Vai al contenuto
Michele87

Intestazione ricevuta quota spese condominiali

Salve!

Dobbiamo compilare una ricevuta per un condomino per il pagamento della sua quota sui lavori di manutenzione. La ditta è già stata pagata con i soldi anticipati da mio padre (siamo in 4 e senza amministratore) e la fattura è stata comunque intestata al codice fiscale del condominio.

Mi chiedo se è regolare che i signori in questione chiedano di intestare la ricevuta - firmata da mio padre - al marito della proprietaria, titolare di una società, ma NON comproprietario dell'immobile sito nel nostro condominio, per scaricarsi l'IVA. Come dobbiamo comportarci?

Grazie!

Il recupero Iva non è assolutamente possibile. Semmai, se si fosse trattato di società con sede nel condominio, sarebbe stato magari possibile portare in deduzione la spesa quale costo inerente l'attività (nel rendiconto economico "alla voce costi") producendo effetti sull'utile di bilancio...

La ricevuta va dunque intestata alla condòmina/proprietaria dell'immobile. Ma poi, oltretutto, quale Iva su di una ricevuta per quote condominiali????🤔

Grazie mille! In effetti immagino si possa recuperare l'IVA solo su fatture intestate alla società e non certo sulla ricevuta della quota sui lavori condominiali.

ciao

 

non mi farei problemi a rilasciare la ricevuta a favore di chi mi fa il versamento, indicando però l'interno a cui quel vesamento si riferisce. Ha ragione Dolores, che c'entra l'iva nella ricevuta di quote condominiali ?

Ha ragione Dolores, che c'entra l'iva nella ricevuta di quote condominiali ?

L'IVA si riferisce ai lavori di manutenzione straordinaria di cui la condomina in questione dovrebbe pagare la quota.

L'IVA si riferisce ai lavori di manutenzione straordinaria di cui la condomina in questione dovrebbe pagare la quota.

Sì, ma l'Iva è addebitata nella fattura intestata al Condominio che è a tutti gli effetti un consumatore finale, per cui l'Iva, ribadisco, rappresenta un costo (indeducibile) ed i condòmini (cui va addebitata la spesa pro-quota) non possono portarla (l'Iva) in detrazione.

Sì, ma l'Iva è addebitata nella fattura intestata al Condominio che è a tutti gli effetti un consumatore finale, per cui l'Iva, ribadisco, rappresenta un costo (indeducibile) ed i condòmini (cui va addebitata la spesa pro-quota) non possono portarla (l'Iva) in detrazione.

Grazie mille! E' stata chiarissima!

Sì, ma l'Iva è addebitata nella fattura intestata al Condominio che è a tutti gli effetti un consumatore finale, per cui l'Iva, ribadisco, rappresenta un costo (indeducibile) ed i condòmini (cui va addebitata la spesa pro-quota) non possono portarla (l'Iva) in detrazione.

 

Ma l'importo dell'IVA viene conteggiato ai fini delle agevolazioni fiscali (50%)?

Sì, ma l'Iva è addebitata nella fattura intestata al Condominio che è a tutti gli effetti un consumatore finale, per cui l'Iva, ribadisco, rappresenta un costo (indeducibile) ed i condòmini (cui va addebitata la spesa pro-quota) non possono portarla (l'Iva) in detrazione.

 

Ma l'importo dell'IVA viene conteggiato ai fini delle agevolazioni fiscali (50%)?

Certo, ai fini delle agevolazioni fiscali (50%-65%) anche l'Iva è detraibile, ma questo è un altro discorso.

×