Vai al contenuto
lorella20

La cosa più importante per chi compra in un Condominio è

1) La conformità urbanistica: che significa che i mq autorizzati dal Comune siano quelli edificati, 

2) La sagoma che significa che i prospetti autorizzati siano quelli costruiti

3) le piantine dei locali (tutti) interni debbono corrispondere esattamente a quanto effettivo

4) Agibilità

 

tutto il resto non serve a nulla (ovvero si risolve con poca spesa) difformità catastali, problemi di vicinato eccc...

 

i primi 2 punti invece potrebbero rovinarvi tutta la vita.

lorella20 dice:

1) La conformità urbanistica: che significa che i mq autorizzati dal Comune siano quelli edificati, 

2) La sagoma che significa che i prospetti autorizzati siano quelli costruiti

3) le piantine dei locali (tutti) interni debbono corrispondere esattamente a quanto effettivo

4) Agibilità

 

tutto il resto non serve a nulla (ovvero si risolve con poca spesa) difformità catastali, problemi di vicinato eccc...

 

i primi 2 punti invece potrebbero rovinarvi tutta la vita.

Curiosità.

Perché i primi due punti potrebbero rovinare la vita?

Nicola L. dice:

Curiosità.

Perché i primi due punti potrebbero rovinare la vita?

Perché se compri un appartamento in un condominio anni 60/70

poi decidi di fare dei lavori di ristrutturazione ed il tecnico comunale ferma la SCIA del tuo tecnico perché il palazzo è più lungo di 1 metro rispetto ai 60 originari per 7 piani di altezza...

la sanzione da pagare è + / - 300.000 euro....

e mai nessuno avveduto comprerà 

lorella20 dice:

tutto il resto non serve a nulla (ovvero si risolve con poca spesa) difformità catastali, problemi di vicinato eccc...

Già, perché 1 e 2?

Il forum è piano di discussioni su cani, bambini, aggressioni, urla, tv o radio a volume alto, non rispetto delle regole, maleducazione, immissioni di odori, amministratori che scappano con la cassa, spese legali, decreti ingiuntivi..etc etc..

Un toccasana quotidiano per le coronarie.

🤔 fammi capire Lorella.....il tuo è un consiglio, una sentenza, un "vissuto" (soprattutto per i 300.000,00 euro), una provocazione, non certo una domanda.....??

che dovremmo fare?

lorella20 dice:

Perché se compri un appartamento in un condominio anni 60/70

poi decidi di fare dei lavori di ristrutturazione ed il tecnico comunale ferma la SCIA del tuo tecnico perché il palazzo è più lungo di 1 metro rispetto ai 60 originari per 7 piani di altezza...

la sanzione da pagare è + / - 300.000 euro....

e mai nessuno avveduto comprerà 

Posso chiederti di essere più chiara? Tecnicamente, intendo.

Tieni conto che, da un punto di vista tecnico,  una cosa è datare la costruzione ante 1967, altra cosa sono i primi anni 70 che hanno introdotto nuove norme sismiche ed urbanistiche

Grazie

Modificato da GIME
lorella20 dice:

Perché se compri un appartamento in un condominio anni 60/70

poi decidi di fare dei lavori di ristrutturazione ed il tecnico comunale ferma la SCIA del tuo tecnico perché il palazzo è più lungo di 1 metro rispetto ai 60 originari per 7 piani di altezza...

la sanzione da pagare è + / - 300.000 euro....

e mai nessuno avveduto comprerà 

Quindi mi stai dicendo che all'epoca il commissario prefettizio ha dichiarato il falso.

Nicola L. dice:

Quindi mi stai dicendo che all'epoca il commissario prefettizio ha dichiarato il falso.

Ma quale commissario prefettizio, l'abitabilità mica misurava i metri cubi cpostruiti e quelli autorizzati.

 

per esperienza di un condominio insanabile ovvero se non si versano 300.000 euro + / - di sanzioni rimarrà sempre insanabile.

E chi è che compra?

GIME dice:

Posso chiederti di essere più chiara? Tecnicamente, intendo.

Grazie

Come sani la cubatura in più se non ce nè? 

che valore utilizzi per i locali commerciali?

lorella20 dice:

perché il palazzo è più lungo di 1 metro rispetto ai 60 originari per 7 piani di altezza...

la sanzione da pagare è + / - 300.000 euro....

Io ero rimasto che le difformità edilizie entro il 5% non costituiscono abuso.

lorella20 dice:

Come sani la cubatura in più se non ce nè? 

che valore utilizzi per i locali commerciali?

il mistero si infittisce..o sono io,  che non capisco il tuo quesito.

Per provare a capire dovrei sapere almeno l'anno di costruzione dell'edificio...

Modificato da GIME
GIME dice:

il mistero si infittisce..o sono io,  che non capisco il tuo quesito.

Non era un quesito, il 1° post non aveva nessun punto di domanda 😉

  • Haha 1
lorella20 dice:

Ma quale commissario prefettizio, l'abitabilità mica misurava i metri cubi cpostruiti e quelli autorizzati.

Quindi nessuno all'epoca ha controllato. Che mi risulta il commissario prefettizio,all'epoca - non so ora - leggeva l'istanza  del costruttore con tutte le misure dello stabile confini ecc.ecc. e gli sfuggiva questo piccolo dettaglio? 

Lorella20 rispetto il tuo punto di vista ma non riesco ad immaginare  come può succedere.

Grazie per avermi tolto la curiosità e spero che sul forum qualcuno possa darti un valido motivo.

Ciao

GIME dice:

il mistero si infittisce..o sono io,  che non capisco il tuo quesito.

Per provare a capire dovrei sapere almeno l'anno di costruzione dell'edificio...

Leggi il post #3 -anni 60/70

La conformità urbanistica e catastale, l'atto di provenienza, il certificato di agibilità e, inoltre, se possibile, i bollettini che attestino il pagamento delle spese condominiali per l'anno in corso e per il precedente.

Nicola L. dice:

Quindi nessuno all'epoca ha controllato. Che mi risulta il commissario prefettizio,all'epoca - non so ora - leggeva l'istanza  del costruttore con tutte le misure dello stabile confini ecc.ecc. e gli sfuggiva questo piccolo dettaglio? 

Lorella20 rispetto il tuo punto di vista ma non riesco ad immaginare  come può succedere.

Grazie per avermi tolto la curiosità e spero che sul forum qualcuno possa darti un valido motivo.

Ciao

Leggi il post #3 -anni 60/70

Succede nel 85% dei condomini anni 60/70

plutarco dice:

La conformità urbanistica e🤣, l'atto di provenienza, il certificato di agibilità e, inoltre, se possibile, i bollettini che attestino il pagamento delle spese condominiali per l'anno in corso e per il precedente.

Quella catastale NON SERVE A NULLA, ed + la più grande pagliacciata dal 1942 in POI.

La conformità catastale nasce per  parare il sederino ai Notai ed agli ignoranti.

Il catasto (se sei a posto con l'urbanistica) lo sistemi con 300/500 euro per appartamento, ed in 3 giorni.

lorella20 dice:

Succede nel 85% dei condomini anni 60/70

Quella catastale NON SERVE A NULLA, ed + la più grande pagliacciata dal 1942 in POI.

La conformità catastale nasce per  parare il sederino ai Notai ed agli ignoranti.

Il catasto (se sei a posto con l'urbanistica) lo sistemi con 300/500 euro per appartamento, ed in 3 giorni.

Noi avevamo bisogno di fare un consolidamento strutturale e l'ing. incaricato  non è riuscito a trovare tutto il progetto - anzi metà in prefettura sepolto in una montagna fatiscente di carte e altri pezzi tra il comune e il catasto. Tu parli di pagliacciata però stando a quello che dici ( la multa da 300.300,00 € ) non mi sembra tale. L'ing. con i vari saggi fatti sullo stabile e per ns. fortuna, riuscimmo a trovare un carpentiere che all'epoca della costruzione aveva lavorato alla costruzione dell'edificio, siamo riusciti a controllare tutto e procedere al lavoro di consolidamento - eseguito dal tecnico che ha ricostruito la cupola crollata di San. Francesco d'Assisi - Prof. Resta.

Per il resto.

lorella20 dice:

Quella catastale NON SERVE A NULLA, ed + la più grande pagliacciata dal 1942 in POI.

La conformità catastale nasce per  parare il sederino ai Notai ed agli ignoranti.

Il catasto (se sei a posto con l'urbanistica) lo sistemi con 300/500 euro per appartamento, ed in 3 giorni.

Lorella, che bisogno c'è di utilizzare il linguaggio che stai utilizzando? Il "sederino" gli ignoranti non se lo parano mai, visto che "ignorano" e comunque, decidi: o è tutta una scemata che si risolve con nulla o è tutto un dramma da pagare piu' che salato.

Ma alla fine, cosa vuoi sapere?

Perché non ci fai sapere se i tuoi condomini sono stati così..... da approvare il tuo aumento del 30% senza uno straccetto di preventivo? Questi sono fatti importanti in un condominio amministrato bene e non le sparate che neanche i più  preparati capiscono? Possibile....

@lorella20 perché non rispondi? Non è  importante la domanda? Fa uno sforzo per favore.

Dino40 dice:

@lorella20 perché non rispondi? Non è  importante la domanda? Fa uno sforzo per favore.

Calma Dino, Lorella non si è ancora collegata oggi.....

Momento ragazzi, una domanda per volta.

 

e rispondo a tutti, oggi è la giornata delle assemblee

Danielabi dice:

Calma Dino, Lorella non si è ancora collegata oggi.....

Qualora decidesse di farlo, faccio presente (in modo  esemplicativo  e non esaustivo) che:

- L. 1150/1942 art 31 "Licenza di costruzione" per le costruzioni da realizzare nei soli centri urbani;

- L. 765/1967 Legge Ponte "Licenza edilizia rilasciata dal Sindaco per le costruzioni da realizzare in tutto il territorio comunale ed obbligo di PrG;

- L. 10/77 la licenza diventa "Concessione edilizia" a titolo oneroso;

- DPR 380/2001 la concessione diventa "Permesso di costruire".

- Inoltre: 

- L. 1086/1971 "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica" in particolare gli art. 4,6,7;

- L. 64/1974 "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche». in particolare gli art. 17-18 e 28 "certificato di conformità" propedeutico al rilascio della licenza d'uso prefettizia e licenza di abitabilità comunale;

Ecco perché, a mio parere,  datare la "nascita" dell'immobile è importante per cercare di capire come si arriva ad una sanzione di € 300.000,00.

E mi piacerebbe capire pure questo:

lorella20 dice:

Come sani la cubatura in più se non ce nè? 

che valore utilizzi per i locali commerciali?

Dopo le assemblee...ci mancherebbe.

GIME dice:

Qualora decidesse di farlo, faccio presente (in modo  esemplicativo  e non esaustivo) che:

- L. 1150/1942 art 31 "Licenza di costruzione" per le costruzioni da realizzare nei soli centri urbani;

- L. 765/1967 Legge Ponte "Licenza edilizia rilasciata dal Sindaco per le costruzioni da realizzare in tutto il territorio comunale ed obbligo di PrG;

- L. 10/77 la licenza diventa "Concessione edilizia" a titolo oneroso;

- DPR 380/2001 la concessione diventa "Permesso di costruire".

- Inoltre: 

- L. 1086/1971 "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica" in particolare gli art. 4,6,7;

- L. 64/1974 "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche». in particolare gli art. 17-18 e 28 "certificato di conformità" propedeutico al rilascio della licenza d'uso prefettizia e licenza di abitabilità comunale;

Ecco perché, a mio parere,  datare la "nascita" dell'immobile è importante per cercare di capire come si arriva ad una sanzione di € 300.000,00.

E mi piacerebbe capire pure questo:

Dopo le assemblee...ci mancherebbe.

Nel  comune ove sorge l'immobile il tecnico (che è già stato indagato per peculato ed abuso d'ufficio) non ci sente, ha impiegato 6 mesi per concedere l'accesso agli atti, e sono saltati fuori abusi di cubatura. Che o demolisci e ripristini oppure sani con il doppio del valore venale. 

altro che conformità catastale "baggianata" cui i Notai si trincerano. La conformità deve essere urbanistica, a catasto ci fai quello che credi con 200/300/500 euro al massimo

 

lorella20 dice:

il palazzo è più lungo di 1 metro rispetto ai 60 originari

condo77 dice:

Io ero rimasto che le difformità edilizie entro il 5% non costituiscono abuso. 

resta il dubbio...

Modificato da condo77
lorella20 dice:

1) La conformità urbanistica: che significa che i mq autorizzati dal Comune siano quelli edificati, 

2) La sagoma che significa che i prospetti autorizzati siano quelli costruiti

3) le piantine dei locali (tutti) interni debbono corrispondere esattamente a quanto effettivo

4) Agibilità

 

tutto il resto non serve a nulla (ovvero si risolve con poca spesa) difformità catastali, problemi di vicinato eccc...

 

i primi 2 punti invece potrebbero rovinarvi tutta la vita.

Ammesso e non concesso che tu abbia ragione, mi pare strano che in un ipotetico edificio degli anni 60/70 il problema sorga adesso, ciò vorrebbe dire che nessuno ha mai avuto la necessità di effettuare dei lavori nel condominio ...che nessuno ha mai venduto/comprato.... Poi 300,000 euro su che basi? 

lorella20 dice:

Nel  comune ove sorge l'immobile il tecnico (che è già stato indagato per peculato ed abuso d'ufficio) non ci sente, ha impiegato 6 mesi per concedere l'accesso agli atti, e sono saltati fuori abusi di cubatura. Che o demolisci e ripristini oppure sani con il doppio del valore venale. 

altro che conformità catastale "baggianata" cui i Notai si trincerano. La conformità deve essere urbanistica, a catasto ci fai quello che credi con 200/300/500 euro al massimo

L'accesso agli atti DEVE essere garantito in un mese legge 241/90! Mi stupisco che tu in quanto amministratore non lo sappia ...

×