Vai al contenuto
Enrico10

Inquilino senza pezze giustificative nè da propr nè da amministratore.

Salve vado subito al dunque.

Sono un affittuario(inquilino) ho sottoscritto regolare contratto 4 piu' 4 con tasse di registro annuali pagate

Sul contratto ho accettato di pagare in prima persona le spese condominiali ordinarie direttamente all amministratore

al momento della stesura del contratto il locatore non mi ha fornito le tabelle millesimali e le ripartizioni

 

per fretta nel aver la casa e contando sulla buona volonta che il locatore mi avrebbe fornito in seguito le cose necessarie , tutto cio che ho trovato in un altro sito non è successo:

 

"All’atto della stipula il locatore consegna al locatario la copia dell’ultimo bilancio preventivo approvato dall’assemblea dei condomini, unitamente, però, al bilancino redatto dal proprietario, con le spese, facenti carico unicamente al locatario, sempre ripartite per tabelle millesimali, le cui tabelle sono scaturite dagli accordi sottoscritti tra i sindacati degli inquilini e le associazioni dei proprietari a livello nazionale e/o a livello territoriale.

 

Tutto questo rimane circoscritto tra locatore e locatario, senza coinvolgere l’amministratore, in quanto nei confronti di questi l’unico a dover rispondere è il condomino/proprietario."

Altro problema Non ho mai ricevuto una pezza gisutificativa di nessuna spesa,parlai con l'amministratore ma al telefono fu vago disse soltanto si senza dir altro.un monologo difatto.

 

Continuando a pagare senza dir nulla addirittura l'amministratore mi accuso' di mancanza di alcune quote quando puntualmente pagai

e ne fornii prova con i riferimenti dei bollettini postali,e nel medesimo contesto con racc chiedetti per favore una visione del resoconto delle tabelle millesimali e una qualsiasi pezza gisutificativa.(qui si parla del settembre 2009)

 

Per quanto riguarda i rapporti con il locatore ho continuato ad averne soltanto con lettere messe nella buca senza timbro postale (ossia a mano nella buca delle lettere,nulla di ufficiale)

con richieste del aumento annuale ai canoni istat e la copia con bollo delle tasse di registro annuali

 

tutto questo ripeto senza dire nulla da parte mia anche se non erano da considerarsi vere e proprie richieste ufficiali ma appunto fogli messi nella buca delle lettere.

a tutt oggi ne dall amministratore ne dal locatore ho avuto alcuna pezza giustificativa su nessuna spesa .

 

diverso tempo addietro non addentrandomi troppo nella faccenda (ignorando il fatto che il proprietario doveva per forza fornirmi alla stipula del contratto diverse cose che non mi ha datto,e soprattutto contando sul fatto che essendo stato in passato in altri affitti dove pagavo in prima persona all amministratore che pero puntualmente ogni anno distribuiva il consuntivo con anche divise le spese tra proprietario e conduttore )

 

cosi me ne lamentai telefonicamente con il locatore del fatto che l'amministratore non forniva nessuna tabella ,il locatore taceva facendo il vago.

 

a questo punto essendo documentato grazie a questo forum vorrei chiedere a voi tutti

 

su quale procedimento passato posso fare riferimento per risalire alle tabelle millesimali ed a una qualsiasi pezza giustificativa , quanto esattamente pagare che mi compete dal consuntivo(ho il forte sospetto che abbia sempre pagato piu del dovuto ossia anche la parte del proprietario.)

 

avendo questo sospetto mi consigliate di richiedere una seconda volta all amministratore almeno una pezza giustificativa degli anni passati visto che non so come averne copia?

(Corte di Cassazione 4 giugno 1998 n. 5485)

 

oppure devo insistere col proprietario che molto probabilmente farà di tutto per non darmi documentazioni esatte perdendo tempo?

con chi consigliate d'insistere?

 

per la cronaca ultimamente mi è arrivata una lettera aperta nella buca delle lettere ed è una raccomandata indirizzata al proprietario scritta dall amministratore con sopra una rischiesta di soldi senza motivazione che nel quale il proprietario ci ha scritto sopra una comunicazione ,dicendo di versare la suddetta cifra alla amministratore per risolvere.

 

nella racc l'amministratore intimava le vie legali da li a 10 giorni.

 

notate bene la raccomanadata è del 15 maggio e il proprietario mi comunica che devo questi soldi direttamente all amministratore e me lo comunica con questo foglio messo cosi nella buca delle lettere senza raccomandate senza niente di ufficiale con questo foglio il 15 luglio( e non ero in vacanza quindi è stato messo esattamente in quel giorno.)

 

e chiaramente senza la minima pezza giustificativa che ripeto non ho mai ricevuto sin dall inizio contratto a tutt oggi ne dall amministratore anche dopo racc del settembre 09 ne dal propietario con richieste telefoniche.

 

quest ultimo fatto l'ho riferito perchè avevo appreso che se fosse giudicato per cosi dire "ufficiale" quella comunicazione del proprietario nei miei confronti e dovessi davvero quei soldi comunque sia lui non mi ha fornito nessuna pezza giustificativa e mi avrebbe comunicato questa cifra da dare dopo due mesi che lui ne ha ricevuto richiesta.

 

in rif.(Spese condominiali, l'inquilino moroso ha 2 mesi per pagarle

Corte di Cassazione, con sentenza n. 2664 del 2004

Entro 2 mesi dalla richiesta - l'inquilino deve pagare le spese condominiali di sua pertinenza. Da questo principio, già previsto dalla legge n. 392 del 1978 (articolo 9, comma 3), la Cassazione fa derivare anche che entro lo stesso termine di 60 giorni l'inquilino può esercitare il suo diritto di chiedere l'indicazione specifica delle spese e dei criteri di ripartizione e di prendere visione dei documenti giustificativi. Decorso però tale termine, l'inquilino deve ritenersi automaticamente in mora e non può ritardare, sospendere o ridurre il versamento eccependo che la richiesta di pagamento non era accompagnata dalle indicazioni di dettaglio delle spese. Secondo la legge, infatti, in mancanza di richiesta dell'inquilino, non vi è nessun onere legale del proprietario di dare informazioni sulle spese da pagare. )

che fare? grazie per l'attenzione e scusate se non ho fatto troppa sintesi

domande in sintesi con chi comunicare per chiedere pezze giustificative?

se il propietario fa lo gnorri che fare?

se il propietario mi ha fatto pagare diverse cose in piu che non mi spettavano come scoprirlo?

posso con rif (Corte di Cassazione 4 giugno 1998 n. 5485) chiedere all amministratore i consuntivi le tabelle millesimali e le giuste ripartazioni?

se nessuno dei due risponde che fare?

puo' ritenersi difatto nullo legalmente il foglio messo a mano dal proprietario nella buca della lettera con una cifra da pagare senza pezza giustificativa e puo difatto ritenersi una comunicazione non ufficiale senza limiti di tempo poiche' è come non ne avessi avuto comunicazione di cio'?

Per favore aiutatemi con qualche consiglio qualche considerazione.Devo spedire le raccomandate al piu presto

Scritto da Enrico10 il 18 Set 2012 - 17:57:51: Salve vado subito al dunque.

Sono un affittuario(inquilino) ho sottoscritto regolare contratto 4 piu' 4 con tasse di registro annuali pagate

Sul contratto ho accettato di pagare in prima persona le spese condominiali ordinarie direttamente all amministratore

al momento della stesura del contratto il locatore non mi ha fornito le tabelle millesimali e le ripartizioni

 

[...]

L'amministratore non è tenuto a consegnarti alcunchè, a meno che non si parli di assemblee di riscaldamento ove anche il conduttore partecipa con diritto di voto.

Nè è tenuto a mostrarti le pezze giustificative di spesa.

E' il proprietario che è tenuto a dimostrare le spese da te dovute relativamente al condominio.

ciao

 

maxxone

Torino

"chi non vuol lavorare neppure mangi"

scusate so gia' che il referente dell inquilino è il proprietario anche se ha un accordo scritto sul contratto per pagare direttamente le spese condominiali

 

ma la mia domanda è piu precisa,

visto che il proprietario fa lo gnorri e magari dice che è l'amministratore che gli fornisce nulla,se non fogli uguali a quelli che arrivano a me,(solo fogli senza pezze giustificative) che fare?

 

posso fare riferimento a questa sentenza?

 

(Corte di Cassazione 4 giugno 1998 n. 5485)

 

chiedendo la visione di almeno delle pezze giustificative degli anni scorsi?

 

(facendo rif che il proprietario non me le ha mai fornite)

 

rispondete per favore al piu presto grazie mille per l'attenzione

 

Modificato Da - Enrico10 il 19 Set 2012 15:57:09

 

Modificato Da - Enrico10 il 19 Set 2012 16:12:53

×