Vai al contenuto
mazzol

La fine e' vicina

La fine della funzione utile dell'informatica (anche questo forum ne fa parte) e' vicina.

Il mancato rispetto delle regole ne e' la causa.

Sono in pensione da parecchi anni e da subito ho cercato di sostituire l'impegno lavorativo con altri interessi.

Molti legati alla rete internet che permetteva facili ricerche.

Da qualche anno le cose sono cambiate: difficilmente si ottiene un risultato utile da una ricerca, solo fastidiosa pubblicita' di prodotti che non interessano

(per es. ho cercato un notebook con monitor da piu' di 17 pollici ..... risultato pagine e pagine di notebook di 14 o 15 pollici spesso gli stessi ripetuti ad ogni pagina, ed e' cosi' per tutto alla fine si rinunzia e si cerca in negozio).

Piano piano si rinunzia a fare qualsiasi ricerca in internet perche' qualcuno in base ai nostri interessi (sbagliando) ci invia qualsiasi cosa si possa in qualche modo collegare a tale nostra ricerca

(nello scrivere sul finanziamento pubblico delle religioni ho cercato l'immagine di un "bastone da questua" per anni ho poi ricevuto offerte di tutto il necessario per una parrocchia). 

Ormai la posta finisce tutta nel cestino inizialmente leggevo qualcosa poi il solo titolo ... ma i mess andavano cancellati uno alla volta ... ora esiste un comando "elimina tutto",

fra questa posta indesiderata vi sono cose interessanti ..... che finiscono inesorabilmente nel cestino.

Non sono il solo ad avere questo problema che volevo risolvere con un indirizzo mail "cestino@gmail.com" ma devo cercare uno spazio libero tra i tanti cestino1 cestino2 ......

Oggi volevo scrivere qualcosa contro lo stillicidio .... un martelletto che fa un piccolo rumore ... che rimbomba nella mia stanza ... da ore .... volevo scrivere per allontanare i sentimenti poco riguardosi per quel martelletto che "omissis".

Mi sono collegato con condominioweb da un nuovo computer che voglio tenere libero dalla pubblicita' quello che utilizzavo prima e' ormai inservibile dovrei fare un reset di fabbrica.

Mi sono collegato dopo tanto tempo (come detto internet e' in declino e serve sempre meno, ne avremo conferma a fine pandemia) e un avviso mi chiede di accettare o "di esercitare il diritto a non essere oggetto di studio da parte di pubblicitari" raccolti fra i detentori di un discutibile "interesse legittimo".

Visto che mi viene riconosciuto tale diritto lo esercito e qui ..... mi vien da ridere devo perdere una decina di minuti perche' "condominio web" riconosce il diritto ma ne rende difficile l'applicazione e bisogna negare il diritto ad ogni possessore di "legittimo interesse" ..... sono tantissimi in altra occasione li ho contati per un po' ed erano oltre 1400, qui sembrano meno ma sono solo due per pagina ....

manca l'opzione "rifiuta tutto" che ogni sito serio (cui condominio web appartiene di diritto) mette a disposizione.

Perche' non allinearsi ... del resto molti sono stufi di questi cooki e fanno altro, altri e sono tanti non si pongono il problema e periodicamente usano il reset di fabbrica,

e stranamente ho osservato che molti vedono con piacere questo selezionare la pubblicita' in base alle preferenze .... e "accettando tutto" dichiarano di essere daccordo con l'indagine .... allora perche' rendere la vita difficile a chi desidera esercitare il suo diritto contrario imponendo di fatto la scelta "accetto tutto"?

Prima di mandare la richiesta di consenso il sistema controlla e manda tale richiesta solo a chi ha impostato il "no" .... non voglio essere indagato.

E questa richiesta di consenso ripetuta dieci, cento volte al giorno .... si chiama stalking .... ed e' un reato che prima o poi verra' punito.

Anche le mail indesiderate porteranno necessariamente ad affrancarle un bollo virtuale che evitera' gli invii a milioni di interessati (che interessati non sono). 

 

Screenshot_2021-01-24 Appartamento privo di balconi Le spese di manutenzione straordinaria non si pagano.png

Ci sono degli ottimi adblocker, personalmente uso uBlock e ho una buona esperienza di navigazione.

Senza è una disperazione...

I cookies accettali tutti e bon.

 

Fino a prima della norma su questa specie di consenso informato, te li mettevano, non lo sapevi e vivevi tranquillo.

 

Al massimo impostavi il browser per cancellarli a fine sessione o ogni tot di tempo, credo che ogni browser abbia ancora simili opzioni, se sei abbastanza paranoico da volere una cosa del genere (dico credo perché io non lo uso più da anni, l'unico "vantaggio" era un'enorme sbattitura nel reinserire ogni volta i dati di login dei vari siti).

 

condo77 dice:

Ci sono degli ottimi adblocker, personalmente uso uBlock e ho una buona esperienza di navigazione.

Senza è una disperazione...

Ah, io uso degli adblocker (2, nel mio caso: adblocker ultimate e adguard) da così tanto tempo che neanche mi rendo più conto di com'è il mondo senza.

 

Blocked: 1

Total: 108,004

 

108 mila cose che non ho visto. E me ne sono reso conto solo ora che sono andato a controllare. 😄

 

Modificato da _GC_
  • Mi piace 1
_GC_ dice:

I cookies accettali tutti e bon.

 

Fino a prima della norma su questa specie di consenso informato, te li mettevano, non lo sapevi e vivevi tranquillo.

 

Al massimo impostavi il browser per cancellarli a fine sessione o ogni tot di tempo, credo che ogni browser abbia ancora simili opzioni, se sei abbastanza paranoico da volere una cosa del genere (dico credo perché io non lo uso più da anni, l'unico "vantaggio" era un'enorme sbattitura nel reinserire ogni volta i dati di login dei vari siti).

 

Ah, io uso degli adblocker (2, nel mio caso: adblocker ultimate e adguard) da così tanto tempo che neanche mi rendo più conto di com'è il mondo senza.

 

Blocked: 1

Total: 108,004

 

108 mila cose che non ho visto. E me ne sono reso conto solo ora che sono andato a controllare. 😄

 

Diario di un paranoico. .....

 

Per tanto tempo ho fatto cosi' e per parlare di mail fino a qualche mese fa' ricevevo ogni giorno 100/130 mail  indesiderate che mi portavano via tanto tempo per trasferirle da indesiderate a cestino e poi cancellarle nuovamente e la mattina dopo ritornano, se attivo la cancellazione ne arrivano di piu' ... anche di aziende che stimavo di cui comperavo abitualmente i prodotti.

Da qui un po' di paranoia ... non posso negarlo, una paranoia dettata ad un fenomeno di stalking cui non avevo pensato compiutamente .... mi mancava la Tua osservazione sulla paranoia.

(definizione: Lo stalking è un reato che consiste in un comportamento persecutorio, reiterato, messo in atto da un soggetto persecutore, denominato 'stalker', nei confronti della sua vittima. Il comportamento di cui sopra si manifesta sotto forma di minacce, molestie e atti lesivi che provocano nella vittima paura e stati d'ansia.).

Chiedo da tempo al governo (che ha altre preoccupazioni ... i banchi con le rotelle) di operare per obbligare a mettere un francobollo virtuale su ogni messaggio pubblicitario che viene veicolato verso destinatari che non hanno l'indirizzo di chi spedisce fra le proprie conoscenze ... insomma gli indesiderati paghino un francobollo. Per tutta risposta e' stata aumentata la quota di recupero fiscale per le spese in pubblicita'.

"Fino a prima della norma su questa specie di consenso informato ........."

E' vero ma prima ... questo diritto non esisteva e chi "carpiva" le informazioni lo faceva in modo "discreto" senza eccedere.

Ora lo fa' in modo spudorato ora utilizzano dei sw in grado di generare un numero infinito di combinazioni sia nel mittente che nel destinatario ed operano partendo dalla francia e dall'inghilterra oltre ai pubblicitari nostrani.

E sopratutto si tratta di un diritto .... e ad un diritto non e' lecito rinunziare indipendentemente dalle proprie opinioni (un po' di "Memoria" non e' male).

Se ho scritto qui e' perche' molte siti abbastanza corretti consentono la possibilita' di "rifiutare tutto" (in questi casi si perde un minuto al massimo).

Certo anche questi siti potrebbero facilmente tenere valida la scelta di rifiuto gia' presente.

Servirebbe ad evitare di peggiorare la situazione di quanti invece non lo prevedono.

Siti questi ultimi che vengono piano piano esclusi da chi li frequenta (se li si consulta lo si fa' con apparecchiature dedicate e praticamente anonime).

Si ... sono diventato paranoico verso la pubblicita' che sta rovinando tutto. .....

Spero si cominci a tassarla in modo adeguato almeno al costo (che pagano le vittime) vediamo in TV dove vediamo interruzioni pubblicitarie spesso ogni sette minuti (siamo chiusi in casa da tempo) utilizzando i dati auditel si puo' comprendere quanti TV sono in ricezione con un consumo di energia .... che tocca anche tutti i ripetitori ... il tutto per pubblicizzare magari ogni sette minuti un materasso a costi probabilmente scontatissimi pagare un francobollo virtuale legato allo share per la trasmissione a milioni di vittime un messaggio che ora costa troppo poco e probabilmente fa' perdere clienti.

Che bello .... sono riuscito a scrivere il mio messaggio (che probabilmente avra' uno share quasi nullo ... almeno non faccio danni).  Grazie a chi lo legge.

 

image1.PNG

Modificato da mazzol
inserimento immagine

A mio avviso hai tre scelte:

  • lamentarti
  • attrezzarti
  • entrambe le cose

Nel primo caso non risolvi il tuo problema con la pubblicità, però potrebbe essere più soddisfacente per altri aspetti. 😉

 

PS:

ah non vorrei essere stato scortese: sappi che nel merito sono tutto dalla tua parte, potessi abolire la pubblicità online e offline con un tratto di penna firmerei subito.

Dato che non posso, installo un adblocker e cambio canale radio quando esce la pubblicità. Non guardo da qlc anno la TV, quindi non mi infastidisce molto. Leggo un settimanale e lì la pubblicità è ineliminabile al momento, ma per fortuna non c'è nulla che si muove o suona, quindi basta girare pagina.

Ogni tanto ricevo una chiamata, rispondo "mandatemi una mail" e riappendo. Non so se poi me le mandano veramente, ho dei filtri abbastanza buoni e quel che arriva è pulito al 90%.

Modificato da condo77

Comunque, scusa, ma stai facendo un casotto tra cookies, ads e spam.

 

I cookies sono un non problema, te lo ripeto, fino a qualche tempo fa te li installavano, non lo sapevi e navigavi sereno. Se ti preoccupano tanto, sicuramente ci sono nel browser che usi le opzioni per eliminarli, anche solo quando chiudi la pagina interessata. Dovrai affrontare la sbattitura di rifare i login ogni volta, se ne vale la pena per farti stare tranquillo, vai sulla FAQ del tuo browser e vedi come attivare l'opzione per eliminare i cookies.

E, per inciso, senza cookies i login non possono essere gestiti, quindi alcuni sono proprio una necessità se vai su siti che ti fanno fare il login.

 

Gli ads li blocchi, come dice il buon Condo77, con uno o due adblocker installati. Per me internet non è l'inferno che descrivi, ma un posto lindo e pulito, con pagine spesso stranamente molto più strette dello schermo (immagino per gli ads che avrei avuto a lato e che non vedo).

 

Lo spam e le truffe per mail sono l'unico vero pericolo, ma lì ti saresti dovuto attrezzare con un po' di buon senso. Come si usa un telefono per il lavoro, e uno per la famiglia, ti fai un indirizzo mail per gli amici, uno per le istituzioni, uno per le banche, uno per il lavoro e uno o due per registrarti ai siti (che sono le cose più a rischio spam). Non c'è bisogno di chiamarle cestino1 e cestino2 e reclamare perché i nomi sono già usati.

Anche su quello, la mail che uso per iscrivermi ai siti che temo mi spammerebbero di più non la controllo mai, quindi vivo praticamente senza spam. Ogni tanto mi arriva qualcosa su quella di lavoro tipo "Banca XXX. Comunicazione importante" ma, a parte che sarebbe sospetta comunque, già il fatto che non sia sull'indirizzo che uso per le banche, mi evita ogni dubbio: va diretta nello spam.

A quel punto attivi i filtri spam delle email e stai tranquillo pure lì.

 

Certo, se vuoi aspettare un intervento degli altri che obblighino il mondo a cambiare perché non ti vuoi installare gli adblocker, per esempio, ne avrai da aspettare.

 

 

Modificato da _GC_
  • Mi piace 1
mazzol dice:

La fine della funzione utile dell'informatica (anche questo forum ne fa parte) e' vicina.

Il mancato rispetto delle regole ne e' la causa.

Sono in pensione da parecchi anni e da subito ho cercato di sostituire l'impegno lavorativo con altri interessi.

Molti legati alla rete internet che permetteva facili ricerche.

Da qualche anno le cose sono cambiate: difficilmente si ottiene un risultato utile da una ricerca, solo fastidiosa pubblicita' di prodotti che non interessano

(per es. ho cercato un notebook con monitor da piu' di 17 pollici ..... risultato pagine e pagine di notebook di 14 o 15 pollici spesso gli stessi ripetuti ad ogni pagina, ed e' cosi' per tutto alla fine si rinunzia e si cerca in negozio).

Piano piano si rinunzia a fare qualsiasi ricerca in internet perche' qualcuno in base ai nostri interessi (sbagliando) ci invia qualsiasi cosa si possa in qualche modo collegare a tale nostra ricerca

(nello scrivere sul finanziamento pubblico delle religioni ho cercato l'immagine di un "bastone da questua" per anni ho poi ricevuto offerte di tutto il necessario per una parrocchia). 

Ormai la posta finisce tutta nel cestino inizialmente leggevo qualcosa poi il solo titolo ... ma i mess andavano cancellati uno alla volta ... ora esiste un comando "elimina tutto",

fra questa posta indesiderata vi sono cose interessanti ..... che finiscono inesorabilmente nel cestino.

Non sono il solo ad avere questo problema che volevo risolvere con un indirizzo mail "cestino@gmail.com" ma devo cercare uno spazio libero tra i tanti cestino1 cestino2 ......

Oggi volevo scrivere qualcosa contro lo stillicidio .... un martelletto che fa un piccolo rumore ... che rimbomba nella mia stanza ... da ore .... volevo scrivere per allontanare i sentimenti poco riguardosi per quel martelletto che "omissis".

Mi sono collegato con condominioweb da un nuovo computer che voglio tenere libero dalla pubblicita' quello che utilizzavo prima e' ormai inservibile dovrei fare un reset di fabbrica.

Mi sono collegato dopo tanto tempo (come detto internet e' in declino e serve sempre meno, ne avremo conferma a fine pandemia) e un avviso mi chiede di accettare o "di esercitare il diritto a non essere oggetto di studio da parte di pubblicitari" raccolti fra i detentori di un discutibile "interesse legittimo".

Visto che mi viene riconosciuto tale diritto lo esercito e qui ..... mi vien da ridere devo perdere una decina di minuti perche' "condominio web" riconosce il diritto ma ne rende difficile l'applicazione e bisogna negare il diritto ad ogni possessore di "legittimo interesse" ..... sono tantissimi in altra occasione li ho contati per un po' ed erano oltre 1400, qui sembrano meno ma sono solo due per pagina ....

manca l'opzione "rifiuta tutto" che ogni sito serio (cui condominio web appartiene di diritto) mette a disposizione.

Perche' non allinearsi ... del resto molti sono stufi di questi cooki e fanno altro, altri e sono tanti non si pongono il problema e periodicamente usano il reset di fabbrica,

e stranamente ho osservato che molti vedono con piacere questo selezionare la pubblicita' in base alle preferenze .... e "accettando tutto" dichiarano di essere daccordo con l'indagine .... allora perche' rendere la vita difficile a chi desidera esercitare il suo diritto contrario imponendo di fatto la scelta "accetto tutto"?

Prima di mandare la richiesta di consenso il sistema controlla e manda tale richiesta solo a chi ha impostato il "no" .... non voglio essere indagato.

E questa richiesta di consenso ripetuta dieci, cento volte al giorno .... si chiama stalking .... ed e' un reato che prima o poi verra' punito.

Anche le mail indesiderate porteranno necessariamente ad affrancarle un bollo virtuale che evitera' gli invii a milioni di interessati (che interessati non sono). 

 

Screenshot_2021-01-24 Appartamento privo di balconi Le spese di manutenzione straordinaria non si pagano.png

Io invece trovo comoda la mia "profilazione" da parte di Google e compagnia, perché mi permette di vedere inserti (banner) coerenti con i miei interessi. Certo, quando cerco qualcosa per i figli, poi mi ritrovo con pubblicità di cartoni e pupazzi, fatine e unicorni... ma non è una cosa tanto grave: chi andrà mai a cliccarci sopra? Per quanto riguarda Google ed altri, c'è l'opzione per indirizzare la pubblicità verso i settori di tuo interesse, eliminando nel contempo quella indesiderata.

 

Per le email, se continui con gmail esaurirai presto i cestinoX@gmail.com ma puoi comprarti un dominio su Aruba.it/Host.it ecc. e potrai creare/cancellare/creare/cancellare... tutte le caselle che vuoi. Ti costerà una trentina di euro l'anno ma potrai avere email del tipo: cestino009@mazzol.it (se mazzol.it fosse un dominio libero) ed ogni tre per due cancellare la casella e farne un'altra.

 

Personalmente ho notato una diminuzione dello spam per email, ultimamente (ma forse è solo perché leggo la posta continuamente e sono diventato veloce a cancellare l'immondizia).

 

Saltiamo di palo in frasca, restando sempre in ambito campagnolo, e veniamo alla pubblicità sui siti (compreso CW). Mantenere un sito utile costa, perché le persone che ci lavorano hanno famiglia. Un modo semplice per tenere in piedi la baracca è mettere inserti pubblicitari; esiste anche un modo più semplice: far pagare l'abbonamento ai fruitori ma quest'ultimo è il modo migliore per chiudere il servizio (tutti noi siamo convinti che su internet debba essere tutto gratis). In TV è la stessa cosa ed il risultato ultimamente è simile: troppa pubblicità! Gli anziani affezionati al primo canale difficilmente la molleranno mai, al massimo passeranno su MediaSet e passeranno il resto dei loro giorni a sorbirsi programmi ignobili e spot su spot. Non c'è scampo... o forse sì, perché ci sono i servizi a pagamento (ma va?), come NetFlix, Disney+ ecc. insomma, se non vuoi la pubblicità => devi pagare... se non vuoi pagare => c'è la pubblicità.

 

Questo rende internet inutile? La TV è diventata una cosa "da vecchi" e internet lo sta diventando, nella sua accezione di "sito internet", quindi anche di "forum" e "blog". Oggi spopolano i servizi interattivi in tempo reale, con i quali puoi interagire con i fornitori di contenuti. Da youtube a twitch a tiktok, il trucco è far intervenire l'utente, illudendolo di essere "parte del servizio", invece che un semplice fruitore. Alla pubblicità si sono, in parte, sostituiti altri mezzi per indurre l'utente a pagare, sotto forma di abbonamenti, iscrizioni al canale, acquisto/sblocco di funzioni extra e così via.

 

Nessuno, che io sappia, ti chiede il pagamento per fruire dei servizi: il costo è sempre in qualche modo "mimetizzato", così che paghi, sai di pagare ma non ti si deve dire che stai pagando. Un'eccezione sono alcune testate, che ti mostrano poche righe degli articoli e ti chiedono di abbonarti, se vuoi leggere il resto. Ah... dimenticavo, i giornali sono in crisi da sempre, chissà perché?

 

 

 

 

Modificato da stegemma
mazzol dice:

Per tanto tempo ho fatto cosi' e per parlare di mail fino a qualche mese fa' ricevevo ogni giorno 100/130 mail  indesiderate che mi portavano via tanto tempo per trasferirle da indesiderate a cestino e poi cancellarle nuovamente e la mattina dopo ritornano, se attivo la cancellazione ne arrivano di piu'

nella mia più modesta e umile opinione: la procedura è inefficace e inefficiente. meglio lasciare la posta taggata come spazzatura nella casella spam per un po' di tempo in modo che il sistema di posta elettronica durante le sue macinazioni interne classifichi quelle mail come spam. non scendo in tecnicismi.

 

per il resto più o meno concordo con chi mi ha preceduto.

condo77 dice:

A mio avviso hai tre scelte:

  • lamentarti
  • attrezzarti
  • entrambe le cose

Nel primo caso non risolvi il tuo problema con la pubblicità, però potrebbe essere più soddisfacente per altri aspetti. 😉

 

PS:

ah non vorrei essere stato scortese: sappi che nel merito sono tutto dalla tua parte, potessi abolire la pubblicità online e offline con un tratto di penna firmerei subito.

Dato che non posso, installo un adblocker e cambio canale radio quando esce la pubblicità. Non guardo da qlc anno la TV, quindi non mi infastidisce molto. Leggo un settimanale e lì la pubblicità è ineliminabile al momento, ma per fortuna non c'è nulla che si muove o suona, quindi basta girare pagina.

Ogni tanto ricevo una chiamata, rispondo "mandatemi una mail" e riappendo. Non so se poi me le mandano veramente, ho dei filtri abbastanza buoni e quel che arriva è pulito al 90%.

Lamentarmi    fa bene .... ed aiuta ad esternare sempre meglio il problema.

Attrezzarmi     lo sto facendo ...... anche grazie ai Vs consigli.

 

Ora sto verificando se il comportanto di chi cerca di imporre i cooki ...

(Che non sono un falso problema visto che una regola impone il non utilizzo di alcuni cooki solo di fronte ad autorizzazione.   Consegnado all'utente il diritto a non venir spiato. E' un diritto che va rispettato.)

...... rientra fra i comportamenti persecutori .... se e' un reato penale che chi nota 'deve' denunziare. 

 

Ps. lasciare internet perche' qualcuno non rispetta il diritto altrui alla riservatezza non e' giusto meglio punire chi non lo rispetta anche se a prima vista puo' far comodo.

Ciao.

 

https://www.google.com/search?q=pizzeria+google&rlz=1C9BKJA_enIT590IT590&oq=pizzeria+goo&aqs=chrome.1.69i57j0l3.14374j0j7&hl=it&sourceid=chrome-mobile&ie=UTF-8

_GC_ dice:

Comunque, scusa, ma stai facendo un casotto tra cookies, ads e spam.

 

I cookies sono un non problema, te lo ripeto, fino a qualche tempo fa te li installavano, non lo sapevi e navigavi sereno. Se ti preoccupano tanto, sicuramente ci sono nel browser che usi le opzioni per eliminarli, anche solo quando chiudi la pagina interessata. Dovrai affrontare la sbattitura di rifare i login ogni volta, se ne vale la pena per farti stare tranquillo, vai sulla FAQ del tuo browser e vedi come attivare l'opzione per eliminare i cookies.

E, per inciso, senza cookies i login non possono essere gestiti, quindi alcuni sono proprio una necessità se vai su siti che ti fanno fare il login.

 

Gli ads li blocchi, come dice il buon Condo77, con uno o due adblocker installati. Per me internet non è l'inferno che descrivi, ma un posto lindo e pulito, con pagine spesso stranamente molto più strette dello schermo (immagino per gli ads che avrei avuto a lato e che non vedo).

 

Lo spam e le truffe per mail sono l'unico vero pericolo, ma lì ti saresti dovuto attrezzare con un po' di buon senso. Come si usa un telefono per il lavoro, e uno per la famiglia, ti fai un indirizzo mail per gli amici, uno per le istituzioni, uno per le banche, uno per il lavoro e uno o due per registrarti ai siti (che sono le cose più a rischio spam). Non c'è bisogno di chiamarle cestino1 e cestino2 e reclamare perché i nomi sono già usati.

Anche su quello, la mail che uso per iscrivermi ai siti che temo mi spammerebbero di più non la controllo mai, quindi vivo praticamente senza spam. Ogni tanto mi arriva qualcosa su quella di lavoro tipo "Banca XXX. Comunicazione importante" ma, a parte che sarebbe sospetta comunque, già il fatto che non sia sull'indirizzo che uso per le banche, mi evita ogni dubbio: va diretta nello spam.

A quel punto attivi i filtri spam delle email e stai tranquillo pure lì.

 

Certo, se vuoi aspettare un intervento degli altri che obblighino il mondo a cambiare perché non ti vuoi installare gli adblocker, per esempio, ne avrai da aspettare.

 

 

SPAM.

Quando ho iniziato a guidare non vi erano limiti di velocita' e nemmeno l'obbligo della assicurazione, il triangolo, e nemmeno le cinture .... esisteva e veniva spiegato dall'istruttore .. il buon senso .... che mi ha fatto mettere le cinture anche se non obbligatorie, l'assicurazione casco, e piuttosto di un urto frontale sono sempre stato mentalmente disposto a finire fuori strada. 

Credo che allora vi fossero circa 5 milioni di mezzi oggi credo siano circa 60 milioni e le regole sono aumentate.

Anche internet e' cambiato le mail le ho utilizzate la prima volta per allestire la sala stampa di un convegno a Cernobbio erano cinque contratti annuali IOL da cento mila lire ciascuno che poi a fine convegno ho regalato a colleghi tranne uno che ho tenuto per tanti anni anche quando sono diventati gratuiti. Con l'aumento dei fruitori della posta elettronica sono aumentati anche i problemi negli ultimi tempi le cose sono peggiorate e chi opera in pubblicita' si e' inventato il sistema per intasare la rete di messaggi ad una velocità enorme.    Puo esere arrivato il momento di porre dei limiti perchè negli ultimi tempi è venuto a mancare il buon senso. 

 

ADS 

La pubblicita' da un utile a chi la produce ed ha un costo che viene caricato in parte sul destinatario di questa pubblicita' mi riferisco alla corrente alla parte dello schermo sprecata dai messaggi al trasferimento I GB delle connessioni a consumo. Oltre al tempo che si impiega a dare un senso a tale azione ... esaminarla. Anche la pubblicita' cartacea (sono pesanti sacchi di carta da buttare che aumenta il costo sociale dello smaltimento. Io stesso ho ordinato della pubblicita' cartacea ... i biglietti  per Smau negli anni 80/90 (30/40 mila) che  andavano a ruba .... non finivano ancora impachettati del recupero carta come avviene ora con molti volantini lasciati ancora impacchettati vicino alle caselle postali volantini che nessuno si piega a prendere e finiscono inesorabilmente nel recupero carta. Anche per i messaggi pubblicitari indesiderati  e' la stessa cosa   impicciano e non  servono a nulla uno spreco di rete, di corrente e di spazio sul monitor cui si aggiunge il danno che recano alla pubblicità mecessaria quella che porta alle vendite. Dici che sei contento di riceverla .. ma non tutta quella dei cartoni la eviteresti volentieri. Ecco cos'è la pubblicita' utile .... quella che si desidera e quando la si desidera .... essere bombardati da messaggi inutili e musichette belle ascoltate una volta ma odiose se inviate di continuo. 

Gestire il diritto a ricevere o a non ricevere pubblicita' e quale è in assoluto un bene se ho,in programma di  'covid permettendo' andare a teatro o al cinema ricevere una rassegna ... e magari la possibilità di prenotare in modo rapido .... è pubblicità che rende a tutti. ma per farla bisognerebbe usare bene i dati relativi agli interessi, poter chiedere "Alexa ... qualche notizia di mio interesse?" fa' comodo ricevere banner insulsi e privi di interesse è un errore  che i pubblicitari finiranno probabilmente con il pagare.

 

COOKIES

Dei personaggi che paghiamo profumatamente hanno ritenuto necessario disciplinare l'uso di questo "falso problema" Obbligando chi li utilizza a scopi diversi dal permettere il funzionamento del sito a 'chiedere il permesso di installarli' di fatto con questo obbligo stabiliscono il diritto a negare questo consenso. Ora appropriarsi con operazioni scorrette di questo diritto e' far proprio qualcosa che non ci appartiene  .... si potrebbe forse definire furto che probabilmente permette guadagni notevoli sui grandi numeri ... forse un reato penale. Se poi il tentativo di appropriarsi di questo diritto in modo apparentemente scorretto fa' capo a poche agenzie pubblicitarie che utilizzano lo stesso sistema per stressare chi vuole semplicemente esercitare il legittimo diritto di rifiutare l'uso dei cookies a che dichiara di avere un legittimo interesse ..... lo stressare si avvicina molto allo stakging manca solo lo stato d'ansia .... che credo sia simile alla paranoia che mi fa' scrivere ....    Ciao

 

stegemma dice:

Io invece trovo comoda la mia "profilazione" da parte di Google e compagnia, perché mi permette di vedere inserti (banner) coerenti con i miei interessi. Certo, quando cerco qualcosa per i figli, poi mi ritrovo con pubblicità di cartoni e pupazzi, fatine e unicorni... ma non è una cosa tanto grave: chi andrà mai a cliccarci sopra? Per quanto riguarda Google ed altri, c'è l'opzione per indirizzare la pubblicità verso i settori di tuo interesse, eliminando nel contempo quella indesiderata.

 

Per le email, se continui con gmail esaurirai presto i cestinoX@gmail.com ma puoi comprarti un dominio su Aruba.it/Host.it ecc. e potrai creare/cancellare/creare/cancellare... tutte le caselle che vuoi. Ti costerà una trentina di euro l'anno ma potrai avere email del tipo: cestino009@mazzol.it (se mazzol.it fosse un dominio libero) ed ogni tre per due cancellare la casella e farne un'altra.

 

Personalmente ho notato una diminuzione dello spam per email, ultimamente (ma forse è solo perché leggo la posta continuamente e sono diventato veloce a cancellare l'immondizia).

  

Saltiamo di palo in frasca, restando sempre in ambito campagnolo, e veniamo alla pubblicità sui siti (compreso CW). Mantenere un sito utile costa, perché le persone che ci lavorano hanno famiglia. Un modo semplice per tenere in piedi la baracca è mettere inserti pubblicitari; esiste anche un modo più semplice: far pagare l'abbonamento ai fruitori ma quest'ultimo è il modo migliore per chiudere il servizio (tutti noi siamo convinti che su internet debba essere tutto gratis). In TV è la stessa cosa ed il risultato ultimamente è simile: troppa pubblicità! Gli anziani affezionati al primo canale difficilmente la molleranno mai, al massimo passeranno su MediaSet e passeranno il resto dei loro giorni a sorbirsi programmi ignobili e spot su spot. Non c'è scampo... o forse sì, perché ci sono i servizi a pagamento (ma va?), come NetFlix, Disney+ ecc. insomma, se non vuoi la pubblicità => devi pagare... se non vuoi pagare => c'è la pubblicità.

 

Questo rende internet inutile? La TV è diventata una cosa "da vecchi" e internet lo sta diventando, nella sua accezione di "sito internet", quindi anche di "forum" e "blog". Oggi spopolano i servizi interattivi in tempo reale, con i quali puoi interagire con i fornitori di contenuti. Da youtube a twitch a tiktok, il trucco è far intervenire l'utente, illudendolo di essere "parte del servizio", invece che un semplice fruitore. Alla pubblicità si sono, in parte, sostituiti altri mezzi per indurre l'utente a pagare, sotto forma di abbonamenti, iscrizioni al canale, acquisto/sblocco di funzioni extra e così via.

 

Nessuno, che io sappia, ti chiede il pagamento per fruire dei servizi: il costo è sempre in qualche modo "mimetizzato", così che paghi, sai di pagare ma non ti si deve dire che stai pagando. Un'eccezione sono alcune testate, che ti mostrano poche righe degli articoli e ti chiedono di abbonarti, se vuoi leggere il resto. Ah... dimenticavo, i giornali sono in crisi da sempre, chissà perché?

 

 

 

 

Personalmente ho notato una diminuzione dello spam per email, ultimamente (ma forse è solo perché leggo la posta continuamente e sono diventato veloce a cancellare l'immondizia)."

Forse qualcuno ha avuto a che fare con la giustizia .... avevo notato una diminuzione fino a 15/20 mail indesiderate al giorno un numero accettabile ma ora stanno riprendendo ... ci vuole qualcosa di più pesante. Il mio guaio è che dai primi anni 90 ho utilizzato la posta elettronica come archivio delle cose più strane con il gestore posta di allora Outlook che permetteva di archiviarle sotto forma di file. Poi la possibilità è sparita ed ho cominciato ad erchiviare in cartelle in attesa di risolvere il problema .... ma il tempo mancava sempre e dopo anni la mole di questo archivio è arrivata a 10/12 GB. ..... boh ...

 

Per quanto riguarda i soldini legati a qualche banner pubblicitario in se' non rappresentano un problema ma è una questione di misura ...  oggi la pubblicità è troppa .... (come i dcpm di Conte) non se ne può più. 

 

Al Tuo commento sulla profiliazione ... ho risposto erroneamente altrove. In sostanza la legge che alcuni pubblicitari cercano di aggirare con mezzucci  vergognosi permetterebbe un miglioramento della funzione pubblicitaria importantissima (me ne sono occupato per una decina di anni). Se si rispettasse il desiderio di non ricevere o di ricevere i messaggi (tutti, sia quelli di interesse che quelli a caso) non ci sarebbe problema a permettere gli studi sui desideri (nella speranza possano migliorare). in questo periodo sto cercando un notebook o un monitor con schermo trasparente ... un aiuto sarebbe auspicabile.  Ma la pubblicità mirata mi mostra una infinità di schermi normali. 

 

Ciao.

spurgo dice:

nella mia più modesta e umile opinione: la procedura è inefficace e inefficiente. meglio lasciare la posta taggata come spazzatura nella casella spam per un po' di tempo in modo che il sistema di posta elettronica durante le sue macinazioni interne classifichi quelle mail come spam. non scendo in tecnicismi.

 

per il resto più o meno concordo con chi mi ha preceduto.

Outlook .... permetteva di inviare in modo automatico le mail con certe caratteristiche in una determinata casella ..... ora no.

mazzol dice:

ho utilizzato la posta elettronica come archivio delle cose più strane con il gestore posta di allora Outlook che permetteva di archiviarle sotto forma di file

Non c'è solo OutLook! Io uso ThunderBird, proprio perché, ad ogni nuova versione di Windows, OutLook perdeva dei pezzi che mi servivano. ThundirBird permette anche l'acquisizione della posta da OutLook.

mazzol dice:

Outlook .... permetteva di inviare in modo automatico le mail con certe caratteristiche in una determinata casella ..... ora no.

mah... boh sì sarà cambiato.

 

detto questo: perché non provi ad usare la sola webmail del tuo fornitore e vedere se da lì o da un pannello di controllo puoi impostare i filtri e le regole che ti interessano?

poi scarichi tramite imap e finisce lì.

 

per esempio: uno dei miei fornitori permette di impostare quello che si chiama spam level. se > di 5 il messaggio viene spostato nella cartella spam. se > 10 cancella proprio.

"addirittura" è possibile impostare una sorta di antispam collaborativo in modo che ciclicamente il fornitore vada a dare una ripassata alla cartella spam e quindi classifichi i messaggi dentro un database condiviso che poi verrà utilizzato a livello più alto rendendo più efficiente il sistema antispam.

 

 

stegemma dice:

Non c'è solo OutLook!

c'è anche Mutt!

spurgo dice:

c'è anche Mutt!

Mutt non lo conosco, leggo che si tratta di un client testuale e non mi sembra adatto all'utente abituato ad interfacce grafiche moderne. Tra i miei mille progetti, c'è anche un mio client di posta. Non l'ho mai reso pubblico, perché è limitato alle mie necessità (ricezione ed elaborazione ordini via email) e ThunderBird è più completo.

 

In effetti consigliare un client testuale dev'essere un po' come consigliare vi o emacs quando uno dice che non si trova bene con notepad. 😄

  • Mi piace 1

boh non so cosa abbiate letto, ma non consigliavo Mutt, bensì la webmail dalla quale l'utente potrebbe configurare alcuni parametri per il controllo dello spam. Mutt era per buttarla sul facèto, dal momento che Mazzol mi sembra piuttosto sconfortato dalla contemporaneità: c'è di peggio!

 

spurgo dice:

boh non so cosa abbiate letto, ma non consigliavo Mutt, bensì la webmail dalla quale l'utente potrebbe configurare alcuni parametri per il controllo dello spam. Mutt era per buttarla sul facèto, dal momento che Mazzol mi sembra piuttosto sconfortato dalla contemporaneità: c'è di peggio!

 

Sì, immaginavo che la cosa di Mutt fosse spiritosa, come lo era -ho approfittato, in effetti- la il collegamento che mi ha fatto venire in mente con "non mi trovo con notepad" "prova emacs!" che mi è capitato di leggere a volte. 😉

_GC_ dice:

non mi trovo con notepad

prova Notepad++

(fuor di scherzo, io mi trovo ottimamente, soprattutto se leggi/scrivi codice)

 

Notepad++ is a free (as in “free speech” and also as in “free beer”) source code editor and Notepad replacement that supports several languages.

https://notepad-plus-plus.org/

 

condo77 dice:

prova Notepad++

(fuor di scherzo, io mi trovo ottimamente, soprattutto se leggi/scrivi codice)

 

Notepad++ is a free (as in “free speech” and also as in “free beer”) source code editor and Notepad replacement that supports several languages.

https://notepad-plus-plus.org/

 

Io uso geany, come text editor di base.

 

E gli ide quando devo fare qualcosa in più di scrivere testo.

Però davero mi è capitato di leggere gente consigliare emacs e vi a persone che chiedevano se c'era qualcosa di "meglio" di notepad.
Per carità, saranno sicuramente "meglio" (almeno nel senso delle cose che in teoria puoi farci), ma il salto è un tantino pesante. 😄

 

E niente, citare Mutt vicino ad Outlook mi ha fatto venire in mente di dire la spiritosata da nerd, che però non era intesa a creare una flame war sugli editor o altro. 😄

 

  • Haha 1
_GC_ dice:

E niente, citare Mutt vicino ad Outlook mi ha fatto venire in mente di dire la spiritosata da nerd, che però non era intesa a creare una flame war sugli editor o altro.

massì nessun flame! tanto te lo dico per esperienza: ai "postini" non frega molto dei client : - ) e i client sono come i clienti: rompi scatole con la pretesa che il tutto debba funzionare secondo i loro parametri.

 

però il motto di Mutt è:

"All mail clients suck. This one just sucks less." -me, circa 1995

(il me è l'autore eh, come non dargli torto dal suo punto di vista!)

 

e sì Emacs è da vero nerd capellone unto e semi-calvo con occhiali da vista oscuranti tendenti al marrone.

 

condo77 dice:

prova Notepad++

ah vabbè, quello è fichetto. è nella mia lista di utilità essenziali per sopravvivere in ambiente con finestre di vario genere. l'altra è 7-zip e l'ultima è putty. fine della lista.

 

spurgo dice:

e sì Emacs è da vero nerd capellone unto e semi-calvo con occhiali da vista oscuranti tendenti al marrone.

La battuta più frequente su emacs è: "È meraviglioso, riesce a fare praticamente tutto. Peccato non abbia anche un editor di testo." 😄

 

Però ora mi sento ancora più nerd a fare battute sugli ultra-nerd che usano emacs.

Meglio che smetta e abbandoni questo thread o mi metto a far battute da trekker, toccando il fondo. 😄

  • Haha 1
stegemma dice:

Non c'è solo OutLook! Io uso ThunderBird, proprio perché, ad ogni nuova versione di Windows, OutLook perdeva dei pezzi che mi servivano. ThundirBird permette anche l'acquisizione della posta da OutLook.

Ho attivato recentemente ThunderBird ...... ed ho acquisito la posta "vecchia". Ma non sono riuscito a scaricare una mail sotto forma di file, un aiuto sarebbe gradito per sbloccare questo problema.

 

Per la posta parlavo di:

"Outlook Express è un client di posta elettronica sviluppato da Microsoft, preinstallato su sistemi operativi Windows a partire da Windows 98 fino all'uscita di Windows XP, ma poteva essere installato anche su Windows 95 e Windows 3.1, come opzione facoltativa della procedura di installazione delle versioni 4 e 5 di Internet Explorer, ed esistono versioni anche per Mac OS e UNIX[1]. Con l'arrivo di Windows Vista il programma è stato sostituito da Windows Mail.

Outlook Express è uscito insieme alla versione 4 di Internet Explorer come versione potenziata del precedente programma Microsoft Internet Mail e News (del quale conserva ancora il nome dell'eseguibile, msimn.exe)."(da wikipedia)

che ho utilizzato nei primi anni 90. Aveva le funzioni che mi sembravano utili ... che ho continuato ad utilizzare anche in seguito quando non erano piu' disponibili. (Ora che ci penso potrei archiviare il pregresso come foto eliminandolo dalla posta se non riesco a fare i salvataggi su file).

Confesso che tendo ad "utilizzare" prodotti informatici senza considerarli materia di studio ed approfondimento .... le mail di outlook express mi andavano bene .... le novita' (che leggo nei commenti) non le ho prese in considerazione all'interno del semplice gestore di posta.

mazzol dice:

Ma non sono riuscito a scaricare una mail sotto forma di file

In ThunderBird: pulsante destro del mouse -> "Salva come..."

 

In OutLook/Mail non so, sarà simile.

 

×