Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Migliore Immobiliare

Lastrico solare - come si deve procedere per l'appropriazione della deliberazione alla esecuzione delle opere necessarie alla sua riparazione

li dove i valori millesimali di proprietà del lastrico solare ad uso esclusivo di uno o parte dei condòmini non fossero indicati da una specifica tabella come si deve procedere per l'approvazione della deliberazione alla esecuzione delle opere necessarie alla sua riparazione e/o ricostruzione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Di solito il lastrico solare, se fa parte di una u.i. è millesimato, perciò non dovrebbero esserci problemi e si applica l'art. 1126 cc (1/3 - 2/3), invece se è condominiale non possiede mlm propri perchè in caso di riparazioni l'intervento viene pagato da tutti i condomini in proporzione ai mlm di proprietà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se i il lastrico solare ad uso esclusivo di un condomino, pur non comparendo nella tabella di proprietà generale fra le unità immobiliari con millesimi propri, è stato considerato nel calcolo dei millesimi dell’unità immobiliare che ne ha l’uso esclusivo, non vi sono difficoltà nello stabilire le maggioranze necessarie per l’eventuale approvazione delle opere necessarie alla sua riparazione e/o ricostruzione, la cui spesa sarà ripartita, come indicato da Tullio Ts e indipendentemente dalla conoscenza dei suddetti millesimi, applicando l’art. 1126 c.c. .

Se, invece, il lastrico solare ad uso esclusivo di uno o più condomini, non è stato considerato unità immobiliare a sé stante nel calcolo dei millesimi generali, siamo in presenza di un errore rettificabile, anche nell’interesse di un solo condomino, con la maggioranza prevista dall’art. 1136, secondo comma del c.c. (art. 69, comma 1, n. 1 delle disposizioni per l’ attuazione del c.c.).

L’errore nel calcolo della tabella generale si ripercuote su tutte le tabelle derivate che utilizzano per i millesimi del lastrico, con la conseguente erronea ripartizione ed attribuzione delle spese ordinarie e straordinarie a vantaggio dei proprietari che ne hanno l’uso esclusivo.

In questa seconda ipotesi, prima di procedere coi lavori, sarebbe opportuno, utilizzando la tabella generale incompleta ed utilizzata sin d’ora, deliberare la loro rettifica.

In possesso della relazione di calcolo delle tabelle millesimali, in genere allegate al regolamento di condominio, e la superficie del lastrico, la rettifica della tabella generale si ottiene riproporzionando a 1000 i valori delle superficie o volumi virtuali di tutte le unità immobiliari, compreso il lastrico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ok perfetto Tullio, quindi resta fermo che anche se il lastrico non è comune a tutti, appartiene comunque all'assemblea nel suo insieme l'esercizio del potere deliberativo in ordine alle manutenzioni. Le delibere pertanto si dovranno assumere con la partecipazione di tutta l'assemblea secondo le regole ordinarie, tenendo però conto della diversa ripartizione delle spese secondo quanto disposto dall'art. 1126 c.c.

Cosi come meglio specificato nella più recente ordinanza della Corte di Cassazione n. 19779/2017. Sei d'accordo? Dico bene?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×