nessuna natura, forse una eventuale revisione dei millesimi ma dubito perché subentrerebbe tutto un altro discorso.

Ciao

Sulla planimetria ok, ma in visura catastale non deve essere accatastato come f/5?

Ciao, tutto giusto però direi che è scontato che l'attuale proprietario sia anche proprietario del terrazzo, visto che granato ci dice nel 1° post che è regolarmente riportato sull'atto di proprietà.

 

Quindi, in poche parole, l'attuale proprietario, in forza del titolo di proprietà, per poterlo vendere, deve accatastarlo ossia deve farlo disegnare sulla piantina come annesso all'appartamento ma non è che scaturisce una rendita maggiore.

Il terrazzo non da rendita quindi non c'è un mancato pagamento di imposte e/o tasse di nessuna natura, forse una eventuale revisione dei millesimi ma dubito perché subentrerebbe tutto un altro discorso.

Ciao

No, perchè se l'atto di provenienza fosse nullo acquisisci la nullità. A mio avviso va prima accertato che la vendita sia avvenuta correttamente a suo tempo.

No, perchè se l'atto di provenienza fosse nullo acquisisci la nullità. A mio avviso va prima accertato che la vendita sia avvenuta correttamente a suo tempo.

Ho capito ma te basati su quanto scrive granato.

E' ovvio che se l'atto è nullo tutto va a monte, pure l'appartamento in se per se.......

Granato non mi pare abbia a che fare con un atto che presumibilmente sia nullo, ho sbaglio?

 

Parti dal fatto che l'atto è regolare, rimane soltanto da accatastare il terrazzo ed aggiornare la planimetria per poterlo vendere.

Ciao

 

- - - Aggiornato - - -

 

Sulla planimetria ok, ma in visura catastale non deve essere accatastato come f/5?

Sì! Esattamente

Ho capito ma te basati su quanto scrive granato.

E' ovvio che se l'atto è nullo tutto va a monte, pure l'appartamento in se per se.......

Granato non mi pare abbia a che fare con un atto che presumibilmente sia nullo, ho sbaglio?

 

Parti dal fatto che l'atto è regolare, rimane soltanto da accatastare il terrazzo ed aggiornare la planimetria per poterlo vendere.

Ciao

 

- - - Aggiornato - - -

 

Sì! Esattamente

Granato parla due volte di "sistemare le carte". Dipende che vogliamo fare. Ognuno è libero di comprare un immobile come meglio crede.

Se trovo un lastrico in atto ma non in catasto, qualche dubbio mi viene. Tu andresti avanti, io no, sino a quando non trovo l'acquisto a titolo originario.

Punti di vista.

Ma infatti io ho scritto che lo deve sistemare, prima dell'acquisto, il proprietario e, poi, lo vende.

Questo non significa che l'atto è fasullo.

Qui c'è semplicemente da aggiornare la parte catastale perché fa fede solo ed esclusivamente l'atto di proprietà.

Se sull'atto c'è scritto che all'appartamento è annesso il lastrico, vale quello e basta, il fattore catastale è puramente fiscale.

Ovviamente va corretto e lo deve fare l'attuale proprietario prima di venderlo.

Ciao

.... perché fa fede solo ed esclusivamente l'atto di proprietà.

A parte che io non ho scritto che sia fasullo, ma fa fede per cosa, scusa?

A parte che io non ho scritto che sia fasullo, ma fa fede per cosa, scusa?

Il titolo di proprietà supera la visura catastale e la piantina in fatto di accertamento della proprietà.

Il catasto, in sede di giudizio, non è probatorio, non smentisce anche se contrario l'atto di proprietà.

Te, nel post 9 delle 13.57 di ieri scrivi:

 

"No, perchè se l'atto di provenienza fosse nullo acquisisci la nullità. A mio avviso va prima accertato che la vendita sia avvenuta correttamente a suo tempo"

 

Quindi, da ciò che hai scritto, si capisce che, te, già sentenzi che l'atto di provenienza è fasullo, è nullo.

 

Poiché granato non ne parla ma parla, invece, soltanto di una mancanza nella parte catastale, non riesco a capire il motivo di tale affermazione.

La sede per stabilire se un atto è nullo è il tribunale, non sei ne te, ne io, ne il catasto.

Tutto qui.

Ciao

...Quindi, da ciò che hai scritto, si capisce che, te, già sentenzi che l'atto di provenienza è fasullo, è nullo.

Sei cortesemente pregato di non attribuirmi falsità che non ho scritto.

Al post n.9 puoi notare che ho scritto "se" e "fosse" e men che mai nella forma che scrivi tu.

 

Consiglia quello ti pare al prossimo, ma lascia in pace chi la pensa diversamente consigliando prudenza a fronte delle non rare "annessioni" di parti comuni, che da frequentatore del forum dovresti conoscere.

 

Ok?

Sei cortesemente pregato di non attribuirmi falsità che non ho scritto.

Al post n.9 puoi notare che ho scritto "se" e "fosse" e men che mai nella forma che scrivi tu.

 

Consiglia quello ti pare al prossimo, ma lascia in pace chi la pensa diversamente consigliando prudenza a fronte delle non rare "annessioni" di parti comuni, che da frequentatore del forum dovresti conoscere.

 

Ok?

Efisio io mi sono permessa soltanto di scrivere che granato non ha fatto nessun riferimento ad ipotesi di nullità dell'atto di proprietà.

 

Granato parla soltanto di problemi di accatastamento ed io intendevo farti notare soltanto questo, non c'era polemica da parte mia, anche perché non ce ne sarebbe motivo.

 

A domanda precisa, almeno io credo, si risponde con risposta precisa ed in questo caso il titolo di proprietà supera l'accatastamento, ossia se c'è scritto sull'atto che quel lastrico solare è proprietà di Tizio, Tizio può dire tranquillamente che è di sua proprietà e può venderlo, naturalmente se c'è un problema catastale lo risolverà Tizio prima di vendere ma, non è che si possa ipotizzare, senza che ce lo dice granato (prossimo acquirente) che l'atto potrebbe essere fasullo.

Con una risposta così, credo, che granato o chiunque ponga la domanda, come ha fatto lui, possa essere tratto in errore.

Tutto qui!

Ok?

Guarda che il link che hai postato sostiene quello che ho scritto, e non quello che sostieni tu.

Leggiti bene il punto da "Questo comporta che occorre....". C'è scritta la stessa cosa che ho scritto io al post n. 11, ovvero di risalire sino all'acquisto a titolo originario per accertare la correttezza della presenza del bene nell'atto a titolo derivativo.

 

Quindi, questa polemica inutile e perditempo ha un pò stancato.

Te nel post 11 scrivi questo:

 

"Granato parla due volte di "sistemare le carte". Dipende che vogliamo fare. Ognuno è libero di comprare un immobile come meglio crede.

Se trovo un lastrico in atto ma non in catasto, qualche dubbio mi viene. Tu andresti avanti, io no, sino a quando non trovo l'acquisto a titolo originario.

Punti di vista. "

 

Quindi sistemare le carte (scritto da granato) significa la parte catastale, perciò non c'entra nulla con la veridicità dell'atto che, eventualmente, lo stabilirà un giudice se è nullo oppure no ma, dal momento che granato ancora lo deve comprare, come fa a portare dal giudice (quindi con una citazione ) un atto che non gli appartiene?

Che interesse avrebbe?

Nessuno !!!

Anche perché il giudice non potrebbe accogliere la domanda in quanto egli non ha nessun interesse, fosse già un condòmino pure pure.....ma dal momento che è un potenziale acquirente.....

Verifiche preliminari da parte di un notaio, neanche, perché se c'è scritto sull'atto, qualcuno glielo avrà pur venduto o no??????

 

Per quanto riguarda il fatto che tu ti sia stancato a me, sinceramente, non me ne importa nulla, è un problema tuo ed io, fino a che tu scrivi cose inesatte, a riguardo, te lo dico punto e basta, anche se te ti stanchi......

Ciao

Te nel post 11 scrivi questo:

 

"Granato parla due volte di "sistemare le carte". Dipende che vogliamo fare. Ognuno è libero di comprare un immobile come meglio crede.

Se trovo un lastrico in atto ma non in catasto, qualche dubbio mi viene. Tu andresti avanti, io no, sino a quando non trovo l'acquisto a titolo originario.

Punti di vista. "

 

Quindi sistemare le carte (scritto da granato) significa la parte catastale, perciò non c'entra nulla con la veridicità dell'atto che, eventualmente, lo stabilirà un giudice se è nullo oppure no ma, dal momento che granato ancora lo deve comprare, come fa a portare dal giudice (quindi con una citazione ) un atto che non gli appartiene?

Che interesse avrebbe?

Nessuno !!!

Anche perché il giudice non potrebbe accogliere la domanda in quanto egli non ha nessun interesse, fosse già un condòmino pure pure.....ma dal momento che è un potenziale acquirente.....

Verifiche preliminari da parte di un notaio, neanche, perché se c'è scritto sull'atto, qualcuno glielo avrà pur venduto o no??????

 

Per quanto riguarda il fatto che tu ti sia stancato a me, sinceramente, non me ne importa nulla, è un problema tuo ed io, fino a che tu scrivi cose inesatte, a riguardo, te lo dico punto e basta, anche se te ti stanchi......

Ciao

Al tuo posto rifletterei a lungo sulla confusione che apporti mistificando volutamente tra accertamento giudiziale di nullità (mai citato dal sottoscritto), e legittimi accertamenti pre-acquisto.

Al tuo posto rifletterei a lungo sulla confusione che apporti mistificando volutamente tra accertamento giudiziale di nullità (mai citato dal sottoscritto), e legittimi accertamenti pre-acquisto.

Se lo dici te......

×