Vai al contenuto
Zorita

Invio documentazione detrazioni fiscali di spese straordinarie

Per il secondo anno consecutivo, nonostante la mia richiesta di averla per tempo, ho ricevuto in data odierna con lettera semplice la documentazione per usufruire delle detrazioni fiscali di spese straordinarie di cui non ero a conoscenza.

Ho già provveduto a presentare il 730 attraverso il CAAF. L'amministratrice mi ha assicurato che aveva tempo fino alla fine di Aprile per spedirla e di fare l'integrazione, il che comporterà, oltre alla perdita di tempo, il pagamento del servizio.

Chiedo se tutto ciò è legale, oltreché corretto.

Grazie a chi vorrà rispondere.

Scusate. Solo ora vedo che la fattura inviata è dell'anno 2013 e così il pagamento. Nell'intestazione scrive di lavori effettuati nel 2014. Secondo le mie scarse conoscenze non potrò detrarre alcunché nel 730/15. O sbaglio?

se i lavori sono stati eseguiti nel 2014 presuppongo che la fattura e il relativo bonifico per agevolazione fiscale siano stati fatti nel 2014.

non ho mai visto che si emetta prima la fattura, che questa venga anche pagata e poooi si eseguono i lavori ...

quindi non capisco le date di riferimento.

comunque tu puoi detrarre la tua quota parte in base ai millesimi di quanto bonificato dal condomìnio alle imprese nell'anno 2014.

l'amministratore è tenuto a certificare questi bonifici ai condomini in tempo utile per la loro dichiarazione dei redditi (730 o unico).

Per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio, il beneficio compete con riferimento all’anno di effettuazione del bonifico da parte dell’amministrazione del condominio.

In tale ipotesi, la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che quest’ultima sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

--link_rimosso--

Ho già provveduto a presentare il 730 attraverso il CAAF.

stai tranquilla che il caaf al massimo l'ha messa nel cassetto e di certo non l'ha ancora lavorata.

digli di aspettare (o fattela restituire) per inserire questa detrazione (se puoi inserirla nel senso che deve esserci una certificazione dell'amm.).

Grazie per le risposte. Riporto esattamente: "Lo schema di ripartizione delle spese straordinarie avvenute nel corso dell'anno 2014". L'importo è stato calcolato in base ai millesimi di proprietà. La fattura è datata 31 ottobre 2013. Il bonifico è datato 27 Dicembre 2013. A questo punto pensate sia utile che vada a fare la coda per l'integrazione o passo direttamente dall'amministratrice...

 

- - - Aggiornato - - -

 

Dimenticavo: ho già in mano il 730 compilato e firmato dal CAAF in tutte le sue parti con il calcolo delle detrazioni e futuri versamenti date comprese. Vuoi che ho trovato un CAAF efficiente? Mi hanno già detto che devono rifarlo.

le spese andava detratte con dichiarazione 2014 relativo anno 2013..... senti il motivo con amministratore... se lui ha una assicurazione potete farla intervenire se trattasi di errore

Ringrazio per le cortesi ed utilissime risposte. Ho verificato che non potrò fruire delle detrazioni fiscali. Sono in attesa della giustificazione da parte dell'amministratrice. Nel contempo desidererei conferma che la documentazione relativa alle detrazioni fiscali non può essere spedita via mail, ma solo con lettera semplice che spesso e volentieri arriva in ritardo, come nel mio caso. E' vero che l'amministratrice ha tempo fino al 30 di Aprile per inviare la documentazione? C'è una normativa o quant'altro a conferma di quanto mi è stato dato per certo?

Ringrazio anticipatamente e auguro buon pomeriggio

Innanzitutto grazie per l'iscrizione e un saluto a tutti. Non sono pratica del forum e quindi non so come iniziare una nuova discussione ma in questa, mi ritrovo con un problema simile.

Nuovo amministratore forzato dall'altra proprietà che detiene il 69% delle quote millesimali, trattasi di condominio minimo ove io ho acquistato la proprietà della zia e l'altra proprietà mi ha sin dal primo giorno considerata un' intrusa da disturbare e sfiancare in ogni modo in quanto ho usurpato una loro "proprietà" che volevano acquistare a meno soldi, in tre anni e senza mutuo; con il senno del poi se l'avessi saputo non avrei comprato ... Premetto inoltre che sino il 21 dicembre il Condominio era con il riscaldamento centralizzato spento causa verbali di AGIRE e malfunzionamento di una delle due caldaie.

In novembre durante l'assemblea con all'OdG "presentazione nuovo amministratore, approvazione preventivo ordinario, problematiche e difformità dell'impianto di riscaldamento ...; valutazioni delle migliori proposte di ripristino dello stesso e delibera in merito", ho proposto la dismissione dell'impianto centralizzato ed in alternativa la messa a norma come da verbali AGIRE. Accolta favorevolmente la proposta di dismissione ci ritrovavamo in altra data per confrontare i nuovi preventivi. Concludendo sebbene avessi dimostrato disponibilità a far utilizzare gli spazi comuni per l'installazione di una caldaia depotenziata o sotto i 35 KW per riscaldare autonomamente i due appartamenti dell'altra proprietà incentivando quindi la dismissione, questa scelse il mantenimento del riscaldamento centralizzato mentre io non approvai il preventivo proposto in quanto decisa a rendermi autonoma inoltre, il preventivo proposto se la caldaia veniva depotenziata non mi garantiva un equa distribuzione del calore in caso di temperature rigide o sotto o zero. L'amministratore mi chiede il rimborso e saldo di tale acquisto e allega una fattura datata febbraio 2015 in cui il modello installato è con potenza inferiore ai Kw 35. In pratica hanno scelto un modello uguale esteticamente ma con potenza inferiore e nessun documento per sgravio o quant'altro mi è stato inviato. Caldaia installata a fianco di una mia camera nel sottoscala, nessun documento presente nel vano caldaia.

Sto preparando la raccomandata in cui contesto tale richiesta motivando anche la mancanza di doppia maggioranza per deliberare.. Cosa dite? Sto sbagliando o ho buoni motivi per non pagare tenuto conto che le 2 caldaie installate precedentemente di cui una funzionante di Kw 34,8 sono state rimosse senza il mio consenso.

Grazie per i chiarimenti e consigli che vorrete darmi.

Credo che il nuovo utente abbia sbagliato in quanto la problematica è diversa. Lo potete aiutare?

Però... scusami tanto...

Io sono dall'altra parte della barricata...

9 utenti su 10 si lamentano dei comportamenti degli amministratori e nessuno mai dice nulla sui condomini... ci penso io...

Tu sai che devi ricevere della documentazione e vai a fare la denuncia dei redditi...

Anche il tuo comportamento lascia un pochino a desiderare...

Io le ultime pratiche di sgravio fiscale, le ho terminate una decina di giorni fa e non ho avuto problemi con nessun condomino.

Dal tuo punto di vista in teoria hai ragione, ma c'è un motivo per cui ho fatto la domanda. L'anno scorso la documentazione mi è arrivata a metà Maggio. Per iscritto avevo chiesto all'amministratrice di inviarmi quest'anno al più presto la documentazione perché, per motivi personali, mi viene fissato l'appuntamento dal Caf all'inizio di Aprile. Promessa che non è stata mantenuta. Non solo, ma la documentazione che viene attribuita a lavori del 2014 in realtà è relativa a fattura e bonifico del 2013. Non avevo sollecitato perché non c'erano stati lavori di manutenzione straordinaria di mia conoscenza nel 2014! E per fortuna ho letto attentamente ed ho chiesto lumi al forum altrimenti mi sarei fatta una coda in coda infinita al Caf per andare a fare l'integrazione. Inutilmente. Non mi posso permettere il commercialista.

Ora, visto che ci pensi tu...che faresti al mio posto?

... L'importo è stato calcolato in base ai millesimi di proprietà. La fattura è datata 31 ottobre 2013. Il bonifico è datato 27 Dicembre 2013...

Se l'amministratrice ha bonificato a dicembre 2013 doveva farti la certificazione entro la data di presentazione dei redditi 2014, pertanto direi che l'amministratrice non è in ritardo di qualche mese ma più di un anno. Ammesso che, come lei dice, aveva tempo fino a fine aprile, il tempo era già scaduto a fine aprile 2014 per cui sta solo arrampicandosi sugli specchi.

 

Se ormai hai presentato la dichiarazione dei redditi, l'anno prossimo potrai cominciare a detrarre dalla terza rata.

Visto che hai un CAAF efficiente chiedi a loro come fare per il recupero delle prime due annualità.

Potresti inoltrare richiesta di rimborso all'Agenzia delle Entrare secondo il disposto dell'art. 38 dpr 602/73.

Non vale la pena chiedere i danni all'amministratrice per responsabilità professionale ma vale la pena farle notare la sua leggerezza, almeno per farle capire che non è tutto oro colato quello che esce dalla sua bocca.

Sei stato chiaro, esaustivo, oltreché competente. Seguirò le tue preziose indicazioni. Grazie

Ad colorandum: alla mia richiesta di verifica e conferma delle date di fattura e bonifico, l'amministratrice ha risposto che ha spedito la settimana scorsa la documentazione (a me già spedita il 22 Aprile e ricevuta il 30 dello stesso mese) e che se non la ricevo me la rispedisce. Qual è il comportamento che lascia a desiderare? Seguirò i consigli di Leonardo53 che ancora ringrazio.

×