Vai al contenuto
Merlino

Insulti scritti e firmati

Buon giorno a tutti, espongo il mio caso:

 

 

 

Ho trovato in buca un biglietto scritto da un inquilino del mio stabile, contiene insulti ed una grave accusa ovviamente infondata non avendo io commesso il tal fatto, ho cercato il dialogo per chiarire l'equivoco, ma non è servito, ha ribadito la sua posizione, proprio per questo ho deciso di mettere al corrente l'amministratore e l'assemblea, il biglietto è firmato, ma non so se posso renderlo pubblico, non vorrei che questa persona mi denunciasse.

Come posso muovermi? Grazie.

Vorrei evitare la denuncia, ma è importante che l'amministratore e l'assemblea sappiano dell'accusa che mi è stata rivolta! Sai se posso mostrare una lettera privata almeno all'amministratore?

Lui ti scrive insulti e ti accusa ingiustamente e sei tu che temi una denuncia ? Direi che e' lui che deve temere una denuncia

da parte tua .

  • Confuso 1

Hai ragione. Mi preme però mettere al corrente l'assemblea in modo da scoraggiare altri atti dello stesso genere, pensavo quindi di far intervenire l'amministratore, e di partire con la denuncia solo nel caso si verificasse ancora...

O lo denunci o lasci perdere . Assemblea e amministratore non interessa sono fatti privati .

Preferisco non scendere nei particolari quindi capisco che sia difficile capire perché è necessario che l'assemblea sappia, l'accusa che mi è stata rivolta riguarda anche l'assemblea, gli insulti sono invece rivolti alla mia persona. Comunque spero che ci sia tra voi qualcuno che possa rispondere alla mia domanda... per ora grazie a chi è intervenuto.

non e' di competenza dell'assemblea o dell'amministratore . e' un tuo problema personale . visto che gli insulti e le accuse sono rivolte a te . (ovvero il reato e' stato compiuto contro di te ) . il fatto che nella lettera indirizzata a te ci sia anche un'accusa all'assemblea lascia il tempo che trova (il fatto non costituisce nessun reato ). quindi se vuoi agire contro detta persona presenta regolare querela se non vuoi agire lascia perdere .

Vorrei evitare la denuncia, ma è importante che l'amministratore e l'assemblea sappiano dell'accusa che mi è stata rivolta! Sai se posso mostrare una lettera privata almeno all'amministratore?

non mi vorrei sbagliare ma occorre comunque l'autorizzazione del mittente visto che la lettera e' una missiva confidenziale tra due soggetti .

 

 

p.s. ovviamente in caso di querela il giudice non ha bisogno di autorizzazione per prendere visione del contenuto .

non mi vorrei sbagliare ma occorre comunque l'autorizzazione del mittente .

Il destinatario di una missiva non commette nessun abuso se divulga il contenuto della stessa a lui diretta.

 

L'abuso e/o reato lo si commette se si divulga una corrispondenza di cui non si è destinatari.

 

[h=5]Art. 616 Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza[/h] Chiunque prende cognizione del contenuto di una corrispondenza chiusa, a lui non diretta, ..........

 

http://it.wikisource.org/wiki/Codice_penale/Libro_II/Titolo_XII

 

 

saluti

  • Confuso 1

Mai detto che commette reato . Ho detto che per divulgare un contenuto confidenziale di una lettera dovrebbe esserci autorizzazione del mittente . Anche se sei il destinatario.

Non dimentichiamo che il biglietto trovato nella buca contiene degli insulti ed una accusa infondata, io sentirei un legale il quale è tenuto al segreto professionale, e seguirei i suoi consigli.

Difatti e ' stato detto che se vuole puo' rivolgersi a chi e' competente in materia.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il destinatario di una missiva non commette nessun abuso se divulga il contenuto della stessa a lui diretta.

 

L'abuso e/o reato lo si commette se si divulga una corrispondenza di cui non si è destinatari.

 

[h=5]Art. 616 Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza[/h] Chiunque prende cognizione del contenuto di una corrispondenza chiusa, a lui non diretta, ..........

 

http://it.wikisource.org/wiki/Codice_penale/Libro_II/Titolo_XII

 

 

saluti

Un abuso non e' necessariamente penale.

Grazie a tutti ragazzi, dunque mi par di capire che avendo questa lettera carattere personale violerei il diritto alla riservatezza rendendone noto il contenuto e l'autore, il quale potrebbe per questo chiedere di essere risarcito, tuttavia non credo commetterei un abuso parlando genericamente dell'accaduto... potrei semplicemente riferire in assemblea di essere stato fatto oggetto di offesa e di accuse infondate a mezzo scritto e avvisare che se accadesse ancora agirei per vie legali, in questo modo raggiungerei solo in parte il mio scopo ma meglio di niente. Devo assolutamente stigmatizzare l'accaduto, vedete alcuni inquilini del mio condominio hanno deciso che è aperta la caccia all'uomo e il malcapitato sono io, quello di cui vi ho parlato non è il solo episodio sgradevole che ho dovuto subire.

... Devo assolutamente stigmatizzare l'accaduto, vedete alcuni inquilini del mio condominio hanno deciso che è aperta la caccia all'uomo e il malcapitato sono io, quello di cui vi ho parlato non è il solo episodio sgradevole che ho dovuto subire.

A me verrebbe il dubbio che il comportamento prudente, assennato, educato e rispettoso fin qui tenuto dal sig. Merlino non ha ancora ottenuto i risultati sperati e quindi si è ad un bivio: continuare, come sembra abbia scelto il nostro, oppure cambiare comportamento e reagire in modo diverso?

Grazie a tutti ragazzi, dunque mi par di capire che avendo questa lettera carattere personale violerei il diritto alla riservatezza rendendone noto il contenuto e l'autore, il quale potrebbe per questo chiedere di essere risarcito, tuttavia non credo commetterei un abuso parlando genericamente dell'accaduto... potrei semplicemente riferire in assemblea di essere stato fatto oggetto di offesa e di accuse infondate a mezzo scritto e avvisare che se accadesse ancora agirei per vie legali, in questo modo raggiungerei solo in parte il mio scopo ma meglio di niente. Devo assolutamente stigmatizzare l'accaduto, vedete alcuni inquilini del mio condominio hanno deciso che è aperta la caccia all'uomo e il malcapitato sono io, quello di cui vi ho parlato non è il solo episodio sgradevole che ho dovuto subire.

A che pro fare detta dichiarazione in assemblea ? Hai nome e cognome di un mittente che ti ha tramite missiva insultato e accusato , quindi o parli con detta persona e risolvi oppure puoi risolvere con la querela contro di lui oppure lasci perdere . All' assemblea secondo te cosa dovrebbe importare di una tua questione personale . In assemblea si va e si portano argomenti che riguardano il condominio . Se poi ve vuoi parlare con qualche condomino libero di farlo ma non e' argomento condominiale .

Coi tempi che corrono quando uno ha una causa vinta intasca può "guadagnarci" bei soldi ^^

Mai detto che commette reato . Ho detto che per divulgare un contenuto confidenziale di una lettera dovrebbe esserci autorizzazione del mittente . Anche se sei il destinatario.

Nessuna autorizzazione, la missiva diventa di tua proprietà quando la ricevi e ne fai quello che vuoi.

Per la mia modesta esperienza direi di non dormirci sopra e valutare concretamente i fatti. Stai dicendo di avere un messaggio scritto e firmato con delle parole non consone che potrebbero adirittura essere da denuncia per reato di ingiuria o diffamazione (non sei stato preciso sulla descrizione). Che c'è di più semplice di andare dalla polizia e fargli vedere quanto ricevuto? non infrangi nessuna norma sulla privacy essendo loro tutori dell'ordine. Se dopo la polizia vede esserci un reato a quel punto non esiste più la privacy perchè ovviamente si parla di reato. La polizia poi è anche l'organo predisposto ad effettuare le dovute conferme che sie originale la lettera. Cioncludendo tu fai la segnalazione alla polizia portando la lettera e dando i tuoi dati loro poi se riterranno esserci dei reati provvederanno altrimenti chiudono e basta senza nessuna spesa di avvocati.

Appunto una cosa utilizzare un missiva personale per provare di essere stato oggetto di reato altra e' portarla in assemblea ( tieni conto che poi verso il condominio non c'è nessun reato .)Ovvero rendere partecipi di una missiva riservata al destinatario . La posta e' tutelata dal rapporto di riservatezza e segretezza tra il mittente e il destinatario . La missiva diventera' anche di proprieta' del destinatario ma il contenuto resta di proprieta' intellettuale del mittente e la sua divulgazione da parte del destinatario deve essere autorizzata .

 

- - - Aggiornato - - -

 

Non essendo un reato perseguibile d' Ufficio devi prima fare querela e poi potrai utilizzare la missiva come prova .senza querela non si muove ne polizia ne magistratura.

ma in teoria

non dovrebbe esserci scritto strettamente confidenziale se si volesse evitare divulgazione?

se non ricordo male, fino a poco tempo fa, non so se c'è ancora, c'era la possibilità di aprire una busta per ispezione postale...quindi tutta questa privacy.....

Tomm è che non so arrendermi all'idea di dover ricorrere a mezzi estremi, siamo persone.

Dunque c’è da dire che lo scritto in questione non contiene minacce altrimenti sarei già andato alla polizia senza pensarci un attimo, non so… non è che la polizia mi ride in faccia se mi presento con una lettera che non contiene minacce?! Ilreato di ingiuria a mio avviso c’è perché vengo insultato e accusato di un fatto ben preciso, non credo si possa parlare di diffamazione invece…

Peppe mi è chiara la ragione per cui insisti nel dire che non è opportuno che ne parli inassemblea, ma credimi se ti raccontassi tutto probabilmente cambieresti idea.Non credo si possa parlare di reato contro il condominio ma altri inquilini vengono menzionati nella lettera.

Credo poi che far emergere il sommerso possa servire da deterrente, se ci pensate ci educhiamo a vicenda... Ebbene queste persone hanno bisogno a mio avviso di confrontarsi con la maggioranza, utile che sentano disapprovare certi sistemi non solo da me, non avrei comunque fatto nomi non cerco vendetta, ma rendere nota l’accusa che mi viene rivolta si, perché interessa anche l’assemblea. Comunque a giorni mi consulterò con l'amministratore, vediamo cosa mi dice, vi aggiorno...

Cosa significa non essendo un reato perseguibile d’Ufficio? Scusami, non ne capisco niente, mai avuto a che fare con avvocati, querele, et similia.

Seany la lettera è chiaramente indirizzata a me, che sia confidenziale non vi è dubbio.

Allora la polizia sa fare il suo lavoro e non ride in faccia al cittadino che cerca aiuto. Se loro non ritengono vi sia ingiuria perche ci sono delle forme come si presume o potrebbe essere intuibile che. Ti direbbero solamente che la frase non va letta di petto ma potrebbe far pensare e quindi tutto il contrario di ciò che tu hai capito. A quel punto avresti già risolto molti dei tuoi dubbi sulle ingiurie. Perseguibile d'ufficio una ingiuria non è possibile perchè tu solo hai il foglio. comunque se veramente c'è ingiuria non farebbero altro che scrivere la querela della tua segnalazione con allegata la lettera e la procura poi vaglierà di procedere o archiviare. Non ti serve avvocato per il giudizio penale e la controparte risparmierebbe di dover pagarti il risarcimento costo del tuo avvocato e i tuoi danni morali. Per questo dovresti fare una causa successiva non essendoti instaurato subito nel processo penale.

Se invece si sta parlando di semplice lettera che ha delle cose un po pesanti ma forse no o non si è certi della veridicità della fonte. allora si parla di aria fritta e non vedo l'interesse di perdere tempo in assemblea se non quello di leggerla semplicemente visto che non contiene reati ma solo informazioni evitando e oscurando il nomitivi del mittente e firmatario o altri nomi citati con semplici omissis. Questo per essere sicuri della legge sulla privacy.

Vedi che c'è differenza tra denuncia e querela vai dai carabinieri e chiedi, in un caso si agisce tramite tribunale ecc. nell'altro sono i carabinieri a chiamare l'interessato se ritengono che ci sia un caso di pericolo per te, almeno crei un precedente che ti mette in una posizione di vantaggio se ci sarà un seguito.

×