Vai al contenuto
SilvioF

Invio convocazione e/o documentazione.

Buonasera a tutti. Scrivo per avere, come al solito, un vostro cortese parere. A giugno, in vista della riforma, ho fatto firmare a tutti i condòmini le schede anagrafiche condominiali. Tizio e Caia, marito e moglie comproprietari al 50% di un appartamento, hanno indicato "essere più comproprietari e per l'invio della corrispondenza condominiale indichiamo il seguente rappresentante Sempronio che ci informerà sulla corrispondenza ricevuta e su quanto altro concernente il condominio" indicando la PEC di Sempronio (fratello di Caia).

Ora: se mando la convocazione per l'assemblea ordinaria 2014 a Sempronio la stessa è da ritenersi valida? Oppure devo comunque mandare una raccomandata a Tizio e Caia?

 

Grazie mille in anticipo per le risposte che darete.

Secondo il mio personale parere è l'amministratore che sceglie il modo di comunicare ai condomini la convocazione (raccomandata, pec, Fax o consegna a mano), infatti l'amministratore condominiale non è obbligato a dotarsi di PEC per cui i condomini non possono pretendere di essere avvisati con tale sistema.

Per cui io fossi amministratore avviserei tutti i condomini con lo stesso identico sistema, per non discriminare nessuno ed alla residenza indicata nell'anagrafe condominiale.

Secondo il mio personale parere è l'amministratore che sceglie il modo di comunicare ai condomini la convocazione (raccomandata, pec, Fax o consegna a mano), infatti l'amministratore condominiale non è obbligato a dotarsi di PEC per cui i condomini non possono pretendere di essere avvisati con tale sistema.

Per cui io fossi amministratore avviserei tutti i condomini con lo stesso identico sistema, per non discriminare nessuno ed alla residenza indicata nell'anagrafe condominiale.

Però Sempronio non è un condòmino. Domandavo se fosse legittimo inviare la convocazione ad un terzo anche se indicato dai due comproprietari.

Però Sempronio non è un condòmino. Domandavo se fosse legittimo inviare la convocazione ad un terzo anche se indicato dai due comproprietari.
L'avevo specificato (dimenticando il domicilio), la convocazione va inviata all'indirizzo indicato dal titolare come sua residenza o domicilio indicati nella dichiarazione, infatti l'art. 1130 cc, indica che l'amministratore deve;

 

6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio

Ovvero se un condomino indica come domicilio l'indirizzo del suo amico (via numero e città) potrai inviare la raccomandata, o altro mezzo (Fax, PEC o consegna a mano a tua scelta) all'indirizzo indicato, ma se la residenza indicata è nell'appartamento dove abitano, mi sembra una presa in giro questo giochetto.

L'avevo specificato (dimenticando il domicilio), la convocazione va inviata all'indirizzo indicato dal titolare come sua residenza o domicilio indicati nella dichiarazione, infatti l'art. 1130 cc, indica che l'amministratore deve;

 

6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio

Ovvero se un condomino indica come domicilio l'indirizzo del suo amico (via numero e città) potrai inviare la raccomandata, o altro mezzo a quanto indicato, ma se la residenza indicata è nell'appartamento dove abitano, mi sembra una presa in giro questi giochetti.

Infatti... Ho chiesto delucidazione ad entrambi i comproprietari e mi hanno risposto che così evitano le spese di invio della raccomandata e che poi ci pensa il fratello ad avvisarli...

Infatti... Ho chiesto delucidazione ad entrambi i comproprietari e mi hanno risposto che così evitano le spese di invio della raccomandata e che poi ci pensa il fratello ad avvisarli...
Forse non sanno che le spese postali vanno divise per millesimi, per cui se loro riceveranno una PEC a spese zero, comunque dovranno contribuire;

 

Le spese postali, anche se attengono all'invio di corrispondenza o di solleciti di pagamento inviati a ciascun condòmino, devono essere addebitate a tutti i condòmini in proporzione ai millesimi di proprietà; non devono, dunque, essere addebitate al singolo condòmino cui si riferiscono.

In tal senso si è espressa più volte la Corte di Cassazione (sentenza n. 3946/1994; sentenza n. 24696/2008).

Sono d'accordo, e si risparmierà solamente (e come minimo) 3.60 euro per ciascun condomino che richiede l'invio tramite PEC, da dividersi in millesimi tra tutti i condomini, semprechè l'amministratore sia dotato di Pec e che non scelga per tutti i condomini di effettuare una convocazione tramite raccomandata o altro sistema consentito.

Buongiorno,

mi inserisco in questa discussione per porre una questione , mi scuso da subito se non è corretto farlo ma è inerente a quanto discusso.

Nell'ultima assemblea ordinaria con 516,12 mill nelle Varie ed eventuali è stato deleberato quanto segue: "che le spese per stampe e fotocopie di convocazioni, verbali, prospetti di bilancio consuntivo e preventivo, prospetto rate e altra documentazione, assiememe alle relative spese postali, vengano addebitate per ricevente e non per millesimi"

Mi chiedo e Vi chiedo è corretto/valido quanto deliberato? Puo essere modificato un modus operandi di 20 anni circa in tale modo ? Grazie Leonardo

Sono d'accordo, e si risparmierà solamente (e come minimo) 3.60 euro per ciascun condomino che richiede l'invio tramite PEC, da dividersi in millesimi tra tutti i condomini, semprechè l'amministratore sia dotato di Pec e che non scelga per tutti i condomini di effettuare una convocazione tramite raccomandata o altro sistema consentito.

sono d'accordo. E' evidente e pare oppurtuna una dichiarazione che sollevi l'amministratore da responsabilità se l'email (anche normale) non raggiunga il destinatario designato ( es. non funziona l'email del designato; se si rompe il computer etc.) . Ossia che si accetti che la prova viene data dalla semplice prova di spedizione da parte dell' AC

×