Vai al contenuto
admkiller

Interventi in emergenza

Salve esperti. I miei genitori abitano al piano rialzato di un grande condominio. Martedi'scorso, 25 Aprile, hanno cominciato ad avere problemi di scarico acque dalla cucina. Il pozzetto sotto la finestra, che serve tutta la palazzina, era pieno di fanghiglia densa.

L'amministratore e'stato avvisato da un condomino che e'anche revisore dei conti, ma nel frattempo i giorni passavano senza che intervenisse nessuno.

Domenica 30 pomeriggio i miei hanno subito l allagamento dell intera cucina, cosicche'sono stati costretti a chiamare la ditta di espurgo in emergenza in giornata festiva (1Maggio) con conseguente aggravio dei costi. Di cio'era stato preventivamente avvisato l amministratore, sempre al telefono.

Il conto, piuttosto salato, e'stato di 1430 euro fatturati e anticipati totalmente da mio padre. Siamo a Venezia e per fare questi interventi devono venire con una barca appositamente attrezzata e stendere circa 250 mt di tubi di aspirazione

Oggi e'stato contattato l amministratore e gli e'stata comunicata la spesa...che a detta sua appare esagerata e si riserva di esaminare la fattura.

Cio'premesso chiedo consigli su come affrontare la questione, nel caso l amministratore (col quale abbiamo gia'avuto dissidi in passato) rifiuti di risarcire la somma in tutto o in parte. Nel malaugurato caso, potremmo in futuro compensare le spese condominiali di nostra competenza? E'forse il caso di inviargli preventivamente una raccomandata? Attendo i vostri preziosi consigli, grazie

L'amministratore non può rifiutarsi di "risarcire la somma in tutto o in parte "perché semmai sarà l' assemblea a non approvare la spesa e nel qual caso dovrai adire a vie legali. A chi è stata intestata la fattura? Se è stata intestata a tuo padre l' amministratore potrebbe non farla figurare nel rendiconto condominiale addebitandola di fatto a tuo padre: se tale rendiconto venisse approvato non ti rimarrebbe che impugnarlo. Scrivi che l'amministratore ritiene la spesa eccessiva: in condominio prima d'ora non avete mai fatto uno spurgo?

Il mio consiglio è di scrivere una raccomandata all'amministratore chiedendogli di ripartire la spesa nel prossimo rendiconto in quanto tu hai agito per emergenza. Visto poi che il danno poteva essere evitato in quanto giorni prima lo stesso era stato allertato ( vi sono delle prove scritte ?) fai presente che chiederai al condominio e a lui stesso il risarcimento del danno subito a seguito dell'allagamento.

Grazie della risposta. Purtroppo non ci sono prove scritte in quanto gli eventi si sono svolti nel giro di qualche giorno, tra cui due pohti di festivita', pero'l amministratore era stato allertato per via telefonica sia il 26 che il 30, ad allagamento avvenuto. Interessante la questione di intestazione fattura perche'la devono ancora fare e ho dato disposizione che la intestino al condominio . Se l amministratore si dovesse rifiutare (di fornire i dati del condominio per intestare la fattura) come mi dovro'comportare? Purtroppo non scorre buon sangue con questo soggetto, e temo che il "ritardo" del suo intervento sia stato non fortuito...

Le richieste di intervento importanti come questa vanno sempre fatte per iscritto anche solo per e-mail indicando il problema e chiedendo un intervento urgente ; anche quella della chiamata dello spurgo andava autorizzata per iscritto dall' amministratore per non avere problemi quali ora ti ritrovi ad affrontare ( tanto più che da quello che scrivi l'amministratore non merita la tua fiducia): se non hai prove scritte non potrai rivalerti sull' amministratore ma solo sul condominio per un risarcimento del danno subito e per quanto riguarda la fattura, se l' amministratore si rifiuta di farla intestare al condominio ti consiglio di rivolgerti ad un avvocato

Buongiorno in questi casi la fattura a chi deve essere intestata per essere corretti?

Buongiorno in questi casi la fattura a chi deve essere intestata per essere corretti?

In questo caso al condominio

Scusate intrusione,

abbiamo un simile pozzetto con una grata, che sta su starda a livello del muro perimetrale dello stabile. Quindi è posizionato su una via cittadina,e credo che fa parte di rete urbana di allontanamento di acque refui e mi sorge una domanda: ma non è la competenza del Comune di pulire questi pozzi, dal momento che non cè alcun occluzione nelle scarichi dello stabile, ma anche questo pozzetto è malaodorante ed è quasi pieno, e si intravede bene questo liqualme che quando piove sale sempre di più. E' ovvio che le acque non delfluiscono via come si dovrebbe perché a pochi metri di distanza c'è un altro pozzetto simile e si intrave dalla grata che è altretatnto pieno. Quando succedono grandi alluvioni nelle citta acqua che arriva dovrebbe raccolgiersi in condotte e che poi la portano via nel fiume o non so dove, e si parla dei pozzi intassati da fogliame e altri detriti che i comuni sono tenuti a tenere puliti, ma non lo fanno.

Perchiò, è evidente che sono intassate le tubazioni della rete di allontonamento di acque marce, e è di competenza della sistema idirico comunale. Siamo a Roma, leggi : Dite mi se sbaglio,.

×