Vai al contenuto
roslid

L'assemblea non approva i bilanci del Revisore dei conti. Come fare ricorso al Giudice?

Buongiorno.

L’ultimo amministratore di professione avvocato, nominato nel mese di aprile 2016, ha convocato un’assemblea straordinaria il -28-29/03/17, ore 19:00 ( II conv. ). L’avviso di convocazione conteneva il seguente o.d.g.:

1. Approvazione dei rendiconti e relativi stati di riparto delle spese relativi agli anni di gestione 2012-2013-2014-2015. Decisioni da adottare nei confronti degli amministratori precedenti per gravi irregolarità contabili e fiscali evidenziate e rilevate nello stato patrimoniale. E’ presente il revisore dei conti dott. Paradiso F.;

2. Varie ed eventuali.

 

All’unanimità dei presenti viene nominato Presidente il sig. FRANCO che riporta integralmente la delibera adottata dall’assemblea:

“Il Presidente, dopo ampie discussioni dei condomini e le spiegazioni fornite a loro dal revisore dei conti, invita i presenti a votare l’approvazione dei bilanci. Si procede all’appello nominale dei condomini presenti: favorevoli n. 5 con m/m 120,35; astenuti n. 1 con m/m 35,68; sfavorevoli n. 12 con m/m 520,88; assenti n. 10 con m/m 232,09. Pertanto il Presidente dichiara respinta l’approvazione dei bilanci. Nel contempo l’assemblea decide di nominare la seguente commissione di condomini sigg.: FRANCO, LUIGI E GIUSEPPE avente lo scopo di redigere nuovamente gli stessi bilanci entro 60 giorni a partire da domani 30/03/17. L’amministratore è autorizzato a mettere a disposizione della commissione tutta la documentazione in originale onde permettere la chiusura dei bilanci in un clima di collaborazione nell’interesse del condominio. Altresì, l’amministratore darà le opportune istruzioni e vigilerà su eventuali pareri discordi fra i membri di tale commissione, convocandoli sul suo studio al p.p.p..

Precisazioni:

FRANCO rappresenta il Presidente ed ha votato favorevolmente per l’approvazione dei bilanci , la moglie, intestaria di un altro immobile, era assente alla riunione volutamente ed attende, a tutt’oggi, dall’amministratore l’invio della copia del verbale;

LUGI E GIUESEPPE sono tra quelli che hanno votato la non approvazione dei bilanci e che difendono gli amministratore precedenti ( due ) che hanno commesso gravi irregolarità contabili e fiscali, insomma li possiamo anche chiamare i “fomentatori” che non amano la trasparenza;

L’amministratore non ha ancora trasmesso la copia dei verbali agli assenti, ad oggi non ha ancora convocato sul suo studio la commissione, per quanto riguarda i “fomentatori” non si sentono, non si vedono e non parlano con me per il da farsi;

FRANCO pensa che la mancata approvazione sia stata condivisa dall’amministratore insieme a loro e che tutto sia stata una presa in giro, portare il fatto a stancare, a spegnersi per non fare niente;

FRANCO è in grado di chiudere da solo i bilanci ma non sa come diffidare l’amministratore ad eseguire la delibera, se si è opportuno inviare anche ai fomentatori tale richiesta? Inoltre, si chiede se possa essere una mossa giusta per dimostrare al giudice l’inadempienza dell’amministratore e l’inerzia dell’assemblea o, in qualità di revisore, se sia possibile farla?;

L’amministratore non ha presentato il bilancio 2016. Il termine è scaduto tassativamente il 28 feb. 2017 ( data prioritaria rispetto a quella dei 180 gg. !), norma prevista dal regolamento di condominio di tipo contrattuale ( notarile ).

 

FRANCO chiede a Voi come regolarsi e cosa deve fare:

 

la moglie di FRANCO sarebbe fortemente intenzionata a ricorre al giudice non appena arriverà la copia del verbale. In questo caso quando conviene chiedere all’amministratore la copia del verbale prima o dopo espletando alcune precisazioni di cui sopra? Vorrebbe sapere come comportarsi e cosa bisogna diffidare all’amministratore nel caso consigliaste di adire le vie legali. Questo sito ha ottimi amministratori esperti e legali bravi, è possibile avere da qualcuno di loro giudizi al quanto sicuri perché oggi intraprendere una lite giudiziale si sa come inizia ma non si sa quando e come finisce. Si scusa per eventuali errori Vi ringrazia e attende al ppp un Vs. parere in merito. Cordiali saluti. FRANCO.

affidate tutto a un ottimo contabile esterno e trascorrete tranquilli la vostra vita condominiale.

sembra tutto molto estremo,ma tutta questa storia non vi cambierà poi la vita,stanne certo...

la moglie di FRANCO lo sa quanto costa ricorrere al giudice?

1. Forse non mi sono spiegato bene ma il tutto e' gia' stato affidato ad un ottimo revisore io già trascorro una vita tranquilla ma la furbizia di alcuni amministratori e condomini non fanno parte del mio DNA nel fare le cose giuste. Bisogna pagare e chiudere gli occhi non sono il tempo. 2. Non capisco il "tuo sembra tutto molto estremo" ma poi che significa che tutta questa storia non mi cambiera' la vita, se non mi sai dare dei consigli legali e come procedere ti pregherei di non darmi lezione di vita. 3. Mia moglie lo sa ma chiedeva di sapere come comportarsi legalmente e poi decidere in merito la verita' e le prese in giro non mi piacciono quindi può anche valere la pena di iniziare una causa. Se può rispondere da professionista ti ringrazio altrimenti non ho bisogno di uno psicologo che mi calmi...grazie e saluti.

Se hai rilevato delle gravi irregolarità,e la commissione eletta è inaffidabile per conflitti di simpatia.

Non ti rimane che aprire la procedura di mediazione.

Poi perché è stato bocciato anche il lavoro del commercialista?

La moglie di Franco non era presente in assemblea e non ha dato la delega a nessuno.

Quando gli arriva il verbale,da quel momento scattano i 30 giorni per impugnare la delibera.

Chiarito questo,ha anche il diritto di recarsi dall'amministratore e chiedere una fotocopia di quanto scritto in assemblea.

non mi sembra che abbia cercato di darti una lezione di vita scrivendo cinque righe al confronto tuo che hai scritto un poema.

se FRANCO (maiuscolo per carità,se no non si comprende..)sa chiudere un bilancio,dovrebbe anche conoscere le regole per una impugnazione,perché se non sa queste sono certo che non sa neanche quelle contabili.

per me è chiusa qui.

non mi sembra che abbia cercato di darti una lezione di vita scrivendo cinque righe al confronto tuo che hai scritto un poema.

se FRANCO (maiuscolo per carità,se no non si comprende..)sa chiudere un bilancio,dovrebbe anche conoscere le regole per una impugnazione,perché se non sa queste sono certo che non sa neanche quelle contabili.

per me è chiusa qui.

Io ho capito soltanto che i rendiconti non sono stati approvati da ben 12 presenti rappresentanti 520,88 millesimi perchè sono state riscontrate gravi irregolarità documentate da una revisione contabile (asseverata dal revisore contabile dott. Paradiso?)

 

Ricordo a me stesso che l'approvazione del rendiconto consiste in realtà nell'approvazione di due cose ben distinte:

1) Approvazione delle spese effettuate

2) Approvazione del riparto delle spese

 

Se le irregolarità contabili riguardano il riparto delle spese, sarà sufficiente ripartire nuovamente.

Se le irregolarità contabili si riferiscono ad appropriazione indebita dell'amministratore, c'è poco da revisionare ancora.

In quest'ultimo caso, a mio avviso, occorre chiedere la convocazione di una ulteriore assemblea straordinaria e l'assemblea si esprimerà se perseguire legalmente il vecchio amministratore con richiesta danni dimostrati dalla revisione asseverata oppure mettere una pietra sopra e pensare al futuro facendo tesoro della brutta esperienza per non ricaderci più.

Simpatico Enrico dimitri, vuoi per forza polemizzare dicendo che il mio e' un poema, franco sono io Ed ha esercitato per circa 25 anni la professione in materia condominiale, e' un esperto in materia di contabilita' ecc. ponimi domande sulla contabilita' generale in PD così mi dirai se ti posso fare contento. E tu ne capisci di contabilita'. Chiudiamola qui perché devo chiedere i chiarimenti a chi mi ha fornito dei buoni consigli. Comunque finiamola qui. Grazie lo stesso per avermi consigliato.....bene.ciao

Franco:

Appoggiati alla consulenza ottenuta dal revisore se lo ritieni attendibile.Sicuro della tua esperienza,vai avanti e non mollare dinanzi hai soprusi,abusi, inadempienze e incapacità altrui,ecc.

Io ero e sono nelle tue stesse condizioni e dal tribunale sto avendo molte soddisfazioni contro il 99%,composto da ciarlatani,manipolatori,addormentati, cog....ni,casta e amministratore.

Di proposito faccio saltare le mediazioni per vincere alla grande in tribunale.

Grazie. Domani ti rispondero' più chiaro. Le irregolarita' oltre ad essere nel riparto sono di natura contabile appropriazione indebita rilevata nello stato patrimoniale a debito degli amministratori precedenti, saldo di cassa finale totalmente diverso ma a favore del condominio. Mi devi dire per favore come chiedere all amministratore furbetti in base a quale art di legge del c.c. dovrei chiedere una nuova riunione: in base al bilancio del revisore di cui sono sicuro al 100%. Non mi chiedere di farla in base al solito art 66 c.c. Perche' siamo in minoranza e poi non intendo mettere una pietra sopra. Su questo la penso come Giglio2! Il revisore ha lavorato gratis e gli amministratori inadempienti non vanno perdonati a discapito di quelli onesti ci vorrebbe una legge severa contro questi furbetti ladruncoli. Scusami ma la mia rabbia sta qui. Domani ti saro' più chiaro e spero mi potrai indirizzare ancora meglio. Buonanotte adesso mi godo la vittoria del mio Napoli a San siro. Ciao Leonardo53

Caro giglio2 ti ringrazio perché hai compreso la mia frustrazione contro i prepotenti dopo un lavoro di bilancio eseguito gratuitamente e non apprezzato dagli ignavi condomini. Mi dovresti spigarmi come hai iniziato la citazione e cosa comprende il contenuto. Domani saro' più chiaro. Buonanotte

Mi vorrei scusare con Voi tutti, compreso Enrico Dimitri, in quanto ho inventato degli pseudonimi per non essere riconosciuto dai condomini ignavi e falsi del mio condomino, ecco perchè probabilmente non mi sono spiegato bene, per cui FRANCO, il Presidente e il dott. Paradiso ( revisore dei conti ) sono io! Mi scuso ancora per le bugie.

Annullo le domande dopo le “Precisazioni” iniziali al mio quesito e Vi inoltro queste su cui Voi possiate consigliarmi e darmi pareri precisi dal n. 1 a 11.

Premetto che:

La verità è questa: non sono proprietario, mia moglie sì, ho esercitato la libera professione per oltre 27 anni dedicando particolare attenzione al condominiale che mi appassionava di più, ma ancora oggi mi aggiorno. Per la redazione dei rendiconti ho sempre usato il metodo della partita doppia applicato al sistema del reddito ( costi e ricavi ), con il principio di competenza. Per l’elaborazione delle scritture contabile mi sono sempre servito di softwere un po’ difficili e cioè quelli che ancora oggi usano i bravi professionisti e seri amministratori che amano la trasparenza. Massimo rispetto per gli amministratori seri ed onesti, per quelli “furbetti” sarei propenso a fare pratica sui lavori forzati e non farli mai più esercitare tale professione. Scusatemi per questo sfogo ma ritengo che ci vorrebbe una legge molto severa per i furbetti, meno burocrazia e la revoca immediata quando il condomino chiede copia di un documento o di volere revisionare la contabilità con richiesta fatta a mezzo raccomandata e l’amministratore se ne frega?

Pertanto vengo alle mie domande e dubbi:

A) RICORSO AL TRIBUNALE:

1. non ho la maggioranza per convocare una riunione ai sensi dell’art. 66 c.c. perche siamo in pochi;

2. mia moglie non ha partecipato né delegato alcuno all’assemblea; per questa farsa è amareggiata e vuole a tutti i costi ricorrere in Tribunale!;

3. ho anche proposto a lor signori una SANATORIA, come mi è stato consigliato da Voi del sito, onde dare la possibilità di impugnare il verbale a chi non era d’accordo sulle spese inutili, mancati versamenti irpef, e appropriazioni indebite fatte dai due amministratori precedenti e raccomandati dai condomini LUIGI e GIUSEPPE, ma invano!;

4. la maggioranza dei condomini è ignava;

5. i motivi della mancata approvazione dei bilanci redatti dal sottoscritto, a titolo gratuito, sono stati tanti, non posso spiegarli tutti in questa sede. Comunque ha prevalso l’invidia prima di tutto e poi l’ignavia ( sono quasi tutti parenti e amici ).. I miei bilanci sono stati redatti in base al punto 1 su menzionato e sono sicuro della loro attendibilità in base ai documenti in fotocopia consegnatimi e firmati dal precedente amministratore;

6. L’amministratore non ha ancora trasmesso la copia dei verbali agli assenti;

7. L’amministratore fino ad oggi ha ancora convocato sul suo studio la “commissione bilanci” come stabilito dall’assemblea;

8. per quanto riguarda i due “fomentatori” quest’ultimi non si sentono, non si vedono e non parlano dal giorno della riunione per il da farsi, cioè per iniziare a concretizzare la chiusura dei bilanci in Excel;

9. leggendo i punti 6, 7 e 8 penso che la mancata approvazione dei bilanci sia stata condivisa tra i “due fomentatori” e l’amministratore prima della riunione, ne sono certo visto lo svolgimento e il comportamento dei presenti in assemblea: l’ennesima presa in giro!;

10. visto il punto 9 in qualità di membro della commissione come mi devo regolare nei confronti dell’amministratore e dei due”fomentatori”?; comportarmi come le scimmiette o inoltrare raccomandate di sollecito per eseguire da solo la chiusura dei bilanci;

11. In base al bilancio del revisore e in base alla presenza delle appropriazioni indebite rilevate e di versamenti irpef ( confronto con il tabulato delle Agenzie delle Entrate, quindi certezza assoluta! ) non pagati posso richiedere una nuova riunione all’amministratore? E cosa deve contenere l’O.D.G. precisamente? E se l’amministratore non convoca l’assemblea su mia richiesta? È già successo!;

 

Avrei bisogno anche del consiglio di un Vs. legale ( bravissimi ) di come ricorrere in Tribunale. Oltre a Giglio 2 e Leonardo 53, vorrei se è possibile un parere di Tullio Ts che, al pari Vostro, stimo molto. Grazie.

La questione, almeno a mio avviso, è molto complessa per poter dare consigli sul forum.

Ho capito che che tua moglie, che è condòmina, ha le prove di gravi irregolarità riguardo agli esercizi contabili ma non ha l'appoggio della maggioranza.

Ritenendosi danneggiata, credo che a tua moglie spetti adire le vie legali da sola, potendolo dimostrare il danno con una perizia asseverata dal dottore commercialista revisore contabile.

Non so se sia possibile ricorrere in Tribunale senza l'ausilio di un legale.

 

Al tribunale di Napoli, forse, è possibile ricorrere senza avvocato solo per chiedere la revoca giudiziale dell'amministratore dimostrando gravi irregolarità ma, essendo un provvedimento di volontaria giurisdizione, bene che vada si limiterà a revocare l'amministratore in carica.

Per chiedere il risarcimento dei danni provocati da questo amministratore e da quelli precedenti, a mio avviso si dovrà iniziare una causa civile che potrebbe essere lunga (anche fino alla Cassazione) e molto costosa.

Ciao Leonardo53, per favore mi puoi rispondere e consigliarmi dire la tua insomma sui punti 7,8,9,10 - Grazie

Ciao Leonardo53, per favore mi puoi rispondere e consigliarmi dire la tua insomma sui punti 7,8,9,10 - Grazie

La mia risposta era su tutti i punti.

Te la sintetizzo così:

Devi andare da un avvocato condominialista e, documentazione alla mano, sarà l'avvocato a valutare se ci sono gli estremi per ricorrere in Tribunale per tre azioni legali ben distinte

1) Revoca giudiziale dell'amministratore 2) Richiesta risarcimento dei danni che potrai provare con la perizia asseverata del revisore contabile.

 

Le opinioni ti sono già state fornite ma purtroppo non è un problema che puoi risolvere in un forum. Ora che hai avuto le opinioni devi passare alla fase successiva e cioè alla consulenza legale.

6) A meno che,il regolamento condominiale non fissa un termine. NON esiste nessuna Legge che impone la trasmissione del Processo Verbale a chicchessia ma è convenienza dell'Amministratore inviarlo per avere certezza che le Decisioni Deliberate non siano contestate o, addirittura, impugnate trovandosi nella condizione di dover rispondere, in solido, di eventuali danni procurati al Condominio tutto.

7) Voi 3 della commissione mandategli un sollecito.

8) Se non c'è sintonia tra di voi non è colpa dell'amministratore.

9) Questo tipo di "macchinazione",non comporta nessun tipo di reato perseguibile.

10) I membri di una commissione condominiale,organismo purtroppo per voi non in simbiosi.Del fallimento dovete rendere conto all'assemblea del nulla di fatto.

 

In conclusione,la tua signora se vuole "pulizia" deve agire da sola. Avete una casta troppo potente da estirpare con le assemblee (oltre 52o mlm non sono pochi).

Rispondo a “giglio2”: ieri alle ore 21:35,

 

6 ) il regolamento di condominio ( di tipo contrattuale ) recita: …..”Copia conforme del verbale deve essere inviata, a cura dell’amministratore, ai condomini assenti”…. Ma non specifica il termine entro il quale spedirlo!!!!!

7) per favore, vuoi rileggerti attentamente i punti 7,8 e 9? Gli altri due, da me denominati fomentatori sono quelli che hanno convito i condomini presenti “ignavi” a non approvare i bilanci del revisore , né a discutere le irregolarità contabili e fiscali nonché alcune appropriazioni indebite, i quali imitano le scimmiette insieme all’amministratore. Quindi dimmi se posso SOLLECITARLO CON RACCOMANDATA DA SOLO ( e per conoscenza ai due fomentatori ) per visionare e chiudere i bilanci.

8 ) si che è colpa dell’amministratore che fino ad oggi non si è fatto sentire!!!!!. Tale atteggiamento, come ad esempio la mancata presentazione del bilancio, può rientrare tra le irregolarità previste dall’art. 1129 n. 1 a 8 del c.c. per REVOCARLO?

9 ) hai ragione che non esiste macchinazione, ma era semplicemente per spiegarmi che non c’è la volontà di cercare la Verità ma si vuole solo difendere gli amministratori inadempienti.

10 ) scusami non capisco cosa mi vuoi dire che del fallimento dobbiamo dar conto solo all’assemblea. Non esiste il verbo “dobbiamo” perché siamo in pochi e non raggiungiamo il quorum previsto dall’art. 66 c.c., forse ti riferivi a questo?

 

Fra giorni, se non domani, mi arriverà il parere del legale che ho interpellato e pagato tramite online sulla mancata approvazione dei bilanci dal 2012 al 2016, sulla revoca dell’amministratore e come agire. Il mio più grosso problema è che non conosco tra Napoli e province un bravo avvocato condominialista. Il mio legale di fiducia non c’è più…….purtroppo. Quindi lo devo cercare ma in che modo? Buonanotte.

6) Ti racconto cosa è successo poche settimane fa nel mio condominio.Un tizio (io gli ho "prestato" il mio legale) chiedeva come da regolamento,che tutta la documentazione gli fosse spedita per RR. L'amministratore non ha eseguito,e il tizio rifiutando tutta la posta a mano,non ha più pagato.L'amministratore di sua iniziativa gli ha fatto il decreto ingiuntivo.Sai come è finita?Che il giudice di pace,ha rigettato l'esposto dando ragione al moroso con varie migliaia di € di arretrati,visto che questa storia durava da un paio d'anni.

Adesso sto studiando come fregare l'amministratore,che ha perso la "causa" per sua negligenza.Perchè l'avvocato del condominio è stato pagato anche con i miei soldi,tra rinvii e tentativi di accordi, è costato parecchio.

Questa è la risposta al tuo interrogativo e a quello che dice il tuo regolamento.

10) E' l'assemblea che ha nominato la commissione.Dunque raggiungete o no l'obiettivo dovete dar conto solo a loro.

Il comma successivo del mio regolamento statuisce ..."che il condomino nel richiedere copia del verbale l'amministratore deve inviarlo entro e non oltre cinque giorni dalla ricezione della raccomandata"... la mia domanda e: se l amministratore non adempie puo' essere revocato per questo? Inoltre non ancora mi hai risposto se posso sollecitare L amministratore da SOLO a rispettare il deliberato e nel caso se ne frega e' revocabile o no? Infine magari il avvocato che ai prestato al tuo amino condomino stesse qui a Napoli! Ma raccontandomi il tuo caso mi dici che devo agire, come persa mia moglie, contro il condomino e revoca dell'amministratore? Ti comunico che sto pagando rate condominiali inerenti al preventivo di spesa approvato per l'anno di spesa 2010. Non desidero piu' pagare!!! In attesa e grazie ancora

... Infine magari il avvocato che ai prestato al tuo amino condomino stesse qui a Napoli! Ma raccontandomi il tuo caso mi dici che devo agire, come persa mia moglie, contro il condomino e revoca dell'amministratore?...

Credo che con il termine "prestato", giglio2 non abbia inteso voler fare beneficienza ma soltanto pagare il proprio avvocato per far impugnare una delibera ad un condòmino in sua vece.

 

La stessa cosa potresti farla tu, "prestando" il tuo avvocato a tua moglie.

 

A Napoli opera un avvocato condominialista che a volte è anche intervenuto su questo forum.

Se ti interessa contattarlo, eccoti il link:

https://www.studiolegaledauria.net/2014/10/05/novit%C3%A0-chiedi-un-appuntamento-all-avvocato-di-persona-o-in-videoconferenza-milano-roma-napoli-salerno/

×