Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
mattomatteo

Installazione pannelli fotovoltaici per parti comuni

Buongiorno a tutti,

 

All'interno di un complesso residenziale (12 u.i.) dove risiede un mio conoscente, i condomini hanno deciso, attraverso un'assemblea straordinaria, di provvedere all'installazione di pannelli fotovoltaici per un uso condominiale.

 

Durante l'assemblea STR un condomino era contrario all'installazione, oltre ad essere contrario alla spesa, pertanto l'amministratore, su indicazione degli condomini (anche se ha verbale nulla è riportato), ha dato seguito alla delibera senza però addebitare nessuna spesa a questo condomino, nonostante si trattava di un'opera su parti comuni, ripartendo quindi la sua quota sui restanti 11 condomini proprietari.

 

Oggi i condomini si trova nella situazione di dover ripartire i "vantaggi" provenienti dal fotovoltaico ma gli stessi non vorrebbero che questo condomino dissenziente ne tragga beneficio, poichè non ha partecipato alla spesa. Faccio presente che anche il condomino dissenziente non vuole trarre vantaggi dal fotovoltaico poichè non ha partecipato alla spesa.

 

Detto ciò le mie domande sono:

1) Ha potuto l'amministratore non far pagare nessuna spesa a questo condomino trattandosi di opere che vanno a servizio delle p. comuni? a mio avviso NO.

2) Nel caso fosse corretta la delibera presa dall'amministratore, come posso ripartire i "vantaggi" del fotovoltaico escludendo il condomino dissenziente?

 

Spero di essere stato chiaro

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sei stato chiarissimo. L'intervento si configura certamente come innovazione agevolata (art. 1120 cc comma 2 punto 2). Dal momento che la spesa è stata sicuramente elevata, l'art. 1121 cc consente ai dissenzienti di esserne esonerati a patto che i favorevoli sostengano integralmente la spesa. La questione da porre è se tale opera sia soggetta ad utilizzazione separata, ovvero se sia possibile individuarne i benefici e ripartirli solo tra coloro che hanno partecipato alla spesa. Se ciò fosse possibile, la legge lo consente ma dispone anche che se il condòmino dissenziente (o i futuri aventi causa) volessereo partecipare al vantaggio dell'opera, potrebbero in qualsiasi momento pagare la parte a loro spettante e cominciare a goderne i vantaggi.

 

Concludendo, se l'opera consente di stabilire un tornaconto identificabile (utilizzazione separata) tali vantaggi possono essere ripartiti tra i partecipanti alla spesa eslcudendo i dissenzienti, se ciò non fosse possibile, i vantaggi devono essere ripartiti anche tra coloro che non hanno partecipato alle spese perchè lo stesso art. 1121 cc dispone:

 

Se l’utilizzazione separata non è possibile, l’innovazione non è consentita, salvo che la maggioranza dei condomini che l’ha deliberata o accettata intenda sopportarne integralmente la spesa.(ndr e sia disposta a condividerne i vantaggi con chi non ha partecipato alle spese).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

2) Nel caso fosse corretta la delibera presa dall'amministratore, come posso ripartire i "vantaggi" del fotovoltaico escludendo il condomino dissenziente?

Con una nuova tabella che esclude il dissenziente in cui saranno inseriti i costi e gli utili dell'impianto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie bilbetto sei stato molto molto chiaro.

 

Per quanto riguarda la risposta invece di salpa65, come faccio in questo caso ad avere una tabella per ripartire costi ed utili dell'impianto che mi escluda il dissenziente?! Mi spiego meglio...

Come tutti sappiamo trattandosi di pannelli fotovoltaici si va ad avere una diminuzione del costo dell'energia elettrica oltre che ad utilizzare dell'energia auto-prodotta ed in questo caso, trattandosi di p. comuni, mi sembra praticamente impossibile avere una tabella che possa determinare quello che tu dici.

Bisognerebbe eventualmente sentire un termotecnico? E qualora non fosse determinabile tale tabella il condomino dissenziente dovrebbe pagare la sua quota?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie bilbetto sei stato molto molto chiaro.

 

Per quanto riguarda la risposta invece di salpa65, come faccio in questo caso ad avere una tabella per ripartire costi ed utili dell'impianto che mi escluda il dissenziente?! Mi spiego meglio...

Come tutti sappiamo trattandosi di pannelli fotovoltaici si va ad avere una diminuzione del costo dell'energia elettrica oltre che ad utilizzare dell'energia auto-prodotta ed in questo caso, trattandosi di p. comuni, mi sembra praticamente impossibile avere una tabella che possa determinare quello che tu dici.

Bisognerebbe eventualmente sentire un termotecnico? E qualora non fosse determinabile tale tabella il condomino dissenziente dovrebbe pagare la sua quota?

 

Grazie

... ti ricordi cosa scrivevo nel post #2 ... l'ho scritto perchè in parte ho prevenuto quanto stai chiedendo adesso ...

 

Se l’utilizzazione separata non è possibile, l’innovazione non è consentita, salvo che la maggioranza dei condomini che l’ha deliberata o accettata intenda sopportarne integralmente la spesa.(ndr e sia disposta a condividerne i vantaggi con chi non ha partecipato alle spese).

 

Comunque penso che sulla bolletta sia riportato il beneficio economico che viene scalato dall'importo di energia. In tal caso (lavorone) dovrai addebitare la spesa totale (escluso i vantaggi) a tutti e poi accreditare con la stessa tabella millesimale il differenziale (il vantaggio) a tutti tranne che al condòmino dissenziente ....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ok grazie bilbetto.

 

Si è un lavoraccio ma che comunque è fattibile.

 

Grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×