Vai al contenuto
paolasole

Installazione contabilizzatori di calore

Buongiorno,

in un condominio di 11 devono essere installati contabilizzatori di calore e valvole termostatiche.

Due appartamenti si sono staccati dall'impianto centralizzato anni fa.

 

Ora sono a chiedere vs. conferma sulla ripartizione delle spese.

 

Per quanto riguarda i contabilizzatori e valvole li addebito ai singoli appartamenti in base al n. di radiatori (per valvole) e per unità (per contabilizzatori).

 

Per quanto riguarda le modifiche da fare presso la centrale termica presumo che tutti i condomini, inclusi quelli che si sono staccati a loro tempo dal riscaldamento centralizzato, dovranno affrontare le spese per mm. di proprietà.

 

Grazie per una risposta e buon week end a tutti

Buongiorno,

in un condominio di 11 devono essere installati contabilizzatori di calore e valvole termostatiche.

Due appartamenti si sono staccati dall'impianto centralizzato anni fa.

 

Ora sono a chiedere vs. conferma sulla ripartizione delle spese.

 

Per quanto riguarda i contabilizzatori e valvole li addebito ai singoli appartamenti in base al n. di radiatori (per valvole) e per unità (per contabilizzatori).

 

Per quanto riguarda le modifiche da fare presso la centrale termica presumo che tutti i condomini, inclusi quelli che si sono staccati a loro tempo dal riscaldamento centralizzato, dovranno affrontare le spese per mm. di proprietà.

 

Grazie per una risposta e buon week end a tutti

Se l'assemblea è autorizzata da delibera regionale a decidere nel merito significa che ogni sua parte interessa l'impianto "unitario" stesso e come tale le spese andrebbero ripartite per millesimi di proprietà fra tutti senza distinzioni di sorta.

Caso contrario avremmo una delibera nulla perchè incidente su spese "ritenute" personali (ma che tali non sono).

Le spese sulla CT senza le valvole e senza i contabilizzatori risulta spese incompleta ed inutile.

Buongiorno Patrizia,

ti ringrazio per la risposta ma non mi è chiara.

Non capisco cosa intendi con "assemblea autorizzata da delibera regionale" e inoltre intendi dire che tutte le spese vanno ripartite per mm. proprietà, pertanto chi ha 5 radiatori e chi ne ha 9 devono pagare l'installazione valvole re contabilizzatori per mm. di proprietà?

 

Grazie e scusa per la mia non comprensione

Buongiorno Patrizia,

ti ringrazio per la risposta ma non mi è chiara.

Non capisco cosa intendi con "assemblea autorizzata da delibera regionale" e inoltre intendi dire che tutte le spese vanno ripartite per mm. proprietà, pertanto chi ha 5 radiatori e chi ne ha 9 devono pagare l'installazione valvole re contabilizzatori per mm. di proprietà?

 

Grazie e scusa per la mia non comprensione

Esattamente.

E' un ragionamento approfondito della materia.

Se una delibera regionale si permette di imporre un dato intervento sottoponendolo alla decisione assembleare non può che riferirsi ad un impianto unitario o comune che dir si voglia.

Affinchè esso funzioni esistono più interventi che andrebbero considerati nella loro totalità e non nella loro esclusività altrimenti verrebbe meno il sistema di gestione.

La maggior parte degli amministratori adotta il criterio da te proposto (cd misto) e lo stesso numero non si pone il problema (fondamentale) di iniziare questo iter con una diagnosi energetica.

A te la scelta di come ripartire in quanto il criterio non è scritto, lo si desume, ma sicuramente quello per millesimi con difficoltà potrà esser impugnato,l'assenza invece di una diagnosi a monte,tempo al tempo produrrà una buona giurisprudenza da parte di tutti quei condòmini convinti di spender meno che si ritroveranno a spender di più senza un dato che lo giustifichi a priori.

Grazie Patrizia,

in effetti ciò che scrivi è sensato però il mio dubbio è anche il seguente, se alcuni condomini già da anni si sono staccati dal riscaldamento centralizzato, proprio per evitare sprechi e autogestirsi nell'uso del riscaldamento (se vogliamo hanno già anticipato i tempi per essere sensibili in materia di risparmio energetico) è giusto che avendo già sostenuto spese per la separazione, ora vadano a pagare le valvole termostatiche e contabilizzatori di appartamenti di altri condomini?

 

Condivido con te l'importanza fondamentale di una diagnosi energetica ma ad oggi è obbligatoria o no?

 

Grazie per le tue risposte preziose.

Valvole e contabilizzatori vanno pagate per numero di radiatori trattati e non per millesimi. Non comprendo quali possano essere altri interventi da fare in centrale a mio avviso non dovrebbero essercene oltre all'installazione di una centralina di lettura dei contabilizzatori che non essendo usata dai condomini distaccati non dovrebbe essere loro addebitata. (sono tenuti solo a spese ordinarie e straoridinarie per il mantenimento dell'impianto originario e questo non rientra)

Buongiorno Emilio,

nella centrale termica devono sostituire una pompa, questa non dovrebbe essere ripartita anche tra i condomini distaccati dal riscaldamento centralizzato?

mi trovo anche io in difficoltà....

nel senso che penso che essendo un impianto centralizzato il totale della spesa deve essere diviso per millesimi, se proprio, azzardo..... le pese da sostenere in caldaia per millesimi di proprietà mentre quelle per l'installazione delle termo valvole per millesimi di riscaldamento.

trovo sbagliata la ripartizione (ognuno si paga le proprie termo valvole) anche se a dire il vero forse per comodità dei colleghi è la più diffusa.

 

per coloro che si sono distaccati dall'impianto devono pagare comunque tutto.

×