Vai al contenuto
xfile

Inserimento conteggi acqua in Danea domustudio

Salve, ho da poco iniziato ad unaser questo programma per gestire i miei condomini, nell'insieme ho capito abbastanza il funzionamento, unico problema che riscontro è che quando faccio il bilancio consuntivo, metto il totale della spesa dell'acqua e poi non capisco come inserire gli importi delle singole unità. Il condominio in questione ha una scoetà che fa lettura dei contatori acqua e relativa ripartizione dei costi, a me arriva un foglio con il dettaglio dei consumi e l'importo delle singole unità. come inserisco questi importi in danea? La stessa cosa vale anche per il riscaldamento perchè c'è la contabilizzazione.

 

Grazie

Salve, ho da poco iniziato ad unaser questo programma per gestire i miei condomini, nell'insieme ho capito abbastanza il funzionamento, unico problema che riscontro è che quando faccio il bilancio consuntivo, metto il totale della spesa dell'acqua e poi non capisco come inserire gli importi delle singole unità. Il condominio in questione ha una scoetà che fa lettura dei contatori acqua e relativa ripartizione dei costi, a me arriva un foglio con il dettaglio dei consumi e l'importo delle singole unità. come inserisco questi importi in danea? La stessa cosa vale anche per il riscaldamento perchè c'è la contabilizzazione.

 

Grazie

Se la società che fa la contabilizzazione fa un "perfetto" riparto e la somma degli importi delle singole unità corrisponde al totale fattura pagata all'acquedotto, sarà sufficiente registrare la fattura come spesa personale.

Nella sezione "CONTI" tra le spese personali crei un sottoconto "fattura acqua" e nei movimenti personali addebiterai i singoli importi a ciascun condòmino.

In questo modo avrai registrato la SPESA.

Se vorrai anche INCASSARE questi importi, indipendentemente dalle rate condominiali, nel conto "rate" dovrai creare un sottoconto "incasso acqua" e registrerai l'incasso nella sezione movimenti "versamento rate".

 

Non è importante che INCASSI e SPESE combacino.

Se qualcuno non paga si ritroverà con un maggior saldo negativo a consuntivo.

Quello che è importante è che la FATTURA ACQUEDOTTO corrisponda perfettamente alla somma dei consumi personali registrati nel sottoconto "fattura acqua".

grazie leonardo ti spiego meglio la situazione. ipotizza un totale l'anno di 5mila euro di acqua. la società fa la lettura dei contatori e ripartisce questi 5mila euro in base al consumo, quindi il totale dei consumi dei singoli è 5mila. nel preventivo ho messo 5mila però poi devo aggiungere ad ogni unità il proprio consumo (in euro). posso seguire quello che mi hai detto oppure come faccio? ovviamente questi importi vanno poi pagati e si devono inserire nel piano di riparto non sono rate extra ma rate ordinarie. se ti va possiamo sentirci anche privatamente così mi aiuti in questa cosa?

 

Grazie

grazie leonardo ti spiego meglio la situazione. ipotizza un totale l'anno di 5mila euro di acqua. la società fa la lettura dei contatori e ripartisce questi 5mila euro in base al consumo, quindi il totale dei consumi dei singoli è 5mila. nel preventivo ho messo 5mila però poi devo aggiungere ad ogni unità il proprio consumo (in euro). posso seguire quello che mi hai detto oppure come faccio? ovviamente questi importi vanno poi pagati e si devono inserire nel piano di riparto non sono rate extra ma rate ordinarie. se ti va possiamo sentirci anche privatamente così mi aiuti in questa cosa?

 

Grazie

Devi distinguere due fasi:

FASE 1

L'acquedotto manda una fattura, comprensiva di quote fisse e totale consumi di tutti i condòmini, per un totale di 5mila euro che il condominio deve pagare, ripartendo la SPESA tra i singoli condòmini.

 

FASE 2

Il condominio deve incassare 5mila euro dai condòmini.

 

Quello che è importante è registrare la SPESA (fase 1) addebitandola a ciascun condòmino con il giusto criterio di riparto fornito dalla società di contabilizzazione (anzichè per millesimi).

Questo consentirà di riportare nel consuntivo la spesa di competenza di ciascun condòmino.

 

Per quanto riguarda la fase 2 (incasso singole quote) puoi fare come meglio credi:

- Se ci sono soldi in cassa puoi anche non incassare nulla ed a consuntivo risulterà il saldo negativo che ciascun condòmino dovrà pagare.

- Puoi decidere di "prevedere" 5mila euro (ma anche seimila o settemila) di consumo acqua, in proporzione ai consumi dell'anno precedente e di inserirli nel preventivo ordinario.

- Puoi decidere di emettere rate distinte come indicato nel mio precedente post.

hai centrato in pieno quello che devo fare e fin qui lo so, solo che non capisco sul gestionale come metterlo. quello che devo fare è:

 

- "prevedere" 5mila euro (ma anche seimila o settemila) di consumo acqua, in proporzione ai consumi dell'anno precedente e di inserirli nel preventivo ordinario, seguendo la ripartizione che mi fa la società in base ai consumi. Su danea tutto ciò come lo faccio? Ovviamente dopo le rate che vengono generate dal preventivo comprendono acqua ma anche tutto il resto del bialncio preventivo

 

ps: quando inserisco nel preventivo 5mila euro di acqua poi mi chiede con che tabella voglio ripartire altrimenti non mi fa il piano ratelae, è lì che non riesco a trovare una scoluzione perchè se potessi dirgli io gli importi da addebitare ai singoli condomini è fatta.

... quando inserisco nel preventivo 5mila euro di acqua poi mi chiede con che tabella voglio ripartire altrimenti non mi fa il piano ratelae, è lì che non riesco a trovare una scoluzione perchè se potessi dirgli io gli importi da addebitare ai singoli condomini è fatta.

Se vuoi inserire i 5mila euro di consumi personali in preventivo devi creare innanzitutto una tabella millesimale che chiamerai "Tabella acqua preventivo" (rapportare i 5mila a mille) assegnando a ciascun condòmino la sua quota di competenza.

 

Esempio: se su 5mila euro la spesa di competenza di un singolo condòmino è 250 euro

5000:250=1000:X

X= 1000*250/5000 = 50 (millesimi da assegnare nella "tabella acqua preventivo" al condòmino che paga 250 euro su un totale di 5mila).

Non dovrai più trattare la spesa come spesa personale ma come una qualsiasi altra spesa di gestione associata ad una tabella.

Dovrai creare un conto "ACQUA" associandolo alla "tabella acqua preventivo" e potrai creare il piano rateale del preventivo che terrà conto di tutti i conti di spesa.

Una volta che ti arriverà la fattura reale con i riparti reali dovrai creare una nuova tabella millesimale che chiamerai "tabella acqua consuntivo"

Esempio: se la fattura reale è stata di 6mila euro e la spesa di competenza di un singolo condòmino è stata di 240 euro

6000:240=1000:X

X= 1000*240/6000 = 40 (millesimi da assegnare al condòmino che paga 240 euro su un totale di 6mila).

Quando andrai a registrare la fattura reale dovrai aver cura di associare (modificare) il conto ACQUA alla "tabella acqua consuntivo" anzichè "tabella acqua preventivo".

Anche se questa modifica la fai in ritardo ti ricalcolerà comunque le cifre di ciascun condòmino e nel riparto consuntivo apparirà la corretta quota di ciascun condòmino, come indicato dalla società di contabilizzazione.

L'importo apparirà nella colonna "tabella acqua consuntivo".

Grazie per la risposta dettagliata tra poco provo e ti faccio sapere. certo è abbastanza macchinosa, credevo si potesse inserire direttamente l'importo senza fare la proporzione.. non oso immagginare il prossimo anno quando il condominio da 140 appartamenti e 76 box attiveranno le letture dei contatori cosa dovrò fare.. uff!! Intanto grazie provo e tengo tutti informati.

e per il riscaldamento dove c'è la contabilizzazione quindi stessa cosa, ovvero un aditta fa i conteggi di quanto ognuno ha speso, come li inserisco?

Grazie per la risposta dettagliata tra poco provo e ti faccio sapere. certo è abbastanza macchinosa, credevo si potesse inserire direttamente l'importo senza fare la proporzione.. non oso immagginare il prossimo anno quando il condominio da 140 appartamenti e 76 box attiveranno le letture dei contatori cosa dovrò fare.. uff!! Intanto grazie provo e tengo tutti informati.

Conosco sommariamente il programma perchè ci faccio saltuariamente qualche test di confronto su un altro PC che ripristino allo stato iniziale ogni volta che scade la demo (la parte bella dello stare in pensione è il tempo libero 🙂

HO RISOLTO IL PROBLEMA CON LA PROCEDURA CORRETTA.

 

quando si riceve da parte di un gestore esterno la ripartizione dell'acqua (importi da attribuire ai singoli condòmini), in Domustudio è necessario creare un'apposita tabella di tipo "Individuale", indicando nella colonna "Coefficienti" gli importi in euro a carico di ciascun soggetto.

Lascerà a zero i coefficienti di eventuali soggetti non interessati alla spesa.

Il totale coefficienti inseriti in tabella dovrà corrispondere esattamente al totale della spesa registrata sul conto/sottoconto dell'acqua, abbinato a quella tabella di riparto.

Poichè i consumi come acqua e riscaldamento sono spesso ripartiti a preventivo sulla base del consuntivo precedente, consigliamo a tal proposito di attivare le "Ripartizioni differenziate":

- nella sezione Tabelle dovrà creare due distinte tabelle denominate ad esempio "Acqua preventivo" ed "Acqua consuntivo": nella prima riporterà i coefficienti derivati dal consuntivo precedente; mentre nella seconda a fine esercizio riporterà i coefficienti che le sono stati comunicati (calcolati in base ai nuovi consumi dell'anno).

- nella sezione Conti, dovrà posizionarsi sul conto/sottoconto dell'acqua -> linguetta Impostazioni -> attivare la casella "Ripartizioni differenziate": compariranno due diversi pulsanti "Ripart. preventivi" e "Ripart. consuntivi" cliccando sui quali potrà impostare rispettivamente la tabella di riparto da utilizzare ai fini del Preventivo, e l'altra ai fini del Consuntivo.

HO RISOLTO IL PROBLEMA CON LA PROCEDURA CORRETTA.

...

Ma questa è la risposta data da DANEA oppure il risultato a cui sei arrivato dopo aver fatto un tuo test?

Perchè la procedura da te indicata, con altre parole, dice di fare esattamente quel che ho detto io nell'ultimo post di venerdi scorso, dopo aver fatto il test 🙂

Buongiorno a tutti,

prima di tutto volevo ringraziare per i vostri suggerimenti molto utili, ma nel condominio che gestisco, durante l'anno, come accede da sempre, l'assemblea aveva deliberato, oltre al pagamento delle quote ordinarie, anche delle quote per il consumo acqua(forfettarie), in modo da non trovarsi a fine anno con dei conguagli alti di consumo acqua.

La società incaricata di lettura contatori, mi fornisce gli importi esatti da addebitare a ciascun condomino, e solo per quest'anno mi sono trovato 2 unita con credito nel consumo idrico:

es: un'unita nell'anno corrente ha versato per consumo acqua € 300,00, ma in realtà deve pagarne € 290,00;

usando danea domustudio, mi trovo in difficoltà nell'inserire l'importo/coefficiente in negativo

( -€10,00).

 

avete soluzioni in merito?

Buongiorno a tutti,

prima di tutto volevo ringraziare per i vostri suggerimenti molto utili, ma nel condominio che gestisco, durante l'anno, come accede da sempre, l'assemblea aveva deliberato, oltre al pagamento delle quote ordinarie, anche delle quote per il consumo acqua(forfettarie), in modo da non trovarsi a fine anno con dei conguagli alti di consumo acqua.

La società incaricata di lettura contatori, mi fornisce gli importi esatti da addebitare a ciascun condomino, e solo per quest'anno mi sono trovato 2 unita con credito nel consumo idrico:

es: un'unita nell'anno corrente ha versato per consumo acqua € 300,00, ma in realtà deve pagarne € 290,00;

usando danea domustudio, mi trovo in difficoltà nell'inserire l'importo/coefficiente in negativo

( -€10,00).

 

avete soluzioni in merito?

Se la gestione è unica ed il rendiconto è unico, sia le quote ordinarie che le quote forfettarie inserite nei versamenti rate vanno a confluire tutte sul conto attivo versato da ciascun condòmino.

Se la spesa totale per 3 persone è di €. 900,00, nella tabella spese se inserisci:

320 al condòmino che ha pagato €. 300,00 risulterà con un conguaglio - €. 20,00

300 al condòmino che ha pagato €. 300,00 risulterà con un conguaglio 0

280 al condòmino che ha pagato €. 300,00 risulterà con un conguaglio + €. 20,00

 

Nella tabella acqua devi inserire i costi esatti da addebitare a ciascun condòmino (320; 300; 280) e nella registrazione di spesa devi registrare il costo esatto equivalente alla somma dei costi di ciascun condòmino (€. 900,00).

Il conguaglio finale del costo acqua di ciascun condòmino si congloberà con il conguaglio generale di tutte le spese.

grazie, della velocità di risposta, ed invece se la stessa unità nel corso dell'anno avesse dovuto cambiare il contatore idrico (perche impazzito) e risultasse che la sua quota di spesa fosse €-200,00, e avrebbe gia versato € 300,00,.... come faccio ad inserire un coefficiente negativo nella tabella consumo idrico?

... potrei modificare il piano rateale ordinario del condòmino in questione di € 500,00,... solo per far quadrare, ma un po sporco come lavoro,.... vorrei si vedsse il versamento di € 300,00... e la sua quota spettante consumo idrico.....

grazie, della velocità di risposta, ed invece se la stessa unità nel corso dell'anno avesse dovuto cambiare il contatore idrico (perche impazzito) e risultasse che la sua quota di spesa fosse €-200,00, e avrebbe gia versato € 300,00,.... come faccio ad inserire un coefficiente negativo nella tabella consumo idrico?

... potrei modificare il piano rateale ordinario del condòmino in questione di € 500,00,... solo per far quadrare, ma un po sporco come lavoro,.... vorrei si vedsse il versamento di € 300,00... e la sua quota spettante consumo idrico.....

Allora se c'è una società che ti fornisce annualmente (ma anche trimestralmente) le cifre spettanti a ciascuno e ci sono conguagli negativi (positivi per il condòmino) che non puoi inserire in tabella perchè le tabelle non accettano numeri negativi, non devi procedere con tabella millesimale e registrazione di spesa nei movimenti di gestione.

Nei CONTI, nel conto "SPESE PERSONALI" devi creare un sottoconto che chiamerai "Spesa acqua annuale" (oppure più sottoconti se la società ti fornisce situazioni trimestrali; in tal caso li indicherai con il numero del trimestre).

 

Una volta creato questo sottoconto, inserirai la spesa acqua nei "movimenti personali" così come ricevuti.

Al condòmino che risulta un rimborso, nel movimento personale selezionerai "incasso" anzichè spesa (la cifra immessa apparirà in nero anzichè in rosso).

Quando andrai a stampare il bilancio individuale del condòmino, risulteranno tutti i versamenti di rate effettuati (quote ordinarie e quote forfettarie acqua).

Nella voce "spese individuali" comparirà una voce "spesa acqua annuale" la cui cifra sarà di segno + (avere) anzichè di segno - (dare) come tutte le altre voci di spesa.

 

Questo criterio lo testai personalmente con i dati del mio condominio (mi faccio io il foglio excel con gli importi esatti da addebitare a ciascun condòmino) ed è il modo "pulito" per rendicontare ogni entrata ed ogni uscita.

... Nei CONTI, nel conto "SPESE PERSONALI" devi creare un sottoconto che chiamerai "Spesa acqua annuale" (oppure più sottoconti se la società ti fornisce situazioni trimestrali; in tal caso li indicherai con il numero del trimestre).

Quando il fatto è vero le risposte combaciano 😂

Si, l'avevo letta ma volevo essere sicuro del lavoro da fare,(anche specificando meglio il mio problema)e avevo visto più opzioni....... ho visto che sei molto esperto,.... ti chiederò altre cose in futuro.....

grazie 1000

Leonardo53 dice:

Allora se c'è una società che ti fornisce annualmente (ma anche trimestralmente) le cifre spettanti a ciascuno e ci sono conguagli negativi (positivi per il condòmino) che non puoi inserire in tabella perchè le tabelle non accettano numeri negativi, non devi procedere con tabella millesimale e registrazione di spesa nei movimenti di gestione.

Nei CONTI, nel conto "SPESE PERSONALI" devi creare un sottoconto che chiamerai "Spesa acqua annuale" (oppure più sottoconti se la società ti fornisce situazioni trimestrali; in tal caso li indicherai con il numero del trimestre).

 

Una volta creato questo sottoconto, inserirai la spesa acqua nei "movimenti personali" così come ricevuti.

Al condòmino che risulta un rimborso, nel movimento personale selezionerai "incasso" anzichè spesa (la cifra immessa apparirà in nero anzichè in rosso).

Quando andrai a stampare il bilancio individuale del condòmino, risulteranno tutti i versamenti di rate effettuati (quote ordinarie e quote forfettarie acqua).

Nella voce "spese individuali" comparirà una voce "spesa acqua annuale" la cui cifra sarà di segno + (avere) anzichè di segno - (dare) come tutte le altre voci di spesa.

 

Questo criterio lo testai personalmente con i dati del mio condominio (mi faccio io il foglio excel con gli importi esatti da addebitare a ciascun condòmino) ed è il modo "pulito" per rendicontare ogni entrata ed ogni uscita.

ciao, anche se il post è un po vecchio spero ci sia qualcuno che può rispondermi.

anche io mi trovo nella situazione di avere delle quote consumo(bimestrali) negative, utilizzando il sistema dei movimenti personali e non delle tabelle abbiamo la possibilità di inserire movimenti(e successive movimentazioni di cassa) in negativo, ma per emettere tali importi come posso fare? nel menu RATE non c'è modo di richiamare tali importi? se creo delle rate manuali comunque non posso creare rate di credito.

Salonna dice:

ciao, anche se il post è un po vecchio spero ci sia qualcuno che può rispondermi.

anche io mi trovo nella situazione di avere delle quote consumo(bimestrali) negative, utilizzando il sistema dei movimenti personali e non delle tabelle abbiamo la possibilità di inserire movimenti(e successive movimentazioni di cassa) in negativo, ma per emettere tali importi come posso fare? nel menu RATE non c'è modo di richiamare tali importi? se creo delle rate manuali comunque non posso creare rate di credito.

Eh, con i gestionali standard ci si deve adattare a seconda delle esigenze.

Se non ho capito male ci sono dei condòmini che anzichè pagare devono ricevere il rimborso.

In questo caso puoi fare delle ricevute manuali di rimborso e rimborsare "realmente" il denaro ai condòmini creando una spesa personale che puoi chiamare "rimborso condòmini".

In questo modo sarà giustificata l'uscita di cassa condominiale come spesa personale ed il singolo condòmino sarà rimborsato con denaro effettivo.

Creati un duplicato del condominio copiando e rinominando l'archivio e poi facci qualche prova perchè dovresti quadrare.

Ho proprio una curiosità anche se fuori argomento: parlate di queste ditte che si occupano delle letture e di fatturazione. Capita solo a me di ricevere (per fortuna non dappertutto) la fattura dell'acqua, 18 mesi dopo l'avvenuta lettura e per giunta scaglionata in quadrimestri? Cioè, adesso ho ricevuto il 3 quadrimestre 2018.......

edd62 dice:

Ho proprio una curiosità anche se fuori argomento: parlate di queste ditte che si occupano delle letture e di fatturazione. Capita solo a me di ricevere (per fortuna non dappertutto) la fattura dell'acqua, 18 mesi dopo l'avvenuta lettura e per giunta scaglionata in quadrimestri? Cioè, adesso ho ricevuto il 3 quadrimestre 2018.......

Parli come amministratore di condominio? 

Parli della fattura che la SMAT (Società Metropolitana Acqua Torino) manda al condominio oppure di un'eventuale ditta che segue le letture e la contabilizzazione per conto del condominio?

La SMAT emette fattura al condominio secondo quanto previsto dal contratto di forniture che potrebbe essere bimestrale, trimestral, quadrimestrale... 

La ditta privata che contabilizza le letture al posto dell'amministratore fa un po' come gli pare e secondo gli accordi che ha preso con l'amministratore.

Come amministratore. Mi sta bene che si emetta fattura secondo quanto concordato. Quello che non capisco è come si possa emettere 18 mesi dopo....e mi riferisco al Comune...

Diventa impossibile consuntivare l'acqua ricevendo fatture così in ritardo. 

Modificato da edd62
×