Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
brigantecarmine

Installazione canna fumaria - cosa mi suggerite di fare per “costringere” il condomino del piano inferiore a portare

Abito in un appartamento al sesto piano, il condomino del piano inferiore ha installato una canna caldaia con relativo tubo di scarico a parete, detto tubo di scarico esce fra le due finestre del mio appartamento tanto che quando è in funzione non posso aprire nessuna delle due finestre senza che mi becchi una bella fuoriuscita di fumo. Tramite l'amministratore del condominio in modo bonario ho fatto presente la cosa chiedendo che lo stesso arrivi al tetto (come fatto dallo scrivente per analoga caldaia) ma senza alcun risultato. Mi sono rivolto al comune e quindi all' ASL, che ha effettuato il sopralluogo, e mi hanno risposto in questi termini: “ la caldaia installata è a tecnologia a condensazione, presenta un rendimento alla classe 4 e alla classe 5 relativa alle emissioni NO rispettando quanto stabilito dall'art. 17-bis del D.Lvo 03/08/2013, n. 90 e dalla norma tecnica UNBI CIG 7129. Per tale motivo, nulla osta all'esercizio della caldaia a metano e il posizionamento dello scarico a parete della stessa”. Proprio da quello che prevede il suddetto articolo è previsto che le canne fumarie devono essere portate al tetto, e la deroga è possibile solo se tecnicamente non è possibile. Cosa mi suggerite di fare per “costringere” il condomino del piano inferiore a portare la canna fumaria al tetto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Devi innanzitutto controllare le "distanze" della canna dalle tue finestre o luci, leggi al "solito" link:

 

http://www.condomini.altervista.org/distanze.htm

 

Gli scarichi a parete erano stati vietati dal T.U. Edilizia, recentemente sono stati nuovamente autorizzati per le caldaie di nuova generazione, dietro asservazione delle bassissime emissioni delle stesse.

Oggi, per queste caldaie, veramente ecologiche, non esiste più il timore delle emissioni nocive, visto oltretutto che vanno a "metano", combustibile che non inquina.

 

Trovi la norma al "solito" link:

 

http://www.condomini.altervista.org/ScaricoParete.htm

 

Una controversia con il vicino su questa questione, sarà difficile da sostenere, in quanto anche volendo far fare i controlli delle emissioni da un perito di parte, i valori delle emissioni risulteranno sicuramente in regola.

 

Abbiamo fatto fare recentemente una perizia sull'emissione dei fumi di un'ottima marca di caldaie a condensazione, ti posso assicurare che dopo circa un minuto dall'accensione "a freddo", davanti al tubo di scarico potresti fare addirittura ....l'aerosol....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Devi innanzitutto controllare le "distanze" della canna dalle tue finestre o luci, leggi al "solito" link:

 

http://www.condomini.altervista.org/distanze.htm

 

Gli scarichi a parete erano stati vietati dal T.U. Edilizia, recentemente sono stati nuovamente autorizzati per le caldaie di nuova generazione, dietro asservazione delle bassissime emissioni delle stesse.

Oggi, per queste caldaie, veramente ecologiche, non esiste più il timore delle emissioni nocive, visto oltretutto che vanno a "metano", combustibile che non inquina.

 

Trovi la norma al "solito" link:

 

http://www.condomini.altervista.org/ScaricoParete.htm

 

Una controversia con il vicino su questa questione, sarà difficile da sostenere, in quanto anche volendo far fare i controlli delle emissioni da un perito di parte, i valori delle emissioni risulteranno sicuramente in regola.

 

Abbiamo fatto fare recentemente una perizia sull'emissione dei fumi di un'ottima marca di caldaie a condensazione, ti posso assicurare che dopo circa un minuto dall'accensione "a freddo", davanti al tubo di scarico potresti fare addirittura ....l'aerosol....

E se invece lo scarico a parete riguardasse una stufa a pellet?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La stufa a pellet emette polveri sottili ed inquina sicuramente in modo maggiore che non il metano.

 

La nuova norma sugli scarichi a parete riammessi, specifica caldaie a "condensazione" con immissioni quasi pari a zero.

 

Ritengo quindi che in caso di controversia, lo scarico da una stufa a pellet dovrebbe essere portato al tetto, salvo certificazione del professionista che dichiari quasi nulle le emissioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
.....

Ritengo quindi che in caso di controversia, lo scarico da una stufa a pellet dovrebbe essere portato al tetto, salvo certificazione del professionista che dichiari quasi nulle le emissioni.

Che io sappia dal 2013 tutte le fonti di calore che utilizzano biomasse (come le stufe a pellet) devono avere lo scarico dei fumi oltre il colmo del tetto. Per questo il professionista può dichiarare quello che vuole ma scarico dei fumi va fatto COMUNQUE oltre il colmo del tetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×