Vai al contenuto
bedelia67

Invasione di gatti e pericolo per la salute

Ciao a tutti

vivo in una corte e in una parte di questa, abbandonata e un po malmessa, sono arrivati dei gatti, che ovviamente hanno fatto figli.

La situazione è questa: credo che un paio di adulti siano morti, un altra è incinta e ci sono almeno 5 gatti non ancora adulti che girovagano(specie di notte) nel nostro cortile distribuendo deiezioni dappertutto. La maggior parte di loro non si lascia avvicinare,ma stanno prendendo coraggio, anche per via di alcuni di noi che, presi a pietà, da loro da mangiare. Ora, visto che il cortile è diventato impraticabile(se ci si cammina col buio la probabilità di trovarsi le scarpe piene è altissima), cortile tra l'altro molto usato dai bambini anche molto piccoli per giocare, vorremmo trovare una soluzione.

Qualcuno vuole andare in Comune a chiedere lumi, altri chiamare l'Asl per farli portar via, altri prendere un sacco metterli dentro e porre fine al problema....

Io mi sono limitata a cercare in rete e leggo di colonie feline,leggo di diritti dei gatti di vivere nel loro habitat...tutto giusto io amo i gatti, quello della mia vicina è spessisimo a casa mia, ma qui la situazione si è fatta insostenibile, abbiamo grossi problemi di igiene e rischi per la salute di tutti (a me hanno defecato innumerevoli volte sul balcone di casa e non c'è candeggina che risolva la cosa), cosa possiamo fare senza dover ricorrere al sacco...?sono così belli ma non possono più stare qui

Ciao Mary

Rivolgersi ad ASL, è la cosa più sensata e credo che a sua volta interpellerà il proprietario, interpellando tu il proprietario non credo faccia molto

Non mi sembra che ci sia una proprietaria dei gatti , quindi trattasi di colonia . Quindi salvo che detta colonia non costituisca pericolo per la pubblica salute non potranno essere allontanati .quindi chiamando l' ASL essi verificheranno se esiste detto pericolo . Ove trattasi di semplice malattia che non pregiudica la salute pubblica i gatti saranno curati , sterilizzati e rinseriti in loco .

Ciao a tutti

vivo in una corte e in una parte di questa, abbandonata e un po malmessa, sono arrivati dei gatti, che ovviamente hanno fatto figli.

La situazione è questa: credo che un paio di adulti siano morti, un altra è incinta e ci sono almeno 5 gatti non ancora adulti che girovagano(specie di notte) nel nostro cortile distribuendo deiezioni dappertutto. La maggior parte di loro non si lascia avvicinare,ma stanno prendendo coraggio, anche per via di alcuni di noi che, presi a pietà, da loro da mangiare. Ora, visto che il cortile è diventato impraticabile(se ci si cammina col buio la probabilità di trovarsi le scarpe piene è altissima), cortile tra l'altro molto usato dai bambini anche molto piccoli per giocare, vorremmo trovare una soluzione.

Qualcuno vuole andare in Comune a chiedere lumi, altri chiamare l'Asl per farli portar via, altri prendere un sacco metterli dentro e porre fine al problema....

Io mi sono limitata a cercare in rete e leggo di colonie feline,leggo di diritti dei gatti di vivere nel loro habitat...tutto giusto io amo i gatti, quello della mia vicina è spessisimo a casa mia, ma qui la situazione si è fatta insostenibile, abbiamo grossi problemi di igiene e rischi per la salute di tutti (a me hanno defecato innumerevoli volte sul balcone di casa e non c'è candeggina che risolva la cosa), cosa possiamo fare senza dover ricorrere al sacco...?sono così belli ma non possono più stare qui

Ciao Mary

Lo sai che il maltrattamento degli animali al giorno d'oggi è punibile penalmente?

 

" io amo i gatti" ne dubito fortemente, forse non sai proprio cosa significhi "amare" o menti anche a te stessa: fatti un analisi di coscienza!

 

Comunque un messaggio come il tuo è offensivo nei confronti di chi gli animali li ama veramente!

Pensare di metterli in un sacco e poi? Ci vuole un bel coraggio a scriverlo oltre che pensarlo!

  • Disapprovo 1

Non esiste proprietario dei gatti sono randagi. Ma scusate: guardate che non si riesce a stare in cortile dalla puzza di escrementi. Se l'asl li fa sterilizzare smetteranno di produrne ? Ci sono bambini piccoli dobbiamo aspettare che qualcuno di loro metta le mani dove non deve?Non li può prendere un gattile?

 

- - - Aggiornato - - -

 

lo scrivo grande: NON SONO IO A VOLER METTERE I GATTI IN UN SACCO E FARLI FUORI!!!detesto la gente che capisce quello che gli pare. Nel mio cortile siamo parecchie famiglie e ognuno ha espresso il suo parere tra cui questa cosa CHE NON VOGLIO CHE SUCCEDA (io sono una di quelle persone che da loro da mangiare pensa che cattiva che sono). Sto cercando la soluzione più giusta per tutti: il giusto collocamento ai gatti e il rendere sicuro il cortile che ora come ora è una montagna di merda e mi scuso per il francesismo

Ciao,

 

prova ad informare il Comune, ovvero Sindaco e capo dei Vigili urbani con una lettera dove fai presente la colonia felina e i disagi che riscontri. Molti Comuni sono sensibili alle segnalazioni per gestire in modo rapido la situazione, alcuni soprassiedono per bilanci in rosso etc. Anche una lettera all Asl potrebbe servire per velocizzare tempi.

Ovviamente una persona che si interessa in prima persona di gatti randagi in un forum dimostra sensibilità al problema e poi chi vuol capire male capisce male....

NON SONO IO A VOLER METTERE I GATTI IN UN SACCO E FARLI FUORI!!!

 

No certo infatti scrivi:"cosa possiamo fare senza dover ricorrere al sacco...?sono così belli ma non possono più stare qui."

 

Sono veramente sconcertata! E' la prima volta nel forum che mi sento così!

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ciao,

 

prova ad informare il Comune, ovvero Sindaco e capo dei Vigili urbani con una lettera dove fai presente la colonia felina e i disagi che riscontri. Molti Comuni sono sensibili alle segnalazioni per gestire in modo rapido la situazione, alcuni soprassiedono per bilanci in rosso etc. Anche una lettera all Asl potrebbe servire per velocizzare tempi.

Ovviamente una persona che si interessa in prima persona di gatti randagi in un forum dimostra sensibilità al problema e poi chi vuol capire male capisce male....

Forse se davvero tiene ai gatti dovrebbe segnalare alle autorità le intenzioni dei condomini di mettere i gatti nel sacco così saprebbe a cosa vanno incontro con un gesto così disumano!

 

Io non mi interesso di gatti randagi ma nulla cambia!

Maila67

SEI UN DISTURBATORE!!!!. SI CAPISCE BENISSIMO IL MESSAGGIO DI

Bedelia67, NON È CONTRO GLI ANIMALI, STA CERCANDO UNA SOLUZIONE AL PROBLEMA. MA COME SI FA A ESSERE CISI TIGNOSI SU TUTTO?????

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ma smettila di sindacare tutto

Maila67

SEI UN DISTURBATORE!!!!. SI CAPISCE BENISSIMO IL MESSAGGIO DI

Bedelia67, NON È CONTRO GLI ANIMALI, STA CERCANDO UNA SOLUZIONE AL PROBLEMA. MA COME SI FA A ESSERE CISI TIGNOSI SU TUTTO?????

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ma smettila di sindacare tutto

Puoi esprimere le tue opinioni anche senza urlare .

sì...la frase "metterli dentro un sacco" è raccapricciante..

 

Mi occupo come volontaria di una colonia felina.. il gattile provvede alla sterilizzazione delle femmine, in modo che non vi siano decine di piccoli in giro.

Io do loro cibo in un cortile, ma non trovo mai mai deiezioni... i gatti non sporcano sul cemento, ma cercano posti erbosi, rive, terreni, magari a ridosso di alberi.. trovo davvero strano che il cortile sia "impraticabile"

 

Comunque si chiama asl o vigili i quali contattano il gattile comunale che viene e verifica le condizioni anche di salute dei gatti, tenta di prenderli e sterilizzarli. Se è colonia li rimette in libertà in loco

 

I maltrattamenti agli animali sono penalmente punti. Giova ribadirlo. Eventualmente lo ribadisca anche lei agli altri condomini che hanno avuto la brillante idea del "sacco"

portateli in un parco pubblico

rischiate di far dichiarare il vostro cortile luogo di una colonia felina con più diritti di voi in casa vostra se andate a chiedere al comune e all'asl

trovate chi gli da da mangiare e fatela desistere

portateli in un parco pubblico

rischiate di far dichiarare il vostro cortile luogo di una colonia felina con più diritti di voi in casa vostra se andate a chiedere al comune e all'asl

trovate chi gli da da mangiare e fatela desistere

Proprio non ci siamo.....:wallbash:

 

Se non desiste dal dargli da mangiare con le buone mettetela in un sacco....

Puoi esprimere le tue opinioni anche senza urlare .

Anche se più di un' opinione mi sembra una sentenza....dare degli aggettivi per alcuni è cosa normale e dovuta, segno di intelligenza e di superiorità. Se fosse stata un' opinione avrebbe scritto: "quello che scrivi disturba" e non "sei un disturbatore". Comunque sapessi che i gatti sono salvi sarei contenta. Una volta per salvare un gatto da un maltrattamento mi sono presa un pugno ma almeno il gatto è stato messo in salvo e il dolore me lo sono dimenticato, quindi figurarsi se non reggo uno sfogo in maiuscolo....

Ciao a tutti

vivo in una corte e in una parte di questa, abbandonata e un po malmessa, sono arrivati dei gatti, che ovviamente hanno fatto figli.

La situazione è questa: credo che un paio di adulti siano morti, un altra è incinta e ci sono almeno 5 gatti non ancora adulti che girovagano(specie di notte) nel nostro cortile distribuendo deiezioni dappertutto. La maggior parte di loro non si lascia avvicinare,ma stanno prendendo coraggio, anche per via di alcuni di noi che, presi a pietà, da loro da mangiare. Ora, visto che il cortile è diventato impraticabile(se ci si cammina col buio la probabilità di trovarsi le scarpe piene è altissima), cortile tra l'altro molto usato dai bambini anche molto piccoli per giocare, vorremmo trovare una soluzione.

Qualcuno vuole andare in Comune a chiedere lumi, altri chiamare l'Asl per farli portar via, altri prendere un sacco metterli dentro e porre fine al problema....

Io mi sono limitata a cercare in rete e leggo di colonie feline,leggo di diritti dei gatti di vivere nel loro habitat...tutto giusto io amo i gatti, quello della mia vicina è spessisimo a casa mia, ma qui la situazione si è fatta insostenibile, abbiamo grossi problemi di igiene e rischi per la salute di tutti (a me hanno defecato innumerevoli volte sul balcone di casa e non c'è candeggina che risolva la cosa), cosa possiamo fare senza dover ricorrere al sacco...?sono così belli ma non possono più stare qui

Ciao Mary

Se il cortile è privato, nulla vieta di mettere un cancello e una rete di protezione lungo tutta la ringhiera.

Grazie a tutti dei suggerimenti, spero non succeda loro nulla di male, per ora stanno spaparanzati di sotto, con qualcuno ho già parlato , speriamo di trovare la giusta soluzione.

 

Maila67 abbiamo la stessa età ma io non sono così acida...take it easy!

"spero non succeda loro nulla di male": ANCORA! Non deve succedergli niente di male sicuramente !!!!: lo hai capito il rischio che correte se gli fate del male? Abbiamo l' anno di nascita in comune? Fin troppo!

Se il cortile è privato, nulla vieta di mettere un cancello e una rete di protezione lungo tutta la ringhiera.

Non conosci i gatti. Si infilano dappertutto. La rete di protezione non serve a niente.

 

- - - Aggiornato - - -

 

"spero non succeda loro nulla di male": ANCORA! Non deve succedergli niente di male sicuramente !!!!: lo hai capito il rischio che correte se gli fate del male? Abbiamo l' anno di nascita in comune? Fin troppo!

Allora c'ha ragione il Papa.......c'è gente che pensa prima a consolare i gatti che i Cristiani......

 

Per me, in tutta questa discussione, ha ragione Prociotta, è la migliore soluzione checche ne pensi qualcuno, il quale, questo qualcuno, deve imparare a rispettare le opinioni di tutti, senza stare a sindacare, a tagliuzzare la pagliuzza su cose ridicole, quando nella vita ci sono cose ben più importanti.

 

E se i gatti sporcano è giusto che vengano allontanati, con mezzi leciti, ma che vengano allontanati altrimenti li porteremo tutti a casa di Maila67........tanto!!!!!

Salve

Puoi esprimere le tue opinioni anche senza urlare .

Salve Peppe, per carità, è vero che non bisogna urlare, soprattutto quando le discussioni sono così...frivole però accanirsi nel modo come fa Maila67 per il messaggio di Bedelia67 è esagerato e, poi, lo ha travisato completamente, non legge bene quello che gli utenti scrivono........

Dipende da come è il posto in cui la metti.. ad esempio se la devi poggiare sulla terra è facile che ci scavino sotto (per non dire che la scavalchino). I randagi non sono come i gatti di casa, la mia è già tanto se fa un salto di un metro e mezzo, ma quelli che sono fuori sono capaci di autentici voli.

 

Detto questo, dipende anche da quanto è presente il problema, i gatti sono estremamente territoriali (è anche per questo che la legge gli ha riconosciuto dei "diritti") e se la situazione è così da un po' sarà difficile scacciarli.

 

La soluzione più legale, pacifica ed etica che mi viene in mente sia di spostarli piano piano in un posto vicino non interno alla corte (vi organizzate e gli date da mangiare e l'acqua in quel punto per un periodo) e poi ottenere il riconoscimento per la colonia "fuori proprietà privata".

Portarli al parco è inutile, torneranno lì. Chiamare i vari enti idem, rischiate solo di farvi riconoscere la colonia DENTRO la corte.

Le soluzioni violente non le valuto neppure.

Allora c'ha ragione il Papa.......c'è gente che pensa prima a consolare i gatti che i Cristiani......

 

Per me, in tutta questa discussione, ha ragione Prociotta, è la migliore soluzione checche ne pensi qualcuno, il quale, questo qualcuno, deve imparare a rispettare le opinioni di tutti, senza stare a sindacare, a tagliuzzare la pagliuzza su cose ridicole, quando nella vita ci sono cose ben più importanti.

 

E se i gatti sporcano è giusto che vengano allontanati, con mezzi leciti, ma che vengano allontanati altrimenti li porteremo tutti a casa di Maila67........tanto!!!!!

Salve

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/17/papa-francesco-ci-mancava-solo-lui-amare-gli-animali-non-significa-disinteressarsi-degli-umani/2737161/

 

A proposito del discorso del Papa

“Sono convinto che gli uomini arriveranno veramente a non uccidersi tra di loro, quando non uccideranno più gli animali”, diceva Aldo Capitini, padre del movimento nonviolento italiano.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×