Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Marco C.

Lasciare l'amministratore

Nel caso in cui venga nominato un amministratore in un condominio di 6 appartamenti,solamente per espletare le pratiche per la manutenzione edilizia,una volta terminati i lavori un condomino può esimersi dal rinnovare la quota annuale o deve passare tramite l'assemblea di condominio per richiedere la cessazione del rapporto con l'amministratore, visto che la figura dell'amministratore è obbligatoria solamente sopra 8 abitazioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E necessaria una delibera assembleare perchè nel caso non venga rinnovato l'incarico, l'amministratore rimane in proroga, per cui con la delibera decidete di non rinnovare l'incarico e rinunciare alla proroga.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ed anche che :

da art. 1129 cc "L'incarico di amministratore ha durata di un anno e si intende rinnovato per eguale durata. L'assemblea convocata per la revoca o le dimissioni delibera in ordine alla nomina del nuovo amministratore."

Significa che finchè lo nominate e resta in carica è amministratore di tutti e nessuno potrà esimersi dal versare la quota di suo spettanza. Se è questo che vuoi sapere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nel caso in cui venga nominato un amministratore in un condominio di 6 appartamenti,solamente per espletare le pratiche per la manutenzione edilizia,una volta terminati i lavori un condomino può esimersi dal rinnovare la quota annuale o deve passare tramite l'assemblea di condominio per richiedere la cessazione del rapporto con l'amministratore, visto che la figura dell'amministratore è obbligatoria solamente sopra 8 abitazioni?

Bisogna per forza passare tramite assemblea e comunque non si può rimanere senza amministratore: se non volete un professionista, un condominio dovrà intestarsi il codice fiscale dello stabile con tutti gli oneri e onori (se lo fa a titolo gratuito, solo oneri)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Bisogna per forza passare tramite assemblea e comunque non si può rimanere senza amministratore: se non volete un professionista, un condominio dovrà intestarsi il codice fiscale dello stabile con tutti gli oneri e onori (se lo fa a titolo gratuito, solo oneri)

In un condominio fino a 8 condòmini è possibile restare senza amministratore perchè l'obbligo (art. 1129 c.c.) sussiste solo quando i condòmini sono più di 8.

Rivestire il ruolo di RAPPRESENTANTE di condominio presso l'Agenzia delle Entrate, non lo fa diventare amministratore ma sarà solo colui che si rapporterà all'Agenzia delle Entrate per conto del condominio senza alcuna responsabilità personale.

 

Nella discussione al link di seguito (soprattutto nel post n. 8) è spiegato in che modo, nei condominii fino a 8 condòmini, è possibile rinunciare all'amministratore e passare all'autogestione con responsabilità solidale di TUTTI i condòmini per eventuali violazioni di Legge:

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/nomina-amministratore-quotinternoquot-67240/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In un condominio fino a 8 condòmini è possibile restare senza amministratore perchè l'obbligo (art. 1129 c.c.) sussiste solo quando i condòmini sono più di 8.

Rivestire il ruolo di RAPPRESENTANTE di condominio presso l'Agenzia delle Entrate, non lo fa diventare amministratore ma sarà solo colui che si rapporterà all'Agenzia delle Entrate per conto del condominio senza alcuna responsabilità personale.

 

Nella discussione al link di seguito (soprattutto nel post n. 8) è spiegato in che modo, nei condominii fino a 8 condòmini, è possibile rinunciare all'amministratore e passare all'autogestione con responsabilità solidale di TUTTI i condòmini per eventuali violazioni di Legge:

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/nomina-amministratore-quotinternoquot-67240/

Mi permetto di dissentire. La responsabilità è in solido fra tutti se non viene espresso il rappresentante (c'è l'obbligo di targa anche per lui). L'unica cosa che varia (rispetto ai condomini con obbligo) è che nei condomini fino alle 8 unità non c'è la nomina/revoca giudiziale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi permetto di dissentire. La responsabilità è in solido fra tutti se non viene espresso il rappresentante (c'è l'obbligo di targa anche per lui). L'unica cosa che varia (rispetto ai condomini con obbligo) è che nei condomini fino alle 8 unità non c'è la nomina/revoca giudiziale

Non comprendo.

Se in un condominio fino a 8 condòmini si fa richiesta di attribuzione di codice fiscale senza nominare un amministratore va bene e se esiste già un amministratore non si può tornare a stare senza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io direi che anche in un condominio con più di 8 condomini si possa stare senza amministratore, c'è una Sentenza in merito, è sufficiente che tutti i condomini siano d'accordo e non richiedano all'A.G. la nomina dell'amministratore, naturalmente saranno tutti corresponsabili per la parte civile, penale, amministrativa e fiscale delle parti comuni del condominio

 

L’amministratore a fine mandato, o a seguito di revoca da parte dell’assemblea, rimane in carica fino alla nomina del nuovo amministratore.

Questo principio generale, non trova applicazione qualora vi sia una delibera condominiale o una norma del regolamento condominiale, che esprimano una diversa e contraria volontà dell’assemblea; in tal caso l’amministratore non potrà, neanche in via provvisoria, continuare nel suo mandato.

La Suprema Corte precisa inoltre che, la scadenza del mandato dell’amministratore o la sua revoca, senza che l’assemblea provveda a nominarne un altro, comporta la responsabilità civile, amministrativa e penale di tutti i condomini per eventuali violazioni di legge. (Cassazione N° 15858 del 12/11/02)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non comprendo.

Se in un condominio fino a 8 condòmini si fa richiesta di attribuzione di codice fiscale senza nominare un amministratore va bene e se esiste già un amministratore non si può tornare a stare senza?

Anche i condomini minimi dovrebbero avere il codice fiscale e se non si vuole l'amministratore professionista, bisogna che qualcuno (dei proprietari) si attribuisca sempre il codice fiscale e ribadisco con oneri ed eventuali onori. Il condominio è sempre sostituto d'imposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi permetto di dissentire. La responsabilità è in solido fra tutti se non viene espresso il rappresentante (c'è l'obbligo di targa anche per lui). L'unica cosa che varia (rispetto ai condomini con obbligo) è che nei condomini fino alle 8 unità non c'è la nomina/revoca giudiziale

esiste anche per i condomini fino a 8 condomini la nomina giudiziale . (vedasi art 1105 del codice civile )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Anche i condomini minimi dovrebbero avere il codice fiscale e se non si vuole l'amministratore professionista, bisogna che qualcuno (dei proprietari) si attribuisca sempre il codice fiscale e ribadisco con oneri ed eventuali onori. Il condominio è sempre sostituto d'imposta.

Il condominio minimo è quello con due soli condòmini (il minimo affinchè sia costituito un condominio).

Avere il codice fiscale del condominio e nominare un amministratore sono due cose diverse.

Il condominio è sostituto d'imposta per cui, se e quando ne ricorre il caso, vi provvederà uo dei condòmini a nome del condominio.

Oneri ed onori saranno in solido tra tutti.

Come ha già ben spiegato Tullio, anche in un condominio in cui c'è l'obbligo di avere un amministratore si può stare senza se c'è comunità d'intenti.

Ti consiglio di leggere anche la consulenza dell'avvocato Gallucci dell staff di condominioweb al link di seguito:

https://www.condominioweb.com/cosa-succede-se-non-nomina-un-amministratore.1035

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il condominio minimo è quello con due soli condòmini (il minimo affinchè sia costituito un condominio).

Avere il codice fiscale del condominio e nominare un amministratore sono due cose diverse.

Il condominio è sostituto d'imposta per cui, se e quando ne ricorre il caso, vi provvederà uo dei condòmini a nome del condominio.

Oneri ed onori saranno in solido tra tutti.

Come ha già ben spiegato Tullio, anche in un condominio in cui c'è l'obbligo di avere un amministratore si può stare senza se c'è comunità d'intenti.

Ti consiglio di leggere anche la consulenza dell'avvocato Gallucci dell staff di condominioweb al link di seguito:

https://www.condominioweb.com/cosa-succede-se-non-nomina-un-amministratore.1035

Il parere del legale (anno 2012) dice che si, è obbligatorio, ma non essendoci sanzioni ve ne potete fregare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

""Lasciare l'amministratore""

leggendo il titolo del post pensavo che si trattasse di problema sentimentale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×